martedì 19 febbraio 2013

Il progetto Cina e China Study

The China study, la bibbia dei vegecazzari, forse l'unico testo al mondo che gli dà ragione e quindi l'unico testo al mondo ad avere valenza scientifica, perchè se non gli dà ragione è "frutto di immobilismo e luoghi comuni degli scienziati!!1!!!1!11" oppure "disinformazione da parte della lobby multinazionale della carne e dei prodotti caseari!!1!!".
Ovviamente questo testo è stato smontato parecchie volte, cosa che molti vegecazzari fingono di non sapere. Vediamo:

Sto leggendo alcuni articoli a riguardo, vediamo la prima troiata e la prima sbufalata.

Lo scrittore sostiene: "il colesterolo sanguigno nelle proporzioni di 90-170 milligrammi per 100 ml di sangue è correlato ai più alti tassi di mortalità per cancro. Il colesterolo è correlato all'assunzione di proteine animali."
Quindi campbel fa il collegamento fra consumo di proteine animali e cancro.

Ma è sbagliato. Sebbene sia vero che il colesterolo è immesso principalmente da cibi di origine animale e che in quelle dosi aiuti veramente l'insorgere di tumori, ma anche di ictus, malattie degenerative e perfino suicidi (poco colesterolo rende depressi), non significa che dobbiamo diminuirlo! Ma aumentarlo!

Ma il colesterolo della dieta è stato dimostrato influenzare quello sanguigno solo per un 10%, quindi se si soffre di colesterolo alto si deve limitare quello alimentare per non buttare benzina sul fuoco, ma questo NON lo rende responsabile della situazione!

Quindi la stronzata detta da campbell, cioè che il colesterolo fa venire il cancro quindi non bisogna assumerne, è epocale! Bisogna fare l'esatto contrario: aumentare le dosi, perché poco colesterolo è dannoso e porta alla depressione, come ho già detto.

Lui fra l'altro consiglia di mangiare solo vegetali. E qui casca nuovamente l'asino: gli studi non evidenziano particolari effetti per la salute dalle proteine animali, mentre segnano un pericoloso aumento di tumori per l'alimentazione con proteine vegetali!
(stralcio da uno dei blog che sto usando come fonte):
"Looking directly at animal protein intake, we have the following correlations with cancers:"
Lymphoma: -18
Penis cancer: -16
Rectal cancer: -12
Bladder cancer: -9
Colorectal cancer: -8
Leukemia: -5
Nasopharyngeal: -4
Cervix cancer: -4
Colon cancer: -3
Liver cancer: -3
Oesophageal cancer: +2
Brain cancer: +5
Breast cancer: +12
"Let’s take a look at the cancer correlations with “plant protein intake”:"
Nasopharyngeal cancer: -40**
Brain cancer: -15
Liver cancer: -14
Penis cancer: -4
Lymphoma: -4
Bladder cancer: -3
Breast cancer: +1
Stomach cancer: +10
Rectal cancer: +12
Cervix cancer: +12
Colon cancer: +13
Leukemia: +15
Oesophageal cancer +18
Colorectal cancer: +19

Rendiamoci conto delle stronzate, questo consiglia di eliminare il colesterolo ignorando che è proprio la mancanza di colesterolo a creare danni!
E ci sono migliaia di ritardati che leggono the china study e seguono alla lettera ste vaccate! E sbraitano contro gli altri convinti di essere diventati immortali!

Correlazione fra cancro al seno e proteine animali:
Anche in questo caso si tratta di panzane assurde.
I fattori di rischio maggiori sono un alto livello di glucosio nel sangue, assunzione di vino o alcol in generale. Dove cazzo sta la carne? La carne ha un fattore di rischio di +12, mentre i legumi +17, mentre la frutta addirittura ha un bel +25 (molto più della demonizatissima farina e zucchero).
Ricordo che queste cifre non sono statisticamente importanti, a parte il livello di glucosio nel sangue, vino e alcolici.
Insomma, anche in questo caso questo "ricercatore" ha ignorato i dati peggiori ed è andato contro la carne senza nessun apparente motivo logico. Sembra quasi una troiata buttata li per dar ragione ai vegecazzari (e guardacato quasi tutto il libro è un elogio alla dieta vegecazzara, solo 40 pagine parlano di statistiche e ricerche, e abbiamo visto COME ne parla).

Il resto degli studi o è fallace come quanto già detto qui sopra oppure comprende addirittura delle contraddizioni. Come per esempio il fatto che consumare vegetali protegga dal cancro.
Lo scrittore, campbell, porta il dato che consumare vegetali verdi più volte nell'arco di un anno protegge dal cancro con un fattore -35, mentre il dato sul consumo di vegetali verdi giornalier (cioè tutti i giorni) porta un fattore di rischio +5.
Perchè sta differenza, che non è per niente poca? A parte la contraddizione sul consumo di vegetali verdi, questo è un esempio di imbecillità totale.

Il post è veramente molto lungo, scritto in inglese ma molto interessante, è da leggere: The China study: fact or fallacy?.
Io ovviamente non mi sono limitato a quello, ma ho cercato informazioni complementari da altre fonti, ma chi già conosce l'argomento riconoscerà subito la veridicità di quanto scritto.

Ricapitolando, che cosa troviamo in the china study?
Tutta una serie di dati correlati a quel cazzo che voleva (e ricordo che la correlazione non significa collegamento di causa/effetto) un fanatico della dieta vegecazzara, sbufalato in lungo e in largo da ricerche serie (ricordo che il libro non è mai stato sottoposto al peer review, fondamentale in ambito scientifico) e analisi delle affermazioni.
Insomma, la perfetta bibbia dei vegecazzari. Convinti che la scienza sia composta da "convinzioni" e che sia contro di loro perchè "devono guadagnare sulle malattie".
Ci manca solo che facciano come i creazionisti e dicono che i tumori e le malattie trovate negli uomini antichi più o meno mummificati siano stati messi li apposta per fuorviare la loro fede.

47 commenti:

  1. Fabrizio, ma che te ne frega se questi non assumono colesterolo e vanno incontro alla morte? In questo modo facciamo piazza pulita dei deficienti senza sporcarci le mani (chiedo scusa per la pesantezza e crudeltà della frase, ma è quello che penso veramente). Poi vabbè, se questi cominciano a fare propaganda su larga scala allora è un altro discorso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frega perché di solito questi dementi hanno famiglia, figli, ed amici che cercano di convertire, e se uno normale se ne sbatte, i bambini, o quelli meno indipendenti come pensiero non hanno difese da queste stronzate

      Elimina
    2. Sai quanta gente va in giro a professare sta roba come fosse una religione?
      Questi fanno danni ingentissimi. C'è gente che vorrebbe sto libercolo nelle scuole

      Elimina
    3. Fraga anche perché usano queste fallacie scientifiche per:
      rafforzare la convinzione propria e degli accoliti,
      diffondere il verbo antispecista vestendolo di salutismo,
      negare lo scopo della ricerca biomedica (usando la ricerca biomedica stessa, anche se in modo fallace),
      attaccare quindi il consumo di prodotti di origine animale con, come ultima conseguenza sul territorio la chiusura di tutte le aziende che si occupano di allevamento animale, casearie, salumifici, produttori di miele, ecc.,
      e la diffusione di un'assurda etica che renderebbe illecita la derattizzazione, le disinfestazioni e simili.

      Insomma vogliono distruggere tutto quello che ci ha portati fuori dalle caverne, e sono così cretini che non se ne rendono nemmeno conto.
      Paolo.

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Il mio colesterolo era quancosa tipo 220 (si, dovrei abbassarlo un pò in effetti ma non sotto i livelli ottimali, ma c'è anche da dire che guardando il mio aspetto uno potrebbe pensare a valori molto più alti). Sti folli. Ci manca solo che decidono di azzerare qualsiasi valore nel sangue. In tal caso almeno ce li leviamo dai piedi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è che ammorbano pure i bambini...
      Non solo i loro figli, ma fanno campagne per far ammorbare pure i figli degli altri

      Elimina
  4. Io direi di effettuare un India study e Greenland study.
    Il primo mostra l'effetto salutare della dieta vegetariana (per molti vegana) nel sud dell'India, della carenza vitaminica e dell'aspettativa di vita media.
    L'altro mostra l'effetto salutare della dieta onnivora tendente a carnivora delle popolazioni eschimesi e della loro aspettativa di vita.
    Confronterei inoltre questi studi con altri tipo il Sardinia study, Swiss study e Japan study (citato le tra locazioni piu' longeve al mondo) e all'improvviso la loro bibbia cinese assume un valore scientifico pari al vecchio testamento.

    AC

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo dico sempre di controllare la dieta di sardi e giapponesi, per vedere se la longevità è collegata alla dieta.
      Chissà se risponderanno mai...

      Elimina
  5. dai un occhio a quello che scriveva Denise Minger ancora un paio di annetti fa riguardo a "the China Study", una studente qualsiasi che si è presa la briga di controllare i dati che ridicolizza quel libro non ha prezzo!

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Denise Minger ricalca un'altra ex vegana gia' conosciuta su un altro post del blog. Non ricordo come si chiama, comunque era quella ragazza che si era accorta di come la dieta vegana la stesse uccidendo, e aveva deciso di cambiare dieta diventando nientepopodimeno che una "cavernicola", cioe' seguace della paleodieta, quella dell'uomo delle "origini", l'alimentazione naturale dell'uomo, ipocalorica, a basso indice glicemico. PERFETTA.
    E infatti lei stessa e' una promulgatrice di questa dieta, osannata dai vari seguaci della stessa (pazzi come e pure di piu' di certi vegani fanatici), es. http://thepaleorag.com/tag/denise-minger/
    http://paleosummit.com/denise-minger/
    Per carita', lungi da me mettere in discussione su base pregiudiziale quanto ella scriva, solo perche' non ha uno straccio di autorevolezza in materia (studentessa? di cosa? le sue credenziali sono nulle: http://www.scribd.com/doc/76821348/It-s-Official-Denise-Minger-now-Exposed-as-DEBUNKED-The-China-Study-Troubleshooting-the-Non-Vegetarian-Rawfoodsos-Paleo-Fallacy-and-Mark-Sisson), e perche' abbia impiegato ben 3 mesi per "demolire" uno studio compiuto da un gruppo di ricercatori e professori accreditati, durato all'incirca 20 anni e patrocinato dalle Universita' di Cornell e Oxford.
    Giustamente contano esclusivamente i fatti.
    Ora, o si tratta del solito complotto plutomassonico tecnocratico, oppure fa specie verificare che in quasi 3 anni dall'uscita di questo articolo esso non abbia avuto ALCUNA rilevanza nel dibattito scientifico (se non essere riportato in un mare di blog, compresi quelli di ex vegetariani o vegani, e soprattutto fan della nuova mirabolante dieta Paleolitica).
    Non di meno il Prof. Campbell si e' preso la briga di scrivere a tal proposito: http://www.tcolincampbell.org/fileadmin/Presentation/finalmingercritique.pdf
    (Tra i tanti dibattiti a seguito dell'uscita del libro ha "interloquito anche con la blogger in questione).
    Per il resto lascio il dibattito riguardante il colesterolo plasmatico e l'ipercolesterolemia a chi e' piu competente di me (=medici specialisti), in quanto la questione e' altamente dibattuta accademicamente, ed e' meglio non basarsi su strambi blog promotori di altrettante strambe diete, copincollando dati estemporanei.
    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho già detto diverse volte, non è importante CHI dice una cosa, ma cosa viene detto.
      Se una promotrice della dieta paleo solleva dubbi legittimi e veritieri, perchè devo dire che non è così solo perchè promuove la sua dieta, anche se ha smontato the china study ovviamente anche per difendere la sua?
      Se un promotore della dieta vegana solleva dubbi alla cazzo e ben poco veritieri (come il colesterolo) è ovvio che si tratta di un ciarlatano disposto a mentire per promuovere la sua dieta.

      Due casi simili all'apparenza, ognuno vuole promuovere una data dieta, ma in realtà la differenza è abissale: Uno mente spudoratamente e l'altro invece dice la verità

      Elimina
    2. Quanto scritto da Denise Minger e' fallace scientificamente. La sua supposta critica non solo non ha avuto spazio all'interno del dibattito scientifico (come invece hanno avuto altre critiche ben piu' autorevoli), ma e' stata ampiamente smontata ormai da un paio di anni.
      Saluti

      Elimina
    3. Sinceramente non ho letto completamente le sue analisi, ma quello che ho letto era condivisibile (colesterolo, dati che si contraddicono fra di loro) e il che basta a individuare "the china study" per quello che è.

      Elimina
  8. Ogni volta che questi idioti mi hanno consigliato questo libro: "Se vuoi ti presto un libro interessantissimo...The China Study" per me che studio la scienza e mi dedico ad essa, è stato sempre un colpo al cuore.

    Mi informai tempo fa su questo libro con conseguenti mani nei capelli dopo aver scoperto cos'era, non ci misi molto a trovare le tue stesse informazioni che distruggono questa baggianata volta a fare business (pari alla scritta "Bio" sui prodotti).

    Mi fa tristezza questa sfera di mondo che crede in queste cose, senza minimamente porsi dubbi scientifici (anche perché non avendo mai letto o studiato la scienza non sanno di certo come si affronta una "proposta" scientifica).

    Fatto sta, e mi rivolgo a tutti, che dobbiamo prendere coscienza dell'esistenza di queste persone (ortoressici e non, o quasi ortoressici) come delle persone deboli e sensibili, con poche soddisfazioni nella vita, poche amicizie. Sta anche a noi fargli capire che gli serve un aiuto. E se non vogliono, bé.. lasciarli crogiolare nel loro fantastico mondo di cazzate.

    Come in un altro commento, di altro articolo...ho scritto che, almeno per me, c'è anche una parte razionale che è infastidita, molto infastidita.
    Ponendomi come studioso di materie scientifiche, professionalmente parlando, ma anche appassionato di queste, non posso che rimanere basito da certi moti ignoranti e all'apparenza incomprensibili. In sostanza è duro ammettere che stiamo diventando "tutti" malati di qualcosa, malattie della società, le chiamo io. Cose che in paesi dove si patisce la fame, dove ci sono altri valori morali, non esistono minimamente.

    Concludo, e non voglio dilungarmi, che tutte queste persone, e dico nessuno escluso, sono le stesse, etichettabili (anche se non lo volete).
    Antispecisti, animalari, veganicazzari, sono tutti sulla stessa barca. Come ho detto sono quelli che vanno contro la chiesa/religione cattolica e poi il pomeriggio vanno a fare il loro corso di yoga (senza pensare all'origine religiosa di quest'altra interessante materia). Sono spesso quelli che abbracciano le teorie orientali, esattamente come fecero i Nazisti ai loro tempi, solo che non ce l'hanno insegnato a scuola. E i modi nazisti si vedono perfettamente e sono stati descritti perfettamente in questo blog.

    Certo la cosa che mi fa stare più male è che queste deboli persone, trovata una falsa forza in queste teorie, che servono solo per colmare le mancanze, possano addirittura influenzare amici e bambini, ignari del pericolo nel quale si gettano a braccia aperte, continuando ad indossare scarpe della Nike (ovvio) e continuando a comprare marchi a basso costo ma VEGAN!1!1! con la scritta "Carrefour" o "Standa" o qualsiasi roba da discount. Sono persone che non connettono con la realtà. Non hanno reale conoscenza di se stessi, persone deboli.
    Che tristezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia che ricettacolo di banalita' e luoghi comuni... meno male che sei uno studioso di materie scientifiche...
      Non si combatte la stupidita' con la stupidita' ("fight fire with fire" in questo caso non porta benefici), soprattutto se si pretende essere razionali.
      Saluti

      Elimina
    2. E' proprio questo degrado intellettivo che mi fa incazzare di più.
      Anche perchè a quanto pare le menti realmente capaci stanno diventando via via sempre meno

      Elimina
    3. @Stefano: Esattamente come dicevo. Ti ringrazio per la tua dimostrazione perfetta.

      "Ricettacolo di banalità"
      "luoghi comuni"

      Tipiche frasi e termini come "perbenista" o "moralista" che delle persone poco capaci di intelletto riescono ad esprimere, pure a stento.

      Il linguaggio delle parole non è per tutti, lo capisco, e il fatto che voi siate attaccati e vi sentiate quindi vittime lo capisco pure.
      Purtroppo la vostra è una banalità intellettiva che definirei "colta". Cioè siete i colti dell'ignoranza, spero di essermi spiegato.

      E' inutile parlare di scelte e dei tipi di scelte fatte dalle persone in questo blog. Fabrizio (PalleQuadre) lo ha ben capito e si esprime come meglio crede, cosa non condivisibile, ma che io personalmente apprezzo.

      Qui non si discute tanto della vostra scelta, ma di quanto sia stupida. Noi ci siamo semplicemente resi conto di che tipo di persone serie, stiamo cercando una buona soluzione per voi, con modi e modi, comunque significa sempre provarci.
      Per ora ci limitiamo solamente a contrastarvi non tanto per qualcosa di personale, ma per evitare che delle persone abbiette come voi possano influenzare altre persone.
      Di questi tempi non necessitiamo altro che di comprensione reciproca e di menti colte, la prima cosa la otteniamo quando riusciamo a confrontarci in maniera umana tra di noi o addirittura con persone della vostra "specie" (ops che termine infamatorio). La seconda cosa è la più difficile, come dice PalleQuadre, come si evince leggendo fra le righe.

      So perfettamente che è difficile per voi accettare la condiziona idiota nella quale vi siete rinchiusi (e me ne sbatte che tu mangi dal tuo orto o compri al supermercato) non è quello il problema. Il problema grave è il vostro esternarvi dalla società non contribuendo al progresso, anzi al totale degrado e regresso. Siete le ennesime vittime di una società malata alla quale dovete rispondere con dei mezzi etici/morali perché vi sentite inadatti ad affrontarla.

      Serve costanza e perseveranza, serve forza per sopravvivere, io so che tutti non ne sono capaci. Ma se questo meccanismo l'ha creato l'uomo significa che un altro uomo può anche comprenderlo, capirlo, studiarlo, osservarlo e cercare di migliorarlo con fatti concreti. Non prendendo le decisioni più comode mentre si sta col culo sulla sedia e si guardano i video di youtube, scoprendo (dopo aver vissuto una fantastica vita nel cemento) che addirittura (OHCAZZHO!111!!) la carne che ci mangiamo viene da animali morti!1!!1!

      Potete solo suscitare tristezza in me, nient'altro. Cerco di essere compassionevole ma ho anche io i miei limiti.
      Non siete altro che "colti dell'ignoranza".

      Elimina
    4. scusate per gli errori di battitura:
      1) "che tipo di persone persone sieTe*"
      2) "accettare la condizionE*"

      Elimina
    5. @M. Scusa, mancava "pregiudiziale". A parte la supercazzola iniziale (particolarmente ostica mi appare questa frase <>), e la difesa di Pallequadre non si sa in base a quale mio commento (<>), dal momento che non ho mai contestato il modo in cui si esprime (anzi, lo apprezzo e trovo divertente), arriva il GIUDIZIO:
      <>
      Scusa, ma di chi stai parlando? Perche' scrivi VOI? Voi chi? O volevi scrivere LORO, e mi hai incluso in base a qualche tua sovrannaturale capacita' di analisi (altamente scientifica), oppure hai detto una fesseria, in quanto non hai alcun elemento per scrivere VOI.
      Qui addirittura si arriva ad un puro delirio da Ku Klux Klan:
      <> Le menti COLTE che necessitano di confrontarsi tra loro, roba da Nuova Thule, mentre la "specie" a cui appartengono i mentecatti non CAPISCE.
      Fammi capire a che specie appartengo. Animalari, Vegecazzari, Antispecisti? Sono curioso. Per cortesia illustrami anche il metodo scientifico che hai utilizzato per arrivare a tale conclusione. Si tratta forse di un mirabilante metodo deduttivo.
      Poi si sprofonda nel peggio del peggio, accusandomi di prendere <>. Evidentemente non hai mai letto un mio commento in questo Blog, nulla di male, ma in tal caso continua ad ignorarmi, perche' di uno sputasentenze stupide e ignoranti non se ne sente proprio il bisogno nel mio mondo dei "colti dell'ignoranza"...
      Saluti

      Elimina
    6. Riperto le frasi cancellate, dimenticavo la formattazione del blog che nasconde le frasi tra <<>>.
      La prima (quella ostica):
      [quoteTipiche frasi e termini come "perbenista" o "moralista" che delle persone poco capaci di intelletto riescono ad esprimere, pure a stento.
      [/quote]
      La difesa a Pallequadre (non necessaria in quanto il mio post era riferito a te, non a lui):
      [quote}E' inutile parlare di scelte e dei tipi di scelte fatte dalle persone in questo blog. Fabrizio (PalleQuadre) lo ha ben capito e si esprime come meglio crede, cosa non condivisibile, ma che io personalmente apprezzo.
      [/quote]
      Il giudizio campato per aria:
      [quote]Qui non si discute tanto della vostra scelta, ma di quanto sia stupida. Noi ci siamo semplicemente resi conto di che tipo di persone serie, stiamo cercando una buona soluzione per voi, con modi e modi, comunque significa sempre provarci.
      Per ora ci limitiamo solamente a contrastarvi non tanto per qualcosa di personale, ma per evitare che delle persone abbiette come voi possano influenzare altre persone.
      [/quote]
      Il delirio neo ariano:
      [quote]Di questi tempi non necessitiamo altro che di comprensione reciproca e di menti colte, la prima cosa la otteniamo quando riusciamo a confrontarci in maniera umana tra di noi o addirittura con persone della vostra "specie" (ops che termine infamatorio). La seconda cosa è la più difficile, come dice PalleQuadre, come si evince leggendo fra le righe.
      [/quote]
      E per finire la frase completa:
      Poi si sprofonda nel peggio del peggio, accusandomi di prendere [quote]le decisioni più comode mentre si sta col culo sulla sedia e si guardano i video di youtube, scoprendo (dopo aver vissuto una fantastica vita nel cemento) che addirittura (OHCAZZHO!111!!) la carne che ci mangiamo viene da animali morti!1!!1! [/quote]
      Come vedi ho dato le mie argomentazioni sul perche' ho scritto "Ricettacolo di banalita'", "luoghi comuni" e "pregiudiziali".
      Saluti

      Elimina
    7. @Stefano: Noto con piacere che ti diverti nello smontare pacatamente certe tesi.

      Nessuna difesa a PalleQuadre, l'hai vista fortunatamente solo tu che da bravo attaccabrighe sei esperto di retorica fritta.

      Sono andato a cercare i tuoi commenti sul blog, sperando tu sia lo "Stefano" dei commenti. Notando che sei quasi a livelli di difesa. Non tanto tieni a dire la tua ma a smontare pezzo per pezzo ciò che si scrive, concordando su certe tematiche di quegli estremisti poste dall'autore del blog che sono così stupide che non si può andare contro.

      Chi sei tu? Probabilmente un vegetariano che non rompe il cazzo a nessuno dicendo di non mangiare carne. Mi sbaglio? Poco conta.

      E se ti sei sentito offeso per il termine "voi" e annessi ti posso dire che è semplicemente un modo per indicare i soggetti di queste tematiche. Se ti sei sentito offeso dai termini utilizzati, quindi, scusami. Se ti sei sentito attaccato personalmente mi dispiace.


      Di certo non intendo discorrere sulle frasi. Ho dato solo delle spiegazioni ad una specie di missionario dell'informazione come te che, ripeto, tende a smontare qualsiasi parere (come letto nei commenti di altri articoli) fingendosi quasi dalla parte di chi li scrive. Quasi.

      Ora puoi dirmi cosa mangi.

      Elimina
    8. @M Il fatto che sono vegetariano e non rompo il cazzo a nessuno lo hai letto nei mie commenti. Troppo facile. Infatti quando cerchi di andare piu' a fondo prendi enormi cantonate.
      La difesa a Pallequadre mi pare questa:
      quote}E' inutile parlare di scelte e dei tipi di scelte fatte dalle persone in questo blog. Fabrizio (PalleQuadre) lo ha ben capito e si esprime come meglio crede, cosa non condivisibile, ma che io personalmente apprezzo.
      [/quote] Se non voleva essere una difesa mi scuso dell'incomprensione (anche se credo avresti potuto argomentare meglio).
      Se noti smonto pezzo per pezzo quello che non ritengo in linea con le aspirazioni di questo blog, e cioe' fare luce su mistificazioni e falsita'. Ti prego di segnalarmi dove concordo con gli "estremisti" su specifiche tematiche.
      Per il termine "voi" non mi sono sentito assolutamente offeso, come non mi sentirei offesso se qualcuno out of the blue mi dicesse "Voi rettiliani siete tutti uguali" oppure "Voi marziani la pensate tutti cosi'". Penserei solo di avere di fronte un fesso paranoico, e gli farei presente che "voi" con me, abbinato a certe tipologie, vere o presunte, farebbe meglio a non utilizzarlo, se volesse mantenere un minimo di credibilita'.
      Il missionario dell'informazione non sono io, ma chi tiene questo genere di blog. Non intervengo in blog che non ritengo di interesse, e leggo questo perche' lo ritengo quasi sempre divertente e spesso interessante (recentemente meno, essendo un po' monotematico).
      Metto sullo stesso piano witchveganraw e paleogirldiet, quelli che postano bizzarri video "vegani" su youtube e coloro che ne mettono altrettanto ignoranti contro. Non mi piaccino i tifi da stadio sulle cose serie. Non mi piace la banalizzazione. Non mi piacciono i pregiudizi. Non mi piace la cialtroneria e non mi piace l'appiattire tutto al livello piu' infimo della discussione ("proveg a morte i carnivori!!!1!" vs "vegmaledettiammazzabambinisifilitici!!11!!!).
      Mi pare di aver sempre mantenuto questa onesta' intellettuale.
      Non mangio carne da due anni, dopo la nascita di mio figlio, per questioni strettamente personali che non discuto al bar sport.
      Spero di aver chiarito.
      Lieto di poter leggere tuoi post piu' articolati in futuro, di quanto sia stato il tuo iniziale.
      Giudica quello che scrivo, non quello che presumi io sia.
      Saluti

      Elimina
    9. Apprezzo il commento, in parte. E penso sia doveroso chiudere qui per non andare off-topic.
      In ogni caso "troppo facile" dopo averti "categorizzato" (come dici tu) prima di leggere (non esplicitamente) che eri vegetariano, mi pare ti dia già la giusta risposta alla mie supposizioni.

      Inoltre mi dispiace, ma chi scrive è una persona e io quando rispondo o scrivo giudico come tutti, e giudico soprattutto una persona con la quale sto parlando. Ognuno è responsabile di ciò che dice come di ciò che scrive.

      Ancora, se hai problemi determinati che ti impediscono di mangiare la carne, sono fatti tuoi. E specialmente se non vuoi parlarne (giustissimo) sono sempre libero di intuire che sia una scelta motivata.

      Qui in ogni caso si parla di persone che rompono il cazzo, non di persone che si fanno i fatti loro e lasciano liberi gli altri di decidere. I toni di questo blog infatti sono riferiti ad una cerchia di persone ed è una cosa che si capisce facilmente dai toni utilizzati.
      Inoltre noto la contraddizione del "non mi sono offeso" al "faccio notare", ma poco mi importa.

      Se ti può far capire bene la situazione sono stato fidanzato con una vegetariana per circa due anni, e non ho mai avuto problemi di comprensione o similia sul cibo. Articolare meglio i miei commenti?
      Forse è meglio "articolare" l'occhio quando si legge.
      Concludo qui, che siamo già ben oltre l'off-topic.

      Elimina
    10. E' incidentale che io sono vegetariano, il mio commento al tuo post, che ribadisco, reputo assolutamente superficiale e non scientifico, non verte sull'essere pro o contro la scelta vegetariana. Ritengo tu abbia fatto un minestrone banale, superficiale e pregiudiziale, forse preso dall'entusiasmo. Opinione personale mia.
      Concordo che si debba giudicare quanto uno dice, scrive e fa. Il problema è proprio questo, tu non lo hai fatto, preferendo giudicare un'idea preconcetta, che non coincide con l'essere vegetariano o meno, ma all'appartenere ad una massa amorfa di minus habens in cui mescoli antispecisti (tout court), vegencazzari e animalari (spero che questi termini dispregiativi a questo punto si riferiscano a sottocategorie specifiche e non comprendano tutti i vegetariani, vegani, animalisti, antispecisti, in un appiattimento culturale poco utile).
      Non ho mai detto di avere problemi determinati che mi impediscano di mangiare carne, o di avere problemi a parlarne, e non c'è contraddizione tra il non essere offeso e far notare un'opinione preconcetta errata.
      Ti ho fatto notare che il tuo includermi in un generico calderone non aveva alcuna base, ma non potevo certo offendormi per un giudizio che non stava in piedi.
      Saluti

      Elimina
    11. E' incidentale che io sia... oltre che vegetariano, mezzo addormentato e poco incline ad un uso corretto dell'italiano a quest'ora...
      Buonanotte

      Elimina
  9. Ma questi che affermano "nessun animale beve il latte di altre specie" non l'hanno mai tenuto un gatto? Perché, dalla mia lunga esperienza con i felini domestici, mi sono accorto che il latte di mucca, possibilmente intero, lo lappano con molto gusto, e ancora di più la panna...ho l'impressione che se avessero delle zampe adatte per mungere sarebbe una bella fatica tenere i gatti lontani dalel vacche da latte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evidentemente, e fortunatamente per i tuoi gatti, non gli hai dato solo quello da mangiare. Una dieta di latte vaccino provoca problemi di malnutrizione sui gatti, infatti deve essere integrato ogni 200ml da un tuorlo d'uovo e un cucchiao di panna. L'ideale e' comunque il latte di capre, ovviamente intero. Sia il latte vaccino "addizionato" (mai darlo da solo, nemmeno intero), che il latte di capra e la panna possono provocare coliche (soprattutto sui cuccioli) e diarrea. In questi casi, nonostante al gatto piaccia l'alimento, bisogna evitare assolutamente di somministrarglielo in qualsiasi forma.
      Saluti

      Elimina
    2. Loro ai poveri gatti li stuprano con una dieta vegana...
      Quando gli muoiono danno pure la colpa al veterinario, che li ha visti solo quando stavano in punto di morte

      Elimina
    3. Naturalmente non ho nutrito i miei gatti solo a latte; gli ho dato anche carne, mangimi vari e un po' di foglie di insalata per aiutare la digestione, sono sempre stati benissimo...credo gazie anche alla dieta variata.

      Elimina
    4. Potessero mungere i gatti non mungerebbero, perche' il latte vaccino naturale gli fa male. Se avessero un'esigenza impellente potrebbero provare ad adattarsi, esattamente come ha fatto l'uomo, con la differenza che l'uomo quando ha iniziato a nutrirsi di latte vaccino era gia' in una fase evolutiva avanzata e ha avuto millenni per riuscire ad assimilare il lattosio, specialmente nelle regioni climatiche dove il consumo di latticini era maggiormente necessario. Cio' nonostante ancora oggi sono numerossisimi i casi di intolleranza al lattosio (a vari livelli), in base al corredo genetico.
      Il gatto di mio nonno mangiava gli spaghetti ed e' vissuto 24 anni. Non ho mai capito se la sua longevita' era dovuta alla dieta, o al fatto che era un gatto selvatico sardo ipercazzuto.

      Elimina
    5. Quanti gatti sarebbero in grado di bere il latte in età adulta da un'altro animale? lo bevono perchè glielo dai tu, il mio gatto beve anche la coca cola se gliela metto nella ciotola. Hai mai visto un gatto adulto attaccarsi alle mammelle di una gatta per bere il latte?
      Scusate ma non ho mai letto tante stupidate in una volta sola.

      Elimina
  10. il colesterolo è ovviamente costituente essenziale nelle membrane, non voglio nemmeno sapere a cosa porta una carenza di colesterolo...
    c'è da dire che attualmente ne abbiamo un deciso eccesso. Proprio perchè così importante ci siamo evoluti per considerare appetibili i cibi grassi, e ora che ce n'è un deciso eccesso c'è un eccesso anche di colesterolo. Si muore molto più per patologie legate al suo eccesso che al suo difetto e secondo me in quest'ambito si che andrebbero propagandati regimi alimentari con un maggiore apporto vegetale e pochi grassi.

    Per quanto contribuiscano alla causa, purtroppo le correlazioni di rischio quando non certe sono un dato piuttosto pericoloso da nominare, e di certezze riguardo ai fattori di rischio del più dei tumori ce ne sono pochine!

    L.

    RispondiElimina
  11. Il colesterolo è, assieme all'insulina, una delle cose più bistrattate dai vari talebani alimentari, che spesso fanno a gara a chi ne ha di meno (senza sapere che se non ne avessero proprio sarebbero morti, in quanto è indispensabile per sopravvivere).
    Quelli che spesso non si dice è che il valore del colesterolo totale conta poco o nulla, quello che conta davvero è il rapporto HDL/LDL. Se io ho il colesterolo totale a 220, con un rapporto di 110/110, sto comunque meglio di chi ha il totale a 180 con un rapporto 30/150.
    Un'altra cosa spesso ignorata è che il colesterolo può essere prodotto anche dal corpo stesso, in caso di apporto alimentare insufficiente. Cercare di assumere solo cibi che ne sono privi è deleterio, il quanto in caso di apporto insufficiente ce lo produciamo da soli.
    Inoltre la produzione di colesterolo può anche essere stimolata da certi cibi vegetali che ne sono privi...

    RispondiElimina
  12. Forse siamo stati precipitosi, anche la dieta vegetariana fa bene alla salute: http://toscanoirriverente.tumblr.com/post/30885379865/ilfascinodelvago-diventare-vegetariani-puo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La realtà è che si una dieta equilibrata aiuta a stare sani e in forma (e la dieta vegetariana, non vegana, è una dieta equilibrata perchè non elimina le uova e i latticini) ma questo non significa diventare immortali o sconfiggere magicamente le malattie mortali

      Elimina
    2. Duro ma giusto monito da parte di smettiamola2012, che tristemente ci insegna che diventare vegetariani a 50 anni puo' essere troppo tardi, se fino ad allora hai mangiato schifezze. Grazie per la testimonianza preziosa.

      Elimina
    3. Adesso non spariamo cazzate per favore.
      Non sono poi molte le persone che muoiono a 52 anni, fra l'altro un infarto che viene ad una persona così allenata è decisamente strano.
      Mi vorrai raccontare che mangiava schifezze? Sai che un fisico così non te lo fai mangiando da mc donalds tutti i giorni, vero?

      Un po' di serietà

      Elimina
    4. LOL, mi pareva fosse chiaro il sarcasmo... O non si puo' rispondere ad una cazzata con una cazzata? Non credevo fossimo nell'ambito del serio, con quel link.
      Seriamente invece chi ha quel genere di fisico purtroppo soffre di problemi cardiaci prematuramente, non tanto per la dieta, ma per gli sforzi del genere di allenamenti necessari a mantenerlo, che mettono costantemente sotto stress il cuore. C'e' pieno di ex body builder a pezzi, incluso Swarzy che ha gia' rischiato qualcosina.

      Elimina
    5. Si ma se fai sarcasmo dai qualche indizio, nel testo non ci sono i toni di voce.
      Fra l'altro c'è molta gente che cose simili le dice sul serio

      Elimina
    6. Ho commentato in maniera seriosa un blog demenziale... offendi la mia intelligenza, ma me ne faro' una ragione.
      PS sono sarcastico anche ora
      PPS e' piu' forte di me... detesto le faccine... sono un asperger telematico.
      Saluti

      Elimina
    7. Ammetto di aver voluto fare dell'ironia ma, parlando seriamente, è ovvio che il tipo non sia mai stato vegetariano dato che un fisico così non te lo costruisci a latte e uova.

      Se devo essere serio c'è una stranezza in questa gente dal fisico enorme che dice di essere vegetariana o vegana e il fatto di avere una partnership con la PETA.

      Addirittura Patrik Baboumian dice di essere vegano. Tenendo conto che dice di essere vegano dal 2011, il fatto di aver avuto un'alimentazione completa durante la sua crescita muscolare è significativo in quanto il corpo umano non cala di muscolatura così presto. Ma tralasciando volutamente questo particolare si noterà che anche lui ha la partnership con la PETA.

      La PETA non è di certo famosa per la sua onestà e pure io direi di essere 100% vegano se mi sbattessero in faccia contanti sonanti.

      Ci sono poi delle persone come Frank Medrano (per chi è sardo il cognome dice tutto :D no, scherzo) che nemmeno lui è nato vegano ma ha un passato da dieta completa e poi è modello per Calvin Klein e questo mette in dubbio la sua onestà dato che modelli e stilisti son famosi per la loro capacità di mentire praticamente su tutto.

      Lasciatemi il beneficio del dubbio.

      Elimina
    8. La PETA e' ormai una multinazionale, diversi attivisti particolarmente impegnati (e quindi meno famosi di attori e star che prestano la loro voce, anche se sinceramente non credo per soldi) l'hanno abbandonata perche' contrari alle sue metodologie.
      Anche Duncan e' diventato vegetariano nel 2008, ergo la dieta vegetariana ha avuto probabilmente poca influenza sul suo problema cardiaco. Anche perche' considerare solo la dieta come causa di una migliore o peggiore salute e' un errore madornale, e come gia' espresso precedentemente, la dieta, che non e' solo un fatto naturale ma soprattutto culturale, e' condizionata fortemente dall'ambiente.
      Ad ogni modo ci sono parecchi sportivi che sono vegetariani e ottengono svariati benefici nella loro attivita', la dieta vegetariana e' una delle piu' complete per gli atleti. Quella vegana e' gia' piu' restrittiva e mal si sposa ad un'intensa attivita' fisica di tipo muscolare, a meno di non far affidamento ad integratori vitaminici (B12) e probabilmente ad alti livelli anche amminoacidi.
      Di fatto la carne e' stato il primo "doping" per l'uomo (ominidi), 1 milione e mezzo di anni fa, quando cambiando l'ambiente e' dovuta cambiare di conseguenza la dieta. Essere vegetariani/fruttivori nella savanah (e non piu' nella giungla) avrebbe portato ben presto la specie all'estinzione.

      Elimina
  13. Vi consiglio di leggere questo documento scaricabile: http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=20&ved=0CF4QFjAJOAo&url=http%3A%2F%2Fwww.asl.milano.it%2Fuser%2Fdownload.aspx%3FFILE%3DOBJ04262.PDF%26TIPO%3DFLE%26NOME%3Dpillola_58&ei=LKwzUYm_KOjl4QSos4Ew&usg=AFQjCNHVcxB1b9t8aVMPS7db6hQbF2zImg&bvm=bv.43148975,d.Yms

    RispondiElimina
  14. la realta' e' che il cibo dei supermercati e' una monnezza, in generale, e questo pian piano negli anni ci uccide con varie patologie, calcolando che e' una cosa che mettiamo nel nostro corpo tutti i giorni piu' volte al giorno, il cibo deve essere semplice e cucinato in modo semplice. io da 15 anni mi sono spostato in campagna faccio un bell'orto da cui traggo parecchie cose, mangio anche la carne, non spesso, ma conigli e polli li prendo ogni tanto dai vicini e cosi anche i formaggi sia di pecora che di capra. Insomma una dieta sempre varia e' la cosa migliore secondo me, mai fossilizzarsi sulle stesse cose, nemmeno sulle stesse marche di acqua minerale che comprano certi coglioni a mio avviso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si può fare attenzione anche a quello che prendi al supermercato.
      Si trovano cose che non hanno olio di palma o troppi conservanti

      Elimina