Uccide l'amica per 9 milioni di dollari

Succede in America (fuck yeah): una deme... ragazza di 18 anni conosce in chat un tizio che sostiene di essere miliardario e dopo diverse disavventure online fra cui immagini pedo inviate al "miliardario" lui le chiede di uccidere una persona mostrando lui le immagini dell'omicidio promettendole nove milioni di dollari in caso l'avesse fatto.

Lei, scaltrissima, Denali Brehmer (cercatela su google immagini che la foto qua sotto non mostra bene il sospetto inbred) si organizza insieme a quattro poveri ment...quattro imb... quattro suoi amici (mi tocca tenere basso il numero di insulti sennò google mi demonetizza di nuovo per giorni), di cui due minorenni, per tendere una trappola alla sua migliore amica, di 19 anni con un leggero ritardo mentale, e al contempo costruirsi un alibi.

La invitano infatti ad una festa privata fra i sei amici e nel mentre messaggiando con la madre
della vittima dicendo che l'avevano lasciata in un parco vicino.


In realtà in tre avevano portato la vittima (nella foto), innocente come una bambina per via del leggero ritardo (e non perfida come una merda per via del forte ritardo delle bestie assassine), in un bosco.



L'hanno legata a mani e piedi col nastro isolante, l'hanno imbavagliata, tutto mentre la stronzona mostrava il tutto tramite snapchat al "miliardario". Prendono e sparano alla nuca la povera vittima, un'esecuzione come quelle nazista nei campi di concentramento, o come nelle foibe.
Poi prendono il corpo e lo buttano nel fiume, convinti di farla franca e diventare ricchi.

Anzi, lei era convinta che il "miliardario" per cui aveva assassinato la sua migliore amica e a cui inviava immagini di nudo di una bambina di otto anni (su sua richiesta) l'avrebbe sposata "e vissero tutti felici e contenti".

La polizia indaga, scopre l'omicidio perché i cogli*** si erano organizzati via messaggi facilmente rintracciabili, poi scopre che il mandante "miliardario" era un 21enne disoccupato e parecchio disturbato mentalmente. Strano eh, uno sconosciuto su internet che non è quello che dice di essere.

L'assassina, scoperto che non vedrà il becco d'un quattrino né sposerà il principe pedofilo azzurro si è accorta di aver fatto una cazzata e ha scritto da qualche parte "se potessi tornare indietro sistemerei tutto". Certo, perché era inimmaginabile che quello era solo uno spostato mentale e che nessuno ti paga nove milioni per un omicidio, specialmente uno sconosciuto sul web che non hai mai visto.

Infatti c'è chi dice che lei è stata plagiata. Un cazzo.
Uno plagiato cambia idea e magari viene allontanato da amici e familiari.
Uno plagiato viene derubato dei suoi soldi che sgancia a qualcuno credendo in una storia che non è vera.
Uno plagiato può essere fregato in molti modi.
Ma se ha ucciso a sangue freddo, senza pietà, premeditando e pianificando insieme a dei complici per avere anche un alibi non lo fa perché plagiata, lo fa perché è una merda senza scrupoli, oltre che idiota, che al solo sentire parlare di soldi ha "venduto" la sua migliore amica. Senza contare le molestie a bambini che ha commesso in precedenza, sempre per lo psicopatico finto milionario.

Prego, non giustifichiamo una merdaccia simile, soprattutto se tale giustificazione rischia di farle ottenere qualche sconto di pena, al momento hanno chiesto 99 anni di galera per ognuno.
Fonte
Altra fonte
Fonte originale

Nessun commento:

Posta un commento