Anteprima e approfondimenti su Fallofobia

Sono sempre stato dell'idea che la completa trasparenza sia la cosa migliore, per questo motivo ho sempre presentato i miei libri in modo completo e più dettagliato possibile, elencandone i contenuti e dando qualche informazione aggiuntiva. La sola anteprima di Amazon non può fare tutto da sola, anche se mostra la lista di capitoli e quindi un buon assaggio di quanto è contenuto.

Fallofobia: A chi è rivolto il libro

Gli argomenti riguardano le femministe estremiste, il loro odio incontrollabile, i loro pregiudizi e le miriadi di menzogne con cui hanno inquinato la società moderna.

Ma rispondo già a quelle che immagino arriveranno polemiche sterili: non è un libro maschilista. Anzi, diversi paragrafi del libro sono dedicati alla dignità femminile, in difesa dei loro diritti e integrità.

Il fatto che le estremiste odino gli uomini e facciano di tutto per danneggiarli non toglie il fatto che danneggiano pesantemente anche le donne.

Ma come recita il titolo del libro stesso, la parità di genere è messa seriamente a repentaglio, con un ritorno di fiamma dei pregiudizi negativi sulle donne dovuti all'aggressività delle misandriche.


Riguardo le cretinate che fioccano fra la controparte, comunemente noti come MRA: ha fatto molto scalpore fra di loro la foto di una piazzola con tre panchine con il cartello "No men allowed". Loro hanno urlato alla dittatura femminile, alla schiavitù maschile, uno scenaro orwelliano da far paura a Chuck Norris, ma la realtà è che si trattava di panchine di una cattedrale, il cui divieto agli uomini di sedersi risaliva a non so quanti secoli fa e che in pratica tale divieto veniva completamente ignorato e il cartello è rimasto lì per curiosità storica.

Contenuti

L'anteprima di Fallofobia di Amazon questa volta è un po' scarna, principalmente perché stavolta la lista di capitoli è piuttosto lunga: 21 capitoli che considero il pilastro della questione, del ragionamento e delle conclusioni a cui si arriva, e altri 19 che considero più che altro come "folklore" delle estremiste, cioè capitoli che aggiungono informazioni, dettagli, spunti e fatti che completano l'informazione ma che per loro natura sono così frivole che mi sembrava addirittura fuori luogo inserirle in argomenti che a mio parere sono più seri. In alcuni casi sono argomenti comunque seri ma che ho visto come "scarni", così li ho inseriti come rinforzo.

Uno di degli argomenti "frivoli" è quello degli applausi definiti problematici, mentre uno molto serio ma che da solo non fa letteratura è quello sul trattamento pensionistico italiano.

Il primo capitolo invece è molto importante per comprendere meglio il filo conduttore delle conclusioni a cui sono arrivato (con cui potreste concordare o meno, completamente o in parte), e dovrebbe far comprendere al meglio quali sono le responsabilità delle femministe estremiste che ho individuato.
Insomma, quando sorge la domanda "e le estremiste che c'entrano?", se dovesse sorgere, basti ricordare al primo capitolo e di come sono le prime a fomentare e strumentalizzare tali stereotipi, sia da una parte che dall'altra.

Ammetto, con rammarico, di aver sofferto parecchio nella stesura di questo libro, perché più facevo ricerche più melma trovavo, parlo di crimini schifosissimi.

Sapevate che la pedofilia è considerata "poco grave" se a commetterla è una donna?
Ecco, ho trovato molti casi che lo confermano, dichiarazioni di uomini di legge che lo ammettono candidamente e casi di pedofile che o la facevano franca o dovevano seviziare un centinaio di bambini prima di finire in galera.

La cosa peggiore è che quando una donna violenta un povero bimbo sui giornali danno la notizia dicendo che aveva "una relazione" o "dei rapporti" con il minore.
Insomma, ho rischiato di finire nel "lato oscuro" e diventare un estremista io stesso. E' anche uno dei motivi per cui ci ho impiegato tanto a scrivere il tutto: ogni tanto mi serviva una pausa per disintossicarmi da tanta violenza e ingiustizia.

Concludo con un altro dato taciutissimo: in Italia sembra che gli uomini che vengono stuprati siano più numerosi delle vittime donne, e a proposito linko il video di una femminista (che ammettiamolo, detto da lei ha un altro peso) che parla dell'argomento. 

Spero di aver colto la tua attenzione e curiosità, Fallofobia è già disponibile su Amazon al modico prezzo di 3 euro

Nessun commento:

Posta un commento