sabato 12 ottobre 2013

Progetto scuole vegan (aggiornato)

Da qualche tempo una muta di esseri non meglio identificati, dallo sguardo poco sveglio e le argomentazioni di un pesce morto, sta andando in giro per le scuole a spiatellare una marea di cazzate siderali, roba che se fosse ancora vivo perfino osama bin laden avrebbe protestato per i metodi poco ortodossi usati nel frullare il cervello dei più indifesi.

Questi "simpatici" vegardi poco svegli raccolgono la peggior merda da quattro soldi inventata dai più stupidi veganimalardi dal cervello ammuffito e la vanno a proiettare nelle scuole, con il chiaro intento di pagiare la mente dei più giovani. Ma non lo dico mica io! Lo dicono loro:

Preso dalla descrizione della fogna-pagina facebook del loro movimento intestinale:
"PERCHÈ NELLE SCUOLE?
Il periodo delle scuole secondarie è notoriamente il più ricettivo per apprendere nuove nozioni, nonché a mettere in dubbio le nostre conoscenze personali e valutare la possibilità' che forse esse vadano ribaltate.
"

A parte il fatto che bazzicano tanto le scuole e non sanno neanche scrivere Perché in modo corretto, l'intento di plagiare e fare il lavaggio del cervello ai più deboli è più che palese.
Del resto cosa aspettarsi da degli "antispecisti" con la muffa fra le chiappe e la merda nella scatola cranica?

Fra l'altro la loro propaganda è una delle peggiori: campagne shock e immagini fortissime, ingozzate a forza ai bambini come si fa con le anatre per fare il foie gras. O come fanno i talebani nei loro centri di propaganda, dove sfornano terroristi convinti.

Ed ecco che fa il giro di facebook l'immagine che, secondo la visione malata di esseri monocellulari che non hanno mai messo zampa in un allevamento nel loro ciclco linfatico (parlare di vita è troppo), esprime quello che succede negli allevamenti quando una vacca partorisce: Link

Tanto per rimettere bocca per la miliardesima volta sull'argomento, spiego meglio come funziona, visto che ho assistito in prima persona al parto di una vacca:
Quando nasce il vitello questo viene subito portato via, questo per evitare che la vacca diventi violenta. Io sfido questi ammassi di materia organica, peli e idiozia ad avvicinarsi ad una vacca al pascolo brado con dietro il vitellino, se torna vivo probabilmente smetterà di essere vegardo rincoglionito plagia bambini e ragazzi.
Perché le madri in natura sono così: diventano molto violente quando hanno vicino il cucciolo.
Questo è l'unico motivo per cui viene allontanato il vitello, altrimenti la vacca sarebbe ingestibile.
Ma la cazzata più grande è la vacca che secondo loro piange e si dispera per l'allontanamento.
In realtà all'animale importa quasi meno di una sega una volta perso il cucciolo. Solo le grandi scimmie e gli umani (forse anche gli elefanti?) hanno un simile attaccamento verso il proprio cucciolo/figlio. Altrimenti l'allontanamento non servirebbe a un cazzo: perché allontanare il vitello per tenere calma la vacca se questa calma non ci rimane affatto perché affezionata al cucciolo?

Saranno coglioni? La risposta è semplice.
Parliamo pure della mungitura e delle cazzate sparate riguardo i vitelli "malnutriti con carenza di ferro" che millantano esseri vestiti di paglia e dallo sguardo iniettato di sangue:
La vacca appena partorisce non ha latte, ma colostro. In parte viene usato per uso umano, ma una parte viene usata per svezzare il vitello, altrimenti morirebbe.
Così come il latte: una vacca produce tanto di quel latte che non costa nulla dare quanto serve al vitello, tanto con le quote latte verrebbe comunque largamente buttato via.
I vitelli sono tenuti in condizioni ottimali, inutile stare a sentire le cazzate di quei poveri cretini che al posto del cerume nelle orecchie hanno materia grigia che fuoriesce lentamente.

Ovviamente la loro propaganda si basa sulla umanizzazione dell'animale. Come nel caso precedente, attribuire attaccamento al figlio quando non c'è, ma anche paura, gioia e senso di libertà.
Un animale non ha questi sentimenti, hanno poco da dire "sono meglio di noi". Sono meglio di noi un paio di coglioni: non ho mai visto un animale osservare le stelle, mai visto un animale scrivere un racconto, mai visto un animale dipingere. Il solo fatto per cui questi esseri inutili (gli antispecisti eh) ed inetti, incapaci di fare qualsiasi cosa, si sentano inferiori ad un ratto a me non riguarda affatto.
Cazzi vostri se fate più schifo della merda, a me non cercatemi, e non cercate neanche i nostri figli, nipoti, cugini con le vostre fessate da pazzo furioso ritardato.

E giusto per rendersi conto di quanto sono messi male questi talebani frullacervelli:
"Molti ci chiedono se sia saggio un mondo vegan-antispecista.
Bè c'è poco da dire.
Nessuna discriminazione, nessun consumismo, nessun inquinamento, nessun problema ambientale, nessun animale in pericolo, tasso di reati tendente allo 0%, avviamento verso l'abolizione delle classi sociali, avviamento verso la distruzione della moneta....
Devo aggiungere conclusioni? O bastano le premesse?
"
Nessuna discriminazione: il fatto che io venga definito "mangiacarcasse bastardo" e mi si auguri di "morire lentamente pezzo di merda" dai "vegan antispecisti" non è discriminazione?
Nessun consumismo: comprare i prodotti "BIO" a prezzi esorbitanti non è consumismo? Comprare prodottacci "vergan" a prezzi assurdi non è moda e consumismo? No? Sicuro sicuro?
Nessun inquinamento: eh no, perché le vostre carotine BIO vengono portate a spalla da gente senza vestiti e coltivate a mano senza nessun mezzo agricolo. Così come l'energia che consumate.
Nessun problema ambientale: No, solo deforestazione totale per far spazio ai vostri orticelli bio del cazzo che producono un terzo usando il doppio dello spazio. Per non parlare delle cagate esotiche che fanno il giro del mondo per finire nei vostri piatti di merda. Coglioni.
Nessun animale in pericolo: LOL, perché i mezzi agricoli non ammazzano centinaia di topi, talpe, rane ecc mentre si coltivano i campi. Perché la derattizzazione non si farebbe comunque, pena estinzione per peste, visto anche che blocchereste la ricerca medica non vi potreste permettere di ammalarvi...
Tasso di reati tendente allo 0%: No, i veganimalardi non commettono reati. Questo non lo è, minacciare di morte a destra e a manca neanche. Aggredire le persone non è un reato e neanche violenza. Aricoglioni.
Avviamento verso l'abolizione delle classi sociali: WAT? In base a cosa se siete i primi a discriminare quelli appena appena diversi da voi, anche solo per un'idea?
Avviamento verso la distruzione della moneta: Intanto però i bei soldoni in tasca ve li mettete eh, quanta bella coerenza: comunisti con le tasche che traboccano di soldi.

Direi che questi simpatici personaggi sono ampiamente giudicabili per quello che sono.
Decisamente io mi chiedo perché viene permesso di fare il lavaggio del cervello ai bambini da simili personaggi. Ma i genitori stanno li a svangare il cazzo solo per due gocce di sangue in un cartone e lasciano i figli in balia del primo mentecatto squilibrato che passa? E le scuole non dovrebbero vigilare? Ma dove cazzo stiamo finendo?

25 commenti:

  1. Il problema è che questi non sono vegani, sono fanatici antiumani che hanno trovato nella lotta per gli animali il loro motivo per vivere. Se gli togliete il fanatismo si danno alle droghe pesanti per riempire il vuoto che hanno dentro. É gene malata , il problema è che non vengono riconosciuti come "elementi pericolosi".
    Fare pasti vegan più volte la settimana è possibile? Si, se non si hanno particolari patologie.
    Limitare il consumo di carne sarebbe bene? Si, spesso ne mangiamo troppa, sopratutto di carne rossa.
    Fare uno stile di vita più armonico con la natura? Ottima cosa

    Ma mentire e plagiare è una cosa indegna anche per questi idioti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho l'impressione che insegnare uno stile di vita sano NON sia nelle loro priorità.

      Elimina
    2. Direi che hai centrato in pieno il punto. I nostri nonni mangiavano carne una volta o due la settimana, facevano vita di campagna e stavano benissimo. E trovo anch'io, da buon carnivoro e pescivoro (non esiste, lo so), che sarebbe ora di finirla di usare gli animali nei circhi, negli ippodromi e nei cinodromi; per una questione di civiltà dovuta all'evoluzione della specie umana. Però credo che queste persone non abbiano niente a chè vedere con tutto questo: semplicemente hanno ingaggiato una lotta come un'altra, una missione come un'altra, per tentare (inutilmente) di riempire il vuoto che hanno dentro la testa. C'è chi si prefigge di convertire il mondo alla propria religione, chi al vivere "bio", e poi ci sono questi. Però mi domando: se loro vanno in giro per scuole a diffondere informazioni sulla nutrizione umana, ed esiste la specializzazione medica di scienze dell'alimentazione e chi la esercita è un nutrizionista, le suddette scuole non sono perseguibili per aver autorizzato l'esercizio abusivo della professione medica?

      Elimina
    3. Giusto per informazione: nei circhi gli animali sono trattati bene, e comunque sono nati in cattività ormai da generazioni.

      Elimina
  2. Che poi, palle, uno potrebbe anche essere portato a pensare che questo tuo odio atavico verso gli animalisti, ormai sfociato in un classico disturbo ossessivo-compulsivo, sia dovuto al fatto che la tua ragazza si sia fatta o si faccia sbattere da un vegano.
    Ah, scusa, tu non hai una ragazza. Come non detto.
    rabo k.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente io condivido la sua opinione, e nessun vegcazzaro mi ha fregato la donna.

      Ritengo invece che la sua sia l'opinione di una persona sana di cervello, al contrario dei tanti Vegazzi che rompono le balle con la loro dieta tutta verdurine e pillole.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Ma no, ho appena escluso la possibilità. E' evidente che palle non ha una ragazza e giurerei che in genere ha problemi con le donne.
      Palle è uno che ha l'autorevolezza di una scatola di scarpe e si permette di pontificare su questioni che probabilmente non ha le capacità materiali di comprendere, e non mi sto riferendo al veganesimo. Palle è uno che dall'alto della sua mediocre carriera universitaria economica tratta di argomenti di macroeconomia ridicolizzando giornalisti dall'esperienza pluridecennale con le sue farneticazioni condite da gran copia di cazzo e merda.
      Prendere per il culo palle, ed aiutarlo a vedersi nella sua giusta statura è un dovere.
      rabo k.

      Elimina
    4. I "giornalisti" di cui parli sono barnard e qualche altro povero coglione?
      Poi spiegami, cocco di papà, come fai criticare la mia vita privata se appena riattivo i commenti anonimi tu sei li pronto a sputare la tua merda.
      Anche a distanza di mesi.

      Povero stronzone, ma non vedi che dimostri al mondo intero di non avere un cazzo da fare nella vita? Neanche le seghe ti puoi fare, altrimenti avresti perino meno tempo di controllare il mio blog.

      Ciao eh.

      Elimina
  3. Tutte le volte si finisce sempre con l'attaccare la persona, non le idee, e lo si fa con stronzate del tipo "la tua ragazza viene sbattuta da altri". Sei così povero di testa che meriteresti di essere scaricato in un cesso gigante, quello è il posto adatto per te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu invece che pendi dalle labbra di un cialtrone verbalmente violento (spero solo verbalmente) devi avere uno spessore intellettuale non indifferente.
      Si vede anche dalle metafore.
      rabo k.

      Elimina
    2. Parla il povero pirla che è rimasto li a controllare 24 ore su 24 questo blog aspettando la riapertura dei commenti anonimi, e ogni commento che lascia è una puttanata siderale e offensiva.

      Adesso capisco perché ti nascondi come uno scarafaggio: ti vergogni di te stesso!
      Povera merda, un po' mi faresti pena se non fossi ributtante.

      Elimina
    3. E anche qui si vede la tua intelligenza. Aver attaccato una tua stronzata automaticamente mi pone come un essere senza cervello che pende dalle labbra del blogger. Ripeto, lo sciacquone

      Elimina
    4. Cavolo, palle e i sicofanti in action.
      Leggo il tuo blog più o meno una volta ogni due giorni. Mi mette di buon umore leggere le stronzate che scrivi. Se ci scrivo un commento, controllo a distanza di qualche ora per rotolarmi dal ridere leggendo la replica biliosa, oppure ugualmente rotolandomi dal ridere pensando alla merdaccia che cancella il commento. Se per te questo significa controllare il tuo blog 24 ore su 24, beh, vuol dire che sei più coglione di quel che sembri. E guarda che sembri molto.
      E io dovrei vergognarmi di me stesso pagliaccio? Io che a differenza tua ho avuto soddisfazioni in ambito universitario e lavorativo, faccio un lavoro che mi piace e ho una ragazza stabile e una vita sociale? Ma sotterrati bimbominkia. Mi piace osservare la tua miseria. Mi diverti. Mi attiri allo stesso modo in cui possono attirare i film splatter. Ti insulto perchè è il minimo che ti meriti. O pensi di poter insultare intere categorie di persone senza ricevere schiaffoni virtuali?
      Ah, e fino a prova contraria le seghe te le fai tu, io per fortuna in genere non ne ho bisogno, a differenza tua.
      rabo k.

      Elimina
    5. Tutti omoni di successo quando sono di fronte un monitor, e tutti quelli che gli stanno sul cazzo sono sfigatissimi. La visione del mondo da parte di uno sfigato coglione da tastiera.

      Ogni due o tre giorni un paio di coglioni comunque, visto che appena li sblocco tempo dieci minuti e arrivi con il tuo solito "non skopi!!!1!!11 herp derp".
      Se sei così realizzato e felice, perché passi tutto il tempo qui a commentare da anonimo?
      Se blocco i commenti anonimi manco una piccola iscrizione di un minuto ti fai, di cosa hai paura merdaccia?

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. C'è chi ha fatto della stupidità la propria professione. I progetto scuole-vegan sono l'ennesimo esempio di ciò.

    Chiedo scusa se mi piego sempre dall'argomento quando vedo post del genere: http://on.fb.me/1ahmQ8a
    Ancora finti atleti vegan; li riconosci perché parlano di alimentazione con estrema precisione e mangiano seitan e tofu. Parlano di prestazioni che non calano ma è vegano da un anno. Sempre le solite cose.

    Delle loro incoerenze ci sarebbe da riempirne libri oramai.

    "Perché la derattizzazione non si farebbe comunque, pena estinzione per peste, visto anche che blocchereste la ricerca medica non vi potreste permettere di ammalarvi...".
    E no Fabrizio, qui ti devo contraddire: non ricordi che la dieta vegan rende immuni dalle malattie? Come hai potuto sorvolare su questo particolare ormai noto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah! E' vero! I superuomini con il ventre gonfio di flautolenze che scalano l'everest nudi e con una mano sola! Tutto perché mangiano carote e sedano tutti i giorni.

      Elimina
    2. Ma poi, escludendo che è vegano da solo un anno, quello CORRE. Hai bisogno principalmente di carboidrati e grassi, anzi, quando devo correre io stesso mi rimpinzo di pastasciutta più che di carne, per cui non mi pare 'sta grande sorpresa, che un vegano possa essere un buon maratoneta.

      Senza contare poi il fatto che UNA persona risponda al loro profilo di supervegan non è statisticamente valido per supportare la tesi del vegan=meglio...

      Elimina
  6. Che schifo. Questo è esattamente ciò che facevano i governi nazifascisti ed è ciò che volevano fare i leghisti ad Adro: indottrinamento per creare dei seguaci.

    I bambini non si toccano.

    RispondiElimina
  7. Pazzi. State paragonando il perseguimento di un ideale che non nuoce a nessuno a delle disgrazie colossali. Indottrinamento? Governi nazifascisti?? Ma avete idea delle stronzate colossali che scrivete? Cercatevi il significato del termine, perchè "vegano" non è chi vi rapisce i figli per farne un esercito e conquistare il mondo; "i bambini non si toccano", guardate che non sono pedofili. E non è per difendere i vegani (o meglio, se solo vi informaste meglio sull'argomento sicuramente non scrivereste queste assurdità), ma mi sembra che stiate semplicemente mettendo in croce una categoria di persone soltanto per il gusto di farlo, perchè ormai criticare e sputtanare i vegani è tanto di moda quanto lo è il veganesimo stesso. Che ognuno si tenga i propri principi e i propri ideali.. chi ancora li ha almeno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglierei di spulciare un poco sia il blog che la pagina facebook.

      Elimina
    2. Mea culpa. Ho seguito il consiglio e ritiro le accuse.
      (anche se, da "ortoressica disturbata dalla soia" -ho riso per ore per il nome- non estremista quale sono, il paragone col nazismo rimane esagerato).

      Elimina
    3. Se lo trovi esagerato non hai trovato le dichiarazioni di quelli che vorrebbero "vivisezionare" gli handiccappati perché "tanto non capiscono e comunque non servono a niente".

      Forse quel post l'ho messo privato, però nella pagina facebook ci sono gli screen

      Elimina
  8. Chissà, magari a mandarci gente come te nelle scuole le cose migliorerebbero? certo si amplierebbe di molto il vocabolario dei bambini; sì però con i più succulenti termini volgari e scurrili. Al di là dell'odio e dell'intolleranza che esprimi per i vegani mi spiace dirti che hai scritto affermazioni a dir poco inesatte: a partire dalla nascita del vitello, delle quantità di latte e del fatto che gli animali nei circhi vengano trattati bene- anche a green hills li trattavano bene i cani eh?- ti consiglio pertanto di informarti meglio sull'argomento e parlare con chi ci lavora nei macelli e nei circhi. Per quanto riguarda invece l'indottrinamento, la propaganda e l'asserviemento dei "bambini" di 16 anni delle superiori non credere che abituati come sono alle immagini di film horror e spatter si traumatizzino troppo per i filmati cruenti sulla morte degli animali.

    RispondiElimina