L'eroico Rizzi rovina il carnevale a dei bambini disabili, insultati nei commenti



Quando sei un animalaro che non distingue il giusto dal sbagliato, non distingue una situazione di emergenza da una normale, non distingue le priorità della vita capita che te la prendi allegramente con i bambini disabili. Successe durante la serata Telethon alla RAI, quando un gruppo di mentecatti ha lanciato uova e urlato oscenità (alla faccia dei vegani poi) contro i bambini in sedia a rotelle.
Capita anche che non pago vada a rovinare la sfilata ad altri bambini disabili:

Carnevale di Brembate


Un'associazione per bambini disabili, Genitori di Calusco d'Adda, ha partecipato al carnevale di Brembate sopra con un suo carro, e in particolare un asinello e una carriola con due galline seguivano il carro.
Animali sani e ben tenuti provenienti dalla fattoria di uno dei gestori dell'associazione.

Il nostro prode eroe rizzi si è quindi presentato, con a seguito i carabinieri della forestale, e ha interrotto la sfilata, rovinando il carnevale a tutti, ma soprattutto ai bambini disabili.

E se ne vanta! Il veterinario ha subito constatato che la sfilata non ha danneggiato la salute delle bestie, ma questo ovviamente non viene riportato. Viene riportato un grande trionfo dell'aver smerdato dei bambini disabili, senza vergogna, senza rimorso.

Ma come cazzo si fa?

Fierissimo, un'impresa titanica rovinare il carnevale a bambini handicappati eh, nemmeno Ercole allenato con le 12 fatiche, nemmeno Chuck Norris ai tempi d'oro.

Un vero eroe!
Dell'imbecillità!

Tanto che è andato contro le corse di cavalli illegali della mafia, contro i combattimenti fra cani e galli, contro il traffico clandestino di cuccioli dall'est Europa (dove gli animalardi vogliono spostare l'allevamento di animali per la sperimentazione... ma saranno coglioni?), no, se l'è presa con dei contadini che hanno portato un asino e due galline per far divertire dei bambini disabili...

Che forza! Che eroe! Che vaffanculo gli voglio tirare!

Il bello è che ci sono alcuni poveracci che lo difendono pure! Ma a onor del vero erano molti più gli insulti dei supporter, molti animalisti stessi si sono incazzati con l'impresa titanica di rizzo


"Travestano  loro bambocci", a dei bambini disabili... Ah però non l'aveva visto, ma "il concetto rimane lo stesso", scuse bellissime.



Gioventù imbecille figlia di genitori imbecilli... bello che insultino senza remore dei bambini, per di più disabili. Bellissimo. La meglio società animalista proprio, sicuro.
Bello poi che loro gli animali li possono tenere, ma se li tengono altri sono degli imbecilli torturatori.
Ma vaffanculo.

Facevano Pet Therapy... quante volte abbiamo visto gli animalardi promuovere la pet therapy perché "insegna ai ragazzi a legare con gli animali"? Tante volte, perfino bramby in televisione promuoveva la pet therapy.
Ma NO, non si può fare! E' barbaro! Arriva Co(lon)an il guerriero a rompere i coglioni, a rovinare la festa e sguinzaglia quei quattro disagiati dei suoi fan paganti fior di quattrini, semplici limoni da spremere, a insultare e denigrare le vittime. Che ricordo sono bambini disabili.
Ma quanto cazzo di schifo sto vedendo?


I commenti sono tutti pubblici quindi non ho nascosto nessun nome, in ogni caso corrono tutti molti più rischi ad aver commentato in un covo di fuggiti dal centro di igiene mentale della zona che a vedere il nome qui.

E niente, se avevate ancora dei dubbi che questi qua berciano cazzate nonostante tutto quanto ho scritto a riguardo negli anni, beh questo li dovrebbe dipanare tutti.

Della gentaglia simile non dovrebbe avere seguito o fama, eppure l'animalismo malato da noi è la lobby più potente, stiamo messi meglio del cazzo.
Notizia

5 commenti:

  1. Avendo un fratello disabile che gioisce quando vede il cane di famiglia, mi sento solo di elargire un rigoroso VAFFANCULO a questi ritardati mentecatti. Tronfi di loro solo come uno stupido piccione può essere.

    RispondiElimina
  2. Ma che la piantino di prendersela perché l'uomo alleva animali DOMESTICI, e ribadisco DOMESTICI da millenni, trattati (a volte anche troppo, viziandoli - ma questo è un altro discorso) come dei pascià. Bisogna proprio avere il neurone solitario in stato di avanzata putrefazione per pensare di andare a rovinare una festa a dei bambini disabili inventandosi maltrattamenti mai avvenuti agli animali! Comunque, questa merda in forma umana anche avesse un parente disabile se ne strafotterebbe: quel parente per lui sarebbe infinitamente meno prezioso dei suoi pucciosissimi animali "maltrattati".

    RispondiElimina
  3. Anche i carabbinieri della forestale però avrebbero potuto ragionarci sopra un attimo prima di dare corda a quel deficiente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi anche la legge è tenuta in scacco dalle finalità commerciali dell'animalismo, una tendenza che rende ancora più evidente la fragilità e la decadenza sociale, al punto da censurare e perseguitare chi la pensa altrimenti

      Elimina
  4. La cosa peggiore della tendenza animalara (e di altre pseudofilosofie) è l'assolutismo che nega il diritto di libera opinione, il diritto alla satira (in quanto potrebbe essere diseducativa) in nome di un cosiddetto progresso sociale, a mio parere equiparare uomini e animali è ridicolo, questi ultimi non sono altro che evoluzioni bloccate, anelli della catena alimentare e nulla più, ma la moda a braccetto con concrete ragioni commerciali, arrivano fino a pubblicare fantomatiche ricerche di università americane sconosciute, in cui si dice che ste bestie sono come noi, questo unito all'eccessiva mammoneria dei tempi da un ben triste quadro di decadenza più che di progresso, una realtà di pesci rossi prigionieri della loro paranoia. A un mondo totalmente animalaro io non augurerei terrorismo o terremoti, ma l'impatto di un asteroide

    RispondiElimina