giovedì 9 agosto 2018

L'oppressione patriarcale del corpo femminile

Segnalatomi da un anonimo amico leggo un post di una falsità e mistificazione da far prendere carta e penna a straker (puppa) per imparare i segreti del mestiere sentendosi un novellino di fronte a cotanta maestria nel descrivere la realtà in un modo così deviato e di parte.
Ovviamente, come da titolo, l'argomento è il "patriarcato", il complottismo accettato da molti come reale, che opprimerebbe le donne lasciando gli uomini ovviamente avvantaggiati. Lo vogliamo vedere?
Il testo è molto lungo e tedioso, quindi userò la solita formula del commento a caldo per spezzare un poco il tedio e l'estinzione neuronale di massa dovuto alla lettura:

"L'oppressione patriarcale (Gomb8!!1) riguarda tutte (tranne le musulmane, loro stanno bene, cit SJW murricane), nelle nostre quotidianità e siamo costrette ad accettarla (Altrimenti le arrestano come in Arabia Saudita... ma aspetta un momento!). I nostri corpi vengono continuamente violati (eh?). La nostra sessualità ignorata e usata (Come fai a ignorare e usare una cosa contemporaneamente?). E non si possono accettare oppressione e violenza (Giusto). Veniamo colpite nel nostro intimo (Con mirino di precisione o con le tacche di mira o con il chilly?), nella nostra quotidianità (Abbiamo proprio dei poliziotti che controllano le donne se si stanno comportando bene... aspetta un momento quella è la sharia police!). Tutte (Pure quelle in ospedale). Quindi ritengo che sia opportuno partire proprio da qui (Dal nulla più totale).

"La disparità a livello estetico tra uomini e donne è lampante (Le donne hanno le tette e gli uomini il pendolo). A noi donne inculcano l'idea che la bellezza sia fondamentale (Dalla scuola eh). Oltretutto una bellezza distorta, artificiale e quanto mai misogina (Dove?)."

Interrompo il delirio per mostrare nuovamente le donne considerate più belle al mondo, con una ricerchina stupida su Google:
Una è Scarlett Johansson, che come vediamo è l'emblema dell'anoressia e della sofferenza femminile.
Una vera oppressione!
Sempre se si riferisce a quello...
Riprendiamo:

"La cultura maschilista ci impone un modello estetico femminile a cui ci sentiamo costrette ad aderire (Ricordo la polizia che le controlla se hanno lo smalto), pena l'esclusione sociale (Che significa esclusione sociale?), se non addirittura la vergogna (Quante volte mi sono stati rotti i coglioni per il mio aspetto da parte di donne... tagliati la barba, vestiti diversamente, fai quel taglio di capelli... ah, il patriarcatoh), e pena il non riconoscersi più (Ti si appannano gli specchi?). Veniamo educate a vedere noi stesse come oggetti (Minchia sicuro!), esattamente come ci vedrebbero gli uomini (Dove l'avrà letto? Fra l'altro ripetono a pappagallo che gli uomini non fanno una sega e i figli li educa la madre però adesso l'educazione sbagliata hanno stati li uomini con lu trattore). L'unico metro di giudizio è lo sguardo maschile (E' un complotto). Che deve essere allietato dai nostri corpi e dal nostro aspetto (Sempre dietro minaccia di arresti).

Chi glielo spiega che ognuno ha gusti differenti? Qualcuno che ha 20 anni di tempo libero... nessuno?

"Il mondo della moda, dell'abbigliamento, dell'estetica, della cosmesi, del make up, si rivolge quasi esclusivamente a noi donne (No infatti Valentino ad esempio non fa nulla di maschile). Come se i nostri corpi fossero imperfetti per natura e dovessimo fare d tutto per essere belle, femminili, attraenti (Perché il sex symbol attuale non è Jason Momoa, è l'idraulico panzone dietro l'angolo, fidati). Tutto questo avviene inconsapevolmente per soddisfare lo sguardo maschile (Aridanghete). E al nostro sguardo invece chi ci pensa? (Sempre Jason Momoa e compagnia) Veniamo continuamente bombardate di immagini e di commenti riguardo il nostro aspetto (Gli uomini no, assolutamente no, perché è un gombloddo)."

"I nostri corpi sono femminili perché siamo donne (Capitan ovvio, sei tu?), qualsiasi cosa indossiamo o non indossiamo (Un po' difficile cambiare forma fisica solamente mettendosi addosso della stoffa eh). E sono belli e perfetti così come sono (Ogni scarrafone...). A noi donne viene invece insegnato a sentirci a disagio coi nostri corpi (Prima lezione di scuola eh). Siamo sottoposte a canoni assurdi (Chi di noi non può diventare alto due metri e somigliare a Jason Momoa? Avanti, ditemi che i canoni per gli uomini non sono una passeggiata da raggiungere che ve ne dico quattro, complottatori infami maskilistih!11). Gli uomini tutto questo non lo subiscono (Visto? Lo dice lei!). A loro non vengono inculcati questi bisogni, questa visione oggettificante, e non sono sottoposti a modelli estetici continuamente (Nooooo... Infatti i modelli sono tutti panzoni, come le "modelle curvy" che promuovono l'obesità però poi ammettono che l'uomo grasso non le attrae, grasso è bello tranne se maschio). A loro viene insegnato che i loro corpi vanno bene così come sono (Chissà quante volte sono stato respinto per altezza, peso, colore dei capelli e altre stronzate... ho perso il conto). I modelli estetici maschili sono infatti di naturalezza e i canoni sono tutti incentrati sullo loro comodità (HAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAAHA, come prima: chi non può diventare come Jason Momoa?). Gli uomini non devono soddisfare i nostri sguardi (Noooooo ma quando mai! I California dream man infatti sono disoccupati, i Centocelle Nightmare raccolgono pomodori insieme ai somali per 2 euro l'ora sotto il caporalato e tutti i brutti hanno un harem di donne bellissime ai loro piedi!). Noi non esistiamo come soggetti dotati di una propria sessualità (Percezione distorta della realtà level over 9000).



"Siamo solo oggetti e siamo portate a vedere noi stesse come tali (Sempre perché è un gombloddo). Uomini e donne sono talmente assuefatti da questo stato di cose da considerarlo normale, quando invece normale non è (Non è normale avere allucinazioni così pesanti!)! È assurdo. È misoginia allo stato puro (Basta inventarsi qualcosa che non esiste et voilà ecco la misoginia!). Ma è come se fossero tutte anestetizzate (Non sono loro anestetizzate, sei tu che vedi cose che non esistono). Ragazze svegliamoci (Donchisciotte che dà del pazzo al resto del mondo). Stiamo subendo la peggiore tra le mistificazioni patriarcali (La peggiore mistificazione è solo la tua).

"È da qui che si basano le relazioni tra uomini e donne e più in generale tra le persone (Eh?). Siamo portate a vivere la sessualità in maniera distorta (Ma davvero?). Una sessualità palesemente fallocentrica, in cui le donne sono considerate oggetti sessuali per soddisfare il piacere maschile (Strano, sono decenni che vedo femministe con in mano cazzoni di gomma sostenere che grazie a quelli l'uomo non serve più ad un cazzo, letteralmente). I nostri desideri sessuali sono stati completamente manipolati da questa cultura maschilista (in che modo?). Che È quella su cui si basa l'intera società (Visto che era un gombloddo?). E non è normale. Non c'è nulla di normale in tutto questo (Secondo me con una TAC risolvi). È un'assurdità (Me ne sono accorto sin dall'inizio).

"Siamo costrette a vivere nell'assurdità. Questa cultura è tossica per noi donne (Quella nazi femminista? Concordo!). I femminicidi sono l'aspetto più grave ma sono solo la punta di un iceberg (Noo dio madonna cosa cazzo c'entrano i femminicidi adesso...). C'è un intero mondo dietro (Un mondo che nega che anche le donne uccidono compagni ed ex compagni o li perseguitano, visto che le donne sono la maggior parte degli stalker, per poter dire "uomini merda"). Che conosciamo tutte (Basta imparare la lezione di falsità). Le relazioni tra uomini e donne si basano su dinamiche patriarcale (Conosco un po' di zerbini che dimostrano il contrario). La sessualità è completamente in mano agli uomini (Ma che cazzo sta dicendo?). Veniamo portare a considerare il piacere maschile più importante del nostro (HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA ma se quelli col cazzo piccolo si vedono ridere in faccia in continuazione? Tanto per fare un esempio). Le donne vengono sottoposte a pratiche di sesso svilenti e talvolta violente e dolorose, in cui il loro piacere non è minimamente contemplato (Conosco diverse ragazze che in quelle pratiche ci si divertono eccome, altrimenti col cazzo che se le farebbero fare. Questi sono deliri di persecuzione belli e buoni ragazzi miei).

"Gli uomini non subiscono tutto ciò (Sono piuttosto sicuro che esistono le mistress e quelli che ci vanno dietro...). A loro tutto è dovuto (Sicuro! Sempre per via del complotto immagino). Riprendiamoci ciò che è nostro (La sanità mentale?). Cambiamo questa cultura che ci viola nel profondo (Non esiste quella cultura tesoro mio). Il nostro piacere sessuale è importante (Ok...). E anche noi abbiamo pulsioni sessuali naturali che la cultura vorrebbe negare (Si infatti alle donne viene praticata l'infibulazione... ah no aspetta...). Alle donne etero piace il corpo maschile (Meno male!). Ma siamo solo noi a dover essere attraenti per loro (E come no, infatti i brutti sono circondati da donne, come Flavio Briatore!!1).

"Io penso sia ora passata almeno di provare a cambiare questa situazione (La grammatica è patriarcale, non ha sbagliato). In fine tutti coloro che pensano esista la libertà di scelta o che le donne lo fanno per se stesse, mentre agli uomini non è proprio stato imposto il bisogno di curarsi per se stessi (No infatti la bigoressia non esiste, il complesso di pollicino nemmeno, è duddo un gombloddo e le donne non scelgono nulla, sennò le arrestano.), non possono ignorare tutto ciò che la cultura ci ha inculcato, i modelli estetici e sessuali imposti, e le continue influenze e pressioni sociali. La libertà di scelta, di fatto non esiste (HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA). Soprattutto per noi donne. Perché non c'è libertà senza liberazione. La pensiamo tutte così?"

Oddio spero vivamente di no sennò è la fine, la fine più totale.
Ci tengo a ricordare, come scrissi nel libro Fallofobia, che la bigoressia è una piaga che colpisce tantissimi giovani uomini. Cos'è la bigoressia? E' una sorta di anoressia ma riguarda la muscolatura: chi ne soffre si vede sempre mingherlino, anche se in realtà è molto muscoloso. Questo porta ad ammazzarsi in sala pesi prendendo anche sostanze dopanti, e nonostante tutto continuano a vedersi in modo distorto.
Questo perché l'immagine di uomo forte e con una corazza di muscoli assurda è stata, e sarà, un'immagine particolarmente promossa, e così come "i media influenzano le donne" influenzano anche gli uomini, e qualcuno ci rimane fregato. Se neghi la bigoressia dovuta ai "canoni di bellezza" allora neghi anche l'anoressia dovuta ai "canoni di bellezza", scegli come sbugiardarti in pratica!
(In realtà i media non hanno totale influenza ma sono una concausa, giusto per essere pignoli)

Vogliamo approfondire i canoni di bellezza irraggiungibili? Tiro di nuovo in ballo Jason Momoa, che manca poco che venga a picchiarmi:


Jason non è dopato, come altri "modelli" che si vedono in circolo, però Jason ha avuto la fortuna di nascere con una certa genetica. La genetica fa tutto per il fisico, quindi o hai quel tipo di fisico o ti attacchi al cazzo.
Un esempio lampante di genetica avversa è quando non si hanno gli addominali scolpiti: quelli o li hai di genetica o è molto difficile tirarli fuori.
Anche i pettorali di quella forma sono genetica, un po' come le donne che nascono piatte: non ci possono fare un cazzo.

Vogliamo parlare dell'altezza?
Sono dentro alcuni gruppi facebook (AHEM alpha woman AHEM) dove i ragazzi/uomini sotto il metro e ottanta sono definiti "nani di merda" e posso riportare solo questo che è l'epiteto meno scandaloso: i nani di merda devono morire, devono nascondersi, non servono a un cazzo.
L'uomo più basso di me è una merda e non vale niente.
Questo il discorso medio delle donne, e si sente moooolto spesso.
Però oh, siccome il patriarkatoh e i rettiliani all'uomo tutto è dovuto.

Poi me ne arriva questa a scodellare una coglionata dietro l'altra dicendo che gli uomini non sono discriminati e le donne non si vedono mai soddisfatte nei canoni di bellezza, come se qualcuno puntasse loro una pistola per mettersi assieme a chi non gli va bene.
Ma porca puttana! Ma come si può raccontare un mare di cazzate simili?
Ma dove cazzo vivi?

Ora voglio fare un sondaggio, rispondete nei commenti:
Quanti di voi in quanto uomini si sono visti discriminare per via dell'aspetto fisico?


Nessun commento:

Posta un commento