Il concetto di "scomodità" complottista

Torno a parlare di complottisti, complottardi per i nemici, visto che è da molto che li sto trascurando e rischio una ulteriore decurtazione dell'assegno che mi passano i gesuiti dell'isola di Man. E poi non vorrei che il caro Straker (puppa) mi togliesse dalla lista dei disinformatori!
Stavolta vediamo come i complottardi siano spesso convinti di essere "perseguitati", in realtà sbugiardati e perculati, perché personaggi "scomodi".
In effetti danno fastidio, ma è un fastidio diverso da come lo intendono loro:

Menù vegano a scuola: fallimento totale

In concomitanza con quella puttanata assurda e farsesca della settimana vegazza qualche genio incompreso ha deciso di propinare ai bambini un pranzo vegazzo convinto di usare le foto dei pargoli che si ingozzavano di quella roba come ottimo materiale propagandistico e lucro personale.
La cosa però non è andata molto bene ai cari vegardi, che si sono incazzati come babbuini: