giovedì 15 ottobre 2015

Veganimalisti sciacallano sulla morte di Willy, l'amato "re della carne" di Guiglia

Ci risiamo, per la milionesima volta i nostri "simpaticissimi" misantropi hanno sciacallato, festeggiato, sputato sulla morte di un'onesta persona che non aveva fatto male a nessuno.
Il suo crimine? Non essere vegano...

Onesto e con famiglia, ma ai vegani non frega nulla
Poco importa che abbia lasciato una moglie. Poco importa che abbia lasciato una figlia di soli tre anni. Poco importa al vegardo bastardo infame che fosse un essere umano, onesto e che non ha fatto male a nessuno (e no, gli animali non sono persone, fanatici schizzati che non siete altro), alla notizia della sua morte loro hanno fatto i bastian contrari: hanno festeggiato, o hanno sciacallato sopra per fare propaganda spicciola "pro veg"amerda che altro non ha fatto che farli conoscere per gli escrementi che sono.

Infatti i suoi concittadini si sono (giustamente, sottolineo e avallo) incazzati per lo spettaccolo indegno che hanno messo su questi ormai tristemente noti personaggi.
Una in particolare, che non solo ha messo su uno spettaccolo indegno, ma ha anche censurato il commento di una persona che le faceva notare la malvagità del suo pensiero.
Purtroppo per loro, e la propaganda vegamerda ridicola, quella persona era il sindaco di Guiglia, che ha reso pubblico il fatto, portandono alla conoscenza di molte persone quanto nocivi sono personaggi che ricoprono me e altri di ingiurie, diffamazioni e minacce:


Link al post.

Il commento lo ha riportato nel post a caratteri cubitali. Non era offensivo, non era casuale ma una critica lucida e fin troppo educata a quella che è una porcheria a tutti gli effetti.
Basta vedere qui a fianco quanto fa schifo, è immondo.
Ma non è nemmeno il peggio che la compagine veganimalarda ha tirato fuori negli anni... e nemmeno un'occasione rara.

Noi lo sappiamo bene, purtroppo siamo in pochi a saperlo, i vegamerda però si stanno facendo conoscere, e piano piano spero che finalmente l'aura di santità di cui si vestono venga vista come la spocchia e misantropia che è.


Fra l'altro vorrei parlare di una faccenda molto controversa:

Sono diventati tutti medici formidabili
A partire da una fotografia di quando Willy stava bene hanno immediatamente diagnosticato la causa del decesso! E' stata la carne! Sicurissimo! Diventiamo tutti vegani di merda e festeggiamo la morte delle persone perché se non mangiamo carne viviamo in eterno!

No, un cazzo.
Prima di tutto sono di una superficialità assurda... il fatto che fosse ristoratore e cucinasse in modo egregio la carne, tanto da meritarsi la nomea di "Re della carne", non implica il fatto che lui mangiasse carne a colazione pranzo cena sette giorni su sette. Chi ragiona in quel modo è un fanatico.
Un'altra mente illuminata dall'empatia, dice lui
Cosa cazzo ne vogliono sapere loro della dieta di questa persona se fino a quando non ne hanno strumentalizzato biecamente la dipartita non sapevano nemmeno che esistesse?

Io non credo che chi coltiva grano mangi solo ed esclusivamente pane.
Non credo che un apicoltore si nutra esclusivamente di miele.
Non è realistico pensare che l'addetto alla sala mungitura beva solo latte.
Non esiste che chi lavora al cinema si nutra solo di pop corn...
E che pensano che mangi quello che sta nelle biglietterie? Carta?

Insomma, si è capito...

Fra l'altro oltre ad aver domandato alla sfera (testicolo) di cristallo delle abitudini alimentari di un onesto lavoratore e padre di famiglia per denigrarlo hanno pure risolto il caso medico in due secondi, come detto prima, attribuendo il malore (infarto) alla sua dieta (poco importa se nemmeno sanno se è vero o no, nella mente bacata del vegano estremista è così e basta).
Cosa che SICURAMENTE non è, altrimenti moriremmo tutti in giovane età.
Ma loro non lo sanno e riescono a fare cose che nemmeno nei libri di fantascienza più fantasiosi si riusciva a ipotizzare: diagnosi a distanza e con una foto in bassa risoluzione.

Per concludere rinfresco a tutti la memoria sulle oscenità compiute da personaggi "veganimalisti" violenti e fanatici:
"Animalisti" che festeggiano (e vorrebbero farlo in prima persona) la morte di bambini, anche neonati
"Animalisti" che festeggiano la morte di un cacciatore e supportano chi lo ha affermato in pubblico.
"Animalisti" che festeggiano la morte di un lavoratore del circo, con codazzo infinito.
"Animalisti" festeggiano la morte di un giornalista il cui "crimine" era adorare la carne.

E mi fermo qui, perché se inizio a elencare tutte le minacce di gambizzazioni o direttamente di morte che subiscono persone innocenti e oneste non la finiamo più...
In ogni caso vi ho presentato i vegani estremisti, vi piacciono?

12 commenti:

  1. Non si lamentino, poi, se qualcuno festeggia per la morte di un veganimalardo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dubito che qualcuno decida di abbassarsi al loro livello.

      Elimina
    2. Io festeggerò quando finalmente si adegueranno al resto del mondo con le leggi sull'ecoterrorismo e le minchiate dei vegamerda verranno classificate come deliri da TSO

      Elimina
  2. Sono i soliti.
    Purtroppo hanno anche denigrato la vendita di mele per beneficienza pro ricerca sulla sclerosi multipla (soprassiedo sul fatto che l'hanno confusa con la sla)
    Fabrizio ti invito tra l'altro se non l'hai già visto, è su wired un articolo di qualche giorno fa:
    "ecco perché i vegani sono antipatici"
    Non te lo metto il link per non dar loro soddisfazione, basta che cerchi su Google: vegani antipatici wired
    Riassumendo: loro sostengono che a noi i vegani stanno antipatici perché in realtà abbiamo invidia, perché noi non sappiamo "controllarci" con il cibo, e descrivono abitudini tipo strafugarsi di carne dalla mattina alla sera nonché colazioni tutte le mattine con dolci alla crema pesanti, roba fritta, ecc.
    Non concepiscono che anche una persona non vegana possa tenerci alla propria salute e vivere senza estremizzare dall'altra parte. Un estremista non può pensare che chi non la pensa come lui sia semplicemente normale. Penserà sempre all'estremo opposto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche giorno fa ho letto alcune righe di quella merda immonda e ho subito mollato.
      Quelli non si rendono conto che vivere di rinunce (perché rinunciano a molto), incazzati con il mondo e fastidiosi come un gatto attaccato alle palle non è qualcosa di invidiabile.
      Oppure lo sanno e cercano di giustificarsi e dipingersi migliori.

      Elimina
  3. Infatti accusando noi di non esser in grado di rinunciare a mangiarci questo e quell'altro mondo, sono i primi ad ammettere implicitamente che per loro, rinunciarci, pesa parecchio.
    Poi "better VIP than veg" no! Si offendono quando lo dico

    RispondiElimina
  4. Dioboia che individui spregevoli.

    RispondiElimina
  5. Sarebbe interessante sentire cosa ne pensano quei vegani che sono sani di mente; ce ne sono , si?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrei chiedere a quel mio amico, che ho anche intervistato

      Elimina
  6. Questi naziveg sono da internare!

    RispondiElimina
  7. Devo annotare che la Sbarella, nei giorni successivi, ha tentato di spiegare la situazione e, con un certo rammarico, devo riportare che una mia critica nei confronti di questa "collega blogger" e postata su facebook, si è trasformata in una critica nei miei confronti perché alcune persone non hanno capito - benché io sia stato chiarissimo nell'esposizione - il mio punto di vista al 100% solidale con la famiglia di Willy.

    RispondiElimina