venerdì 10 marzo 2017

Venerdì Brocchi - raccolta di notizie demenziali



Visto che il mondo è grande ogni santo giorno mi imbatto in uno sfracelo di notizie stronzissime ma che per motivi vari ed eventuali non finiscono né in pagina né sul blog. Ma mi è venuta l'idea geniale: fare una raccolta di notizie demenziali (ma anche no, alcune son serie anche se ci si ride sopra) settimanale, così magari ci si fanno due risate.
I brocchi sapete cosa sono, vero?

Venderdì Brocchi



Una scarrelata di minchiate che sembrano incredibili, ma al 99% sono vere. Iniziamo con il feminazismo:

Gli husky promuovono lo stupro.


Secondo una studentessa, autoproclamata femminista e c'era da aspettarselo, quel logo è aggressivo e intimidisce le donne, agevolando la "cultura dello stupro". Donne fortissime intimidite da un disegno, il feminazismo si è contraddetto altre cinquemila volte.


Obbligo di trombo


Se una donna grassa vuole trombare, tu te la devi trombare, altrimenti la stai opprimendo con i tuoi ridicoli standard estetici. Sinceramente la cosa potrebbe pure essere una trollata, ma vedendo altri casi di gente realmente convinta che se non trombi sei "fobico" la cosa potrebbe essere vera. Anzi vediamo pure l'altro caso:

Obbligo di trombo trans



Secondo quest'imbecille astrale se non frequenti i transessuali li stai "oggettificando" per i loro genitali diversi, sei un transofobo, discriminatore maschio bianco etero cis privilegiato patriarcale e quindi stronzo. Gente che non tromba da qualche secolo e si inventa ricatti morali per obbligare qualcuno a farlo...
Ci ha messo in mezzo pure i panzoni, neri, disabili e trick e track.


Chiudono "sesso droga e pastorizia" e Selvaggia festeggia

Ma non sembra nemmeno l'abbia fatta chiudere lei, la cosa interessante è che fra gli screen gongolanti che ha pubblicato compare un certo Luca Forno. Sarà stato QUEL Luca Forno?
Non lo so, in ogni caso la gente che fa le crociate per chiudere le pagine facebook mi fanno pena, sia che sia stata selvaggiona sia che siano state (come dice lei) le invereconde distruttrici di reparti alimentari.

Tentativi di censura cinque stelle comici

Capita che una certa politica pentagrullina si chiami "Lombardi", capita che alcuni giornali riportino notizie che a lei non piacciono, così succede che i paladini della libertà di stampa mandino un esposto all'ordine dei giornalisti indicando un giornalista come mendace e bugiardo in 35 dei suoi articoli, tutto ai danni della Lombardi, appunto.
Salta fuori che non solo non si era inventato nulla e aveva detto la verità, ma in 5 di quei articoli la parola "lombardi" era presente ma indicava gli abitanti della lombardia...
CTRL + F e si va a querelare! Che figura di merda... oltre a tentare di demolire la libertà di stampa che fa schifo.

Ministro svedese vuole vietare la macchina ai maschi

Che in Svezia ogni tanto facciano a gara di bevute del cervello (proprio ovviamente) penso sia ormai un fatto più che un dubbio, e lo dimostra il fatto che il ministro all'ambiente Karolina Skog abbia proposto di vietare agli uomini di guidare "perché tolgono spazio alle donne".
Le macchine sono troppe e gli uomini guidano più delle donne, sessismo!!11!!
Traducete in inglese che in italiano non si capisce un cazzo.

Le donne distruggono la civiltà

Un concentrato di disagio e misoginia causato da una risposta violenta alla violenza del feminazismo.
Questo tizio dice che alle donne piace essere stuprate, cercano sempre e comunque il delinquente violento (alcune li vogliono pure, ma non sono tutte così), e gli islamici si stanno espandendo da noi perché loro tengono le donne sotto chiave mentre le nostre scopano liberamente creando il matriarcato e indebolendo la civiltà. E altre cazzate.
Che dire, il feminazismo è cancro così come è cancro anche questo, ma tutto questo è stato causato dalle minchiate del feminazismo contro gli uomini. L'odio genera altro odio, volete continuare?

E direi che per ora basta. In caso l'iniziativa piaccia ogni venerdì ci saranno altri brocchi

1 commento:

  1. Che dire, se era per la meme con le foto di Leotta potevano pure chiudere (temporaneamente e dapprima) la pagina di SDP (ma diciamo pure una botta al profilo della pseudo-giornalista), ma a quanto si comprende Lucarelli e la sua compagnia di segnalatori aveva solo dei rimorsi nei confronti della pagina che ha avuto le palle di andarle contro e mostrare liberamente degli screen in cui si sputtanava da sola. Speriamo solo che quella signora vada a lavorare in un campo forzato, magari si rifarà una sua dignità.

    RispondiElimina