giovedì 25 settembre 2014

Prodotti di Soia per Vegani: La Merda!

Nella mia ormai piuttosto lunga esperienza con i vegardi non ho potuto fare a meno di notare che questi si suddividono principalmente in due categorie: gli animalardi, che non mangiano carne per etica, e gli ortoressici che non mangiano carne per motivi salutistici.
I secondi, grazie alla rabbiosa campagna disinformatrice dei primi, sono la maggior parte (motivo per cui nei cortei di protesta ci sono quattro disadattati in croce.
Ebbene, dopo aver scritto "la soia fa male" che mette in guardia dai numerosi antinutrienti, estrogeni e tossine cui si va incontro con l'abuso, ecco che vediamo in dettaglio l'origine di quella merda:


Come ben sappiamo ormai nei supermercati e nei negozi "vegan bio" si trovano un'infinità di prodotti a base di soia che spesso imitano gli alimenti di origine animale. Tanto per non ammettere di avere una tristissima dieta basata quasi solo su un'unica cosa.
Burger di soia, salame veg e tante altre cacate.

Ma la soia che c'è dentro CHE SOIA E'?

Chi ha letto il mio primo libro (secondo in arrivo a breve, è già pronto) è già a conoscenza dell'impiego della soia nell'alimentazione del bestiame. Si trattava del capitolo riguardante il famoso "diamo il mangime degli animali ai bambini africani" tanto caro ai veganimalardi, per cui mi ero concentrato principalmente sulle quantità e nutrimento. In ogni caso avevo fatto cenno ai pannelli di soia e alla farina di frantumazione della soia, residuo dell'estrazione dell'olio.

Perché ho preso in considerazione per il calcolo principalmente la normale soia, invece di liquidare il tutto come scarto punto e basta?
Semplicemente perché il pannello di soia non è impiegato in modo massiccio negli allevamenti.
Quando ho intervistato un allevatore, per informarmi sul materiale da inserire nel libro, gli ho chiesto se facevano uso degli scarti o della soia normale, e lui mi rispose in questo modo:
"No, perché se usassi quel mangime dovrei poi metterci degli integratori, quindi tanto vale dargli direttamente la soia".

Questo è già un segnale dello schifo che fa la roba che ingurgitano i veganimalardi ortoressici mentre tronfi ci augurano un tumore, convinti di mangiare sperma degli dei...

C'è anche da dire che spesso questi sono scarti di scarti, cioè scarti di secondo passaggio!
Infatti esiste la farina di soia, che è il residuo rimanente dall'estrazione dell'olio, piena come una zampogna di antinutrienti in modo ultraconcentrato, ma da questa farina ci estraggono altro!
Prendono questi scarti di alimenti già di per sé poco sani, li lavorano industrialmente in mille maniere usando anche solventi chimici e poi li rifilano ai vegani, invece di smaltirli come rifiuti pagando pure un botto.

Infatti la merda, letteralmente merda, che ne viene estratta, chiamata "proteine isolate della soia", contiene due sostanze cancerogere e tracce di 38 residui chimici derivati dal petrolio.

Abbiamo tutti letto (spero) l'articolo polli animalisti e volpi vegane sul sito di FederFauna, ad opera di Massimiliano Filippi, in cui ha snocciolato alcuni dati mettendo in evidenza gli altissimi margini di guadagno dei prodotti per vegardi, che hanno un prezzo clamorosamente alto.
Roba venduta 30 euro al kg in cui dentro c'è merda e qualche legume.
Merda, venduta a peso d'oro!

Dicevo, prima di descrivere quanto fa schifo questo sottosottosottoprodotto della soia, che agli animali è indigesto, non ne mangiano o ne mangiano poco. Per cui ci sono tonnellate e tonnellate di queste materie, che a buttarle via costerebbero un casino, e visto che nutrizionalmente fanno cagare il cazzo, vengono venduti ai vegardi a peso d'oro, molto più costosi dei prodotti di qualità, DOP, stagionati a base di carne.

Noi tutti siamo di fronte a dei cestini della spazzatura, i tritarifiuti del nuovo millennio, discariche, latrine, cessi, veri e propri mangiamerda del cazzo.
Il bello di tutta questa storia è che di prodotti a base di soia sani e non dannosi ce ne sono pochissimi, ma questi spendono l'ira di dio per comprare scarti di scarti nutrizionalmente poverissimi, che vengono addizionati con un casino di roba industriale, che contengono residui tossici o cancerogeni, e ci guardano dall'alto in basso convinti di guardare dei trogloditi con i giorni contati.
Loro sono l'elite dell'umanità, loro vivranno in eterno! Mangiando merda antinutriente contaminata pagata centinaia di volte il suo valore reale...

Cari miei, qua i veri mangiamerda non siamo noi normali, ma siete voi vegardi del cazzo che vanno nei negozietti veg a spendere 250 euro per la spesa di una settimana (se va bene) per portare a casa scarti di scarti passati per almeno quattro processi industriali (alcuni fatti di diversi passaggi a loro volta).
Parlate di nutrizione.
Parlate di salute.
Parlate di inquinamento.
Parlate di consumo di risorse.
Siete solo dei poveri coglioni, state zitti che ci fate figura migliore.

Soia

20 commenti:

  1. Purtroppo più li sputtani più si ringalluzziscono. Mi sa che, oltre alla toxoplasmosi, anche questa loro "alimentazione" è responsabile degli estesi danni cerebrali di cui soffrono.

    RispondiElimina
  2. Che schifo D: Ma c'è da dire che chi sfrutta la cosa è furbo LOL Invece di buttare gli scarti, li ricicla a queste marionette prive di capacità razionali X°D E va beh, selezione naturale. Continuo a esserne sicura.
    Mangia meglio il bestiame che loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A voja!
      Nel nuovo libro c'è un capitolo apposito sull'alimentazione del bestiame.
      In ogni caso chi ci si arrichisce fa benissimo, altroche cazzi, il problema sono quei coglioni che berciano stronzate

      Elimina
  3. Sulla soia potreste anche avere ragione, ma sul resto siete la spazzatura cerebrale dell'umanità.

    RispondiElimina
  4. Per esperienza personale : La maggior parte dei vegani lo diventa per motivi etici. Il vegano salutista spesso "crolla". Un pò come chi decide di smettere di fumare (motivi salutistici), spesso torna a fumare. E spesso chi è vegano per motivi etici se ne frega della componente salutista. Un pò come gli "onnivori" che non si fanno problemi a mangiare male e troppo.
    Saluti, da un veganimalardo ahaha
    ciao a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la maggior parte dei vaganimalardi NON ha la minima idea della merda che mangia, dopo tutto è solo un povero decerebrato che CREDE di salvare il mondo, mentre è solo un povero idiota da spennare

      Elimina
  5. Le cagatine alla soia non sono comunque la base dell'alimentazione di vegani/vegetariani ma una cazzatina da prendersi una volta ogni x. Chi basa la sua alimentazione su questi alimenti ha dei seri problemi.
    Non per entrare in polemica ma non è che tra noi onnivori ci siano cose migliori basta pensare a tutti gli alimenti a base di carne separata meccanicamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non immagini nemmeno quante "ricette" a base di merda farcita di merda con contorno di merda e glassa di diarrea girano in quegli ambienti...
      In ogni caso la carne separata meccanicamente è comunque carne, con nervetti e qualche osso frantumato, roba che si mangia tutti i giorni. Non è molto sana perché grassa e contiene conservanti (per cui bisognerebbe mangiarne poca) ma la materia prima è genuina, non si tratta di sterco pieno di antinutrienti o tirato fuori in mille passaggi industriali.

      Elimina
    2. Sono sempre lo stesso anonimo!
      So bene quali ricette girino nell'ambiente in quanto dotato di fidanzata vegetariana e ogni tanto (sottolineo quell'ogni tanto) alcune cose le mangia.
      La csm è il recupero di uno scarto di macellazione, ci si facevano le crocchette per i cani fino a poco tempo fa...

      Elimina
    3. Scarto di macellazione che sono riusciti a utilizzare con la separazione meccanica.
      La base è comunque roba buona. Non credo che quando finisci di mangiare carne con l'osso se rosicchi la parte rimanente stai mangiando la merda.

      Elimina
    4. Le danno anche tutti i giorni ai bambini

      Elimina
  6. E a te che problema causa tutto ciò? Qualche "vegardo" ti sta rubando il cibo? Sinceramente non comprendo tutto questo accanimento contro i vegani... Se facessero concretamente qualcosa di male a voi o ad un vostro caro potrei capire, ma non penso sia così... Magari esponendo le loro teorie ti fanno sentire in qualche modo in colpa? Ti senti intaccato dalla loro ideologia? Innanzitutto non è detto che un vegano si alimenti di tutto ciò, non è necessario per una dieta equilibrata senza alimenti animali, alcuni li mangiano si, ma non tutti, o altri lo fanno una volta ogni tanto (e la maggior parte della popolazione ALMENO ogni tanto mangia schifezze; e ogni tanto vale se le persone sono consapevoli di cosa acquistano, altrimenti si potrebbe anche dire un "quasi sempre"). In ogni caso la merda gira ovunque, e i negozi biologici (probabilmente parli di ciò quando dici negozietti veg perchè i negozietti completamente vegani sono molto rari) non ne sono più ricchi, anzi. Nemmeno il biologico o il vegano sono realmente garanzie perchè nell'attuale società cercano sempre di raggirarci per aumentare al massimo il profitto ma magari danno qualche garanzia in più rispetto a molti prodotti di marche famose che si trovano nei normali supermercati. Basta dare un'occhiata alle etichette e vedere gli ingredienti o informarsi sul come lavorano le multinazionali (dalla barilla, alla nestlè, coca cola, kellogs, kraft ecc). Certo, ci sono alimenti vegani fatti con gli scarti della soia, ma ci sono alimenti non vegani fatti ugualmente con scarti vegetali e animali. Anche solo gli oli che vengono usati spesso nei cibi vengono estratti con prodotti chimici, oppure la gelatina alimentare che si fa con gli scarti animali, la margarina (usata anche in moltissimi alimenti non vegani) è ricca di scarti vegetali e lo stesso le patatine, le merendine, ecc ecc, per non parlare di additivi ecc. Dai un po' un'occhiata alle etichette senza concentrarti solo su quelle delle cose vegane e vedrai quante schifezze ci sono. Non additiamo gli altri se prima non guardiamo noi stessi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahahahaha, ma dai! Vieni in questo blog a dire che i veganimalardi non fanno male a nessuno?
      Caschi male, caschi veramente male

      Elimina
    2. A parte il fatto che un vegano ha sempre carenze di amminoacidi essenziali e che l'unico modo per evitarle è riempirsi di abomini come quelle schifezze a base di soia (sarebbe meglio consumare carni, in verità), tu parli di schifezze perché sei ignorante e non sai cosa stai leggendo. Sicuramente sei uno di quelli che gridano allo scandalo quando negli ingredienti leggono acido-L-ascorbico oppure la sua sigla E300 che lo indica. Peccato che sia semplice vitamina C, usata spesso come conservante o acidificante. Lo stesso dicasi per l'acido citrico (che si trova in agrumi e pomodori), indicato spesso come E330 e che comunemente usato come conservante.

      P.S. qualcuno mi può spiegare perché ci sia così tanto odio per la gelatina che è solo collagene estratto bollendo ossa e cartilagini?

      Elimina
  7. vai a fare in culo! GO VEGAN!

    RispondiElimina
  8. Io spendo 250 euro a settimana, ma solo perchè voglio il meglio, loro invece perchè vogliono la merda ahahah

    RispondiElimina
  9. Veramente il latte di soia lo date anche ai bambini, quindi invece di sfottere l'autore dell'articolo, guardate le porcherie che mettete nel vostro piatto ;)

    RispondiElimina