Il successo della propaganda e come uscirne

Non so se ho già scritto a riguardo, ma non fa mai male. Quali sono i meccanismi psicologici che aiutano il successo della propaganda? Ce ne sono diversi, e finché dura il tizio a cui hanno fatto il lavaggio del cervello non ne uscirà mai. Tranne in rari casi. Dopo aver parlato con Maya (che ha scritto la sua esperienza) ho deciso di spiegare per bene come si finisce dentro questo circolo vizioso:

China study e hunza: bibbie veg che fanno uso di sperimentazione animale

Ormai nell'ambiente razionale sia il libercolo "china study" che la favoletta veg sugli hunza sono ampiamente e innegabilmente debunkerate e archiviate nella cartella "puttanate".
Ma il mondo complottardo salutardiano animalardo queste stronzatine continuano a girare impunemente come fossero verità assolute. Ma c'è qualcosa, che fa parte di quei libri stessi, che dovrebbe (in teoria eh, con questa gente...) mettere a tacere tutte le teoriucole di complotto:

Semi di albicocca e mandorle amare antitumorali

Pensavi forse che i "salutariani", che da ora in poi potrei chiamare saluTARDIani per puro sfizio, sparassero cazzate solo su farina 00 e altri cibi vari ed eventuali? Ovviamente no!
Vista la loro ortoressia galoppante e irrefrenabile si sono bevuti un'altra bella stronzata siderale: le mandorle amare e i semi di albicocca curano il cancro.

Gli opinion nazi

Da diverso tempo ho notato una brutta tendenza: l'imporre la propria opinione, idea o punto di vista agli altri. E non parlo solo di complottardi, animalardi, grillini che ti dicono "svegliaaaaa" se non gli dai ragione, questa è una piaga che colpisce tantissime persone. Un "recente" caso eclatante è stato quello Barilla, ad esempio.

Ingredienti: se è bianco ti uccide

Ed ecco che, come in un incubo senza fine, ci troviamo di fronte l'ennesima "etichettatura" creata da degli esseri più o meno racappriccianti per cercare di vivere in eterno, differenziarsi dalla massa o peggio ergersi a "er mejo al mondo". Stavolta, sotto suggerimento di Bruno, sono venuto a conoscenza dell'esistenza dei "SALUTARIANI":