sabato 19 maggio 2012

Insulina, ricerca animale e attivismo dannoso

C'è qualcosa che non va, ho come l'impressione che il mondo stia diventando giorno dopo giorno semrpe più idiota, ottuso e ignorante.
In questo periodo stanno crescendo esponenzialmente i gruppi di fanatici animalisti, con tutti i danni che stanno facendo:
Come ben sappiamo i diabetici sono costretti ad essere dipendenti dalla insulina, che devono iniettarsi anche più volte al giorno.
Come è stata scoperta questa insulina? Con il maiale...

Allevare animali serve a migliaia di cose (e questo l'ho già detto) e sopratutto salva la vita a delle persone. Non a delle persone, a milioni e miliardi di persone.
Oddio, so che molti veganimalardi sono dei cani putridi che vanno fieri di esultare per la morte di un bambino, che insultano a nastro qualcuno quando gli fa notare che in italia ci sono il 60% in più di donazioni ad associazioni animaliste piuttosto che a quelle umanitarie (cosa che se volete è una grandissima stronzata senza senso) e che probabilmente se ne sbattono altamente i coglioni della salute delle altre persone, specialmente se "mangiacadaveri" o altre belle definizioni da "persona sensibile", ma basta per rendersi conto con che gente si ha a che fare.

Ma vediamo la contraddizione principale: sostengono che se non allevassimo più animali ne beneficerebbe l'umanità con più cibo, più acqua e meno inquinamento, a detta loro per salvare i bambini dalla fame (poi dopo fanno giubilo quando un "futuro mangiacarcasse" muore, anche violentemente...) mentre in realtà se facessimo come dicono loro avremo tantissimi problemi sia di denutrizione, sia di salute (fanno altre medicine oltre all'insulina).
Insomma, propongono una soluzione che in realtà è un problema (ma questo già si sapeva).

Fra l'altro non hanno neanche le idee chiare, visto che una adepta completamente plagiata dalla propaganda asseriva che le vacche sono troppe e che inquinano, per questo non dovevamo allevarle, ma alla mia domanda "Ma se le vacche sono troppe ma dobbiamo smettere di ucciderle perchè soffrono, se per caso le liberiamo quelle continuerebbero a inquinare e anzi crescerebbero esponenzialmente di numero, allora cosa volete fare salvarle o ammazzarle tutte?" quella non ha più saputo rispondere.


Adesso dirò una cosa che mi attirerà le ire di milioni di integralisti animalisti: la ricerca sugli animali serve. Se fosse possibile evitarla lo si farebbe: allevare gli animali e trasportarli costa, così come comprarli per la ricerca, e non è che sono tutti coglioni che spendono milioni per fare ricerche inutili.
Fra l'altro i ricercatori non sono affatto entusiasti di dover ammazzare degli animali che magari hanno tenuto in gabbia per diverso tempo e ci si sono pure affezionati, a differenza della propaganda che fanno sti beoni che dipingono i ricercatori come pazzi feticisti e torturatori che si divertono a torturare gli animali come facevano i nazisti nei campi di concentramento.

Se non si fosse fatta ricerca sugli animali non ci sarebbe l'insulina e diverse altre medicine, fra l'altro la cura del cancro sarebbe rimasta ferma a decine di anni fa, quando la mortalità era decisamente più alta di adesso. Io non so seriamente cosa cazzo abbia in testa la gente.
Credono forse che il progresso scientifico e medico vadano avanti a forza di guardare il grande fratello e cementificando tutto il territorio nazionale?
Perchè qua si protesta per green hill ma nessuno dice un cazzo sul fatto che l'italia fino a poco tempo fa aveva due terzi di territorio cementificato in più degli altri stati europei, territorio cementificato in forte aumento fra l'altro. Nessuno si lamenta nonostante stiano distruggendo la natura.
Cosa è la natura? E' la casa degli animali, e anche nostra, che gli da cibo e un riparo se riescono a vincere la lotta continua della sopravivenza.
Ma sta gente che fa? Pensa ai cani! Pensa a bloccare la ricerca così che i loro parenti muoiano di cancro o diabete così posono lamentarsi con la sanità e dire "mio padre/nonno/zio non è morto di cancro, ma di infezione/attacco cardiaco!!!111!!!oneone!!11uno!!!undiciundici", ignorando completamente che il cancro indebolisce il sistema tanto che favorisce la nascita di infezioni anche ridicole ma che risultano mortali, o porta al collasso degli organi. Non si "muore di cancro" ma dalle conseguenze che porta all'organismo, se non ha causato la distruzione diretta di un organo fondamentale (come fegato o polmoni).

Faccio alcune precisazioni che non verranno lette dai fanatici visto che si fermeranno alle prime righe o al titolo per avere la scusa di inondarmi di ingiurie varie ed eventuali:
Sono contrario allo sfruttamento intensivo ed inumano degli animali: visto che ci danno grandi benefici è d'obbligo ricambiare il favore non facendoli soffrire inutilmente.
Sono contrario alla caccia di frodo che mette a rischio specie animali bellissime.
Sono però contrario a proteste stupide fatte da gente tanto ignorante quanto distaccata completamente dalla natura e dalla realtà.

Fuoco alle polveri

15 commenti:

  1. http://www.fondazioneveronesi.it/blogveronesi/3729
    Umberto Veronesi NON E' CONTRARIO ALLA SPERIMENTAZIONE ANIMALE, sono gli animalisti che manipolano e fraintendono in mala fede le sue parole e le sue opinioni.
    D'altra parte come potrebbe essere contrario alla sperimentazione, un ricercatore che nella sua carriera ha svolto decine di studi scientifici(anche utilizzando animali da laboratorio), e ha all'attivo oltre 100 pubblicazioni scientifiche di rilievo?Come potrebbe essere contrario, uno che ha creato una FONDAZIONE NO PROFIT, interamente dedicata alla ricerca e alla divulgazione medico scientifica, e che sicuramente(visto che è obbligatorio per legge) sperimenta anche sugli animali?
    Se fosse davvero contrario alla "vivisezione"(come la chiamano gli animalari), sarebbe schifosamente ipocrita e incoerente
    Questo giusto per spezzare una lancia a favore di Veronesi, il cui pensiero viene spesso manipolato dagli animalisti, che gli mettono in bocca un sacco di stupidaggini che in realtà non ha mai detto, per travestire di autorevolezza le loro enormi minchiate
    Per il resto concordo al 100%

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo hanno intervistato a striscia (la propaganda) qualche giorno dopo che un fiume di animalisti ha liberato 10 cani, e lui ha detto che la vivisezione è ormai evitabilissima perchè si usano cellule animali o tessuti coltivati in laboratorio.

      Ed è una cosa applicabile anche alla sperimentazione se vogliamo.
      Poi se intendeva qualcosa di diverso non lo so, ma sembrava veramente poco equivoco

      Elimina
    2. I servizi di Striscia sono sempre tagliati, e quindi magari chi ha montato l'intervista, ha fatto in modo che si sentissero solo le parti che facevano comodo, visto che il "caso Green Hill" è stato praticamente inventato e gonfiato da Striscia.
      Oppure Veronesi in TV dice il contrario di quello che pensa, o comunque cerca di essere un po' ambiguo, per non rendersi troppo antipatico alle masse. La Fondazione Veronesi ha bisogno anche di offerte private, e quindi magari preferisce mentire e far credere al popolino ignorante che nei suoi laboratori non si utilizzino animali(cosa impossibile, visto che la sperimentazione animale è un passaggio obbligatorio per legge!)per paura di perdere i soldi del 5x1000!

      Elimina
  2. Vado un po' OT, ma a proposito di danni dell'animalismo fanatico, dai un'occhiata a questi link:

    http://naturalhygienesociety.org/diet-veganbaby.html

    http://www.dailymail.co.uk/news/article-1371172/French-vegan-couple-face-jail-child-neglect-baby-died-vitamin-deficiency.html


    Fortuna che loro, gli antispecisti-animalisti, sono "eticamente superiori" e tanto sensibili verso gli esseri innocenti e indifesi, verso i cagnolini, verso i topolini, verso i vermi....ma nessuna pietà per i bambini, manco se sono figli loro.
    L'ideologia animalista, anche se può sembrare solo una stupida e innocua moda per fanatici e dementi vari, è in realtà molto più pericolosa di quanto non sembri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella segnalazione, ormai di questi casi di bambini denutriti e letteralmente torturati stanno fioccando copiose manco fossero funghi in un bosco.

      Sono supersensibili, ma se si tratta di persone sono capaci di esultare per una morte o torturare bambini, la coerenza...

      Elimina
    2. ma infatti è scientificamente provato che la dieta strettamente vegana(cioè escludendo anche latte, latticini e uova), può causare gravi carenze persino negli adulti, che comunque rischiano meno perché hanno accumulato nel corpo riserve di vitamine e minerali di quando erano onnivori, e quindi prima di arrivare a carenza possono volerci anche degli anni. Mentre un neonato alimentato solo col latte di soia e i succhi di frutta, muore nel giro di poche settimane/mesi perché gli mancano un casino di nutrienti indispensabili(aminoacidi essenziali, vit B12, vit D, vit A, calcio, zinco ecc...)

      Comunque se ci fai caso anche gli adulti che praticano la dieta vegana più estrema(senza latticini e uova)hanno quasi sempre un pessimo aspetto, secchissimi, deperiti, con la pelle grigiastra ecc...l'uomo non è un animale erbivoro/frugivoro, forse della carne si può anche fare a meno, ma eliminare anche latte e uova è sicuramente sbagliato!

      Elimina
  3. Concordo al 100%; nessuno mette in dubbio la validità di certe affermazioni ma, come sovente capita, il fanatismo accieca.
    Per quanto riguarda Veronesi non mi sbilancio, ma è parecchio che pagherei per vedere le versioni integrali dei servizi di Striscia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Striscia non è certo il programma più sincero al mondo, ma veronesi è vegetariano e non è nuovo ad affermazioni piuttosto azzardate.
      Poi magari il servizio è stato modificato ad arte, questo non lo posso sapere per certo

      Elimina
    2. Anche l'ignoranza "accieca" per usare il termine di "Nessuno" e mai come in questa pagina è evidente...

      Elimina
    3. E' arrivato il miliardesimo guru dalla saggezza infinita?

      Elimina
  4. L'insulina ottenuta sperimentalmente negli anni '80 e quella di seconda generazione messa a punto negli anni '90 ed attualmente in uso è prodotta dall'Escherichia Coli e dal Lievito della Birra attraverso il DNA ricombinante, non si usano più i maiali. Ed è insulina umana, non, come quella del maiale, leggermente diversa dalla nostra. Sono un'animalista, sono vegetariana e una studentessa di medicina. Ritengo che riguardo alla sperimentazione animale gli uomini di scienza non dovrebbero essere infastiditi dalle richieste degli animalisti e si dovrebbero impegnare a trovare metodi alternativi; ritengo che l'allevamento degli animali per la sperimentazione non dovrebbe essere condotto da aziende a scopo di lucro; ritengo che non dovrebbero essere impiegati animali per la produzione di armi e cosmetici perchè non si tratta di sacrifici necessari, ma di azioni che portano morte umana o alimentano unicamente la vanità. Sono convinta che condizioni di vita migliori prima, durante e dopo la sperimentazioni siano possibili. Per questo vi segnalo il progetto i-care per il recupero degli animali usati nella sperimentazione http://www.icare-italia.org/ Forse non possiamo fare a meno della sperimentazione animale oggi, questo non vuol dire che non si possa iniziare a fare i passi necessari per arrivare a farne a meno domani. Dobbiamo ringraziare gli animali che ci hanno permesso di raggiungere i risultati di cui oggi possiamo godere, ma sono convinta che farne a meno sarà possibile e il nostro intento comune deve essere quello di trovare il modo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che ora come ora affermare il contrario è completamente sbagliato.
      Ho sentito la testimonianza di un ricercatore, e sono i primi a non sopportare di vedere le loro cavie morire, dopo averle tenute per magari mesi o anni.

      Ci sono degli estremismi da evitare, soprattutto se frutto di ignoranza, come quelle persone che comprano shampoo per cani "non sperimentato sugli animali"...

      Elimina
    2. da ricercatore che ha ucciso milioni di ratti sono completamente d'accordo con sara. Lo so che è un commento inutile ma lo volevo fare. Aggiungo che lo shampoo non deve essere x forza sperimentato sugli animali x essere affidabile cosi' come i cosmetici e tutte le cazzate non indispensabili, fra l'altro mi sa che c'è pure una legge apposita che lo vieta...ma non sono sicuro al 100%

      Elimina
  5. Quoto in toto

    Ps sei Sardo anche tu? Che zona? Io SS (non voglio sapere la città viste le minacce che continuamente ricevi non sarebbe saggio)

    Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiarissimo, comunque continua così che dal mio punto di vista ragioni in maniera dritta

      Elimina