mercoledì 25 gennaio 2012

Le scie chimiche non esistono

Il principio su cui si basa il castello di carte sulle scie chimiche è che gli aerei rilasciano scie a quote dove le condizioni di formazione della condensa non ci sono.
I vari cialtroni si sono sperticati in misurazioni a "occhiometro", quote cumulo, visibili a occhio nudo e altre fandonie, ma voglio farti notare una cosa:

Avevo già provato a registrare degli aerei che volavano a bassa quota (circa 800 metri, credo) ma non era andata tanto bene. Stavolta ho un bel file audio da far sentire ai complottardi.

Ora, prendiamo d'esempio i video del cialtrone rosario "colletta di beneficienza personale" marcianò (minuscole dovute): sentite il rombo del motore?
No vero?
In nessun video...

Altri complottardi parlano di "rumore udibile", quindi l'aereo vola a 1500 metri, anzi, 1561.
E proprio di 1561 metri parliamo: in questo video senti forse il rombo del motore dell'aereo?


No vero?
Vogliamo confrontare l'audio di quel video, con l'audio che ho registrato oggi?
Eccovi qua questo bel filmatino con audio, non ci sono immagini perchè i jet erano tanto bassi che non si scorgevano sopra gli edifici. Volavano veramente bassi:

video

Per farti un'idea del volume del suono, tieni conto che io dentro casa, con le cuffie in testa e guardando un film, sentivo il rombo dell'aereo e non i dialoghi...


Questa è una piccola testimonianza del casino che fa un aereo a bassa quota.
Questi sono jet militari della lunghezza di 16 metri, figuriamoci aerei di linea o tanker di 70 metri...

6 commenti:

  1. Le finestre di casa sono ancora intere?
    No, perche' di casino ne fanno un bel po'.
    OK, capita di sentire anche il rumore di aerei che vedi a mala pena (dipende magari da come tirano i venti), ma cosi' bene e' raro sentirli.
    A meno che, appunto, non siano MOLTO MA MOLTO bassi.
    E come dici erano dei "piccoli" jet militari. Un bel 747 molto basso in sentiero di discesa (motori al minimo o quasi), garantisco per esperienza personale, ti obbliga quasi a urlare, o col cazzo che ti capisci a 2 metri uno dall'altro!

    RispondiElimina
  2. Infatti mentre registravo, parlando con le persone vicino non ci sentivamo, anzi a malapena mi sentivo da solo.

    Questi aerei facevano diverse manovre, confermo che fossero a velocità non troppo elevate (per un istante li ho visti passare), il rombo a velocità più elevate è pure peggio

    RispondiElimina
  3. Minghia!
    Gli Amerriggani ad Aviano dovrebbero essersi già tutti estinti...
    Alla fine li ho abbastanza vicini, devo iniziare a preoccuparmi...
    Tra questa e i complotti sulla Costa concordia sento l'irrefrenabile esigenza di un tè ghiacciato anche se siamo a -3°C
    Sarò aliena... XD

    RispondiElimina
  4. Finchè non iniziano a morire decine di persone di cancro non devi preoccuparti, come sai i militari usano armi non proprio eco compatibili.

    -3? Io mi lamento quando arriviamo a 5...

    RispondiElimina
  5. Lo sei o ci fai?
    Conosco bene le scie di condensa.
    Gli arei che trasportano i civili, hanno rotte ben definite e le scie che lasciano durano qualche minuto. Le scie chimiche, invece, corpono in poco tempo i cieli. Inoltre, hanno rotte indefinite e "anarchiche". Solo chi ignora le rotte e non distingue gli arei civili da quelli militari fa simi afferamzioni criminali e bugiarde.
    Lei, o è ignorante, dal voce del verbo ignorare, o mente, sapendo di mentire.

    RispondiElimina
  6. Caro signor "Palle Quadre", sarebbe così gentile da spiegarmi dove siano diretti tutti questi aerei? Possibile che oggi sia stato un andirivieni di aerei che, guardacaso, seguono quasi sempre la stessa traiettoria (Nord-ovest/Sud-est)?
    Come mai nei giorni precedenti durante i quali spirava un forte maestrale non se ne sono visti affatto? (Il vento avrebbe spazzato via le scie, rendendo inutile l'irrorazione?)Mi saprebbe indicare da quali aeroporti partono e verso quali aeroporti sono diretti? Possibile che seguano quasi sempre la stessa rotta?
    Lei è libero di credere che si tratti di normali scie di condensazione, che siano tutte fesserie complottistiche, ma non capisco tutto questo accanimento nei confronti di chi vuole vederci chiaro, dopo tutto non si fa torto a nessuno a voler indagare su un fenomeno, soprattutto se è così normale come asserisce lei.
    A che pro difendere a spada tratta le "verità" mainstream? Non è un diritto del cittadino sapere? A lei può non interessare questo fenomeno, ma le assicuro che chi vive, come me, in una zona dove si vedono centinaia di aerei andare avanti e indietro e trasformare il cielo azzurro in un velo opaco e grigiastro vuole sapere cosa ci sia dietro, anche fossero dei normalissimi aerei e delle normalissime scie di condensazione.
    O dovrei forse pensare che lei è uno dei tanti "disinformatori" prezzolati? La pagano per fare questo?

    RispondiElimina