Animalisti, censura e vite di merda

Ieri la pagina facebook di "A favore della sperimentazione animale" è stata oscurata per numerose segnalazioni per nudità e pornografia. Chi conosce la pagina sa benissimo che non hanno mai pubblicato niente che non avesse avuto una profonda correlazione con la scienza.
Per questo motivo l'atto è immediatamente apparso come l'ennesimo tentativo di censura da parte di merdacce maleodoranti che non ammettono argomentazioni che non possono distruggere con il solito "informati!!1" che si definiscono "animalisti".