mercoledì 21 febbraio 2018

I negazionisti del AIDS

Ne avevo scritto diverso tempo fa, proprio agli albori della nascita del blog (sei o sette anni fa, eoni sul web) ma non ritrovo il testo. Poco male visto che probabilmente ci sono aggiornamenti:
Esistono i negazionisti del AIDS, e non sono solo i complottisti svitati che dicono "è una malattia inventata" o "creata in laboratorio", si tratta di squilibrati seri, malati di AIDS ma che negano di averlo:

Questi negazionisti si offendono se li chiami in quel modo, preferiscono essere chiamati "dissidenti", perché se uno si chiama negazionista fa brutto, se si fa chiamare dissidente si sente meno cogl1.
In ogni caso questi personaggi dall'ignoranza e tracotanza non misurabili, figli di una Dunning Kruger over 9000, credono di aver dimostrato che l'AIDS non esiste sparando in soldoni questa emerita cazzata:

I sintomi del AIDS sono sintomi di altre malattie.

Secondo questi cervelli abortiti l'AIDS non esiste perché non viene diagnosticata attraverso dei suoi sintomi riconoscibili ma tramite altre malattie.
E come cazzo dovrebbero diagnosticare una immunodeficienza? Che sintomo può avere l'immunodeficienza se non il comparire di numerose malattie?
Ma un minimo di ragionamento logico no?

Questi soggetti in particolare capita spesso siano sieropositivi in prima persona, ma negando l'esistenza del AIDS non prendono i farmaci antiretrovirali e si lasciano morire come dei sacchi di merda. Quando uno di loro muore perché non si è curato gli altri, in overdose di coglionaggine, iniziano ad urlare che "Non è morto di AIDS ma di un ascesso!!11!!"

Vaglielo a spiegare che un ascesso, o un virus parainfluenzale, uccidono solo soggetti molto deboli e non giovani in salute, e che erano molto deboli a causa del AIDS...

Oltre a questi "signori" esistono altri "dissidenti", quelli che dicono che l'HIV non esiste e che l'AIDS è quindi una patologia derivante da stili di vita distruttivi e non è quindi contagiosa.
Secondo loro il virus HIV non è mai stato isolato quindi non esiste. Roba che mi risulta strana visto che dei neonati sono stati guariti dalla sieropositività in tempi recenti...
Mistero come potessero essere sieropositivi senza che esista la sieropositività!


Esiste un terzo gruppo di meschini trogloditi: gli untori del AIDS.
Ci sono personaggi che sono malati di AIDS e vogliono diffonderlo, e ci sono coglioni sani che vorrebbero averlo. Questi vanno in giro ad avere rapporti omo non protetti con il chiaro intendo di contagiare/essere contagiati e diffondere quindi il virus.
Il motivo non me lo ricordo nemmeno, se Talksina legge magari mi rinfresca la memoria a riguardo, ma che ci sono i "bareback" untori di AIDS me lo ricordo fin troppo bene.

Inutile dire che tutte e tre le categorie di decerebrati convinti di essere dei geni siano pericolosissime per la salute pubblica, oltre che per sé stessi. E non dobbiamo nemmeno abbassare la guardia verso gli "insospettabili": in America i SJW hanno premuto per far depenalizzare il reato di contagio volontario di AIDS perché "stigmatizzava i malati".
Quindi in quel paese (o stato, non chiedetemi dettagli precisi al momento) gli untori non sono nemmeno perseguibili per legge.
Pensate come stanno messi...


Link
Link a dei complottardi (per stomaci forti)


Nessun commento:

Posta un commento