domenica 17 giugno 2012

Animalisti: peste e querela a giovanardi

Dopo l'indegna notizia di un pensionato la cui vita è stata rovinata perché ha solamente provato a mangiare, ecco altre notizie da far accapponare la pelle: un cretino negli USA si è preso la peste, pensate un po' cosa faceva? Salvava un ratto! Furbo no?
L'altra notizia è che delle associazioni animaliste hanno querelato giovanardi (ex ministro, proprio lui) perché ha affermato che le associazioni animaliste sono finanziate con soldi pubblici.

Prendiamo in esame il cinquantenne dell'Oregon, che ha visto un gatto mentre catturava un ratto ed è corso a salvare il roditore.
A parte il fatto che si è preso la peste come un coglione, e già il fatto che si parli di peste a 2012 inoltrato è molto insolito, questo dice di essere animalista e di amare la natura, ma quando la natura fa il suo corso, cioè i gatti che sono carnivori eliminano e controllano la popolazione di ratti disgustosi che altrimenti prolificherebbero in numeri spropositati facendo gravi danni sia economici che sanitari, lui si mette in mezzo interferendo con la natura stessa.
Non poteva di certo esimersi dal cercare di piegare la natura a quella che è la sua visione malata, ignorante, fanatica e ovviamente errata. Un genio, del resto gli animalardi sono tutti su questa falsariga di ignoranza, demenza e visione distorta del mondo.

Mi chiedo se questi poveri imbecilli si siano mai chiesti perché i topi facciano schifo alla gente, se per sport o perché hanno causato decine di milioni di morti nel corso della storia, portando malattie mortali a pacchi. Che furbacchioni. Einstein sarebbe invidioso del loro acume e scaltrezza!

Per lo meno finalmente uno di questi invasati ignoranti ha imparato nella maniera peggiore che con la natura non si deve interferire, per lo meno spero che abbia imparato, son peggio dei polli in quanto a comprendonio...

Veniamo alle associazioni animaliste che querelano giovanardi perchè ha affermato che si tratta di associazioni finanziate con denaro pubblico.
Ora, come ben si sa i parlamentari non sono querelabili in questo ambito: esiste l'immunità parlamentare, che garantisce al politico la libertà di parola. In principio questa legge è stata creata per garantire libertà di parola ai politici, così che possano esprimere la loro opinione senza temere le famose querele tappa bocche tanto care agli italiani (animalisti compresi a quanto pare).
Ancora non ho capito se questa legge è stata cancellata o se la gente se ne sbatte semplicemente le palle...

A parte questo, e a parte il fatto che giovanardi non è di certo uno stinco di santo, perché querelarlo per questa affermazione?
Non è forse vero che le associazioni animaliste prendono soldi pubblici?
Allora perché questa querela come se avesse detto che mangiano bambini vivi?

Ora non so se le associazioni che hanno sporto la querela prendono soldi pubblici, ma ho trovato questa qua:
C'è scritto chiaro e tono, nella home page del sito web, che questa associazione prende soldi pubblici.
Hanno un canile, e prendono pure il 5x1000 (alla faccia delle accuse alla suora che lamentava più solidarietà agli animali che ai bambini, quando si dice coerenza e onestà intellettuale).
Tantissime di queste associazioni sono ONLUS, cioè beneficiano di regimi fiscali vantaggiosi e della destinazione del 5x1000.
Il 5x1000 è praticamente una donazione, ma di soldi che provengono dalla tassazione dei cittadini, e lo stato fa la gentile concessione di far scegliere se dare quei soldi a qualche associazione. In pratica sono soldi pubblici... i canili poi vengono sovvenzionati con fondi comunali o provinciali.
Non vedo dove sia lo scandalo nel dire che ricevono soldi pubblici, visto che è un dato di fatto.
E non vedo come sottolineare questa cosa possa costituire un qualcosa di losco o vergognoso visto che loro stessi si vantano di usare i soldi per tenere gli animali.

Vogliamo dire che tutte le associazioni che hanno sporto querela sono onlus e che 3 su 4 hanno scritto a caratteri cubitali "dona il 5x1000" nella home page del sito?

Perchè quindi nascondersi dietro un dito e querelare qualcuno che non ha detto chissà quale assurdità?
Propaganda? Pubblicità? Fanatismo? Ipocrisia?
Sono cose che mi fanno veramente incazzare, avere la presunzione di avere ragione sempre e comunque solo perché convinti di salvare il mondo.


13 commenti:

  1. Mi chiedo una cosa: questi animalisti integralisti, pronti a correre in soccorso delle pantegane, come si pongono nei confronti di: pidocchi, pulci, cimici, zecche, tenie ed altri parassiti? In fondo sono animali anche questi, non vorrei essere assaliti da qualche animalista perchè mi lavo e mi taglio i capelli e metto il collarino antipulci al micio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che ho letto un commento di un vegan che dava dell'ipocrita e assassino a un altro vegan che affermava di aver spiaccicato una zanzara che lo pungeva?
      Non so quanto potesse essere reale o ironico, certo è che sentirsi in colpa per una zanzara è parecchio strano.

      Elimina
  2. Hai scritto gasparri e non giovannardi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Porca...!
      Adesso mi si è sputtanato l'url.
      Sti maiali di politici sono tutti uguali e confondo i nomi

      Elimina
  3. Si sono incazzati, perché sanno che la maggior parte degli italiani, pur amando e rispettando gli animali domestici(cani, gatti, cavalli ecc...) NON SONO ANIMALISTI(amare gli animali ed essere animalisti sono 2 cose profondamente diverse. L'animalismo è un'ideologia assolutista, che mette gli animali- alcuni animali- prima di qualunque altra cosa).
    E visto che siamo in tempo di crisi, e il governo sta tagliando finanziamenti a cose molto più importanti(scuola, ospedali,pensioni di anzianità e invalidità, ricerca scientifica ecc...), a molta gente, il fatto che lo stato italiano regala milioni di euro(che non si sa bene nemmeno come vengono spesi!) a queste associazioni, potrebbe far girare parecchio le palle!
    L' Italia purtroppo sta lentamente affondando(causa ECCESSO DI PARASSITI), e prima o poi il governo sarà costretto a rivedere completamente la politica di gestione del randagismo(che oggi è molto inefficiente, e permette a molti furbetti di vivere sfruttando il pietismo verso i cani), e i finanziamenti alle ONLUS, ONG e simili. Insomma le associazioni animaliste si stanno rendendo conto che la pacchia sta per finire, ecco perché si incazzano tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma querelando a giovanardi non risolvono molto, chi sta al governo vede a chi vanno i soldi e a chi no, per cui possono abbaiare quanto vogliono che non risolvono i loro problemi.

      Che chiuderanno molti rubinetti è sicuro, ma io spero che chiudano prima alla malavita e a quei parassiti di merda che stanno tutto il giorno al bar a ubriacarsi stipendiati dalla città perchè "disagiati".

      Se una persona per bene va a chiedere aiuto gli dicono "non sei drogato/alcolizzato/violento/pericoloso, per cui non possiamo aiutarti".
      Cioè, gente che andrebbe mandata ai lavori forzati viene premiate, mentre la gente onesta è in difficoltà perchè deve mantenere sti pezzi di merda.

      Elimina
    2. Si certo, non sono solo loro i parassiti, e querelando non risolvono niente. Però anche il loro business inizia a vacillare, e forse per questo sono più nervosi e incazzati del solito. E oltretutto i politici che fanno dichiarazioni come quelle di Giovanardi, aprono gli occhi a quelle persone che magari non sanno quali sono le fonti economiche delle associazioni animaliste, e potrebbero indurre qualcuno a smettere di fare donazioni!

      Elimina
    3. Magari fosse!
      Prendono più soldi quattro cani randagi che i bambini, è una cosa ridicola!
      Fra l'altro questi "animalisti" prendono i cani e li sterilizzano prima di darli in adozione, questo secondo me è uno stupro bello e buono.

      Se si tratta di sterilizzare i randagi per evitare che la situazione peggiori è un conto, ma impedire ad una cagnetta che verrà portata in una casa di avere dei figli è inumano, io non lo concepisco proprio. E' uno schifo.

      Però il "mangiacadeveri bastardo con alito mefitico da impiccare per salvare il mondo" sono io...

      Elimina
  4. "Se si tratta di sterilizzare i randagi per evitare che la situazione peggiori è un conto, ma impedire ad una cagnetta che verrà portata in una casa di avere dei figli è inumano, io non lo concepisco proprio. E' uno schifo."

    Su questo però non sono per niente d'accordo, per combattere il randagismo selvaggio esistono solo 2 metodi, sterilizzazione e controllo delle nascite, oppure eutanasia dei cani abbandonati e indesiderati. Tra le 2, la sterilizzazione direi che è senza dubbio il male minore. purtroppo non tutte le persone sono responsabili, alcuni proprietari fanno accoppiare i cani per motivi futili(magari solo perché vogliono assistere allo spettacolo della nascita di una nuova vita), e senza pensare al futuro, a come mantenere o sistemare i cuccioli una volta cresciuti.
    Insomma un sacco di persone, prima fanno nascere nuovi cuccioli,e poi una volta che iniziano i problemi, non sono capaci di assumersi le proprie responsabilità, e li scaricano per strada.Quindi tenendo conto dell'altissima percentuale di irresponsabili teste di cazzo che ci sono a questo mondo, sterilizzare prima di dare in adozione è cosa buona e giusta!
    Con cani e gatti, bisognerebbe fare come coi cavalli, che non si possono far riprodurre a cazzo, ma serve un'autorizzazione alla monta che viene concessa solo a quegli animali che rispettano determinati standard di razza, e per via del loro valore come cavalli sportivi possono essere facilmente venduti e sistemati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bhè allora si controlla se si sta dando in adozione a teste di cazzo.
      E' una cosa come minimo logica, visto che come dici tu molti li maltrattano, perchè lasciargli l'animale?

      Elimina
    2. Ma non è che li maltrattano, ma semplicemente molta gente non li sterilizza e li fa accoppiare, senza pensare bene al dopo. Poi magari quando i cuccioli crescono, non riescono più a mantenerli, o a darli in adozione, e li abbandonano. Per questo è meglio sterilizzare, specialmente i cani che senza pedigree, che non rispettano un particolare standard di razza, perché poi le cucciolate dei bastardini sono molto più difficili da sistemare!

      Elimina
    3. Gli animalisti stessi hanno detto che i più maltrattati sono i cani, seguiti dai gatti (ultimi della lista i maiali, alla faccia della loro propaganda).

      Se poi uno non è in grado di gestire una cucciolata di cani è comunque non degno di tenerne

      Elimina
    4. Certo, ma se devi dare in adozione un cane, non è sempre così tanto facile riconoscere le persone per bene e responsabili, dagli indegni. Prevenire è meglio che curare!

      Elimina