Benzina contro i pidocchi, i "metodi alternativi" nel pieno della loro idiozia

Capita che quando si parla di medicina c'è sempre qualche coglione "meglio informato" di medici dall'esperienza decennale e importanza a livello europeo. Sia che si tratti di diagnosi, vaccini, farmaci, terapie e tutto il resto. Molti cascano nelle stronzate pseudoscientifiche perché non capiscono sega di medicina e vengono mesmerizzati dal pifferaio di turno.
In questo caso l'imbecillità di dar retta al primo coglione "meglio informato" di turno però è tanto lampante quanto distruttiva...

Impacchi di benzina contro i pidocchi


Capita che una madre fiorentina scopra che la figlia dodicenne porta i pidocchi, parassiti molto fastidiosi e altamente infestanti ma che da oltre 40 anni sono facilmente eliminabili con un semplicissimo shampoo.
Ma non era semplicissimo per questa madre... no, ovviamente lei doveva fare le cose in modo "alternativo", perché entrare in farmacia a prendere un fottuto shampoo contro i pidocchi ed eliminarli in poco tempo avrebbe fatto brutto.

Così le consigliano, non si sa chi (probabilmente salterà fuori che è qualche gruppo whatsapp o facebook, mi ci gioco uno spigolo delle palle), di fare "impacchi" con qualche liquido infiammabile, probabilmente benzina, che ha preso fuoco per un non meglio identificato motivo. Si ipotizza la vicinanza ad una fiamma o addirittura il solo sfregare nei capelli, ma spero vivamente non avesse intenzione di incendiare la testa della figlia di proposito perché così si va ben oltre la soglia di imbecillità umana finora raggiunta, ed è tutto dire.

Il risultato è che la bimba ha ustioni gravi sulla testa e la madre sul viso e sulle mani. La prognosi è riservata, quindi c'è da temere per il peggio: rovinate a vita, sfregiate indelebilmente senza un valido motivo. La bimba ha ustioni di secondo e terzo grado sulla testa, ergo non le cresceranno più i capelli se non a chiazze, dovrà portare parrucche a vita.
A soli 12 anni, per dei banali pidocchi demmerda... la madre non si sa in che condizioni sia.

Ma veramente comprare un banalissimo shampoo antipidocchi sembrava una cattiva idea?
Come è possibile credere che versare benzina in testa possa essere una soluzione più sicura dell'usare un fottuto shampoo?
L'antiscienza e l'alternativismo, se così vogliamo chiamarli, sono arrivati a livelli tali che ormai non ci si fida più nemmeno degli shampoo antipidocchi?
Cos'è ci si arricchisce big pharma? I pidocchi non sono animali normali ma sono stati creati in laboratorio per costringerci a comprare gli shampoo facendoli arrikkireh uno undici centoundici?

Ma sul serio, per risparmiare 15 euro questa ha rovinato a vita lei e la figlia, a cosa cazzo stesse pensando non lo so, sinceramente farsi consigliare "vie alternative" per eliminare i pidocchi è da malati mentali, e ha pure rischiato di ammazzare la figlia (il calore proprio sulla testa rischiava di danneggiarle il cervello).

Ora come dicevo prima questo è un caso più che palese di totale autolesionismo "alternativo", pensate un po' agli antivaccinisti e quelli della medicina alternativa: stessa identica cosa, ma meno comprensibile ai più.

Adesso devo trovare un modo alternativo 100% senza zucchero e senza glutine bio eco evolutivo senza feti umani e mercurio ma con gli elettroliti (!!1) di mandare a fanculo gli "alternativi" di sta ceppa di minchia, chissà se poi lo capiscono.
Fonte
Fonte
Ferrarelle (vediamo se qualcuno riesce a non capirla)

5 commenti:

  1. Poteva usare direttamente il napalm, già che c'era: è gelatinoso, si spalma più facilmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro l'odore del napalm la mattina

      Elimina
  2. dicono che l'acido sia più efficace

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però sulla testa della madre grazie.

      Elimina
  3. A Cuba lo fanno con il petrolio, e funziona.

    RispondiElimina