lunedì 29 settembre 2014

L'inganno animalista Volume II

Finalmente è uscito il secondo capitolo de L'inganno animalista, e mi appresto a mostrare alcuni dei contenuti del libro, per farsi un'idea sui contenuti che si possono trovare al suo interno.
Credo sia importante dare al lettore un assaggio prima che prenda una copia:
Chi ha già letto il primo volume ritroverà la solita serie di informazioni valide e inattaccabili a cui è già abituato, mentre lo stile di scrittura è leggermente diverso: leggermente più impersonale e più serio, anche se ogni tanto sono riuscito a far scappare un sorriso con qualche battuta.
La qualità di contenuti è uguale, ma anche la quantità è allo stesso livello del precedente volume, anzi forse qualcosa in più.

Insomma, ho cercato di imparare dalle (poche) critiche sensate mosse al precedente volume e ho migliorato parecchio il lavoro finale.

Come ben si vede anche la copertina del libro è su un altro livello, grazie ad una idea migliore (in cui mi ha aiutato una carissima amica) e alla mano di Alice Sacco, disegnatrice con tantissimo talento che è riuscita subito a disegnare una copertina con i controcazzi.

Iniziamo con la Prefazione:

"Immagina di accendere la televisione per seguire il telegiornale, una normalissima giornata, un po' noiosa volendo, ma tutto sommato serena.
Ad un certo punto durante i servizi viene intervistato il portavoce dell'associazione "sterilizziamo gli italiani" che parla di quanto tutti gli italiani siano dei gran bastardi infami e come prova porta il video di un ragazzo con accento italiano che importuna e picchia delle ragazze che lo hanno respinto, le stesse ragazze che successivamente denunciano anche uno stupro.
La reazione popolare esplode: in tutto il mondo gli italiani vengono diffidati dal resto della popolazione come se fossero dei mostri, gli vengono attribuite le peggiori disgrazie e malefatte anche quando nessun italiano era presente nel raggio di mille metri. Una vera e propria persecuzione razzista. In tutti i paesi europei gli italiani vengono indagati sempre per primi e popolarmente sospettati di essere grandissimi bugiardi e disonesti, tanto che metà del loro tempo lo passano dentro le questure per interrogatori.
Le leggende e le voci si fanno via via sempre più numerose, tanto che perfino gli italiani stessi iniziano a diffidare dei propri concittadini. Infine vengono perfino emanate leggi che mettono sotto sorveglianza le azioni delle persone nate in Italia e che perfino ne limitano le libertà, sostenendo che le loro azioni sono dannose per la popolazione e per lo stato.
Ma tu la verità la conosci, sai benissimo che è tutto falso e che i media stanno mentendo spudoratamente, speculando su qualche crimine isolato commesso da italiani. Ma chi non ha criminali nel proprio paese? Questa è vera e propria propaganda persecutoria!
Ma ovviamente essendo tu un italiano non vieni ascoltato, chiunque ascolti risponde con un secco “sei anche tu un italiano, hai troppi interessi dietro tutto questo, stai mentendo”.

Ora immagina che al telegiornale non intervistino un esponente di "sterilizziamo gli italiani" ma un ex ministro salmonato che si è riciclato animalista, che non inventino comportamenti criminali di italiani basandosi su quattro o cinque singoli casi ma ne usino la stessa quantità per infangare chiunque lavori con gli animali, che invece di accusare gli italiani di ogni problema accusino gli allevamenti di affamare e inquinare il mondo, che vengano visti come criminali non gli italiani ma macellai, allevatori, ricercatori, circensi e cacciatori e che le leggi non limitino la libertà dei cittadini di un dato paese ma limitino le possibilità di condurre la fondamentale ricerca medica.

Hai focalizzato la situazione?
Benvenuto! Sei entrato nel mondo dell'inganno animalista, dove ogni singolo maltrattamento, reale o presunto (e sbufalato) che sia, viene strumentalizzato per infangare tutta una serie di professioni e mestieri! Dove chiunque provi a smentire tali menzogne viene liquidato velocemente con un “sei un macellaio/cacciatore/vivisettore/allevatore quindi hai interessi economici da difendere”.
Ma a differenza dell'immagine allegorica del mondo “anti-italiani” appena descritta questa è la tristissima realtà..."

E continuiamo con un'anteprima degli argomenti trattati:
L'alimentazione dei bovini da allevamento: quello che avviene realmente negli allevamenti potrebbe essere una vera sorpresa, e potrebbe (secondo me dovrebbe) far incazzare molte persone normali. Persone normali è giusto, perché non è affatto come dipingono gli animalardi...
La pratica dell'allevamento: non è vero che è una pratica innaturale e ingiusta.
Le pellicce: un fiume di menzogne prese come vere. Quello che ora stanno provando a fare a ricercatori, macellai e allevatori è stato fatto con successo, purtroppo, ai produttori di pellicce.
Un monito per il futuro...
L'importanza dell'allevamento, senza moriremmo: al di là dei concetti filosofici o pseudomedici ci troviamo di fronte a qualcosa a cui non possiamo assolutamente fare a meno, pena carestie e desertificazioni.
Consumo di risorse e inquinamento: un paragone per porre fine alle leggende secondo cui gli alimenti di origine animale inquinano e consumano troppe risorse rispetto ai vegetali. Informazioni che ribalteranno completamente questa credenza, che si ritorcerà contro a chi ha cercato di diffonderla.
Cani, gatti e altri animali domestici: ha senso creare allarmismi sulla fame nel mondo quando si tengono animali domestici grossi come persone? Ovviamente no... Quello che dicono in pochi sul impatto che hanno cani e gatti.
Un mondo distorto: il mondo visto attraverso gli occhi di un animalardo. La differenza sulle percezioni della realtà fra una persona normale e una persona fanaticizzata
Gli uomini e la caccia: qualcuno vuole credere con tutto sé stesso che noi siamo animali erbivori, ma la realtà è qualcosa che non si può modificare con le stronzate.
Carne, persce e il nostro cervello: non è vero che si può vivere senza mangiare prodotti di orgine animale, così come è criminale affermare che si può crescere bambini vegani.
Bramby: il paladino degli animalardi e animalardi della domenica è tutt'altro che un animalardo modello
Cani di quartiere?: il comportamento vergognoso di una "grande" associazione """animalista"""
Antispecismo: una religione piena di contraddizioni.
Antispecisti: più fallati della loro religione stessa.
Allergia alla carne, zecche e follia animalarda: le possibili conseguenze di quello che agli animalardi sembra "un'idea geniale" e che a qualche psicopatico potrebbe venire in mente di metterla in atto.
Animalardi e triceratopi: giusto per rendersi conto da quale fonte provengono certe "informazioni" e idee.
Salute di persone normali confrontata alla salute dei veg: uno studio che pone finalmente fine ad anni di augurii di tumore e stronzate ortoressiche.
Industria alimentare e cibi "non commestibili": una riflessione su quella che è la teoria del complotto vegardo, secondo cui nasciamo erbivori ma siamo costretti a mangiare carne dai complottatori.
Business vegan: soldi, sempre e solo soldi. Alla faccia dei discorsi filosofici...
China study e SA: dopo anni passati a spalare merda sulla sperimentazione animale gli animalardi si ritrovano a contraddirsi nuovamente.
Humane Endpoint: approfondimento su quelle regole e pratiche che riducono al minimo la sofferenza delle cavie nei laboratori.
Malattie mentali dei veg: dopo la salute fisica prendiamo in esempio la salute mentale. I veg sono veramente messi molto meglio di noi?

L'inganno animalista Volume II è disponibile su Amazon.it, in quanto è il sito che garantisce maggiore elasticità e applica il 3% di IVA invece del 22%, a tutto vantaggio del lettore.
Questo è tutto, per il momento...

20 commenti:

  1. Comprato. Adesso piano piano me lo leggo.

    RispondiElimina
  2. E' la riedizione corretta del primo volume o sono contenuti nuovi?

    RispondiElimina
  3. comprato un paio di giorni fa (insieme al primo volume) e letti tutti d'un fiato..e... GRAZIE
    sono argomenti che grossomodo conoscevo ma adesso ho tutte le fonti..
    su qualche frase non mi trovi d'accordo (su cani e gatti :P) ma quelli sono altri discorsi...
    spero in un terzo volume per temi che non sono ancora stati trattati

    RispondiElimina
  4. comprato un paio di giorni fa (insieme al primo volume) e letti tutti d'un fiato..e... GRAZIE
    sono argomenti che grossomodo conoscevo ma adesso ho tutte le fonti..
    su qualche frase non mi trovi d'accordo (su cani e gatti :P) ma quelli sono altri discorsi...
    spero in un terzo volume per temi che non sono ancora stati trattati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intendi sul loro impatto ambientale?
      Si tratta solo di far notare l'ipocrisia di gente che punta il dito contro di noi per la nostra dieta ma tiene a casa un numero di animali tale che quattro famiglie non consumerebbero la stessa quantità di carne. Per il resto non ho detto che non si dovrebbero tenere

      Elimina
    2. In ogni caso grazie a te!

      Elimina
    3. No, mi riferivo alla scarsa considerazione, specialmente sui gatti... ne ho 3 e non penso di essere solo cibo e rifugio per loro..ma sono prospettive ^^

      Elimina
    4. Le cose stanno così... gli animali ti riconoscono e magari un poco si affezionano, ma non è un sentimento nemmeno paragonabile a quello che abbiamo noi.

      Elimina
    5. Ci stiamo impergolando su un punto del discorso (e del libro) secondo me marginale..
      anche perchè, come hai detto tu, ipocrita è chi rompe le palle a me che mangio carne e poi da un'intero gregge al suo animale (sorvolando su quelli che danno da mangiare solo vegan ai gatti)
      perchè riguardo ai sentimenti, umani e animali, su pochissimi metterei la mano sul fuoco in quanto a veri e disinteressati

      Elimina
  5. sono andata sul link di amazon per vedere il tuo libro (che comprerò nei prossimo giorni) e sotto mi consigliavano di comprare anche il libro delle rivelazioni di Adam Kandom XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certe cose non dovrebbero succedere

      Elimina
  6. Ti segnalo una cosa correlata con l'argomento dei tuoi libri: la RAI e l'EXPO, dopo il supporto anti-OGM, ora stanno fornendo supporto alla bufala secondo cui produrre un kg di carne consuma 13.000-15.000 litri d'acqua, che contribueirebbe a creare la fame nel mondo rubando acqua ai paesi poveri.

    http://www.expo.rai.it/spreco-acqua-agricoltura-allevamento/

    RispondiElimina
  7. Fabrizio, sono Daniele Moneta. A parte che non so come dirtelo che non sono vegano ne vegetariano, peroì va bhe non mi credi e non so cosa dirti, ho visto che hai postato la recensione mia al tuo libro , che posso fare secondo le leggi vigenti e non ti devo spiegare niente. Ho visto che mi hai insultato, ripetutamente, cosa che io non ho fatto; il fatto che io ti ritenga una persona volgare e altro non mi ha autorizzato a insultarti. Ora ti dico; togli quel post , e finisce qua, diversamente vado dal mio avvocato e poi vediamo. E ti ripeto non sono neanche vegetariano. Odio tutta l'ignoranza. Togli il post, Fabrizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima mi dai del talebano, infanghi la mia opera in ogni dove e poi hai la faccia tosta di fare quello con la sindrome dei sentimenti offesi?

      Ma vaffanculo va

      Elimina
    2. Toglilo Fabrizio, è l ultimo avvertimento. Non sono vegetariano ne vegano non me ne frega niente delle vostre cazzate con gli animalisti. Ok adesso lo screenshotti e sotto a insultarmi tutti ancora. E' l'ultimo avvertimento. Toglilo.

      Elimina
    3. Ancora a fanculo non ci sei andato?
      Vai a diffamare qualcun altro, se lo fai con me mi difendo, inutile che piagnucoli

      Elimina
    4. E comunque non ti ha insultato nessuno.
      Vai dall'avvocato vai, che ha bisogno di soldi. Fatti spennare per bene.

      E tieni conto che se mi fai girare i coglioni quello che va dall'avvocato per l'opera di diffamazione che stai facendo verso le mie opere sono IO.

      Torna nella fogna e non rompere i coglioni

      Elimina
    5. Ok niente, ci ho provato a risolverla in maniera soft. Non ti scrivo piu. Allora oggi procedo. A risentirci. . Non scrivermi piu qua non sprecare tempo perche' non ci torno piu. Buona giornata

      Elimina
    6. Hahahahahahahahaahahahahahahaha, manda una cartolina!

      Elimina