Trump ha legalizzato l'amianto ad uso edilizio

Notizia di un paio di giorni fa: Trump ha legalizzato l'amianto per l'uso edilizio, adesso negli Stati Uniti potranno usare nuovamente la "risorsa" che in quasi tutti gli stati del mondo è vietata in quanto altamente nociva. Un genio.

Lui sostiene che l'amianto non debba essere vietato e basta, ma che si debba stabilire un tetto minimo per il suo utilizzo. E' la dose a fare il veleno? No, con l'amianto non si è mai sicuri, si sa solo che più prolungata è l'esposizione alle sue fibre più probabilità ci sono di ammalarsi di asbestosi o di tumore. Punto.

Come se non bastasse la decisione in sé, alquanto scellerata ma hey son cazzi loro, le motivazioni accampate sono da TSO immediato.
Ebbene, andando controcorrente rispetto al resto del mondo che sta smantellando l'amianto si è giustificato dicendo che, udite udite, il bando dell'amianto è stato voluto dalla malavita.

Esatto! La malavita avrebbe voluto il bando dell'amianto perché, sostiene già dal 1997 e probabilmente pure prima, le aziende di bonifica sono in mano a loro, e le usano come copertura finanziaria per riciclare il denaro sporco.
Ora, che usino il commercio legale, normale, per ripulire i soldi sporchi è cosa risaputa, che tutte o quasi le aziende di bonifica servano a quello mi pare una cazzata, contando anche che non dovevano aspettare il bando dell'amianto per fare una cosa del genere...



Insomma è un gombloddo.

Di tutta risposta un'azienda produttrice russa (Russiagate intensifies. E' una battuta eh, cazzo ne so io) ha piazzato il faccione di Donald sull'amianto che esporta negli States ringraziandolo.
Caso vuole che siano fra i pochi produttori rimasti al mondo, ci sarebbe anche il Brasile ma anche loro lo stanno mettendo al bando. Ripeto, caso vuole, non posso certo fare indagini a riguardo...

Non resta che stare a guardare gli americani che si autodistruggono.
Da una parte i SJW e dall'altra Trump, io i pop corn li ho presi da un pezzo, e voi?

Ah giusto, solo per informazione: di morti per l'amianto ce ne sono stati tanti ma i rischi maggiori li corrono gli addetti ai lavori o chi sta troppo vicino a lastre rotte e che perdono le pericolose fibre oppure si mette a fare lavori che non dovrebbe come tagliare delle lastre in amianto (Qua siamo ai Darwin Award però), in caso si abbia un tetto in amianto non è il caso di andare nel panico: la sua pericolosità è calcolabile in base alle condizioni, se perde fibre, si spacca facilmente ed è molto vecchia probabilmente è il caso di farlo bonificare, altrimenti non è troppo pericoloso e si può rimandare.
Fonte

Nessun commento:

Posta un commento