martedì 20 febbraio 2018

Contro Nadia Toffa per screditare la medicina

Recentemente Nadia Toffa si è sentita male, dopo un po' di tempo ha fatto sapere di stare bene, poi ha ammesso in televisione di avere avuto un tumore, di averlo fatto operare seguendo la terapia di radio e chemio e di essere guarita. Questo ha scatenato due reazioni: una è quella che dopo aver disinformato sulla medicina promuovendo fuffa a milioni di persone si sia avvalsa della medicina di cui parlava male, l'altra è la reazione di una tizia ha raccolto fin troppi consensi.

Io posso capire la disperazione e la frustrazione di chi ha visto qualcuno ammalarsi e poi andarsene nonostante si fosse tentato di tutto e di più, ma che senso ha prendersela con chi è guarito?
Perché privilegiato? Perché tu ne sai di più? Che ne sai di cosa ha passato lei?

Ma analizziamo il testo, spero brevemente:

"Sono una tua ammiratrice, felice x la tua ripresa, ma ... a volte, esageriamo tutti un po con le parole, magari presi dall'entusiasmo."
In cosa avrebbe esagerato? Ha raccontato la sua esperienza, la sua personale esperienza, e vuoi sindacare su quella?

"Beata te cara Nadia Toffa che in due mesi hai scoperto di avere un tumore, hai fatto l'intervento, chemio e radio , sei già al lavoro e ti dichiari guarita (????)"
Nadia Toffa è svenuta, la ricoverano e le fanno dei controlli. Scoprono un tumore e lo trattano. Evidentemente è stata fortunata e lo ha preso a stadi veramente iniziali, cioè lo ha preso in tempo. Sempre se non mi è sfuggito qualcosa. E dal tumore si può guarire, non vedo perché vederla così strana sta cosa.

"Sai , qui , nel mondo di noi comuni mortali , ci sono persone che in due mesi non riescono neanche ad avere una diagnosi , dati i tempi biblici delle prenotazioni ospedaliere, magari muoiono ancor prima di sapere di che male soffrissero."
E' colpa sua se in certe regioni c'è una sanità che è stata fatta a pezzi? Perché non funziona così in tutte le regioni, in molte regioni le cose funzionano.
Del resto se la percentuale a cinque anni di guarigione media dai tumori è salita al 70% un motivo ci sarà, oltre alla ricerca medica che sta trovando nuove e più efficaci terapie. Io ho conosciuto molte persone ammalate di cancro, e nessuna è rimasta senza una diagnosi. Alcune se ne sono andate, anche molto in fretta, altre sono guarite o convivono con il cancro, ma nessuno è rimasto senza una diagnosi. Se si rimane senza diagnosi significa malasanità, e fortunatamente almeno dalle mie parti è un fenomeno circoscritto.
Nadia Toffa guarita

"Qui ci sono persone che dopo addirittura decine di anni , quando ormai tutte le statistiche di questo (sporco) mondo li davano finalmente per GUARITI hanno ricominciato tutto daccapo."
E quindi? Colpa di Nadia Toffa? Ha avuto fortuna rispetto a molti altri, ma è forse responsabile della cosa? E si, erano guariti, solo che poi si sono riammalati.
La recidiva del cancro è una brutta bestia, ma è un fattore genetico: alcune persone sono geneticamente più portate a sviluppare tumori, quindi hanno possibilità di ammalarsi molto più alte rispetto ad altre. Per questo motivo dopo un primo tumore se ne sviluppa un secondo, un terzo, un quarto...
Non è colpa di nessuno, men che meno di Nadia...

"Qui ci sono Persone che dopo 11 anni si sono visti somministrare lo stesso protocollo ufficiale già applicato 11 anni prima , per poi scoprire dopo un anno di cura che il ' protocollo ufficiale' era sbagliato allora come oggi ....."
Non tutti i medici sono dei geni, questo è vero. Alcuni sono molto più bravi di altri, ed è per questo motivo che in molti non si limitano ad un singolo parere e a volte cercano quello del maggiore esperto del settore, se non a livello nazionale o internazionale almeno a livello locale.
Recentemente si sono sviluppate nuove terapie, come quella immunologica tramite vaccini, o tecniche di radioterapia meno invasive e più efficaci, che colpiscono le cellule malate senza danneggiare quelle sane.
Il fatto che molti malati stiano guarendo, ribaltando le percentuali precedenti (prima moriva il 70% dei malati, ora quel 70% è di guarigioni) lo dobbiamo alla prevenzione e agli esami periodici. Questo perché si prende il tumore in tempo, prima che si espanda e diventi incurabile.
Non perché le terapie sono state stravolte, quindi dire "sono le stesse di 11 anni prima" lascia un po' il tempo che trova.

"Qui , nel
Nostro mondo ci sono medici indottrinati afflitti da sindrome di onnipotenza a rispettare un maledetto PROTOCOLLO senza tenere conto del fatto che ogni persona ha con se' una storia diversa , un organismo diverso e che può reagire in mille modi alle terapie ufficiali .... fino a lasciarci la pelle, perché qui , nel nostro mondo , i medici ci avvisano del fatto che il Protocollo Ufficiale , può funzionare .... ma può anche ucciderci . "
Perché parlare di "ufficiale"? La medicina è medicina, chi parla di medicina ufficiale solitamente è un fanfarone che strizza l'occhio alle pseudo cure.
Vogliamo parlare di diete vegane e clisteri di caffè? Ecco: donna morta di tumore in poco più di un anno, notizia recentissima.
E tornando ai protocolli, credo intenda dire che i medici non li sanno applicare o personalizzare. Non lo erano a dire il vero, perché oggi ci si muove sempre più verso una personalizzazione della terapia.
Purtroppo i medici non sono tutti dei geni della medicina, scaltrissimi e capaci di modificare una terapia, quindi si limitano ad applicare quello che conoscono e come lo conoscono. Ma se dovessimo aspettare che a fare i dottori siano solo menti geniali ci ritroveremmo senza uno straccio di medico.

"Qui , curarsi , é un terno al lotto .
Abbiamo imparato che se nei reparti di oncologia ti servono il latte a colazione , un panino con la mozzarella a pranzo e un bel dolcetto a cena tu devi dire : grazie, rifiuto e vado avanti ,perché quello che non avete studiato voi , se permettete ,avendo un po' di tempo libero ( di notte) lo faccio io ."
Come immaginavo quel "medicina ufficiale" mi ha suggerito bene. Leggere stronzate su internet non rende più capaci dei medici, la dieta vegana come ho già linkato poche righe sopra non cura una benemerita mazza. Ci sono tipi di tumore, come quelli al colon, che ti rendono impossibile mangiare fibre. Ce ne sono altri che convivono solamente con esse.
Fra l'altro mi deve indicare quale sia l'ospedale che ti serve il dolce, perché quando ero ricoverato io il cibo faceva leggermente schifo. Non sempre, ma spesso si.


"Qui abbiamo imparato che quando il Protocollo non funziona , non è mai colpa della chemio , è colpa del tuo organismo che non ha risposto bene ! E allora il
Medico che fa ? chiude il cassetto rispedendoti a casa e dicendo ai tuoi parenti : tenetela tra gli affetti più cari (e chi se le dimentica queste parole .)"
Se il dottore usa la sua unica arma e questa non funziona cosa dovrebbe fare? Ci ha provato, non ha funzionato, si arrende.
Dovrebbe forse torturare i suoi pazienti con clisteri di caffè o altre amenità ridicole?


"Qui, nessuno osa andare oltre il protocollo . Quei pochi che lo fanno , si guardano bene dal farsi pubblicità . Sai , cara Nadia , qui.... se un medico osa contraddire il Maledetto Protocollo , rischia la radiazione ."
Eccolo, tombola! La lamentela che i "medici alternativi" vengono radiati.
Sai perché li radiano? Perché prendono persone che potevano guarire e le ammazzano come dei cani proponendogli stronzate. Ecco perché li radiano.

"I malati no , cara Nadia , loro non sono fighi e non credo neanche si sentano fighi .
Sono solo PERSONE che vorrebbero essere trattate dai medici come tali e non come semplici casi da inserire nelle loro maledettissime statistiche , sono persone che non vorrebbero perdere la loro dignità , cosa alla quale sono invece condannate dal progredire della malattia .
Beata te cara Nadia .... che vivi su un altro pianeta , un pianeta dove avere il cancro fa sentire fighi ."
Ma che cazzo di discorso è questo? Ma qua siamo al delirio.

Non riesco a capire il senso di questo post... all'inizio credevo fosse una lamentela gentista perché i ricchi hanno accesso alla sanità mentre i povery no (indizio: smetti di votare certi pezzi di merda e vedi che magari le cose migliorano, perché in regioni dove la sanità funzionava hanno votato un deficiente e ora va tutto a rotoli).
Poi sembrava una lamentela del fatto che "io sto peggio", una sorta di benaltrismo o olimpiade del vittimismo, perché lei adesso sta bene dopo solo due mesi.
Poi sembrava una lamentela contro la medicina ufficiale, infilandoci stronzate pseudo scientifiche in mezzo.
Poi un attacco contro i medici stessi.
Infine è un attacco alla Toffa solamente perché i fighi non sono i malati ma i suoi familiari.

Tirando le somme è un lamento che spara tante minchiate ma che in fondo un punto lo ha centrato: alcuni medici sono mediocri e non sanno fare bene il proprio lavoro, finendo con l'applicare la stessa terapia a tutti i pazienti. Casi simili esistono e non si può negare, ma si può evitare per lo meno cercando altri pareri. Certo è parecchio difficile farlo in una regione insozzata da corruzione e associazioni a delinquere senza spostarsi con enormi costi, ma di certo non è colpa della medicina se chi la pratica non è bravo o se c'è corruzione in una data regione.
E men che meno è colpa di Nadia Toffa...
Incredibile come basti urlare "medicina merda" per far accorrere le folle. A che punto ci stiamo riducendo?

Link, anche se i punti salienti li ho già inseriti


Nessun commento:

Posta un commento