Bannata da Twitch per il cosplay di un personaggio nero

Una cosplayer, tale Karupups, stava streammando nel canale "just chatting" per circa 170 persone quando ha deciso di fare il cosplay di "Lifeline" un personaggio di Apex Legends. Non appena si è messa un fondotinta scuro in volto, perché il personaggio è nero, è stata bannata per un mese da Twitch e un po' di lordume umano ha iniziato a fare polemica accusandola di razzismo.

Perché razzismo se lei si è mascherata come un personaggio nero che ammira?
Dovrebbe essere l'esatto contrario visto che dimostrava apprezzamento per quel personaggio di pelle scura, e invece no...

Lei, lituana, doveva sapere che in murrica fuck yeah la "blackface" è cosiderata razzista e tabù (ogni riferimento alle liquirizie con il tizio nero è puramente casuale).
Cosa è la blackface?
Era una macchietta teatrale in cui dei bianchi (ma anche dei neri successivamente, ci arriviamo) si truccavano di nero e con grandi labbra stereotipando gli uomini africani.
Gli spettacoli inizialmente erano appunto molto stereotipati e li pigliavano per il culo, poi successivamente intere compagnie teatrali di afroamericani ha iniziato ad usare la Blackface per fare autoironia ma anche per denunciare la condizione in cui vivevano.
Insomma, da stereotipo lo avevano trasformato in denuncia e autoironia, direi che avevano vinto loro.
Nonostante questo però smisero di usarla quando Martin Luther King salì agli onori della cronaca.

Quindi la blackface non sempre era negativa però lo è stata, ma siamo sicuri che la cosplayer abbia messo su un trucco stereotipato simile?
Vediamo alcune foto di blackface:



Possiamo vedere quanto stereotipato fosse quel trucco. Vediamo quindi la cosplayer:


Gli somiglia? No.
E' stereotipato? No.
Lo ha fatto per pigliare per il culo i neri? No, anzi apprezzava un personaggio nero.

Quindi per i SJW murricani tanto è bastato per sbraitare al razzismo, che ormai sono anni che gli si ripete che depauperare la faccenda non potrà far altro che spalancare le porte al vero razzismo, perché cosa succederà quando loro avranno finito di rendersi ridicoli e non avranno più un briciolo di credibilità e proveranno a denunciare un reale fatto di razzismo?
E pensare che le fiabe le si raccontano ai bambini per insegnargli proprio queste cose...

Ovviamente dovesse accadere il contrario (ma immagino che forse è successo già ma non ne sono a conoscenza) non sarà razzismo, perché se una cosa è sbagliata solo se la fa un biankoh non c'è nemmeno bisogno di spiegarsi.

Questa moda di vedere razzismo dove non c'è pur di avere qualcosa da dire farà tanti di quei danni che se accadrà qualcosa di grave questi dementi dovranno essere considerati corresponsabili.

Una fonte SJW

2 commenti:

  1. Ma siamo nel 2019, possibile che non hanno ancora capito di essere una roba passata? Ormai sempre più gente spara vaffa a raffica contro sti degenerati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avessero quattro neuroni per capirlo non sarebbero ancora così...

      Elimina