venerdì 24 agosto 2018

Cuffie stereo Silvercrest della Lidl - recensione

Diverse volte ho recensito delle cuffie in questo blog, e se non si fosse capito sono un avido utilizzatore e ormai abbastanza smaliziato di questi arnesi. Qualche tempo fa quelli della Lidl hanno messo in vendita delle "cuffie stereo", si chiamano semplicemente così, della Silvercrest, e se hai un po' di culo puoi trovare ancora qualche rimasuglio a prezzi stracciati.

Il prezzo originale di queste cuffie era 7,90 euro, ora che le si trova come rimasugli sono ulteriormente scontate a 5,60 euro. Prezzi che nemmeno dai cinesi.
Attirato dal prezzo ma non dalle caratteristiche le ho prese, visto che un paio in più può sempre essere utile.
La foto l'ho presa in prestito da Discount or die, che ne ha parlato ma senza scendere in tecnicismi

E sono rimasto molto sorpreso! Ma andiamo con ordine.

Le cuffie sono di qualità media, abbastanza buone, tranne nella sezione pieghevole (si piegano per essere meno ingombranti) che mi sa di un po' troppo economica. Ma regge, almeno per ora, quindi va bene.

Il cavo delle cuffie è di un metro e mezzo ed è coperto dal tessuto per renderlo più robusto, nulla di eccezionale ma è comunque un punto in più, nel padiglione sinistro è presente un jack di ingresso in cui inserire un altro paio di cuffie. Non so bene a cosa possa servire, se per condividere un solo jack audio con qualcun altro o usare le cuffie come una prolunga, però c'è e qualcuno potrebbe anche trovarlo utile.



Indossandole sono comode, i padiglioni sono morbidi e si adattano quindi non danno fastidio, l'archetto è imbottito e non sembra nemmeno economico, per cui da quel punto di vista non ci sono lati negativi, tranne forse che con il caldo agevolano il sudore, ma è una cosa comune a molte cuffie.
Veniamo quindi alla qualità dell'audio.

La scatola indica 20-20000 di frequenza, il che è abbastanza mediocre ma non è la fine del mondo: ad una prova audio ascoltando diverse canzoni la differenza con un paio di cuffie di marca (le Panasonic che avevo recensito anni fa sempre nel blog) è minima. E parlo di cuffie vecchiotte il cui prezzo pieno è di 33 euro (anni fa era di 45) mentre queste le davano a 8 (ora 5,6).

I bassi delle cuffie sono un punto quasi debole: sono profondi ma troppo forti e non di qualità come altre cuffie, descriverlo a parole è piuttosto difficile... non sono bassi molto cristallini (come il resto dell'audio) ma bassi che sembrano quasi ovattati, oppressi, non so proprio come descrivere la cosa ma se si inficia l'isolamento delle cuffie la qualità dei bassi sembra migliorare un poco, forse sono così forti da coprire altri suoni (non sono un megaespertone audiofilo, semplicemente mi metto le cuffie e sento come si comportano in diversi ambiti). In ogni caso mi riservo di aggiornare la recensione in caso dopo il "rodaggio" dovesse migliorare particolarmente la situazione.

Un modo che ho trovato per attutirli è mettere "male" le cuffie, lasciando cioè uno "spiraglio" nelle orecchie rendendo l'isolamento pressoché inutile ma che rendono i bassi accettabili rendendo le cuffie molto simili in qualità alle cuffie Panasonic. Anche se queste sono leggermente superiori in quanto hanno un range di 10-25000 e si sente un pochino e i bassi sono più cristallini.
Ma ripeto, costano infinitamente meno.

Insomma, in poche parole, sono delle cuffie che per il prezzo che hanno sono maledettamente buone, un vero affare, quindi se ti capitano (specialmente super scontate in quella maniera) prendile senza remore. Non te ne pentirai affatto. Un rapporto qualità/prezzo semplicemente incredibile.

Nessun commento:

Posta un commento