martedì 1 marzo 2016

I sei peggiori fallimenti femministi del 2015

Ok, ci siamo lasciati alle spalle il 2015 ormai da un pezzo, ma non per questo non dobbiamo elencare i peggiori fallimenti del "femminismo" che hanno partorito le menti feminazi in quei 12 mesi.
E si, quella del "piss for equality" è in lizza, l'abbiamo già vista ma DEVE starci! Anche perché è talmente grossa che sarebbe stato un crimine non mettercela!

I sei migliori fallimenti delle femministe 2015


Si, migliori. Perché per loro sono i peggiori, ma per noi che ce la ridiamo sono i migliori!
Ma tagliamo corto e cominciamo subito:

Numero sei: ascelle pelose e glitterate

Siccome la società brutta e cattiva patriarcale machista oppressiva pretende che le donne si depilino le ascelle mentre gli uomini non lo fanno loro hanno deciso di non depilarsi più e decorare la selva oscura maleodorante con i glitter, a mo' di orgoglio ascellare o qualcosa del genere.
L'apoteosi dei problemi mentali. I peli delle ascelle danno fastidio, inutile farne una campagna femminista. Ah ma è inutile tutto quello che le femminarde fanno...


E se questa l'ho messa per ultima c'è un motivo: c'è di peggio!

Numero cinque: L'aria condizionata è sessista

Ebbene si, l'aria condizionata è sessista! A cercare di dare un senso logico a questo delirio immondo è stata vomitata questa spiegazione: Le donne hanno freddo mentre gli uomini stanno bene.
Le donne poverine soffrono per l'aria condizionata, costrette al freddo dagli uomini misogini violenti potenziali stupratori che non hanno la stessa percezione della temperatura delle gentili donzelle, eterne vittime di gombloddi. Perché si, l'aria condizionata è una cospirazione ai danni delle donne per farle sentire a disagio. C'è pure un paper scientifico che dimostra che i condizionatori sono costruiti a misura di uomo, non di donna!
I climatizzatori sono sessisti perché costringono le donne a coprirsi anche l'estate, indossare abiti pesanti, portarseli appositamente o addirittura mettere una stufetta! Dovrebbero quindi abbassare la temperatura in modo che le donne stiano bene e gli uomini abbiano caldo. Tanto loro possono sempre mettere vestiti più leggeri... no quello non è sessista, centoundici.

Numero quattro: Sweat Shaming

Dopo il fat shaming ecco la battaglia di nuova generazione: lo sweat shaming!
Far notare a una donna che sta sudando è sessista ed è un abuso, perché la società maschilista pretende che il corpo della donna sia perfetto!
Ed esiste! Una articolista del Guardian riporta questa sua orrenda esperienza:
Entra in uno starbucks per ordinare un caffè, dopo aver corso per 12 miglia. Una donna, ben vestita, la guarda e le chiede se ha fatto esercizio (just finished a class, che non so assolutamente tradurre e non ho trovato un cazzo di riferimento) o se avesse appena nuotato, tutto con un sorriso stampato in faccia...
Lei si accorge di avere i capelli bagnati e risponde "ho corso, sudo tantissimo".
E' stata spaventata tanto che ha afferrato al volo il caffè ed è corsa in macchina, si toglie il cappellino e mette su il cappuccio della felpa sprofondando nell'imbarazzo. Poi la caffeina ha avuto il suo effetto e l'ha portata all'ispirazione: è stata sweat shamed! Lei la chiama caffeina ma chissà che cazzo si è sniffata per spararla così grossa!
Si perché secondo lei la società bastarda pretenda che una donna sia sempre bellissima, e nessuno vorrebbe essere visto come uno che suda tanto! Sudi come un porco è offensivo, quindi facciamo di tutto per nasconerlo! Maledetto sessismo e oppressione, anche se a fare la domanda è stata una donna è tutta colpa del complotto degli uomini patriarcali!!111

Numero 3: la parola troppo è sessita!

Eh si, la parola troppo, cioè "too", è sessista! Perché la si usa per definire l'aspetto fisico delle donne!
Probabilmente l'abbiamo già sentita tutti, talmente grossa che l'hanno derisa in tutto il mondo, però wow, come cazzo si fa?
In ogni caso il rantolo afferma che la parola "troppo" viene usata contro (contro eh) le donne ma mai contro gli uomini. Si perché se un uomo è basso non dicono mai "sei troppo basso". Come? Alcune ragazze non escono con i ragazzi che sono più bassi dicendogli chiaro e tondo "sei troppo basso"?
E non rompono i coglioni che hanno la barba troppo lunga? O che sono troppo pelosi? O che guadagnano troppo poco? Oh ma che cazzo dici, la società è patriarcale!!!11

Numero 2: Chi mente è uno stupratore

Ebbene si, se menti per portarti a letto una donna tu l'hai stuprata! Non sto esagerando o inventando nulla, c'è veramente chi ha proposto una legge per punire lo "stupro attraverso l'imbroglio" con 20 anni di carcere. A cagare a fischio questa stronzata una blogger, Joyce Short,  che afferma che gli anni di menzogne del suo ex le hanno impedito di avere una famiglia felice (con quei danni cerebrali non sarà mai felice, manco con le staminali) il tutto vendendo il suo libro, che male non fa.
Secondo lei una donna dovrebbe avere il diritto di chiedere i documenti di un uomo, il passaporto, la cartella clinica e tutta la documentazione sulla sua salute, contratto di lavoro, busta paga, conto in banca e qualsiasi altra cosa possa interessarle prima di dare il consenso? Vuoi mettere il trauma di trombarti uno che diceva di essere milionario e poi non lo era? Catastrofe! Tutta quella farsa per intascarsi bei dollaroni e poi quello non ha il becco di un quattrino, non è vero che è un cantante famoso e non ha la Lamborghini, nel senso che è padrone dell'azienda, stuproh!!11

Certo che ne sparano... questa storia del negare il consenso dopo due o tre anni che si è svolto l'amplesso è di una minchiata atomica. E no, non si parla di gente che inganna il partner e ci sta assieme da anni e poi si scopre che è sterile e non lo ha detto, era di un altro sesso o altre cazzate, quello è già illegale ma fortunatamente non viene accostato allo stupro.
Stanno abusando di una parola solo perché è universalmente riconosciuta come qualcosa di orrendo.


Numero 1: piss for equality.

Devo dire che in realtà molte di queste cazzate se la è giocata fino alla fine, ma decisamente vince su tutta la linea la "Piss for equality". La conosciamo già: quelli di 4chan hanno deciso di trollare le femminarde da tastiera facendo partire su twitter l'hashtag "piss for equality" creando qualche account fake che postava foto di ragazze che si sono pisciate addosso, adducendo ad un fatto che a volte capita ma dando solidarietà in modo ridicolo. Le donzelle, spinte dalla mania di protagonismo e di apparire come "quelle che fanno le cose giuste" si son pisciate addosso pubblicando online le foto.
Semplicemente meraviglioso!

Tu avresti messo i fallimenti in ordine diverso?

4 commenti:

  1. 'Sta lista spinge NOI a pisciarci addosso... dalle risate!

    RispondiElimina
  2. Prima di leggere articolo e blog di quella Joyce Short credevo che espressioni come "terrorismo dei rapporti umani" usate per descrivere certi atteggiamenti femministi fossero esagerate, ora vedo che mi sbagliavo...un po' di inglese lo mastico e oltre a notare il fatto che nei commenti l' autrice usava sempre le parole "lie" e "sexual assault" appiccicate ho constatato che molti le davano pure ragione. Io non so che genere di esperienze abbiano avuto queste persone, mi auguro che risolvano i loro problemi rivolgendosi a qualcuno che possa aiutarle, solo mi chiedo : perchè queste idee folli vengono in prevalenza da blog/femministe anglosassoni ? E come è possibile che la società civile non ne rilevi la pericolosità sociale e la misandria di cui sono impregnate ? Voglio dire, sono l' unico strano che le trova vergognose e allucinanti ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcuni se ne accorgono, altri danno ampio spazio (se leggi il post sulle emoji te ne rendi conto), altri cercano di esportare tale malattia mentale anche in italia (il maschilista di merda, cara sei maschilista, e altri grandiosi esempi di disagio).

      Purtroppo appiccicare qualcuno con un'etichetta negativa fa si che molti preferiscono stare zitti, o perfino assecondare, pur di non vedersi etichettati. In Italia succede spesso... ad esempio se non sei d'accordo con i terroristi animalisti vieni etichettato come infame assassino torturatore di animali sadico e senza cuore. Così come se non sei d'accordo con le minchiate delle feminazi sei un misandrico stupratore che non rispetta le donne.

      Elimina