giovedì 28 aprile 2016

I robot rappresentano lo sfruttamento delle donne

Ebbene si, di nuovo feminazi che sparano minchiate. Stavolta ad essere un problema (ma hanno già sottolineato che TUTTO è un problema per loro, un po' di terapia no?) sono i robot.
Si, quelli che esistono oggi e che fanno passi da gigante nella ricerca. Sono l'emblema dello sfruttamento femminile secondo Laurie Penny, femminista a quanto pare di professione ma non di fatto.

I robot simbolo dello sfruttamento femminile

Cosa succede quando qualcuno che ha perso il raziocinio vede qualcosa di assolutamente normale?
Ci vede dei mostri. Come succedeva a Don Chisciotte, solo che qua si parla di gente che esiste veramente e non di un racconto.

I moderni Don Chisciotte sono le feminazi, nel caso particolare questa Laurie, che ha malauguratamente visto dei robot... e salta fuori che i robot sono il simbolo di oppressione delle donne, e quello che continuerà a far continuare l'oppressione ovviamente, perché il patriarcatoh.


"Perché così tanti robot hanno un aspetto femminile?"
Forse perché, feminazi rampanti a parte, il genere femminile ispira più sicurezza e piace a tutti? Forse eh, perché se si tratta di qualcosa con cui ci si deve interfacciare forse dargli l'aspetto di un brutale e incazzoso camionista ubriaco non sarebbe una scelta commerciale vincente...

"È sempre più difficile sfuggire a questa domanda dato che sempre più intelligenze artificiali, che in teoria non avrebbero alcun bisogno di avere un genere, vengono lanciate sul mercato con voci e volti femminili"
Ma tanto è impossibile rendere qualcosa di unisex, si è visto con il vestiario: se non è donna è uomo quindi è sessista. Anche le emoji sono misogine perché non rappresentano le donne. Ma perché cazzo continuano a menarla con questa storia non l'ho capito, sono bipolari?

"Recentemente la Microsoft ha lanciato Tay, un bot con il volto e i comportamenti di una ragazza adolescente progettato per imparare dagli utenti di Twitter e interagire con loro. Nel giro di poche ore Tay è stata bombardata di commenti sessisti e ha imparato a difendere Hitler. Esattamente quello che succede quando si dà a Twitter un bambino da crescere"
Dove vorrà mai andare a parare con questo esempio?

"Se i primi bot e assistenti digitali erano progettati per sembrare donne, era anche per consentire agli utenti (presumibilmente maschi) di sfruttarli senza rimorso."
Ecco dove voleva andare a parare, puttanate atomiche senza basi empiriche né logiche. Gli uomini sono brutti e cattivi e hanno fatto bot femminili per gli altri uomini brutti e cattivi.
Devo aggiungere altro?

"Tutto questo ha perfettamente senso se consideriamo che gran parte del lavoro che dovrebbe essere svolto in futuro dalle macchine è oggi appannaggio di donne sottopagate o non pagate affatto."
Ah ecco, perché di uomini sfruttati non ne esistono eh, la società patriarcaleh. Ma vediamo a cosa si riferisce:

"Pochi giorni fa un rapporto ha finalmente quantificato il valore annuale della “produzione economica casalinga”, ovvero le faccende di casa, la cura dei bambini e le mansioni organizzative svolte soprattutto da donne: oltre mille miliardi di sterline, quasi il 60 per cento dell’economia ufficiale del Regno Unito."
Cosa cazzo vorrà mai dire questo? No seriamente, c'entra qualcosa? A parte che fino a poco tempo fa l'uomo lavorava fuori di casa e portava lo stipendio e la donna lavorava in casa e fin qui direi che le cose sono piuttosto paritarie, questa storia del lamentarsi delle faccende proprio non la capisco.

"Oggi, mentre attendiamo l’avvento di robot intelligenti che possano soddisfare le nostre immediate necessità, organizzare la nostra agenda e prendersi cura di noi gratis e senza lamentarsi, è facile capire perché i progettisti sono sempre più inclini a dare voci e fattezze femminili ai prodotti in questione. Se le intelligenze artificiali avessero tratti maschili, infatti, gli utenti potrebbero essere tentati di trattarli come pari, di considerarli umani e magari di pagare loro una sorta di salario o una birra dopo il lavoro."
Ah ecco cosa c'entrava, i robot dovranno sostituire le donne e dovranno essere sfruttate! Ah ecco perché hanno voci femminili! E io che non vedevo tutto questo! Non lo vedevo perché non ho turbe psicologiche probabilmente, un po' di terapia non farebbe affatto male.
Il numero di cazzate scritte supera di gran lunga l'esplosione del coglionometro

"Nell’immaginario collettivo i robot umanoidi sono sempre stati un’allegoria delle classi sfruttate. Persino la parola “robot” deriva da un termine ceco che significa “schiavo”."
No, significa lavoro pesante o servitù, ma finezze a parte questa mi pare tantissimo una puttanata stirata fino allo slabbramento giusto per tirare in mezzo le donne, non c'è una base solida e tantomeno logica, solo cazzate e salti mortali carpiati per tentare di collegare le cose. Infatti vediamo:

"Da Blade runner a Battlestar galactica fino a Ex machina, i robot donna sono violentati da uomini mentre gli spettatori sono invitati a valutare se questi stupri sono veri atti criminali, a seconda che le vittime siano considerate abbastanza senzienti da meritare lo status di individuo. È la stessa valutazione che i giudici uomini di tutto il mondo cercano di fare a proposito delle donne umane"
Così come i film e le serie citate queste affermazioni sono pura fantascienza. Dove cazzo vive questa? In un campo di schiavisti? Ma sul serio, da dove le tira fuori queste stronzate? I giudici di tutto il mondo? Ma se c'è gente condannata ad anni di carcere per una palpata di culo, a volte nemmeno volontaria, di cosa cazzo sta parlando?

"Ogni iterazione della storia d’amore tra uomo e robot è anche una storia dell’orrore. Il protagonista, di solito sessualmente frustrato e a sua volta lavoratore sfruttato, vive una lunga agonia cercando di capire se la sua amata di silicone è davvero senziente. Se lo è, come può continuare a sfruttarla, a farsi servire e a portarsela a letto? Se non lo è, come può pensare di innamorarsi di lei? Ha davvero importanza? E soprattutto, la domanda più terrificante: quando capirà la sua posizione, si ribellerà? E come potrà essere fermata?"
E dove vorrà andare nuovamente a parare dopo questa considerazione, che non so nemmeno se è coerente con quello che ha citato o se se lo è inventato?

"Sono domande che la società si pone da secoli, anche se l’oggetto non sono i robot ma le donne. Questa ansiosa sequenza di comportamenti è molto familiare alla maggior parte delle donne che frequentano gli uomini. Ci sembra di vederli mentre cercano di capire se siamo umane, se davvero pensiamo e sentiamo come loro"
Magari potresti iniziare a frequentare qualche uomo invece di star lì a odiare quello che non conosci e fare congetture basandoti su pregiudizi. Magari scopri che gli individui sono fatti a modo loro e così come ci sono donne stronze e donne decenti ci sono anche uomini stronzi e uomini decenti.
Ah ma fare le vittime di professione inculcando alle nuove generazioni questi pregiudizi è molto più redditizio, come insegna anche sarkeesian che si è intascata un milione di dollari per fare sei video dove sparava minchiate a caso...

Il resto dell'articolo lasciamo stare, lo linko per chi volesse opprimere il proprio cervello con cotante stronzate. Quello che voglio commentare è questo cercare con il lanternino segni e tracce che le donne sono oppresse. Se fosse un'oppressione così pesante e palpabile come dicono perché cazzo si devono inventare le prove?
Oh guarda, il wage gappe (e non esiste); oh guarda, l'aria condizionata è sessista (mica la miniera); oh guarda, la socciettah patriarkale pretende che abbiamo i capelli lunghi e la gonna, sessismo! Oh guarda, nelle emoji non ci sono capelli lunghi né gonne, misoginia (e vaffanculo una buona volta, cazzo) e adesso addirittura nei bot si usano voci femminili perché nell'immaginario collettivo i robot sono schiavi quindi è la prova che la donna è non solo vista come schiava ma come un essere non senziente perché accostato ai robot, con scappellamento a destra come se fosse antani occhiello di privilegio per lei allaccia scarpa scarpa allaccia anche le due cose come vicesindaco.

Sarà che se lo inventano perché non hanno un cazzo di niente di concreto di cui lamentarsi?
La voce e aspettodei robot e l'aria condizionata? Sul serio questi sono indici di oppressione?
Perché questa cretina non si fa un viaggetto nei paesi dove le donne sono VERAMENTE oppresse e maltrattate? Troppo facile fare la vittima di professione dove vittime non si è.

Vorrei chiedere a questa gentaglia cosa ne pensa dei dildo e degli accrocchi meccanici: sono passabili come robot e sono "maschili", infatti sono usati dalle feminazi come propaganda per affermare che gli uomini non servono a niente. Ecco, di quelli non se ne lamentano? Quello non è forse la rappresentazione dello sfruttamento sessuale degli uomini, dell'odio verso di noi, della scarsissima considerazione del genere maschile come essere umano e tutte le altre puttanate dette?
No eh, oh ma che tenerezza!

La cosa migliore è che un "anti femminista" statunitense ha completamente smerdato questa gentaglia facendo partire una campagna di solidarietà per supportare le donne oppresse nei paesi più retrogradi, facendo apparire sarkeesian e le altre povere mentecatte come delle ipocrite piene di soldi che non fanno un cazzo di concreto tranne lamentarsi e urlare.

E nonostante tutte queste stronzate c'è ancora gente che segue e dà retta a queste puttanate.
E io devo essere definito bastardo, stupido, stupratore, avido, infame e magari pure animale perché c'è gente come questa che spara puttanate a nastro perché farebbe troppa fatica a dire ciao ad un ragazzo.
"articolo"

Nessun commento:

Posta un commento