L'antispecismo è una stronzata, gli animali sono stupidi

Cos'è questo "antispecismo"? E' una sorta di credenza, che hanno assimilato diversi soggetti sparsi per il mondo, che vuole tutti gli animali come pari in tutto e per tutto. Sostengono l'uguaglianza fra le specie animali insomma, accampando un mare di scuse che fanno ridere i polli. Ma vediamo nel dettaglio perché questo concetto è una stronzata:

Io ammetto solo un tipo di discorso che può portare qualcuno ad essere vegano o vegetariano: la sua idea personale. Se ad una persona piacciono tanto gli animali, se ha una sensibilità tale per cui gli da fastidio mangiare carne sapendo di aver fatto ammazzare un animale, quelli sono fatti suoi. Non condivido tale idea, ma finché è una opinione e decisione altrui non si può discutere. Del resto a me dell'alimentazione di tizio o Caio non potrebbe fregare di meno.

Diverso discorso quando dalla mera scelta personale questi geni trascendono nella rottura di scatole e nel proselitismo stile testimoni di Geova. E l'antispecismo fa parte di tale proselitismo.

Vediamo perché questa "uguaglianza" fra animali, compresi gli umani, è una boiata colossale:

Intelligenza: Ancora non ho visto nessun maiale, ma anche qualsiasi altro animale al mondo, costruire un aereo, progettare palazzi, osservare e studiare gli astri o scrivere una poesia. Questo è un dato di fatto, così come paragonare le persone alle pecore è una fesseria totale.
Come dice la notizia linkata: 30 pecore affogate. Perché? Perché una era caduta nel canale e le altre l'hanno seguita a ruota! Io dico che neanche l'ultimo dei ritardati si butterebbe a morte certa solo per seguire uno che è caduto in un canale o in un dirupo.
Ovviamente qualche benpensante avrà già affermato che "volevano salvare l'amica!1!" a cui non crederebbe nessun altro che un ignorante.

Emblematica anche l'immagine di una vacca incastrata sopra uno steccato, fatto avvenuto perché aveva provato a scavalcarla. Ovviamente condivisa a scopo di risate, sono arrivati gli animalisti idioti che trovando "offensivo" il deridere la stupidità immensa di un animale che non sa cosa sia la derisione, la risata e men che meno le fotografie e internet, inventandosi la storiella strappalacrime per ripristinare l'onor bovino danneggiato: "voleva andare dal suo bambino".
Gente incapace di farsi una risata, mai fidarsi di loro.

Insomma, chi ritiene gli animali uguali a sé deve essere tanto idiota da diventare un caso di studio clinico.

E' specista mangiare animali, loro vivono prigionieri e con la paura e consapevolezza di morire.
Altra enorme boiata. Ma se neanche sanno rimanere vive tre giorni senza qualcuno dietro al culo, perché di una stupidità tanto grande da essere non misurabile, come fanno a rendersi conto della morte imminente, dello stato di "prigionia" e similia?
No, è molto più verosimile che non si accorgano di nulla. Anzi è proprio così.
Infatti, come ho scritto nel libro, molti mattatoi mettono in pratica le istruzioni di Temple Grandin, e gli animali non si accorgono di nulla, probabilmente nemmeno il momento in cui vengono uccisi.

Mangi animali perché li odi.
Non credo si debba nemmeno rispondere ad una cassata simile... io rispetto gli animali, ma questo rispetto si deve tradurre in un allevamento senza maltrattamenti e in una uccisione veloce e maggiormente indolore possibile. Questo per gli animali da allevamento, quelli da compagnia sono un discorso diverso. In ogni caso, come ho già detto, ho salvato innumerevoli animali, probabilmente molti di più di qualunque altro predicatore del veganismo in circolazione.

Adesso dici "sono solo animali", prima dicevano "sono solo negri".
Chi sostiene una cosa simile è una merda putrefatta dalla stupidità leggendaria. Non puoi paragonare una persona ad un animale, così come non puoi paragonare le vessazioni subite dai neri, dagli ebrei e da altre etnie all'allevamento di animali. La sparata di stronzate simili dovrebbe essere un crimine punito con i lavori forzati. Che un animale non è nemmeno lontanamente capace di provare emozioni come fanno le persone l'ho appena dimostrato.

Il punto dove questo "antispecismo" fallisce miseramente non è l'equiparare tutti gli animali fra loro, come se uno scimpanzé fosse uguale ad uno scarafaggio (livelli totalmente diversi, non credo di doverlo spiegare), tanto quanto l'attribuire sentimenti prettamente umani agli animali.

Insomma, questo è un concetto che si sono inventati gli animalisti per fregiarsi di un pregio che non hanno. Hanno solo voglia di sentirsi dei santi salvatori del mondo, però col culo ben al riparo da eventuali problemi. Perché quelli che lottavano per i diritti dei neri venivano attaccati dagli schiavisti, quelli che lottavano per i diritti dei lavoratori venivano attaccati dai caporali, quelli che lottano per dare diritti che non esistono agli animali si scontrano solamente con la loro idiozia.

I classici guerrieri da tastiera che si gonfiano, un po' come quei ridicoli militari nord coreani con medaglie perfino nei pantaloni, tanto si sono addobbati come fessi, mentre guardano lo spettacolo circense che dovrebbe convincere qualcuno che sono dei supersoldati.