mercoledì 4 aprile 2012

Pane fatto in casa: quanto è il risparmio effettivo

Ho parlato diverse volte su come risparmiare denaro facendo il pane in casa con la macchina del pane o impastatrice.
Gli ultimi due mesi ho fatto uso intensivo della macchina del pane e del forno, valutando così il costo delle materie prime e l'effettivo consumo di energia elettrica.
Avendo tutti i costi sotto mano posso quindi dire se effettivamente fare il pane in casa conviene o no:


In questi mesi ho fatto parecchio pane, e diverse pizze, sono anche stati fatti tonnellate di biscotti e dolci vari, il forno elettrico è stato accesso praticamente tutti i giorni, con la macchina del pane che girava a nastro.

Ho fatto il pane circa due volte a settimana, un chilo circa alla volta.
Per prepararlo ci ho messo 50 centesimi di farina (ma dipende anche dal tipo di farina, potrebbero essere anche solo 35 se si usasse solo farina 00, se è gradita posso dare la ricetta del mio pane...) e 5 centesimi del resto degli ingredienti (lievito, sale).

Per cuocerlo ho deciso di andare con il forno elettrico (la macchina del pane è perfetta per fare il pane in cassetta ma molto meno per altri tipi, se vuoi fare delle pagnotte non va bene) dopo averlo ovviamente impastato con la macchina del pane (consiglio una macchina con due pale impastatrici se è possibile scegliere, oppure una impastatrice. Devo ammettere che i Bimby sono qualcosa di eccezionale) e il tempo di cottura è di  circa tre quarti d'ora per cui se ipotizziamo un consumo di 1800 watt ora il costo sarà di 20 centesimi circa.
Per l'impastatura non credo ci siano costi molto elevati, ma se proprio vogliamo andare sul sicuro aggiungiamo 5 centesimi al conto.
Costo complessivo di un chilo di pane (come si è visto arrotondato per eccesso) con forno elettrico: 80 centesimi.
Andare a comprarlo costa minimo 3 euro, ma è più diffuso il prezzo di 3 o 4 euro (dipende dalla regione)

La ricetta? Semplicissima: un po' di farina, quella 00 è la base, acqua, sale e un po' di lievito (meglio in polvere, se si usa il lievito di birra meglio impastare più a lungo altrimenti lascia il sapore).
La semola di grano duro è buonissima, conviene provarla.
La farina integrale ovviamente se si vuole fare pane nero, a mio avviso non funziona molto bene con il pane classico.

Una macchina del pane costa dai 40 euro in su, dati sotto mano testati di persona posso dire tranquillamente che si tratta di un investimento ottimo e che porta risparmi considerevoli in casa, il cui costo verrà reintegrato in brevissimo tempo, massimo nei primi due mesi di utilizzo.



E questo è il solo punto di vista economico.
Dal punto di vista gastronomico il guadagno è incalcolabile:
Ultimamente il pane di negozio e panetteria fa schifo ogni tre per due: a volte sembra sintetico (riflette la luce, e che c...), altre volte sa di cloro perchè i panettieri hanno voluto risparmiare 4 centesimi di acqua a panino per mettere quella di rubinetto, altre volte è gommoso e tanto altro.
Insomma spesso comprarlo è una scommessa: non sai cosa trovi.
Facendolo in casa è fresco, saporito e buono.

Potresti spendere diversi tentativi per riuscire a fare decentemente il pane (io ho provato almeno un centinaio di volte, solo una volta comunque ne ho buttato, quindi anche se non molto buono è sempre mangiabile) ma alla fine la soddisfazione e il risparmio saranno grandiosi.

C'è una sola controindicazione: si ingrassa come porci...
Qui trovi una serie di macchine del pane per tutti i gusti, a titolo di esempio.

34 commenti:

  1. Concordo con l'analisi anche se dalle mie parti ci sono molti panettieri che il pane lo fanno squisito. Non so se davvero il forno di casa possa dare gli stessi risultati...

    L'unica cosa che volevo farti notare è che hai dimenticato tre aspetti fondamentali nel calcolo dei costi: 1)il tempo. Se vuoi la pappa pronta devi spender di più è ovvio. Quanto tempo ci hai speso ogni volta? E come lo si potrebbe valutare?
    2)Il costo dei condimenti della pizza ovvio che se ti limiti a fare marinara e margherita forse ci stai dentro ma se solo provi a fare qualcosa di più sofisticato (comprando porcini, prosciutto cotto o crudo, formaggi vari, mozzarella di bufala, pesce,...) arrivi a spendere come quella da pizzeria con la differenza che ci ha speso anche del tempo dietro...
    3)I costi del lavaggio: detersivi, ancora elettricità (in caso di lavastoviglie), spugne, acqua e altro tempo...

    Sei sicuro che lievito, sale e zucchero siano costati solo 5 cent?

    Infine ti chiedo: di pizza hai fatto quella spessa o hai tentato quella sottile e rotonda?

    Complimenti per aver fatto da cavia (piacevole visto quanto hai mangiato...) per questo interessante esperimento di economia domestica! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il lievito costa 22 centesimi, due panetti, di cui io ne uso un terzo ogni chilo circa di roba...
      Per il detersivo ti dico una cosa: la macchina del pane è antiaderente, basta una passata di mano con acqua e va via tutto, al limite passi una spugnetta pulita e senza detersivo. Il pane lo piazzo sulla carta forno, la riuso diverse volte e non sporco praticamente nulla.
      Solo con la pizza si sporca solo dove stendi la pasta (con olio e tutto) perchè viene sempre in aiuto la carta forno, che paghi 70 centesimi per 6 metri (in offerta anche 50 centesimi) e al massimo sono 5 centesimi di carta forno (la teglia è di 40 centimetri di lunghezza, così la precisione è certosina).
      La pizza viene abbastanza sottile, non è una focaccia ma neanche un'ostia. A occhio è leggermente più spessa della pizza di pizzeria.

      La pizza è margherita fatta con mozzarella e un po' di altro formaggio, poi certo che se compri mozzarella di bufala e prosciutto il prezzo sale, ma se i funghi li sai raccogliere ed è stagione ti costano molto meno...

      Comunque il pane tipico del luogo non lo batti, a meno che non fai anche tu la stessa ricetta.

      Il tempo: la macchina del pane fa tutto, tu spendi due minuti per pesare e mettere su gli ingredienti e la fai partire, quella per due ore impasta e lievita da sola. Dopo la puoi lasciar lievitare ancora o farla cuocere nella macchina stessa. Se cuoce nella macchina fa da sola tutto quanto, se vuoi farlo nel forno lo tiri fuori, fai le pagnotte e le inforni per mezz'ora o tre quarti d'ora.
      Non è tanto il tempo che lavori tu, è più che altro quanto ci devi stare dietro, ma principalmente ti prende tempo solo se lo fai al forno e durante la cottura.

      La macchina del pane è perfetta per questo motivo appunto

      Elimina
    2. Grazie per la risposta e scusa la pignoleria... :-)

      Elimina
    3. No figurati, anzi grazie di avermi fatto notare qualcosa che ho tralasciato ma interessano

      Elimina
    4. premetto che faccio il pane da un paio di mesi a casa e sono contentissimo! ora ho anche fatto il mio lievito madre ed è spettacolare..profumo, croccantezza e sapore sono notevolmente migliorati rispetto al lievito di birra.
      Cmq a me i prezzi non tornano..
      in provincia di Milano (dove vivo) il panetto di lievito costa 40 cent e il kg di farina 00 60 cent..(io uso la 0 e costa 90 cent)
      Farlo in casa costa più dei 65/80 cent..per 1kg di pane base (farina 00) un prezzo realistico compreso elettricità per cuocere siamo sui 1,50 € che comunque è basso..ma sempre il doppio di quello che dici tu :P Devi avere anche tempo e quello è denaro. Cmq io continuerò a fare il mio pane a vita..la qualità è impagabile e la soddisfazione anche!

      Elimina
    5. Da noi due panetti di lievito da 25 g costano 20 centesimi, e in un chilo di pane ne metto un quarto di uno (anche perchè altrimenti il pane sa di lievito). La farina è di solito un mix, qualche grammo di 00 che costa 50 cent al chilo e qualcosa di semola rimacinata (1 euro al kilo).
      La corrente costa dai 10 cent a kilowatt ai 25 (dipende da orario e consumo precedente).
      Ipotizzando anche un costo di 40 centesimi per la corrente il mio conto torna per me, purtroppo i prezzi cambiano di zona in zona e di regione in regione per cui non posso fare stime molto precise e veritiere per tutti.

      Comunque sia molto meglio farlo in casa che mangiare quel pane di plastica che spesso si trova in panetteria.

      Elimina
    6. macché lievito.... solo madre

      Elimina
  2. Io non ho forno elettrico/gas, ma solo il microonde. Se lo sai (o ne hai esperienza) il pane vien buono lo stesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No tigre, non ho mai provato a cuocere nulla con il microonde, ho un modello troppo semplice per cose simili.

      Leggendo nel web pare che il pane non si possa proprio fare al microonde, ma si possono fare cracker e grissini usando il piatto crisp.

      Ho trovato questa ricetta per fare il pane al microonde con il piatto crisp
      http://forum.giallozafferano.it/ricette-al-microonde/9949-pane-super-veloce-microonde.html
      che leggendo i commenti sembra essere anche buono.

      Fammi sapere se ti torna utile

      Elimina
    2. Comunque la macchina del pane fa tutto: impasta, lievita e cuoce.
      Se proprio il microonde non ti soddisfa puoi provare con quella.
      Se vuoi sapere come fare il pane in cassetta (pan carrè) dimmelo che ti do la ricetta migliore (un chilo di pane in un giorno, in due, tanto era buono...).
      L'unico problema è che non puoi scegliere la forma del pane, che viene fuori per forza della forma del cestello della macchina.

      Elimina
  3. Interessante. Anche se ho ottimi panettieri nei dintorni, dalle mie parti il pane costa come minimo (quello comune, intendo) 4 (QUATTRO) €/kg.
    Quindi, se oltre alla qualità si unisce il risparmio...

    Ho assaggiato varie volte, da amici il pane (ne sono un amante, premetto) e, anche se non m'ha entusiasmato, devo dire che è (eufemismo) ben "mangiabile".

    Solo un altro paio d'informazioni:
    1) quanto costa una macchina "come si deve" per fare il pane?
    2) la "durata" dello stesso? Voglio dire: se correttamente conservato, "dura" 1, 2, 3 giorni (per dire)?

    RispondiElimina
  4. Rispetto alla domanda n. 1): scusa, non avevo notato il tuo link, che sto leggendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La domanda è comunque legittima, visto che non esiste solo quel negozio.
      Se sei allergico agli acquisti online segnalo che lidl periodicamente mette in offerta la "sua" macchina del pane: a dai 40 ai 50 euro.
      E' ottima, tieni d'occhio i volantini dei negozi.

      Il sapore del pane dipende molto dalla ricetta, io per esempio ne sto facendo che non fa piangere dalla gioia ma che non ha nulla da invidiare a quello di panetteria (quando lo fanno bene e non con acqua di rubinetto).
      So che se si usano farine particolari (che devo farmi suggerire) il pane fatto in casa resta morbido e buono anche per una settimana (non succede se usi farina doppio zero per esempio), facendolo normalmente comunque resta buono per almeno un paio di giorni, io comunque lo congelo sempre

      Elimina
  5. Comunque la macchina del pane fa tutto: impasta, lievita e cuoce.

    Di' la verità! Ti stanno pagando quelli della macchina del pane per fargli pubblicità? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahaha, certo che mi pagano!

      Comunque sia se conosci qualcuno che ce l'ha fatti raccontare, quello che dico non è per niente esagerato

      Elimina
    2. Lo so, lo so: conosco il macchinario ;-)

      Elimina
  6. Ora non ti resta che sostituire il lievito con la pasta madre, vedrai quanto sarà più buono il pane...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come si ottiene?
      E' per caso quella strana pasta che si deve lasciar lievitare per giorni e poi usare come lievito?

      Elimina
    2. Si, è quella. Puoi farla tu con farina, acqua e miele, o puoi prenderla già pronta da qualche spacciatore. Ma sperimentare in prima persona è sempre più bello :).

      Elimina
    3. E quanto dovrei lasciar lievitare il pane con la pasta madre?

      Elimina
    4. Ti posto questi due link: è spiegato bene e ci sono anche un sacco di ricette.
      http://pastamadre.blogspot.it/
      http://fermentiselvatici.blogspot.it/

      Elimina
  7. Io da alcuni anni ho la macchina del pane che ogni tanto si trova in offerta alla Lidl.
    La uso spesso per fare il pane in cassetta usando sia pacchi di farine già pronte (sempre della LIDL) che facendomelo per conto mio con farina, lievito, zucchero, latte sale ed olio.

    Abbastanza spesso uso la macchina per l'impasto della pizza.
    Negli ultimi anni mi sono iperspecializzato e faccio delle buone pizze (non a detta mia) sia con il forno elettrico di casa che quello a legna della casa di campagna della suocera.

    Diciamo che la qualità del pane che ha il mio panettiere è decisamente migliore di quello che faccio io.
    Le farine già pronte che uso però hanno dei gusti più nord europei che qui da noi non si trovano, e ce ne sono di molti tipi.
    Un bel Baurnbrot non si trova dietro l'angolo ;-)

    Non ho ancora provato a fare il solo impasto e poi cuocere il pane di forme diverse nel normale forno elettrico.
    Magari un giorno....

    Se si fa il pane in casetta ci si mete veramente poco tempo.
    Quando invece mi metto dietro a fare le pizze mi sbizzarrisco con molte varianti contemporaneamente, per cui devo preparare in anticipo molti ingredienti.
    Se dovessi sommare gli importi di tutti gli ingredienti e del tempo perso non so se mi convenga di più farmela portare direttamente a casa da una pizzeria da asporto.
    Farsela da soli però è una soddisfazione.

    TdM, se ti piace il pane in cassetta, con la macchina del Lidl (ma si trovano macchine simili a prezzi appena poco più cari anche in altri supermercati) non viene male.

    Tra l'altro, il pane a cassetta che faccio, dura diversi giorni, anche una settimana, senza diventare duro.
    Quello comprato invece va mangiato in giornata o al massimo il giorno dopo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avete dei bravi panettieri in giro...
      L'unico pane che trovo più buono del mio è quello tradizionale (coccoi, civraxu...) o alcuni pani di semola.
      Il fatto è che se vuoi quello buono paghi ancora di più.

      I panini però non hanno paragone...

      Il tempo di fare delle pizze margherite non è tantissimo, più o meno un'ora.
      E comunque con la crisi che c'è la maggior parte della gente ha molto tempo "libero" e pochi soldi...

      Ho una buona ricetta anche del pane in cassetta, che però non so quanto dura (finito in giornata tanto era buono...)

      Elimina
  8. bravissimo, gran bel articolo.
    potrsti aprire una bacheca con argomenti come questo, piccoli (ma anche no) consigli per risparmiare un pochino su un bene di consumo primario e mi vien da dire fondamentale. alla portata di tutti,bel post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Cerco sempre di dare buoni consigli (uno dei primi è stato come limitare i consumi di energia elettrica) su come risparmiare denaro o guadagnare qualcosa in più.

      Se si ha un po' di ingegno la crisi si supera senza subire un contraccolpo troppo duro (che comunque si sente purtroppo)

      Elimina
  9. si, infatti, ho cercato ed ho trovato altri 'consigli' su come risparmiare in energia elettrica ad esempio. molto interessante, vedo che il blog contiene diverse argomentazioni comunque, sarebbe bello avere questo come punto di riferimento in materia 'risparmi' 'fai da te'. ora, non dico le utopie che trovi nei giornaletti anarchici -robe valide ma alla portata di chi vive esclusivamente in montagna con terra da coltivare- ma piccole dritte valide come quella del pane. non vorrei sembrare fissato ma al momento milioni di famiglie sono nella frustrazione piu' totale derivata dai prezzi di beni consumo primari.
    attendo fiducioso altri articoli
    max cady- non loggato-di nuovo in forma-a breve sul suo questionirritanti.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere sapere che ti sei ripreso!
      Comunque si, farò altri articoli, probabilmente sul risparmio energetico (ho scoperto una cosa che non sapevo...).
      Neanche io sto in montagna ne posso coltivare nulla, per cui non tirerò fuori cose assurde o inattuabili

      Elimina
  10. ciao ho letto attentamente il tuo articolo dopoa ver visto in giro il prezzo del pane a non meno di 3€/kg e di sapore decisamente bruttissimo.... volevo un consiglio, nella attuale casa dove vivo non il forno(il padrone di casa non ha intenzione di metterlo) e stavo pensando di comprarne uno piccolo, avevo pensato ad uno sfornatutto ventilato(130€ circa). Secondo la tua esperienza e anche delle persone sul forum potrebbe andar bene per cocere il pane. Tu a che gradazione inposti il tuo forno elettrico? Grazie Antonio.

    RispondiElimina
  11. Ciao complimenti al tuo articolo, volevo chiederti un consiglio o meglio due.... Nell'attuale casa dove vivo non c'è il forno elettrico, volevo prendere uno sfornatutto ventilato, secondo te andrebbe bene? E poi a che temperatura cuoci il tuo pane? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonio
      Se il forno raggiunge i 220-250 gradi può cuocere benissimo il pane.
      Io uso un forno elettrico e il risultato è praticamente perfetto.
      Il fatto che è ventilato ti può far mettere due piccole teglie, per cui anche se ha dimensioni piccole va comunque molto bene.

      Come acennato prima, il pane ha bisogno di temperature abbastanza alte, io lo faccio a circa 220 gradi

      Elimina
  12. acquistate le farine al Penny sono ottime e costano € 1,15/kg provate quella ai semi di girasole è la fine del mondo!!!!!

    RispondiElimina
  13. A Natale ho regalato alla mia famiglia la macchina del pane (posso fare pubblicità? è una Moulinex). Ho completamente smesso di comprare pane in negozio. Il pane è ottimo anche se ogni volta è diverso (andiamo ad occhio con l'aggunta di latte, sale e zucchero), si conserva una settimana, e inventiamo miscele di diversi tipi di farine (00, manitoba, anche quella di mais). In particolare un'aggiunta di uno o due etti di farina di mais ci dà un pane con crosta croccante e dal sapore particolare! In più è sempre possibile aggiungere noci o altri ingredienti per variare, prima o poi provo con lo zafferano... Il tempo perso per la preparazione è di 5 minuti, meno del tempo necessario a comprarlo in negozio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, è pure divertente!
      Hai provato ad aggiungere una patata bollita all'impasto?

      Elimina