La migrante che si fa il bidet per strada

Sta girando un video che ritrae una donna nera che si sta facendo il bidet e lavando le gambe in mezzo la strada, usando l'acqua di un tombino che ha aperto, nuda davanti a tutti. Il video è corredato di accuse a Boldrini e la politica, ma ci sono alcuni piccolissimi dettagli che forse sono sfuggiti a molti...

Si vede chiaramente dai negozi e dai palazzi che si tratta di una cittadina degli USA, ci sta pure un Kentucky Fried Chicken all'angolo, da noi ce ne stanno solo 10 al momento, e quella città non mi sembra esattamente come Milano o Roma...

Probabilmente è pure una barbona, senza tetto, e non ha un posto dove andare. Capita spesso che questi si arrangino come meglio possono, senza contare che... sembra proprio una persona con evidenti problemi mentali, visto che non si è fermata nemmeno quando tutti stavano guardando e il numero di malattie che poteva pigliare pescando quell'acqua sudicia che supera perfino la carica batterica e virale delle fogne di Calcutta.


Insomma è una barbona nera americana con cittadinanza americana che ha evidenti problemi mentali.
Non c'entra niente con l'Italia, non c'entra niente con l'immigrazione, non c'entra niente con i nostri politici. Usare una poveretta in quelle condizioni per fare propaganda non è solamente sbagliato da un punto di vista logico (è una fake news, in pratica) ma è sbagliato da un punto di vista morale: fa schifo, è da sciacalli. E' da stronzi.

La questione dell'immigrazione non piace a nessuno, né a noi né a loro. E' mal gestita, costa moltissimi soldi, ci sono i centri di accoglienza stracolmi, ci sono centinaia di morti per mare, ci sono i soliti mafiosetti che ci fanno la cresta sulle spalle di tutti, gli altri paesi finora non hanno voluto prendere i loro rifugiati e sono rimasti praticamente tutti sul groppone nostro e dei greci (fortuna che la UE ha obbligato gli altri paesi a prenderseli), c'è sempre il dubbio che fra i rifugiati si possano nascondere dei fanatici religiosi (per chiunque voglia urlare al razzismo: il 12% dei musulmani residenti in Italia ha detto che gli attacchi terroristici sono giustificabili) che un giorno potrebbero tentare un attacco, ci sono criminali ecc ecc ecc

Ma la situazione non si risolve sparando cazzate. Sembra una considerazione logica e facilmente raggiungibile ma a quanto pare per molti è difficile fare pure 2+2.

Il video

Nessun commento:

Posta un commento