Movimento cinque stelle: un milione di buco nei rimborsi

Questa campagna elettorale si sta dimostrando spietata, oltre che principalmente incentrata su beceri populismi. A pagarne care le conseguenze è il movimento cinque stelle, pizzicato recentemente da Le iene a imbrogliare sui "rimborsi" di cui tanto si vantavano.

Come facevano?
Effettuavano un bonifico, facevano figurare tale bonifico usando il numero dell'operazione e poi lo annullavano.
Sul sito di rendicondazione risultava il rimborso, ma di fatto alcuni grillini, gli honesti, non avevano versato un'emerita sega.


E così manca un milione, forse un milione e mezzo, dalle cifre che dicevano di aver restituito (fra cui i rimborsi elettorali a cui non hanno mai avuto diritto ma che continuano a fare cifra altisonante propagandistica) e che ha creato una macchia indelebile nell'immagine del partito di grillo e casalegio.

Perché un partito che ha basato la sua figura intera sull'onestà, divenuta honestà, non può essere pizzicato a fare porcate simili. Non si parla di versamenti non effettuati, che magari dicevi "oh cazzo mi sono dimenticato" e anche se in ritardo li facevi (cosa che è capitata) ma si tratta di gente che ha fatto carte false, letteralmente, per non pagare. E non uno o due, per ora si sospetta di una dozzina di persone, tutte in parlamento.

Carte false, fregature, dolo, malizia. Ci si può fidare di gente simile?
E' la domanda che si stanno ponendo molti supporter dei cinque stalle, i non imbalsamati dalla loro propaganda. L'elettorato non fidelizzato insomma, che adesso ci penserà due volte prima di votarli.
Insomma perderanno voti, e nemmeno pochi. Ricordo che Giannino aveva perso percentuali di voti clamorose dopo che fu sputtanato.

E qui veniamo ad una considerazione personale, non sui cinque stalle che già si sa bene come la penso su di loro: stavolta vince berlusconi.
L'ho già detto, ma è così.
Anzi credo che questo scandalo "rimborsopoli" sia proprio una manovra di zio silvio. A circa un mese dalle elezioni scoppia questo casino, che peggiora di giorno in giorno e che ancora non è finito (altre puntate de Le iene in arrivo), che sicuramente devasterà il movimento e i voti che prenderanno, tutto a vantaggio di altri partiti. E chi è che se ne sta rimanendo fuori da scandali e diatribe in questi giorni? Esattamente...

Forse esagero e sto solo pensando male, ma questa è chiaramente una notizia che è stata tenuta in caldo per il momento clou della campagna elettorale, una spallata ad un grosso partito che lo lascerà sicuramente segnato.
In questo, devo essere sincero, zio silvio è veramente un maestro.
Peccato che a governare faccia schifo al cazzo, ma questo ovviamente non cambierà l'esito delle elezioni.

Notizia

3 commenti:

  1. i casi sono 2:
    1)il centrodestra vince e raggiunge la maggioranza. L'incarico va a qualche esponente di destra famoso (che sia Tajani come si diceva tempo fa?).
    2)il centrodestra vince ma non raggiunge la maggioranza. Governo Gentiloni II incaricato di fare una nuova legge elettorale per tornare al voto entro l'anno.
    Ci sarebbero anche altre opportunità (pd+fi, csx+leu+fi, m5s+lega, m5s+leu) ma ognuna meno probabile dell'altra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non raggiungono la maggioranza fanno una coalizione. Più probabile forza italia con la lega

      Elimina
    2. Facile la 2) con variante: niente governo gentiloni (la minuscola è dovuta), ma come dice Fabrizio, inciucio tra caimaniani, fascisti verdi e estremo-fascisti tipo cazzapound (minuscola e storpiatura, anche qui, dovute). Ancora una volta, spero che qualcosa mi sbugiardi, ma prepariamoci a vedere le camicie nere, e pure quelle verdi, a girare per le strade e mazzottare ben bene tutti i dissidenti - perché gli studenti asini che sono il popolo italiano dalle lezioni storiche non apprendono mai un bel tubo di niente.

      Elimina