I servizi igienici sono maschilisti

Dopo l'aria condizionata sessista, adesso anche i bangni sono "sottile patriarcato giornaliero", che costringe le donne a subire angherie inenarrabili che nemmeno nei campi di prigionia dell'isis.
E non si parla nemmeno dei bagni di per sé, ma di cosa succede al loro esterno!

I bagni sono patriarcato sottile giornaliero

Un giorno arriva una cerebrofessa in aeroporto e vede qualcosa che la offende a morte! Cosa poteva mai trovare nel terminal? Forse negozi? Forse il bar? Forse souvenir? Forse qualche borseggiatore o un dipendente disonesto che ripulisce le valige di reflex e iPad da 1000 euro? 

No, ha trovato il patriarcato, nientepopodimeno, messo lì in bella vista e nessuno diceva nulla!
Secondo me questa gente soffre di problemi di circolazione sanguigna e ogni tanto cala il livello di ossigeno al cervello facendogli partorire certe castronerie, perché guarda qua che cosa è l'oppressione che ha visto questa "signora":
"Sottili stronzate patriarcali giornaliere. Nessuna fila per i bagni degli uomini. 10-20 minuti di attesa per il bagno delle donne"

Finito di ridere posso fare alcune considerazioni:
A occhio direi che i bagni sono grandi uguale, con più o meno lo stesso numero di servizi, quindi la discriminazione patriarcale dove sarebbe? Nel risultato: le donne fanno la fila mentre gli uomini no.
Ma se i bagni sono delle stesse dimensioni perché le donne fanno la fila mentre gli uomini no? Perché ci stanno più tempo, probabilmente.
Quindi la causa della fila nel bagno delle donne, rasoio di Occam docet, è causato dalle donne.

Semplice no? No...
Siccome questa è una cerebrofessa la colpa deve sicuramente essere di un megacomplottone degli uomini contro le donne! Insomma è colpa degli uomini. Anche se i bagni non hanno niente di meno rispetto a quelli della controparte...

Per questo oltre che far ridere di gusto questo episodio è interessante anche come "caso di studio": anche in contesti dove le donne si autogestiscono, cioè entrano, scaricano, si lavano le mani ed escono senza che nessun uomo sia nemmeno nelle vicinanze, riescono ad addossare la colpa del disagio della fila comunque sugli uomini, che non c'entrano un benemerito tubo di niente.

Come quando le libere professioniste scoprono di guadagnare di meno, ma le tariffe le propongono loro stesse al pubblico... o come quando hanno trovato il "pay gap" su ebay.
Cioè in contesti di autogestione e indipendenza TOTALE delle donne sono riusciti a dare la colpa agli uomini dei "minori introiti".


8 commenti:

  1. hanno ragione, l'uomo bianco avrebbe dovuto costruire dei bagni più grandi per le donne!!111!uno!!! il femminismo delle nazifemministe non vuole la parità, ma la superiorità delle donne

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me non andrebbero bene nemmeno grandi il doppio

      Elimina
  2. Ora si capisce perché certe feminazi sono contro gli assorbenti: per ogni donna che si cambia l'assorbente in un bagno pubblico, che sia un assorbente o un tampone interno non importa... secondi interminabili sono sprecati! Secondi in cui la seconda, la terza, la quarta ... della fila che aspetta fuori potrebbe entrare! 1 1 111 11111 svelia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo la menopausa anche le mestruazioni sono un complotto maschile?

      Elimina
  3. La seconda che hai detto. Ottenere privilegi passando per finte oppresse. E da notare un altro piccolo particolare. Almeno in Italia quando c'è fila nel bagno delle femmine, molte donne entrano nel bagno dei maschi. Provate solo ad immaginare l'ipotesi opposta.

    RispondiElimina
  4. Vogliamo parlare degli spogliatoi delle piscine ? bambinO + mamma = spogliatoio maschile o femminile come cazzo gli pare. MA bambinA + babbo = SOLO E ASSOLUTAMENTE spogliatoio maschile . Perchè se quel poveretto osasse entrare in quello femminile griderebbero allo stupro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai com'è, dopo la deumanizzazione "gli uomini sono tutti stupratori e porci"

      Elimina