sabato 6 ottobre 2018

Conviene lavorare per AMWAY?

AMWAY è una società di vendita tramite "multi level marketing" simile a molte altre come la Avon.
Mi sono state chieste delucidazioni riguardo l'azienda e già premetto che sinceramente, dal mio punto di vista e per la mia forma mentis, AMWAY (così come altri sistemi simili) non conviene...

L'azienda in sé non ha né più né meno rispetto ad altre del settore, a parte che frugando nel loro sito ho trovato gli spaghetti ad un prezzo che nemmeno i miliardari di Dubai: 4 kg per DIECI EURO E SETTANTA, roba da manicomio veramente, roba che nemmeno le marche più gettonate e famose.
E appunto ad essere il problema sono questi prezzi: a chi puoi vendere qualcosa di così caro in questo periodo storico in cui tantissime persone vanno a fare la spesa al discount o compra con i saldi e un kg di spaghetti lo paga 50 centesimi?

E i prodotti per la persona, che costano più di altri "ma non sono testati sugli animali!" quando sono almeno 10 anni che la sperimentazione cosmetica è vietata in Europa, così come l'importazione e la commercializzazione di prodotti sperimentati su animali.

Insomma, saranno pure di qualità, ma costano veramente troppo, e sono sicuro che non convinci nessuno a comprare a quei prezzi, convinci molta poca gente.
Infatti vedo sempre chi lavora con sistemi simili: non ha MAI uno stipendio da quella attività ma la fanno per arrotondare quando va bene.

Quindi per invogliare la gente ad iscriversi hanno inventato il multilevel marketing, cioè fai iscrivere persone e queste lavorando ti fanno guadagnare indirettamente.
Quanto?
C'è tutto un sistema complicatissimo e assurdo per calcolare quanto guadagni, in pratica c'è un fisso e un bonus, il bonus inizia dal 3% delle tue commissioni dirette (e dai referral, si chiamano così quelli che fai iscrivere e ti fanno guadagnare, generalmente) e man mano sali di multipli di 3 fino al 21%.
Oh bene, guadagni il 21% di bonus dalle tue vendite e da quelle dei tuoi iscritti!
No...
Perché anche i tuoi iscritti hanno una percentuale di guadagno, e quella percentuale di guadagno viene sottratta a te... quindi se tu stai al livello del 3% (non so quale sia la soglia mensile di incassi per passare al livello successivo) e lo sono anche i tuoi iscritti tu dalle loro vendite non incassi una sega. Quindi non puoi fare iscrivere qualcuno e guadagnare dalle loro vendite, ma devi continuare a premere per vendere più di loro così da stare sempre diversi scalini più avanti di loro altrimenti non guadagni e li hai fatti iscrivere per nulla.

E l'impresa va compiuta in questo periodo storico di alta disoccupazione giovanile, precariato e preferenza dei discount...

Una persona ha provato a convincermi a iscrivermi ad una azienda con un sistema molto simile e mi ha mostrato quanto guadagnava dai suoi ref, o meglio ha provato ad ingannarmi:
La schermata mostrava una cifra mensile di 580 euro. Voleva farmi credere di aver incassato quella cifra, ma in realtà il suo guadagno reale era di 18 euro (Imparate da Sherlock Holmes: osservate, non limitatevi a guardare).

I suoi iscritti avevano venduto complessivamente per 580 euro ma a lui erano spettati 18 euro. Senza offesa, ma guadagno di più con delle recensioni di prodotti che trovo su Amazon, in totale trasparenza e leggerezza e senza cercare di inculare il prossimo. Quel che arriva arriva (e in effetti arriva veramente poco), tanto per scrivere quella recensione ci ho lavorato si e no un'ora o due (senza contare la prova del prodotto ma quella di solito è personale, cioè vendo roba che ho provato di mio non la compro e provo apposta anche perché andrei in bancarotta in due giorni), non ho la pressa di far fruttare ore e ore di lavoro, viaggi qua e là, quindi tempo e denaro.

Altro ostacolo: chi si iscrive deve pagare.
Odio tantissimo il sistema, è veramente un controsenso totale dover pagare per lavorare, ma succede così (in moltissimi casi simili, non sono i soli): l'iscrizione è gratuita se fai un primo ordine "perché devi conoscere quello che vendi" (principio normalissimo ma intanto sborsi) altrimenti, se non fai un ordine, devi sganciare 40 euro. Il catalogo pare lo paghi sempre, 7 euro...

Insomma, se ricapitoliamo chi vuole lavorare con loro deve:
Vendere migliaia di euro al mese: una incaricata in questo forum parla di 1 milione di lire di incasso dal 21%, fino a 3 milioni, quindi devi vendere minimo 2000 euro di prodotti al mese per guadagnarne 500 euro "di bonus" oppure guadagni 1500 euro dopo averne fatturato circa 6000 (impresa pressoché impossibile).
La percentuale di guadagno di base è tutta da capire. Infatti non è chiaro se sia collegata ai bonus cioè parte dal 3% e arriva fino al 21% oppure se è fissa... come dicevo prima è un sistema complicatissimo e la cosa non gioca a loro favore...



Guadagno base circa 300 euro e bonus di 500, ma il bonus è mangiato dalla percentuale dei REF e scende solitamente al 3%
Ma sinceramente non rendono la percentuale dei REF inutile per male, lo dubito alla fin fine.
Il fatto è che il multi level marketing è pur sempre uno schema piramidale, e in Italia aziende che promettono guadagni dal puro e semplice reclutamento di altri sono illegali. Quindi per evitare che una persona possa guadagnare solo dai REF hanno introdotto quel sistema che ti impedisce di guadagnare se non lavori direttamente e quindi mantenendosi nella legalità.

Poi...
Fare iscrivere persone così guadagni dalle loro vendite, ovviamente tutti puntano a fare iscrivere subito così guadagnano subito, ma si trovano tutti praticamente allo stesso livello annullandoti i guadagni degli iscritti quindi correre per essere sempre sopra di loro, avendo però guadagni del 3% o del 6% nella migliore delle ipotesi, cioè risibili.

Il tutto questo in un mercato saturo di venditori della stessa azienda e di altre simili.
Insomma non si va da nessuna parte, specialmente per chi è del sud, dove lo stipendio pro capite è più basso e c'è più disoccupazione.

Insomma si finisce con il lavorare 10 ore al giorno per poi trovarsi con uno stipendio di 350 euro se va mediamente bene. Non è esattamente l'ideale anche se la percentuale in sé non è affatto cattiva, ma tanto vale fare i soliti lavori precari, visto che forse in quel campo non sei costretto a stare con gente senza scrupoli.
Perché come hanno cercato di ingannare me per due spicci, cercheranno di ingannare sia voi, sia i potenziali clienti, rendendo la cosa un vero bordello.

Tanto per fare un esempio estremo, non è difficile vedere questa gente fingersi milionaria su facebook, mostrando macchinoni di lusso diversi ogni mese e fotografie di vacanze ai Caraibi, quando in realtà se guadagnano 2000 euro al mese coglionando a destra e a manca è già tanto.

Ma non è l'azienda a fregarvi ma quelli che lavorano per essa e decidono di non guardare in faccia a nessuno. L'azienda si può accusare di avere un sistema di remunerazione complicato e molto poco comprensibile.

Quindi per concludere rispondo alla domanda del titolo: conviene lavorare per AMWAY (ma anche per qualsiasi altro multilevel marketing)?
No...
Non tanto per il guadagno che offrono, che se apri un negozio il 20% di guadagno te lo dimentichi e pure in fretta, quanto per il fatto che primo il mercato è saturo e secondo i prodotti hanno un costo veramente troppo alto, troppo.

Forum in cui si spiega la percentuale di guadagno, un casino nero
Spero di non essere stato poco chiaro, purtroppo sono stato interrotto come minimo 20 volte mentre scrivevo, quindi in caso di errori CAPITEMI.

Nessun commento:

Posta un commento