Regno Unito: Parlare con una donna è crimine d'odio

Nel Nottinghamshire hanno messo su una legge che voleva essere femminista e proteggere le donne da "abusi fatti da uomini contro le donne unicamente perché sono donne" ma ha tirato fuori qualcosa di così abominevole che nemmeno Edgar Allan Poe e H.P. Lovecraft insieme potevano tanto.

Ti avvicini a una donna e arriva la polizia

Pochi giorni fa pubblicai un video, una prova di un software di animazione facile facile per chi non sa animare niente, che faceva il verso alle affermazioni ridicole delle squilibrate che urlavano alla molestia se qualcuno le salutava, è questo:



Come primo tentativo non è venuto malissimo, ma la cosa che stupisce è che pensavo fosse una esagerazione...
Altro video da vedere è questo corto "comico" in cui "è reato contraddire una donna", ambientato in un futuro distopico dove il "maschio bianco eterosessuale" è stato portato all'estinzione:



Quello che stupisce è che i due esempi per quanto potessero sembrare esagerati si sono tramutati in triste realtà... almeno per quanto riguarda la contea di Nottingham...

In quella contea è diventato reato fischiare per strada ad una donna e urlarle qualche complimento piuttosto grezzo, quello che chiamano "cat calling" insomma.
E fin qui si può anche dire che mettere di mezzo la polizia è esagerato ma almeno il cat calling può essere fastidioso... ma la legge prevede anche altro.

Se ti avvicini ad una donna, le parli, magari fai qualche avance, questa può decidere arbitrariamente di chiamare la polizia e farti passare i tuoi 15 minuti di guai.
Insomma se rivolgi la parola a quella sbagliata potrebbe rivelarsi il tuo peggiore errore della vita, e di psicopatiche in giro se ne trovano. Come la tizia che ha iniziato a insultare e urlare quando un uomo le ha detto "ciao", pensate che una psicopatica simile nella contea di Nottingham avrebbe il potere di far incriminare il povero disgraziato reo di averla salutata. Per non parlare di invitare al bar o offrire da bere se si è già al bar... possono costarti un'accusa di "crimine d'odio" se la tizia a cui ti avvicini ha più problemi mentali che capelli in testa.

La legge dice che si puniscono i "comportamenti misogini" o mossi da misoginia, e tutto è a discrezione del singolo se prendere come misoginia qualcuno che le rivolge la parola. E come detto prima, appena trovi la psicopatica sei fatto, anche se ti sei comportato normalmente...


Che poi voglio dire, vogliamo mettere un freno al "catcalling"? Fai sganciare una multa di 20 euro ogni volta che qualcuno lo fa e viene beccato. Perché hanno sentito il bisogno di depauperare i "crimini d'odio" e addirittura definire come tali il semplice provarci con una ragazza me lo devono spiegare.

Che poi dipende anche come questo "catcalling" viene fatto, un complimento se fatto in maniera educata può anche far piacere (ancora rido pensando a quella femminista estremista che per anni si è lamentata del catcalling e poi quando nessuno l'ha apostrofata per strada si è sentita non apprezzata e triste).

Ovviamente il tutto se fatto da un uomo, la stessa cosa a parti inverse non è crimine d'odio.

E che non si neghi che certe donne vanno in giro a molestare gli uomini ben sapendo di rimanere impunite, catcallando e mettendo le mani addosso a chiunque gli pare e piace, anche se lui non vuole.

E se non mi credete, ecco un bel copia incolla della lista di "reati" del testo della legge:

"Examples of such incidents may include unwanted or uninvited sexual advances, physical or verbal assault, unwanted or uninvited physical or verbal contact or engagement, and use of mobile phones to send unwanted or uninvited messages or take photographs without consent."

Il contatto verbale, si riferiscono a comportamenti troppo insistenti e invadenti o anche a quelli normalissimi di una persona che cerca di comunicare? I messaggi sul cellulare uguale, quale è la linea di demarcazione?
Ah giusto, "la percezione della donna"... gli uomini di quella contea dovranno o trasferirsi o non guardare nemmeno una donna. Che bel clima disteso!

E c'entra poco che vengano toccate, già quello è un reato di suo e non c'è bisogno di formulare cretinate di leggi sul "rivolgere la parola".

Io dico che per arrivare a simili livelli di imbecillità ci si deve impegnare parecchio per annullare il proprio quoziente intellettivo. Come avranno fatto?

Fonte 

3 commenti:

  1. In che modo sono riusciti a castrare i maschietti della contea in modo che accettassero una legge così misandrica senza fiatare ? Hanno aspettato che andassero tutti in vacanza sulle bianche scogliere di Dover prima di far approvare la legge ?

    RispondiElimina
  2. Comincia ad essere davvero dura essere un uomo in questa società dove da un'esagerazione si passa a quella di segno opposto senza soffermarsi sul buon senso, che sta proprio a metà. Un molestatore (di qualunque sesso) è da punire, chiaro, e il molestato (di qualunque sesso) va protetto, non c'è cristo che tenga. Essere uomo o donna è solo uno dei vari aspetti della nostra individualità; una faccia di merda è sempre una faccia di merda, indipendentemente dal sesso o dal genere (che non sempre va d'accordo col sesso). Poi, in quel paesotto del Regno Unito, non si lamentino se le loro leggi bislacche finiranno inevitabilmente per causare una recrudescenza del maschilismo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto giusto, peccato che per ragionare così serva un cervello che non sia spappolato

      Elimina