Perchè ci sono tante "tasse"

Con molta probabilità la maggior parte delle persone si è accorta che il carico fiscale in italia è fin troppo alto. Tanto alto quanto soffocante.
Ma perché si paga tanto?

L'italia è una bella repubblica delle banane, e dopo aver letto questo testo forse inquadrerete meglio la situazione.

Iniziamo a specificare che quelle che normalmente si pagano sono IMPOSTE e non TASSE.
Che i giornalisti sono ignoranti è ormai fatto noto, il problema è che tale ignoranza viene sparsa in tutto lo stato, aiutati dalla mentalità del "lo hanno detto in televisione quindi è vero" con buona pace della cultura e dell'intelletto.
La differenza fra tasse e imposte è che le tasse si pagano quando si usufruisce di un servizio specifico, mentre le imposte sono dovuti in base al reddito per far fronte ai bisogni collettivi. Un servizio specifico può essere l'università, e si paga la tassa universitaria (anche se in parte è a carico dei contribuenti) mentre il reddito sono i soldi che guadagna una persona nell'arco di un anno (lo specifico a scanso di equivoci)
I giornalisti e i politici che parlano di "tasse" stanno parlando a sproposito, e spesso a vanvera.

Ma vediamo il motivo per cui sono tanto alte.
Tralasciamo il fatto che la corruzione costa fin troppo.
Quando il governo erige la legge finanziaria devono appunto finanziare i bisogni dei cittadini, come istruzione, difesa, sanità, trasporti ecc
Per far fronte a queste spese devono tenere conto delle entrate dello stato. Queste entrate sono in maggior parte costituite dalle entrate tributarie.
Quindi in base alla PREVISIONE delle entrate annuali si preparano anche le spese. Siccome lo stato queste spese le ha in un modo o nell'altro deve riuscire a coprirle.
Questo cosa significa?
Che se qualcuno evade le imposte, ci sarà un buco, e quel buco lo andiamo a coprire NOI che paghiamo, oppure diventano debito pubblico che pesa con interessi passivi anche enormi.

L'Italia, dicevo, è una repubblica delle banane, dove un evasore fiscale è visto di BUON OCCHIO, viene visto come un FURBO!!! Il massimo del degrado morale e culturale.
Infatti quel "furbo" ha probabilmente condannato migliaia di persone ALLA FAME.
Si perchè quello che non pagano i "furbi" lo pagano tutti gli altri, perchè lo stato deve rientrare per forza nei costi, in tutti i modi possibile.
Questo elevato carico che pesa contro i pochi onesti li affama, e crea ulteriore evasione fiscale.

Cosa significa tutta questa evasione?
Stipendi scheletrici, pensioni anoressiche, consumi bassissimi, servizi ai minimi termini, licenziamenti nei pubblici impieghi e così via con tanti eventi poco piacevoli.

Vi lamentate per i tempi della sanità lunghissimi?
Vi lamentate che ci sono pochi infermieri negli ospedali?
Vi lamentate che la polizia non ha manco la benzina?
Sapete di chi è colpa? Degli evasori e della mentalità primitiva italiana.

Una mentalità che vede di buon occhio un evasore, che non si lamenta se un'opera pubblica costa quattro volte il normale (400%) perchè ci devono mangiare a sbafo svariate organizzazioni più o meno lecite, una mentalità ristretta che crede nelle raccomandazioni.
Una mentalità che hanno molti poveracci.
Quella persona che evade per miliardi poi li fa pagare a loro che la ammirano.

Per ora è tutto

2 commenti:

  1. Veramente i tributi (fiscali) si dividono in: imposte (legate al reddito) e tasse ("corrispettivo" per un servizio pubblico). Qualcuno fa un'ulteriore categoria, i contributi che sono però differenziati dalle prime due per sottigliezze. E poi col tempo la differenza tra imposte e tasse si è sempre più assottigliata, basti pensare che il bollo è un'imposta.

    RispondiElimina
  2. Probabilmente dopo anni la memoria vacilla un poco

    RispondiElimina