venerdì 25 maggio 2012

Giuliano Ferrara: rap di merda

Ed ecco che nel peggior momento storico il solito zerbino del potente di turno fa un'uscita a dir poco agghiacciante.
Come se non bastasse il fatto che lui e il suo padrone abbiano (e continuino) a prendere per il culo la gente, sto sacco di letame rincara la dose.

Perchè il peggior momento storico?
Stiamo in un'epoca dove trovare lavoro è sempre più difficile, e se lo trovi ti danno 400 euro al mese.
Prima era così solo nelle zone povere della Sardegna e di altre regioni del sud italia e Sicilia (e se dicevo che stavamo messi male arrivava qualche coglione a insultarmi dicendo che non era così...) ma ora la cosa si è espansa e desacerbata.
Ci sono famiglie che non hanno i soldi per fare la spesa, ci sono giovani che non hanno futuro, uomini con famiglia a carico e anziani che non ce la fanno più.

Tutti noi accendiamo la televisione e cosa ci troviamo?
La notiziona passata in tutti i tg nazionali, uno spiraglio di salvezza, l'uscita dal tunnel: il rap di ferrara!
Ma vaffanculo!

L'hanno pure passata come una cosa simpatica e goliardica, ma io oltre che un viscido doppio quintale di letame al guinzaglio di berlusconi che in uno slancio che ha finito di annullare la poca dignità microscopica rimastaglia ha fatto il buffone davanti tutta italia per leccare il culo a zio silvio facendo un po' di propaganda.

Il risultato è stato una merda: la "canzone" è scialba e male intonata, e per quanto il rap non sia di certo il mio genere preferito se fatto bene ha un motivo di esistere, ma questa cosa è orribile e non propone altro che frasette del cazzo scelte apposta fra la peggiore propaganda berlusconiana
Se aggiungiamo che è cantata da un infimo essere umano che non ricordava una frase di quattro parole (quattro di numero eh), tanto che aveva il foglio davanti che leggeva in continuazione, allora il cerchio si chiude, tracciato dal Giotto dei leccaculo (scusate se accosto un maestro dell'arte ad un maestro del'auto discredito umano).

Ecco uno screen per sottolineare l'EPIC FAIL di questo omuncolo:

A me non sembra normale che in un paese civile arrivi gentaglia di questa risma a fare ste buffonate finanziato dal suo padrone 600 euro al minuto per mandare avanti una trasmissione di merda che non segue nessuno.
Il posto che più confà a tale individuo è una solfatara africana dove espletare 60 anni di lavori forzati.

5 commenti:

  1. Paolo, ex anonimo firmato26/5/12 19:08

    Il posto che più confà a tale individuo è una solfatara africana dove espletare 60 anni di lavori forzati.
    Dopo confisca dei beni. Sai quanti schei ha questo [beep]...

    Insultare Ferrara è sempre cosa buona e giusta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 600 euro al minuto fanno un bel gruzzolo.
      Poi i milioncini che danno a quel foglio protocollo di merda che chiama quotidiano, e così via.
      Ma visto quanto è grasso secondo me la metà di quei soldi se li è già mangiati in patatine fritte e schampagne.

      Elimina
  2. PalleQuadre, non sono proprio d'accordo con prendersela con Ferrara pure per quel Rap. Si può essere distanti da Ferrara per un casino di cose, ma mi sento di dire 1. che fa uno dei giornali meglio scritti in Italia 2. che non è un leccaculo venduto a Berlusconi come possono esserlo Fede, Sallusti, Feltri, Belpietro etc.
    Avete mai visto un giornalista fare un rap? No, e infatti era un modo comico per comunicare. Badiamo al contenuto, e non a chi lo dice, per cortesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rap era fatto malissimo...
      Il contenuto lasciamo perdere, è più credibile una banconota da 3,5 euro.

      Forse i giornalisti non fanno buffonate perchè sono persone serie... sarà così?

      Elimina
  3. ma è vera quella voce che lavorava per la CIA? non datemi addosso dandomi del complottista, l'ho sentito dire da qualcuno/qualche parte...

    RispondiElimina