Nasim Aghdam la blogger veganimalista che ha sparato nella sede di Youtube

Nasim Aghdam è andata nella sede di youtube di San Bruno, in California, ferendo un uomo e due donne. Dopo ha rivolto la pistola contro sé stessa e ha fatto fuoco uccidendosi.
E qui vengono al pettine diversi nodi che fanno parte dell'universo complottista, perché i fanatici veganimalardi sono complottisti tanto quanto gli sciacomici o i signoraggiari:
Il complottismo uccide, e questa è (l'ennesima) prova. 
Nasim Aghdam probabilmente viveva dei suoi video caricati su Youtube, tutti i suoi canali social tranne il suo blog sono stati cancellati quindi non posso vedere null'altro che qualche foto, e quando è arrivata la adpocalypse non l'ha presa bene.

Già da tempo lamentava il complotto perché "non ci sono possibilità di crescita, cresci solo se loro vogliono", ma nonostante le lamentele il numero dei suoi iscritti cresceva e non di poco.
Poi è arrivata la adpocalypse, la crisi e tutte quelle belle cose che hanno colpito anche me, e l'anima complottista e lo spirito di persecuzione hanno preso il sopravvento.

La donna pubblicava screenshot di come 300 mila visualizzazioni su Youtube le fossero state pagate solamente dieci miseri centesimi di dollaro, e la cosa se già così sembra grave figuriamoci quanto deve esserle sembrata grave se quella era la sua unica fonte di reddito, o la principale, prima di adpocalypse.
Purtroppo non ho salvato nulla del suo sito, che da oggi è andato offline, ma era pieno di lamentele di come non guadagnasse più niente.



Probabilmente in preda alla rabbia quindi è andata alla sede di Youtube a sparare contro chi le stava facendo un torto. Che fra l'altro in parte è anche vero visto che la adpocalypse è una porcata di proporzioni gigantesche che ha rovinato molta più gente di quanto si creda.

Qui però voglio sottolineare una cosa: perché tanta rabbia? Perché arrivare a sparare contro tre persone? Perché dopo ammazzarsi?
Si lo so, abitava in America, patria del "sparo all'impazzata poi mi ammazzo/mi faccio ammazzare", ma il ragionamento calza ugualmente.
Perché sono convinto che se non fosse stata complottista, fomentata fra l'altro dall'ambiente in cui stava fatto di altri complottisti, probabilmente non sarebbe arrivata a tanto.


Come dicevo prima l'adpocalypse ha colpito tantissima gente, se tutti fossero andati a fucilare quelli di youtube buonasera, sarebbe stata guerra civile sul serio.
Ha colpito anche me, in un modo o nell'altro, oppure è la crisi, non lo so ma so di certo che non sono andato a sparare alla gente per questo. Prima guadagnavo poco, adesso non guadagno niente.
Succede, mi è successo decine di volte, si passa ad altro.

Ma un complottista no, magari pure suonato, e a peggiorare le cose oltre all'ambiente complottista ci si mette pure uno stile di vita che in moltissimi casi non fa che incitare all'odio del prossimo, come vediamo spesso negli auguratori di karma, nei violenti e tutte le altre porcate a cui ci hanno tristemente abituato certi personaggi. Anche se spesso tirano la pietra e nascondono la mano.

Ancora convinti che il complottismo e l'odiare il prossimo siano innocui?
Ah si, e stavolta non è stato il "maskio bianko patriarkaleh!!11!!1!", e certi personaggi non possono nemmeno accusare la brexit come fecero poco tempo fa...

Nessun commento:

Posta un commento