martedì 20 maggio 2014

Autogoal animalista: allevamento intensivo bovini

Questa è semplicemente meravigliosa: gli "animalisti" sono entrati, non so come, in due allevamenti di vacche da latte e hanno fotografato animali e stalle con didascalie al limite del film horror.
Ma per chi ha un po' di sale in zucca e non è un fanatico animalardo quelle fotografie sono molto più che chiare:

Metto subito in chiaro una cosa: questi sono allevamenti INTENSIVI di vacche da latte, i tanto odiati dagli animalardi rampanti. Vedete con i vostri occhi e giudicate:


Cominciamo con la prima immagine:
La loro didascalia recita: "Dove non c'è lettiera ci sono escrementi, dove c'è la lettiera ci sono escrementi, e una vacca, dove si può sdraiare all'asciutto e pulito?"
Prima di tutto si vede chiaro e cristallino che nello spazio apposito non ci sono così tanti escrementi, si vede chiaro e tondo che è appena passato il macchinario della pulitura.
In ogni caso se la lettiera è sporca è colpa delle vacche che sono stupide e cagano ovunque, ma sono sicuro che quella lettiera viene cambiata molto spesso, infatti nonostante tutto non è che sia poi così tanto sporca, soprattutto nel punto dove ce ne sta una sdraiata.

Incredibile come vedano la realtà completamente distorta dalla loro convinzione...

La didascalia recita: "vitelli che non hanno mai conosciuto le loro madri, separati alla nascita".
Qua è più che ovvio che nemmeno il più fanatico religioso ci vedrebbe maltrattamenti di sorta, e allora si tirano fuori dal cappello magico la storia strappalacrime della madre mai vista, come se un animale che pensa solo a mangiare e cagare potesse soffrire per qualcosa del genere... io li vedo spesso questi animali, probabilmente neanche concepiscono la cosa, visto che è prettamente umana e di pochi altri animali con grande intelligenza (come i grandi primati).

Didascalia: come si vede molto bene, queste bovine navigano nelle feci, di norma succedere per il 99% degli allevamenti".
A parte la grammatica alla "spaco botilia amazo familia" qui si nota allegramente quanto mentono: si vede chiaro e tondo che quella stalla è appena stata pulita, altrimenti ci sarebbero otto centimetri di sterco. Ovviamente non possono star li a pulire e lucidare il pavimento, o piastrellarlo di marmo. Anche perché sarebbe inutile: quegli animali pisciano e cagano in continuazione, e pesando dai 650 ai 750 kg lascio immaginare quanto cazzo cagano e pisciano. Ah, ingenuità animalarda: pretendere che un allevatore stia li 24 ore su 24 a pulire a lucido la stalla ad ogni pisciata o cagata!


Didascalia: "il costo veterinario per curare ogni singolo animale è troppo elevato, e soprattutto supera il guadagno che l'animale porta pur essendo malato... quindi molto spesso gli animali non vengono nemmeno curati"
STRONZATA INTERGALATTICA! Se un animale si ammala è facile che produca meno, o quello che produce viene scartato. Gli animali che si ammalano sono un enorme perdita per l'allevatore, e se poi peggiora rischia anche che muoia, e li il danno è enorme.
Gente che non sa come funzionano gli allevamenti e mette in giro stupide leggende metropolitane, fra l'altro tutti gli altri animali stanno una meraviglia e li hanno pure fotografati, ne vedono uno che sembra avere la congiuntivite e sparano la stronzatina delle cure negate: fanatismo, unicamente fanatismo.


"Animali tenuti in modo da sporcarsi" ah bhe, sono anche ingegneri e in due secondi hanno già elaborato un sistema di stalle più efficiente e facile da tenere! Oppure sono solo ignoranti come zappe rotte... quale sarà delle due?


"i mezzi per la pulizia ci sono, ma sono delle scope giganti meccaniche chiamate a farfalla che lentamente portano via le feci"
E che cazzo pretendevano, le cameriere del Hilton? Oppure, come prima, che gli allevatori stiano 24 ore su 24 a pulire le stalle, come se già non lavorassero anche 16 ore al giorno...


"ogni qualvolta ci si avvicinava loro si allontavano... dobbiamo dedurne il perché?"
Io deduco che chi fa certe insinuazioni è un ignorante che non conosce affatto le vacche (ma rompe il cazzo riguardo i loro bisogni, ah che meraviglia) e soprattutto insinua cazzate mentre mostra animali pulitissimi e ben curati. Roba da matti.
In ogni caso la risposta è semplice: le vacche sono animali molto timidi e paurosi e non appena ti vedono si allontanano. Anche dopo che vincono la paura e si avvicinano, se provi a toccarle loro si scansano subito (ricordo che una diede una testata alla vacca vicina per scappare da me).

Ricapitoliamo: didascalie fuorvianti, animalardi che sono ingegneri e psicologi animali senza neanche aver studiato 10 minuti, e fiumi di propaganda falsissima sotto immagini che mostrano degli allevamenti tenuti in modo pressoché impeccabile.

Enorme autogoal animalardo, queste immagini mostrano come stanno gli animali negli allevamenti intensivi, tutti possono vedere con i loro occhi come sono tenuti, tanto che le loro didascalie strappalacrime si palesano subito per quello che sono: immani stronzate!

Link all'album completo, ho preso in considerazione le vaccate maggiori e quelle che conosco.
Ci sono fotografie che sembrano ritrarre animali maltrattati, in realtà sono stalle per le vacche gravide.
Non c'è un sistema di pulizia automatico, ma vengono pulite settimanalmente. Se si arriva a vederle poco prima della pulizia sembra un bordello, ma in realtà stanno in quelle condizioni per pochissimo tempo (altrimenti sarebbero multe salatissime, altroché cazzi).
Le altre sono stalle legate, perfettamente legali (al momento non so quanto tempo ci rimangono, ma credo siano momentanee).

In ogni caso ecco come vengono tenute le vacche da latte in italia, leggermente diverso dalle puttanate viste in "earthlings" o nel sito laverabestia, chissà perché...

9 commenti:

  1. Ma che t'aspetti da gente che non ha mai visto una mucca in vita sua? Anzi, c'è da dubitare che gli animalardi abbiano visto altri animali che sé stessi allo specchio; al massimo il cane che i loro genitori avevano quando loro erano bambini. Le mucche, di per sé, come dici tu non sono né troppo pulite per loro stessa natura, né troppo propense a dar confidenza a chi non fa parte del loro gruppo, umani compresi: discendono da bufali o altri bovini pronti a mettere il turbo agli zoccoli quando vedevano arrivare i leoni. Ma vallo a spiegare a un animalardo: come diceva mia nonna, "L'è inutile spiegar le robe ai mussi: te perdi tempo e te infastidissi la bestia".

    RispondiElimina
  2. Ma 'sti minchiosauri di animalardi sanno quante zampe ha una vacca? Secondo me sono convinti che ne hanno tre, o cinque, o anche otto.

    RispondiElimina
  3. A me irrita moltissimo (per non dire che mi fa incazzare a merda...ops l' ho detto) che animalardi del genere non abbiano l' intelligenza MINIMA per capire che stalle del genere sono a dir poco egregie!! Non hanno bene in mente che allevare animali come le vacche da latte significa andare incontro a perdite enormi se non vengono mantenute in un ottimo stato di salute..loro, purtroppo, pensano che prendere una laurea in medicina veterinaria (come sto facendo io) è come prenderne una in scienze del turismo e cagate simili!! I costi per le cure e i vaccini annuali sono enormi, come quelli per effettuare tutte quelle diagnosi di stato che si fanno ogni 6-12 mesi per accertarsi che il latte (o la carne) non sia deleterio per i compratori..
    Pensano (MALE) che una vacca tenuta in libertà sia migliore, ma non è migliore manco per cazzo: basta pensare a una serie di patologie ruminali che si osservano se l' animale mangia certi tipi di vegetali tipo le leguminose, a patologie sistemiche date da una serie infinita di entità patogene virali e batteriche che senza allevatore e veterinario, spesso, le porta a una morte orrenda...
    Ma questo LORO non lo sanno e non vogliono saperlo, anzi, chiudono occhi e orecchie se tenti di spiegarlo con la scienza e con le nozioni apprese da un poveraccio che studia da minimo 5-6 anni!!
    E poi vogliono i cani col cappottino (cosa che mi fa incazzare a bestia), che risolvi in 5 minuti una patologia a cui LORO hanno dato il permesso di svilupparsi portando il LORO cane a livelli patologici estremi....e ti senti dire "..io sono contrario ai farmaci.." e allora te veterinario vorresti dire "..allora portalo da mago Otelma che magari con cazzate pseudo scientifiche te l' ammazza davvero l' animale.."!!! Ma devi abbozzare, incazzarti dentro...il mestiere del veterinario è il peggiore e, contemporaneamente, il più bello che possa esistere!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, proprio egrege non direi dato che nelle prime foto ci sono delle vacche sporche più in su del ginocchio. Non concordo con chi ha commentato le foto ma definirla un'ottima stralla...più po meno!
      Perchè è male tenere le vacche fuori? Le patologie legate alla stalla sono peggio del meteorismo da leguminose.

      Elimina
  4. Gli animali nelle foto sono assolutamente tranquilli e a loro agio, cosa che sarebbe impossibile se fossero maltrattati.
    Bisognerebbe confrontare queste fotografie con alcune scattate nei lager nazisti per sbattare in faccia la realtà ai soggetti come la pazzoide che imperversava qui qualche tempo fa.

    RispondiElimina
  5. "ogni qualvolta ci si avvicinava loro si allontavano... dobbiamo dedurne il perché? Eh grazie si allontanano perchè vi reputano dei sconosciuti quindi sono diffidentixD semplice. Se vedono gente che conosce come gli allevatori queste si mettono a corrergli incontro.
    Metti anche che gli animalisti non sono mai andati in montagna, oltre agli allevamenti intensivi in stalla esistono anche allevamenti allo stato brado. Basta andare in Austria a fare un escursione e ti trovi mucche in ogni dove. xD

    RispondiElimina
  6. Questo è proprio il caso in cui si sono raccontate un sacco di vaccate! Scusando l'ironia da 4 soldi.

    RispondiElimina
  7. Ma cosa ci fa la pubblicità del 5x 1000 alla LAV in qst blog?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so, ho pure bloccato l'url ma questi si vede che usano decine di siti...

      Elimina