Women's strike contro Trump organizzata da una terrorista palestinese

No ragazzi, so che la cosa è grave ma non riesco a smettere di ridere... qua siamo veramente al colmo, alla totale imbecillità e ci sono schiere di coglionazzi che nonostante abbiano tutto sbattuto palesemente in faccia non si accorgono di nulla.
Un altro gruppetto sta organizzando una "women's strike" contro Trump e le sue politiche "razziste", immagino anche il blocco dai famosi sette paesi musulmani, ma una delle organizzatrici è una terrorista palestinese...

Terroristi da espellere che protestano contro le espulsioni

Semplicemente fantastico, è bellissimo, sul serio!
Questa tizia, al secolo Rasmea Yousef Odeh, era una cittadina americana, era perché nel 1970 è stata condannata da un tribunale militare israeliano per due attentati bombaroli a Gerusalemme uno dei quali ha ucciso due persone, e per il suo coinvolgimento con un gruppo terroristico palestinese (riconosciuto come tale anche in Europa), ma non aveva detto nulla in America, così si è presa la cittadinanza americana in modo illegale.

Nel 2014 però è stata condannata per immigrazione clandestina, appunto perché aveva nascosto la sua fedina penale riguardo gli attentati terroristici, le hanno tolto la cittadinanza, dato 18 mesi di galera al termine dei quali sarà espulsa dal paese, per ora è libera su cauzione.
Adesso organizza la "women's strike" contro Trump...

Insomma una terrorista islamica palestinese immigrata clandestinamente fornendo falsa testimonianza per ottenere la cittadinanza americana sta organizzando una protesta contro Trump e le espulsioni dei clandestini...

Guarda come se la ride, dopo aver ammazzato due ventenni!

Che sia un personaggio simile a lamentarsi delle espulsioni beh, fa sorgere il dubbio che ci sia qualcosa sotto. C'è un leggerissimo conflitto di interessi.
E' come vedere salvatore riina che organizza una protesta contro il 41 bis, e la beffa è che trova pure larghi consensi fra la popolazione!

Perché si, questa "marcia" ha ovviamente grossi consensi! Va contro Trump quindi va bene, frega niente se la organizza una terrorista islamica immigrata clandestinamente e prossima all'espulsione.

Dopo quella che professava i diritti delle donne auspicando l'introduzione della sharia.
Dopo quella che professava il non razzismo mentre diceva che bisogna ammazzare i bianchi.
Adesso arriva la terrorista illegale a protestare contro le espulsioni di trump.

E gli danno corda eh! Madonna se hanno seguito. Ma che fine stanno facendo in amerega?
Da una parte un pessimo presidente e dall'altra la peggiore feccia, sembra stia andando tutto in malora... ma queste continue proteste organizzate da musulmani che vogliono rendere l'occidente teocratico, da suprematisti neri, da terroristi palestinesi fanno pensare che, nonostante tutte le cretinate dette e fatte trump sia comunque il meno peggio.
Il che è tutto dire.

Ah, ciliegina sulla torta: è considerata un'eroina e un'icona per i palestinesi.
Una terrorista, mo' siamo messi meglio del razzo proprio...
Articolo, su the guardian (facepalm), a firma anche della terrorista

2 commenti:

  1. Da un punto di vista puramente sociologico, è divertente e tragico allo stesso tempo che, da un lato, abbiano eletto un presidente non buono (non che ci fosse molta scelta). Dall'altro, la maggioranza degli anti-Trump è composta da persone ben peggiori di lui o che confermano esattamente le sue motivazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello è che sostengono che spaccando tutto, inneggiando alla sharia, facendo parlare suprematisti neri e terroristi si cambieranno in meglio le cose erodendo il consenso verso trump

      Elimina