Studentessa fa sesso con due atleti di colore, se ne vanta poi ci ripensa: espulsi per stupro

Ci risiamo, assistiamo nuovamente alla discriminazione sessista di matrice femminarda made in USA, che alcuni geni incompresi vogliono portare anche qui (leggasi "il maschilista di merda").
Avevo già parlato del caso del ragazzo ubriaco trombato dall'amica della ragazza che dopo due anni lo ha denunciato per stupro facendolo cacciare, per ripulirsi la reputazione di "zoccola", adesso la faccenda è ancora più grottesca:

Deliri contro Starbucks Italia

Il problema dell'Italia sono gli italiani, quegli italiani pecoroni, stupidi, ignoranti, buchi neri di buonsenso che dal basso della loro idiozia continuano a berciare minchiate abominevoli pensando pure di essere fighi. E lo pensano perché sono accompagnati da grandi numeri di loro simili (la stima è circa il 50%) che gli danno ragione e rafforzano la gentata (al secolo coglionata) che hanno professato. Stavolta il nemico pubblico numero uno è Starbucks!

Vino con cucciolo di tigre

Cosa c'è di vero e cosa c'è di mistificato in questa storia? Quello che non riuscirò mai a spiegarmi è perché cazzo la gente condivide queste cose lanciando minacce di morte o programmi di pulizia etnica ai danni dei cinesi sentendosi comunque dei gran fighi. Ovviamente c'è cascata pure la Sbarellona provinciale (nazionale sarebbe un po' troppo eh), ma non serviva proprio la sfera di cristallo per immaginarlo, prevedibile come la nebbia in val padana.

Ministro della salute belga Maggie de Block

Ha fatto tanto clamore e polemica con il suo peso e la sua carica, che in linea teorica non si sposano affatto bene fra di loro. Un ministro della salute obeso, ma obeso di terzo grado, non di primo.
Come può l'emblema di un disturbo alimentare e della insalubrità per eccellenza (l'obesità è una delle cause scatenanti delle prime cause di morte nel mondo occidentale) rappresentare la salute di un paese?