martedì 6 febbraio 2018

Giulia Innocenzi fuori da Giornalettismo

Ci siamo accorti tutti dell'arrivo di Giulia Innocenzi alla guida di della rivista, testata online che godeva di buona fama: la quantità di articoli fuffa si è moltiplicata esponenzialmente, mentre prima non ne pubblicavano mai. Ed è per questo motivo che sapere che non dirige più la baracca mi fa ben sperare per il futuro dell'informazione, anche se ormai i danni alla rivista li ha fatti e non sono pochi...

Niente più Giornalettismo per Giulia

Non si sa bene perché lasci, se ha lasciato o l'hanno fatta lasciare a suon di ringhi e minacce (cosa che, visti i disastri fatti, sarebbe pure plausibile), quelli della rivista dicono che ha "assunto una nuova sfida lavorativa", che per un'antivax vegarda immagino sia come capire da che parte esce l'acqua di un rubinetto.

In ogni caso l'addio è qualcosa che trascende tanto la comicità da invadere in zona cringe.
Sul serio:
"La ringraziamo, tanto, per l’enorme apporto che ha dato a Giornalettismo, aprendo questo sito a un pubblico nuovo, a nuove sfide, ampliando la platea dei nostri lettori e facendo conoscere ancor di più Giornalettismo nei canali mainstream."

Innocenzi

Ma quale enorme apporto se ha reso la testata meno credibile del Foglio quando lo dirigeva quel pattume vivente di ferrara, lui e i suoi rap demmerda commentati da bot e account fake a pagamento.
Vero che ha aperto ad un pubblico nuovo, un pubblico di boccaloni e beoni no vax e vegardi, quelli che credono che gli hunza vivono 1500 anni scorreggiando arcobaleni mentre cantano lo jodel senza sapere che catzo è lo jodel. Vero, ha proprio aperto ad un pubblico nuovo, facendo fare una figura demmerda alla testata che ormai è nell'immaginario collettivo più simile a voxnews che ad altre.

Per questo credo che possa essere stata sparata fuori come un calcolo, cioè dai, quelle frasi trasudano falsità e menzogna di circostanza e malcelata maschera di civiltà da tutti i pori. Sembra quasi che l'autore si sia sforzato a non mandarla H gare...

Ma come se non bastasse c'è pure il comunicato di Giulia stessa, che mmmmm profuma di epicità in diversi spezzoni:

[Spezzone eliminato a causa penalizzazioni google]

Come promuovere le pericolose stronzate antivax, si è dimenticata. Ah no, in quelle ci crede e pensa sia pure finissimo giornalismo di ottima fattura...

"Donnine nude, dettagli di stupri efferati, chi si è fidanzato con chi e chi ha lasciato chi."
Quello è gossip, e credo che finché non va a diffamare o rovinare qualcuno fa meno danni dell'antivaccinismo, giusto per dire eh.

[Spezzone eliminato]
HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA. Quello ERA l'obbiettivo della testata prima che diventasse anti vax, estremista vegana e chissà quanto altro visto che ho smesso di seguirla alla terza merdata letta. E di chi è la colpa di tale declino? Ops...

"Spezzone eliminato"
*era prima che arrivasse lei con le bufale antivax eccetera*

Insomma spero proprio che il prossimo direttore, chiunque esso sia, non sia un antivaxxer come minimo, ma credo che peggio di Innocenzi sia difficile fare.
Tanto Selvaggia sta già a Rolling Stones, e ha pure le sue gatte da pelare, quindi a meno che non prendano rosario "straker puppa" marcianò la rivista dovrebbe tornare ai fasti di un tempo.
Un po' come fece Il Foglio quando si levò dalle palle il già citato ferrara, lui e le sue cagate filo berlusconiane.

Ma adesso che ci penso... ovunque andrà continuerà a fare danni! Speriamo rinsavisca un giorno o l'altro, perché non può continuare a pubblicare libri no vax sputtanati da Burioni in tempo record registrando la peggiore figura demmerda letteraria dopo la pubblicazione de "le avventure di Fil"

Fonte

Nessun commento:

Posta un commento