Insulina, ricerca animale e attivismo dannoso

C'è qualcosa che non va, ho come l'impressione che il mondo stia diventando giorno dopo giorno semrpe più idiota, ottuso e ignorante.
In questo periodo stanno crescendo esponenzialmente i gruppi di fanatici animalisti, con tutti i danni che stanno facendo:
Come ben sappiamo i diabetici sono costretti ad essere dipendenti dalla insulina, che devono iniettarsi anche più volte al giorno.
Come è stata scoperta questa insulina? Con il maiale...

Allevare animali serve a migliaia di cose (e questo l'ho già detto) e sopratutto salva la vita a delle persone. Non a delle persone, a milioni e miliardi di persone.
Oddio, so che molti veganimalardi sono dei cani putridi che vanno fieri di esultare per la morte di un bambino, che insultano a nastro qualcuno quando gli fa notare che in italia ci sono il 60% in più di donazioni ad associazioni animaliste piuttosto che a quelle umanitarie (cosa che se volete è una grandissima stronzata senza senso) e che probabilmente se ne sbattono altamente i coglioni della salute delle altre persone, specialmente se "mangiacadaveri" o altre belle definizioni da "persona sensibile", ma basta per rendersi conto con che gente si ha a che fare.

Ma vediamo la contraddizione principale: sostengono che se non allevassimo più animali ne beneficerebbe l'umanità con più cibo, più acqua e meno inquinamento, a detta loro per salvare i bambini dalla fame (poi dopo fanno giubilo quando un "futuro mangiacarcasse" muore, anche violentemente...) mentre in realtà se facessimo come dicono loro avremo tantissimi problemi sia di denutrizione, sia di salute (fanno altre medicine oltre all'insulina).
Insomma, propongono una soluzione che in realtà è un problema (ma questo già si sapeva).

Fra l'altro non hanno neanche le idee chiare, visto che una adepta completamente plagiata dalla propaganda asseriva che le vacche sono troppe e che inquinano, per questo non dovevamo allevarle, ma alla mia domanda "Ma se le vacche sono troppe ma dobbiamo smettere di ucciderle perchè soffrono, se per caso le liberiamo quelle continuerebbero a inquinare e anzi crescerebbero esponenzialmente di numero, allora cosa volete fare salvarle o ammazzarle tutte?" quella non ha più saputo rispondere.


Adesso dirò una cosa che mi attirerà le ire di milioni di integralisti animalisti: la ricerca sugli animali serve. Se fosse possibile evitarla lo si farebbe: allevare gli animali e trasportarli costa, così come comprarli per la ricerca, e non è che sono tutti coglioni che spendono milioni per fare ricerche inutili.
Fra l'altro i ricercatori non sono affatto entusiasti di dover ammazzare degli animali che magari hanno tenuto in gabbia per diverso tempo e ci si sono pure affezionati, a differenza della propaganda che fanno sti beoni che dipingono i ricercatori come pazzi feticisti e torturatori che si divertono a torturare gli animali come facevano i nazisti nei campi di concentramento.

Se non si fosse fatta ricerca sugli animali non ci sarebbe l'insulina e diverse altre medicine, fra l'altro la cura del cancro sarebbe rimasta ferma a decine di anni fa, quando la mortalità era decisamente più alta di adesso. Io non so seriamente cosa cazzo abbia in testa la gente.
Credono forse che il progresso scientifico e medico vadano avanti a forza di guardare il grande fratello e cementificando tutto il territorio nazionale?
Perchè qua si protesta per green hill ma nessuno dice un cazzo sul fatto che l'italia fino a poco tempo fa aveva due terzi di territorio cementificato in più degli altri stati europei, territorio cementificato in forte aumento fra l'altro. Nessuno si lamenta nonostante stiano distruggendo la natura.
Cosa è la natura? E' la casa degli animali, e anche nostra, che gli da cibo e un riparo se riescono a vincere la lotta continua della sopravivenza.
Ma sta gente che fa? Pensa ai cani! Pensa a bloccare la ricerca così che i loro parenti muoiano di cancro o diabete così posono lamentarsi con la sanità e dire "mio padre/nonno/zio non è morto di cancro, ma di infezione/attacco cardiaco!!!111!!!oneone!!11uno!!!undiciundici", ignorando completamente che il cancro indebolisce il sistema tanto che favorisce la nascita di infezioni anche ridicole ma che risultano mortali, o porta al collasso degli organi. Non si "muore di cancro" ma dalle conseguenze che porta all'organismo, se non ha causato la distruzione diretta di un organo fondamentale (come fegato o polmoni).

Faccio alcune precisazioni che non verranno lette dai fanatici visto che si fermeranno alle prime righe o al titolo per avere la scusa di inondarmi di ingiurie varie ed eventuali:
Sono contrario allo sfruttamento intensivo ed inumano degli animali: visto che ci danno grandi benefici è d'obbligo ricambiare il favore non facendoli soffrire inutilmente.
Sono contrario alla caccia di frodo che mette a rischio specie animali bellissime.
Sono però contrario a proteste stupide fatte da gente tanto ignorante quanto distaccata completamente dalla natura e dalla realtà.

Fuoco alle polveri