martedì 8 febbraio 2011

Non paga la tassa: abbattono il cane. FALSO

Sta circolando da tempo la solita vaccata.
Si sa che il web è molto prolifico per le stronzate epiche, ma quandoci si mette anche la stampa tradizionale allora il problema diventa ancora più grosso:

Questa segnalazione me l'ha fatta Elena Brescacin

La storia è quella della signora Marilena Ianotta, che dimenticatasi di pagare la tassa del cane si è ritrovata le autorità svizzare in casa, le hanno portato via il piccolo barboncino e lo hanno abbattuto in un canile.

Peccato che questa signora Ianotta non esista...esiste però il sindaco, che sta ricevendo minacce di morte a profusione.

Perchè i giornalisti non verificano più le notizie? Perchè non mandano più un disgraziato sul posto a verificare?
Perchè prendono per vere le panzane peggiori e le pubblicano in un secondo senza pensarci due volte?
Qual'è il loro mestiere, sparare le cazzate trovate sulla rete?

Mentre guardavo forum questi se ne sono usciti a dire, nonostante le smentite ufficiali e la sbufalata di Attivissimo, che il sindaco ha dichiarato che "la legge è la legge".
MA PER FAVORE!
Ma vabbè, dicono tante di quelle boiate pure li che c'è poco da stupirsi

Questa presa per il culo è stata messa in giro probabilmente per non pagare la tassa sul cane...
Infatti il sindaco ha sollecitato i cittadini morosi a saldare gli arretrati (si gli arretrati, non è stato ammazzato il cane il giorno dopo) sulla tassa sui cani o nei casi estremi avrebbe fatto ricorso alla legge del 1904 e ricorrere all'abbattimento dell'animale.
Faceva paura ai cittadini per fargli pagare la tassa, anche perchè sapendo a cosa vai incontro e non pagare è da imbecilli.
A quanto pare a qualcuno non andava bene, si è quindi inventato sta boiata e l'ha messa in giro, subito i "giornalisti" italiani, raro esempio di ignoranza esemplare, l'hanno presa e pubblicata, senza neanche perdere tempo a verificare le dichiarazioni del sindaco o senza intervistare la signora (se ci avessero provato avrebbero visto che non esiste) scatenando l'indignazione internazionale e una catena di minacce di morte al sindaco...

Chiederanno scusa? Li manderanno in miniera a pedate e faranno fare i giornalisti a gente capace?
Penso di no...

4 commenti:

  1. Paolo, ex anonimo firmato8/2/11 19:03

    Preciso che non amo gli svizzeri, ma so una cosa sul loro ordinamento: una legge nazionale prevale su quelle cantonali. Quindi la legge del 1904 (cantonale) è da ritenersi superata dalla legge nazionale (di una ventina d'anni fa) che vieta di sopprimere animali arbitrariamente senza motivi di sicurezza pubblica.

    RispondiElimina
  2. Ah, questa è una bella informazione.
    Quindi la bufala risulta ancora più inverosimile

    RispondiElimina
  3. Paolo, ex anonimo firmato9/2/11 12:26

    Ho visto che la storia della legge nazionale che cancella quelle cantonali in contrasto è stata fatta notare anche nei commenti del sito di Attivissimo

    RispondiElimina
  4. Il fatto è che queste cose le scoprono persone che con il giornalismo non c'entrano molto, mentre i giornalisti che dovrebbero farlo di mestiere (ma sopratutto da filtro) prendono tutto paro paro e lo spiattellano nei loro giornalacci o sitacci web spacciandolo per vero e incontestabile.

    RispondiElimina