UK: campagna contro accoltellamenti bollata come razzista

Credo ci debba essere un girone infernale apposito per i SJW che stanno tutto il tempo imboscati (col culo sfracellato sulla poltrona) pronti a sbucare fuori non appena qualcuno cala le braghe per cacare.
Attacchi che nel 99% dei casi sono completamente gratuiti e campati per aria, come urlare al razzismo per invitare la gente a non accoltellarsi...

Forse non tutti lo sanno ma nel Regno Unito va di moda l'attacco all'arma bianca: gli accoltellamenti sono tantissimi e la situazione peggiora.
Sicuramente vi sarete imbattuti nelle percule dei coltelli da cucina "non vendibili ai minori" e addirittura coltelli giocattolo "non vendibili senza documenti". Sono tutte misure estreme che hanno adottato per arginare il fenomeno.


Così qualcuno, solo il ministero degli interni, ha deciso di fare anche una campagna per sensibilizzare sulla cosa invitando la gente a non pungere il prossimo: knifefree.
Una scatola nera con la scritta bianca distribuita in 210 "ristoranti" di diverse catene di fast food che all'interno hanno le storie di gente che ha avuto a che fare con crimini simili.
Una sensibilizzazione non urlata insomma.

Personalmente non credo che la campagna possa avere chissà quali risultati, però si sa che è meglio provarci e avere risultati blandi che non fare niente e stare a guardare.

Però il SJW, annoiato dallo stare tutto il giorno sul divano a fare niente e accortosi di non aver sputato la sua superiorità morale sul mondo (come fanno i vegardi) si è triggerato: la campagna è razzista!
Adesso ti lascio qualche istante per capire cosa cazzo di razzista c'è in questa normalissima campagna di sensibilizzazione...





...

Pensato a qualcosa?
Forse come me non avete trovato proprio nulla di razzista in qualcosa del genere...
Ebbene l'arcano è svelato: le catene di fast food vendono pollo fritto.

Cazzo c'entra?
Beh ma lo sanno tutti che il pollo fritto lo mangiano solo i neri!
Anzi, ancora meglio, tutti conoscono LO STEREOTIPO del nero che adora il pollo fritto, quindi il ministero dell'interno avrà sicuramente avuto questo pregiudizio in mente quando ha organizzato la campagna, quindi è una campagna rivolta ai neri. Il ministero dell'interno è razzista perché pensa che i neri sono criminali!11!
Uno undici centoundici!

Non è che la maggior parte dei responsabili degli attacchi con coltello sono i giovani, e i giovani in generale prediligono i fast food.
Nooooo, sicuramente sono dei razzisti!

Che dire, se ancora c'è gente che da retta a questi depravati rintronati o è come loro o è peggio di loro, non ci sono altre spiegazioni. I salti mortali per poter fare un processo alle intenzioni (che ho notato è adoratissimo dai SJW) e giustificare così la loro miserabile esistenza.
Una scarica di serotonina proveniente dal virtue signalling accusando a cazzo di cane il prossimo.
Una overdose di autocompiacimento e imbecillità che stanno letteralmente rovinando la società visto che ormai, grazie a ruderi umani simili, non si può più dire una fava di niente.

Fonte



Nessun commento:

Posta un commento