venerdì 29 luglio 2016

Nessun attentato in Italia perché non conta un cazzo?

Si lo so, adesso arriva il ciabattaro di turno a dire "eh ma scherzavano", ma a me il quadro generale sembra tutt'altro che uno scherzo. Da diverso tempo infatti lo sport nazionale più praticato, dopo urlare al televisore durante la partita di calcio, è "smerda il tuo paese a tutti i costi". Cosa che hanno notato pure gli stranieri e se non ricordo male l'avevo già accennato. In ogni caso stavolta a far "ridere" sarebbe il fatto che hanno colpito mezza Europa tranne noi perché "non contiamo un cazzo"

Attentati in Italia


Tanto per cominciare ci tengo a sottolineare che chi ha detto che "ci protegge la mafia" è un povero cretino affetto da allucinazioni che farnetica in modo sconnesso. La mafia è un danno, sempre, spero il concetto sia chiaro.

Torniamo al punto, cioè alla assenza (per ora) di attentati riusciti in Italia.
Molti ovviamente stanno lì a dire che non contiamo un cazzo, che non ci caca nessuno, che ai francesi e tedeschi, inglesi e belgi, olandesi e chissà chi altri va male perché son fighi.
Noi no, a noi non attaccano perché siamo e neri (cit) e brutti.
Abbiamo la spazzatura, il governo Renzi, il canone rai e i crocifissi nelle scuole.
Ma quando mai ci attaccano!!! Uno centoundici.

Poi vieni a sapere, citando il buon Nebo, che di attentati da noi ne sono stati architettati parecchi, ma finora sono stati sventati (almeno quelli recenti di matrice "stato islamico" demmerda).

Dietro questa foto c'è una bella storiella: questi terroristi, intelligentissimi, hanno postato questo scatto su twitter. L'intelligence statunitense li ha intercettati e sono andati ad ammazzarli. Geni eh. Beh se erano terroristi tanto furbi non dovevano esserlo già in partenza...
Poi senti la notizia di tre marocchini arrestati per proselitismo e reclutamento di terroristi, perché ad una ragazza è arrivato un messaggio whattsapp con la foto di una marocchina con un kalashnikov in mano. Avvisati i carabinieri, questi hanno ricostruito tutta una serie di contatti, scambio di messaggi, telefonate, profili social che stavano indubbiamente facendo proselitismo e hanno arrestato due e denunciato il terzo. Per ora le accuse sono di spaccio di droga, ma non è che sia difficile capire che dietro quei messaggi c'è qualcosa che non va.

Mica come in Francia, quando le intelligence degli altri paesi hanno avvisato che erano presenti persone pericolose nel loro territorio e loro hanno detto "ah si ok", e poi hanno attentato charlie hebdo...

Oppure l'imam che si è radicalizzato sempre di più, fino a chiamare la figlia "jihad", sputtanato dai "suoi" fedeli (non tutti sono terroristi, non discriminateli tutti a priori perché stavolta hanno fatto un lavoro egregio), espulso dal paese perché pericoloso.

Mica come in Francia, che erano stati avvisati che la Promenade era ad alto rischio attentato e hanno messo una manciata di poliziotti a sorvegliare km e km di strada.

Oppure i belgi che si sono fatti scappare un terrorista perché la legge vieta di disturbare le famiglie dopo le 10 di sera. Sia mai che svegli un tagliagole durante la pennica eh.

Questo non per puntare il dito contro gli altri paesi, ma per far notare la differenza fra le nostre forze dell'ordine e quelle europee: se dagli altri gli attentati li fanno così spesso non è perché sono più bersagliati di noi, ma perché riescono a bypassare i controlli delle autorità.
Da noi è molto più difficile, difficile ma non impossibile e potrebbe capitare la volta che va male, perché abbiamo una difesa con i controcoglioni.
Forgiata da anni di attentati terroristici rossi, neri, mafiosi e religiosi (tutti dimenticano che hamas ha fatto saltare in aria un po' di connazionali, soprattutto qualche politico naive che pretende di visitare la striscia di Gaza, sputando merda contro Israele) certo, ma hanno imparato e pure bene.
Anche negli altri paesi ci sono stati molti attentati, ma non hanno imparato molto.

E a questo aggiungo le numerose minacce del "califfato" (io lo chiamerei coglionato) verso il nostro paese, che è dall'inizio che minacciano di "conquistare Roma", e hanno reiterato poco tempo fa.

Eh ma noi non contiamo un cazzoh!!11 La grande bellezza non merita l'oscar perché non fa vedere la spazzaturah!111! Il nostro paese è una merda perché le ferrovie doppie come in Europa!111 (spoiler alert: non è vero) Eh ma il governo non eletto!11!!

Ma vaffanculo.
Ne abbiamo parecchi problemi, ma quello principale è la popolazione. A guardare laggente viene vearmente da pensare "che paese di merda!".

6 commenti:

  1. Siamo un paese di merda, sul serio, però in alcune cose siamo più avanti, soprattutto dei francesi e dei belgi, che insistono a prendere le cose sotto gamba nonostante gli attentati. I loro attentatori era tutta gente nata e vissuta sui loro territori e già abbondantemente schedata dalla polizia; ma se ne sono strafottuti.
    E poi (sia chiaro: questa è una mia battuta ironica) i terroristi non attaccheranno mai i loro fornitori di armi favoriti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non per essere pessimista, ma prima o poi riusciranno a fare qualcosa pure da noi

      Elimina
    2. Sì, ma ci si devono mettere d'impegno - e ho pure scritto in un mio post (scusa, solo dopo ho visto che avevi scritto anche tu sull'argomento...) che non ci arrivano col cervello.

      Elimina
    3. Dumduredum... Guarda che anche i fracesi e i belgici, e in generale tutti i paesi UE sono ''fieri'' produttori di armi, eh (capisco che eri ironico, giusto per fare il vecchio Nerd )

      Elimina
  2. Guarda Palle, hai dato voce ai miei pensieri. Devo assolutamente far leggere questo post alla mia combriccola (o e la mafia o il paese demmerda!!) chissà che a qualcuno non gli si illumini il cervello

    RispondiElimina