martedì 13 marzo 2018

Nel 2032 metà popolazione sarà autistica

Il giornale "la voce del trentino" pubblica un articolo citando Montanari e altri fuffari che sostiene che entro il 2032 il 50% della popolazione sarà autistica. Inutile dire che è un articolo che puzza più di una fogna? Forse, ma non mi è mai piaciuto non spiegare le mie posizioni:

Entro 14 anni metà popolazione sarà autistica, quindi facciamo subito due conti due conti: oggi un bambino su cento viene diagnosticato come autistico, la percentuale di ragazzi autistici è di circa l'1,5%.

Si stima che ora come ora gli individui autistici nel nostro paese siano dai 300 mila ai 500 mila, facciamo che sono 500 mila.
Nascono ogni anno circa 450 mila bambini (arrotondato).
In 12 anni nascono cinque milioni e mezzo di bambini (se il dato non cala, e ho arrotondato in eccesso).
Ora ipotizziamo pure che tutti questi bambini nascano così tanto autistici che il bambino del film Codice Mercury sembra normale.
Come fai a sparare che il 50% della popolazione sarà autistica in 12 anni se siamo sessanta milioni di persone?

Cioè questo genio vuole farmi credere che in dodici anni metà della popolazione diventerà autistica, in età adulta, per kolpa de lu vaccino con lu trattore.
Iniezione

Ma a leggere meglio la fogna di articolo pubblicato da quel quotidiano online svergognato si capisce che il fuffaro aveva sparato "il 50% dei nuovi nati" ma il giornalista fuffaro ha capito il 50% della popolazione e lo ha scritto in grassetto addirittura poco dopo la frase del fuffaro medico!
Cioè nel giro di mezzo secondo ha dimenticato cosa ha scritto, oppure non ha capito quello che ha scritto. Come può un analfabeta funzionale fare il giornalista?
Miracoli della fede!

Ma in ogni caso qui, oltre alla benemerita castroneria gargantuesca della metà popolazione autistica che è puro terrorismo psicologico e mediatico, qua non ci siamo affatto...
Anche senza tenere conto dell'analfabetismo di chi ha scritto il pezzo qua non ci siamo... la percentuale di diagnosticati autistici è cresciuta tantissimo negli ultimi anni perché SONO MIGLIORATE LE DIAGNOSI!

Se prima uno era solo un po' strano, un po' introverso e così via oggi si scopre che lo è perché autistico. Insomma sono migliorate le diagnosi e i casi registrati. Oppure vogliamo credere che nel neolitico fossero tutti immortali perché non c'è un registro dei decessi?
E questo trend in salita indovina un po'? Si è stabilizzato!
Quindi fare terrorismo mediatico prendendo il dato che "negli ultimi anni in america i casi di autismo sono aumentati del 800%!!!11!!1!" uno undici centoundici e prevedendo che tale crescita rimanga tale (cosa già confutata) è pura fufa, menzogna, mistificazione, disinformazione e basta, non c'è scappatoia: è merda!

Inutile linkare interviste o studi ritirati o fumosi che "collegano i vaccini all'autismo" perché è stato dimostrato scientificamente che l'autismo si forma in gravidanza.
L'autismo è una patologia del cervello, si forma in modo diverso. SI FORMA. Non è un danno neurologico, è proprio diverso il cervello, quindi accusare i vaccini perché "contengono veleni che danneggiano il cervello" è una stronzata clamorosa, perché fra l'altro quei veleni non si usano nemmeno più! Altri sono ben presenti negli alimenti di tutti i giorni come le pere.

Insomma, fa veramente incazzare vedere gente che dovrebbe fare informazione sparare su una simile vergognosa promozione del business dell'antivaccinismo (perché è un business, altro che big pharma... tutte le cause civili, richieste di risarcimenti danni costano, e chi si prende i soldi?).

E tutto mentre c'è gente che da varechina ai figli, anche tramite clistere, per farli guarire dall'autismo. I vaccini fanno male ma la varechina cura tutto! Varechina ovviamente venduta a prezzi esorbitanti. Ma andatevene un po' a fare in culo va'.

Fonte, purtroppo la devo linkare.


Nessun commento:

Posta un commento