lunedì 4 gennaio 2016

Ministro della salute belga Maggie de Block: Obesa quindi non credibile?

Ha fatto tanto clamore e polemica con il suo peso e la sua carica, che in linea teorica non si sposano affatto bene fra di loro. Un ministro della salute obeso, ma obeso di terzo grado, non di primo.
Come può l'emblema di un disturbo alimentare e della insalubrità per eccellenza (l'obesità è una delle cause scatenanti delle prime cause di morte nel mondo occidentale) rappresentare la salute di un paese?



Obesa, malsana quindi non adatta al ruolo di ministro della salute

Si chiama Maggie de Block ed è diventata ministro da un tempo relativamente breve (è successo tempo fa, ma le polemiche e fotografie girano e rigirano) e in tempo zero è partita la polemica e le percule online.

In un primo momento tutti, o quasi, dicono "come cazzo fa ad essere ministro della salute se si è ridotta in quelle condizioni?", in effetti non ci si può nascondere dietro un dito: non è il ritratto della salute, comunque la si metta.
C'è chi ha detto che è una vergogna che abbia il ruolo di ministro della salute, c'è chi ha detto che dovrebbe dimettersi, c'è chi ha messo in dubbio il suo operato.
Perché una persona che evidentemente non sa badare alla sua salute non può sicuramente badare alla salute di un intero paese... o no?

Questa donna pare proprio essere un politico con i coglioni che fumano (cit) amata e rispettata dal popolo belga per la sua ascesa in politica e le azioni compiute nelle sue cariche pubbliche, tanto che è stata eletta "donna dell'anno" dalla rivista "La Libre Belgique" e il politico fiammingo più amato.
Insomma, è una persona capace e che lavora bene, per cui posso tranquillamente dire che si, è obesa oltre l'immaginazione e quello non è emblema di salubrità, ma se lavora bene e compie il suo dovere che importa?
Ok, si è ridotta malissimo, ma questo non significa che non sia professionale. Non è forse George R.R. Martin un panzone conclamato? Eppure nessuno mette in dubbio che sappia scrivere bene solo perché ha la panza. Nessuno ha messo in dubbio il talento di Pavarotti solo perché obeso.
E lo dice uno che l'obesità la riconosce come patologia da curare a tutti i costi, e si incazza come un babbuino quando vede bidoni di merda che cercano scuse per far passare un comportamento malsano, autodistrrutivo, non sostenibile, che danneggia anche gli altri come bello sano e giusto.



Per cui dico no, non è detto che non possa mai essere un buon ministro della salute, anche se ammetto che il suo peso stride tantissimo con la carica che le hanno assegnato. Il suo aspetto stride con tutto a dire il vero, ci si sente male solo a vederla, chissà quanto cazzo le fanno male le ginocchia... ma non è quello il punto. Il punto è se è un buon politico o meno, il resto è fuffa.

E infatti c'è chi sospetta che la mossa non sia altro che un attacco politico di un avversario, cosa molto plausibile visto che noi ne vediamo di tutti i colori. Come quel servizio in televisione che prendeeva per il culo un PM, o giudice che cazzo era, per le calze che indossava. Stalkerato e perculato pubblicamente solo perché indagava sulla persona sbagliata (non ricordo chi fosse, forse il caro vecchio silvio?). E sappiamo bene che queste polemiche lasciano il tempo che trovano.
Io in ogni caso se potessi le consiglierei di iscriversi in palestra e smettere di ingozzarsi, che di certo bene le fa. Ma al di là di tutto c'è veramente bisogno che la gente si metta in testa che i meriti, le capacità e la competenza della gente è da isolare e valutare in modo differente, come se fosse estraneo alla persona.

Nessuno mette in dubbio che Michael Jackson sia stato il più grande artista pop e ballerino della nostra epoca, nonostante gli scandali e processi per presunta pedofilia (da cui uscì innocente, ma alla gente è sbattuto un cazzo e la satira si è sprecata).
Perché quindi un politico molto amato e rispettato dovrebbe essere messo in dubbio per il suo disturbo alimentare?
Non è mica tess holliday, che si scofana tonnellate di roba da mangiare, a malapena si regge in piedi e guadagna valanghe di soldi facendosi photoshoppare pure l'anima de li mortacci suoi e dei vicini mentre dice "dovremmo essere liberi di mangiare quanto vogliamo!11".

Insomma, capacità e talento devono sempre essere separati dalla persona. Winston Churchill era un ubriacone del cazzo, ma nessuno può negare che sia stato un grande politico.

3 commenti:

  1. Il ciabattino con le scarpe rotte, eh?

    RispondiElimina
  2. Ma poi l'obesità non per forza dipende dalla pessima alimentazione, ma è una malattia che si può avere per predisposizione, indipendentemente dallo stile di vita.

    RispondiElimina