Per ogni euro speso in vaccini se ne risparmiano 17

A dirlo è il presidente di farmindustria Massimo Scaccabarozzi (no non ha scaccareggiato...) che durante una conferenza sui vaccini a Lecce ha affermato che ad essere seriamente cinici ed attaccati i soldi tutti i produttori di medicinali vorrebbero il paese completamente no vax.

E' qualcosa che diciamo da molto, che cerchiamo di far comprendere da tanti anni, ma stavolta a sostenerlo è qualcuno che con i farmaci ci lavora direttamente, e fa tutt'altro effetto.

Se non li vaccini finiranno decisamente una fine peggiore
Se la gente non si vaccina si ammala, quindi spende soldi in medicine. Chi guadagna da tale situazione? Ovviamente chi i medicinali li produce e li vende.
Quindi se non ci si vaccina, per ogni euro "risparmiato" se ne spenderebbero poi 16-17 per la malattia.
Sembra poco?
Lo stato italiano nel 2015 ha speso 317 milioni di euro per l'immunizzazione, senza quell'investimento la cifra spesa sarebbe stata di 5.072.000.000, oltre cinque miliardi.

Non sono cifre ad cazzum no? Senza contare che alcune malattie lasciano invalidi e altre uccidono, i costi per la non immunizzazione aumenterebbero ulteriormente immagino, fra pensioni di invalidità, accompagnamenti e spese sanitarie necessarie.

E ho moltiplicato per 16, non per 17... si aggiungerebbero oltre 300 milioni, quelli necessari all'immunizzazione in pratica.
Quindi vaccinare fa risparmiare oltre 5 miliardi l'anno.



Ma questo lo sapevamo!
Come può essere un guadagno vaccinare un bambino dalla pertosse con circa 15 euro se non vaccinandolo il bimbo finisce in ospedale (col rischio di tirare le cuoia) con immenso dispendio in farmaci e spese ospedaliere?
Sapete quanto costa un ricovero? Altro che 15 euro!

Ma i no vax insistono a sostenere il contrario, cioè che il vaccino è un guadagno.
A questo punto c'è da mettere in dubbio il corretto funzionamento del loro encefalo, perché decisamente qui ci troviamo di fronte un muro di imbecillità ed idiozia che nemmeno un cane latrante con la diarrea può nemmeno sognare di toccare.

Ci tengo a sottolineare nuovamente che non stiamo più nel medioevo e che oggi i vaccini sono stati migliorati tantissimo e gli effetti collaterali oltre che rari nella quasi totalità dei casi provoca febbricità o poco più. Chi correla vaccini e autismo è il vero cane avido che cerca il guadagno facile, non i medici che vogliono salvarvi la vita e la salute.

Fonte


Nessun commento:

Posta un commento