Aladdin ed il whitewashing

Il nuovo film Disney su Aladdin è un live action, che significa che non è più un film di animazione ma con attori in carne ed ossa. Proprio per questo motivo i SJW di tutto il mondo si sono rinc... si sono uniti in un ruggito di indinniatzione (TM) che suona più come un rutto: hanno fatto whitewashing.

Eh si, il cast del film non è abbastanza "orientale" ma troppo bianco. Spero non si riferiscano a Will Smith sinceramente, primo perché nessuno al mondo può permettersi di toccarmi Will Smith secondo perché finora BIANCO non lo si può ancora definire.
In ogni caso il resto del cast non è abbastanza orientale, arabo, nord africano o come vogliamo definirlo:


Un commento che ho letto: Jaffar sembra un idraulico bergamasco.

In genere molti, compresi questi geniacci, sostengono che il cast non sia abbastanza arabo, o meglio che il cast non sia abbastanza "brown".

Vogliamo vedere chi è il cast, a partire dall'idraulico bergamasco?

Jaffar è interpretato da Marwan Kenzari, attore di origine tunisina. Si, è tunisino. Si, stanno dicendo che un tunisino, cioè molto vicino all'oriente anche per cultura, non sia abbastanza orientale per interpretare un orientale.
Aladdin è interpretato da Mena Massoud, attore di origine egiziana. L'Egitto è vicino ORIENTE.
Dalia, personaggio inventato per questo film, è interpretata dall'attrice Nasim Pedrad di origine iraniana, cioè mediorientale.
Hakim, una delle guardie di palazzo, è interpretato da Numan Acar, attore bravissimo di origini turche, diciamo che è un vicino.
Il Sultano è interpretato da Navid Negahban attore iraniano.
Gli unici non esattamente orientali che ho trovato finora sono:
Jasmine, interpretata da un'attrice metà inglese e metà indiana, e il principe Anders interpretato da Billy Magnussen che è americano e pure biondo.



Ma non è quel singolo attore ad aver fatto partire la lamentela, no no.
Questi sono dei caproni rincoglioniti che credono fermamente che Africa e Medioriente = Nero.
Come se non fosse un continente enorme, come se non fosse il continente più grande del mondo.
Come se nel medioriente non avessero il SOLE che li ABBRONZA.

Sul serio, parlo principalmente per gli italiani che hanno lamentato sta cazzata:
Il nord Africa è ad uno sputo da noi, dalla Sicilia un aereo ci mette meno ad arrivare a Tunisi che a Milano, ma seriamente pensate che la gente del posto sia così tanto diversa da noi? Contando pure tutte le "contaminazioni" che ci sono state nel corso della storia (noi che invadevamo loro e loro che invadevano noi), seriamente basta vivere 40 km più "in basso" per diventare automaticamente più neri del carbone secondo voi?

Ma quanto cazzo bisogna essere ignoranti per pensare una stronzata simile?
Spesso e volentieri se incontri un mediorientale d'inverno non vi accorgete nemmeno che non è italiano, anche se un comunista in particolare mi ha dato del fascista per aver sostenuto questo smentendo la sua frase "gli arabi sono neri" ma vabbè ritardo mentale e dove trovarlo.

Social Justice Warrior sempre più ignoranti, ma soprattutto RAZZISTI e INTOLLERANTI, tanto da dare contro attori di origini mediorientali perché non rispecchiano il loro PREGIUDIZIO RAZZISTA SUI MEDIORIENTALI.

Poi fanno virtue signalling, ma vaffanculo va'.


Nessun commento:

Posta un commento