Gestore non trova barista e accusa il RDC

Aridanghete: un gestore di bar si lamenta che non trova un barista per la stagione affermando che i volenterosi mancano perché prendono il RDC (Reddito Di Cittadinanza) "E' meglio prendere i soldi senza fare niente", dice lui. Il ridicolo però lo sfiora quando confessa quanti soldi vuole pagare...

Senza pudore, senza vergogna:
"Il compenso previsto è di 800 euro per lavorare dalle 6,30 alle 16,30 o dalle 14,30 alle 20,30"
Dalle sei e mezzo del mattino fino alle quattro e mezzo sono DIECI ore lavorative. Dieci.
L'altro turno sembrerebbe più umano, sei ore. Sembrerebbe perché a volte (mica tanto) nella ristorazione e specialmente per la stagione gli orari non sempre sono rispettati.

In ogni caso sono in media otto ore al giorno, non parla di altro ma presumo che un giorno di riposo ci sia, per 800 euro al mese siamo più o meno a 4 euro l'ora di paga...
Un cazzo bucato insomma, specialmente se paragoniamo la lauta offerta (in alta stagione per cui si corre e parecchio) al salario medio di un barman in Italia: 1200-1500 euro mensili.

In certi casi paga quasi la metà di quanto dovrebbe, però mica è tutto così negativo come voglio far credere io!
"Nel nostro mestiere, si sa, contano molto le mance. Calcolando anche quelle si arriva anche a 1200 euro al mese. Più o meno la stessa cifra che guadagno io come titolare"
Quindi SERIAMENTE parla delle mance per arrivare ad uno stipendio decente? Non dovrebbe essere qualcosa in più?


Che i bar non navigano nell'oro è anche vero, però che guadagni solo 1200 euro al mese è forse un po' troppo pessimistico, anche se non irrealistico MA non in alta stagione! In alta stagione ci sono turisti e sicuramente il lavoro aumenta e di tanto, non cercherebbe un dipendente se non fosse così del resto quindi mi sento un pochino preso per il culo in questo momento.

"Sono riuscito a svolgere sette colloqui, non ho assunto nessuno. Molti hanno detto che non vale la pena di lavorare per 800 euro al mese"
Come volevasi dimostrare, lo stipendio è troppo basso. Lui dice che nessuno lo ha detto esplicitamente ma crede sia colpa del RDC. Evidentemente non lo usa adeguatamente visto che se rifiutano un'offerta di lavoro congrua perdono il sussidio, o almeno così mi era sembrato di capire.
Gli stessi che dice che rifiutano perché hanno il sussidio dovrebbero essere obbligati a rispondere per non perdercelo, mi domando perché questo meccanismo sembri non funzionare (che stiano facendo le cose a cazzo di cane ci può anche stare eh, sono pur sempre i cinque stelle).

Contratti del genere allettano solo i più disperati, morti di fame e incasinati, quindi a parte che dubito che il RDC abbia coperto così tanta gente povera e con compensi decenti, se pure ha solo ridotto un poco le fila dei disperati non si può che festeggiare.

Adesso prendo lo stralcio di una intervista ad un altro gestore di bar:

"Ma come, quello più in centro non va? «Corso Cavour è morta, c’è poca gente in giro e le commesse che lavorano nei negozi guadagnano 400 euro al mese, poverine neanche si posso permettere di prendersi un caffè al bar»."

Proprio quello che dicevo io: dipendenti schiavizzati non consumano e gli stessi commercianti vengono cazziati dalle orde di disperati sottopagati e sfruttati. Anche se certi Analfabeti Funzionali vengono a darmi del "incapace" perché sostengo questo.

Io spero che l'esborso di denaro che è il RDC costringa per lo meno qualcuno ad aumentare gli stipendi, anche se di poco, perché se non veniamo fuori da questa spirale di sfruttamento e bassi consumi da qui non ne veniamo mai fuori.

E quest'anno il turismo cala, sia quello di italiani (ricolleghiamoci al discorso qui sopra) sia di stranieri. Strano non vengano più se entrano in un bar e vengono accolti da caffè a 8 euro e mezzo litro di acqua 16 euro... tasse di soggiorno e amenità varie.
La mania di tirarla in culo al prossimo che hanno troppi italiani ci sta portando alla distruzione.

Fonte

Commenti