sabato 28 giugno 2014

Di Battista propone di vietare la carne

Ogni tre per due salta fuori un genio del male a sparare le solite puttanate trite e ritrite sul "danno ambientale" causato dalla "Karn€". Stavolta è stato un parlamentare grillino (tanto per non far credere che nel mentre abbiano iniziato a ragionare) che impunemente ha rifilato la pappa sia sottoforma di disastro ambientale (nonostante la FAO abbia mentito e AMMESSO di averlo fatto) ma anche strizzando l'occhio ai razzisti addittandolo come causa dell'immigrazione clandestina.


Bando alle ciance e vediamo una per una le puttanate siderali sparate da questo personaggio:

"Le monocoltivazioni di cereali rivolte agli allevamenti intensivi sono una delle cause dell'abbandono delle campagne da parte dei contadini che si riversano nelle periferie degradate delle città per poi fuggire direzione UE o USA. Ci avevate mai pensato?"
E come no!
A parte il fatto che ormai l'ho detto fino alla nausea che gli animali consumano molto meno terreno se allevati intensivamente che pascolati, che non mangiano cibo a noi commestibile e tutto il resto, mi devono spiegare come potrebbe succedere che del LAVORO causi l'abbandono delle campagne.
Sul serio, se questi hanno una produzione agricola che rende denaro in quanto esportano il prodotto, perché dovrebbe mandare gente nelle periferie degradate?
E' la prima volta che sento che il lavoro causa povertà...

"Avete mai pensato che gli allevamenti intensivi di bovini sono responsabili dell'effetto serra e di quei cambiamenti climatici che producono siccità e desertificazione ovvero cause dell'immigrazione clandestina?"
Hai mai pensato di informarti seriamente e scoprire che magicamente non è vero un cazzo di quanto hai ripetuto a pappagallo? Parlamentare strapagato per dire fessate?
Come ho già detto, sia nel blog che nel libro, il totale dei gas serra emessi dall'agricoltura è del 14%, e le emissioni per gli allevamenti sono comprese in quel totale.
Come cazzo si fa ad attribuire cambiamenti climatici ai soli allevamenti di bovini che rappresentano si e no il 4% del totale delle emissioni? Roba che solamente le nostre abitazioni ed edifici commerciali impattano per l'8%? Spianiamo le case per evitare la desertificazione?
Seriamente, sono perfino stufo di ripetere queste cose.

"Avete mai pensato a quanto il consumo occidentale di carne (per produrre una proteina animale ne occorrono 7 vegetali) abbia spinto classi dirigenti africane a disincentivare l'agricoltura di sussistenza la cui perdita causa povertà, altra responabile dell'immigrazione clandestina?"
Stronzata intergalattica.
Prima di tutto, e lo ripeto per la duemillesima volta, di tutti i vegetali che si danno agli animali solo il 10%, massimo 15% potrebbero essere per noi commestibili, quindi sinceramente ne ho le palle piene di leggere di questi paragoni.
E' come dire che usare le macchine è una coglionata, perché se per un viaggio usiamo 10 litri di benzina con la macchina ma andando a piedi beviamo due litri di acqua allora dovremmo andare a piedi bevendoci la benzina! E' una coglionata colossale e senza precedenti, solo un cretino può crederci, cazzo.
Arriviamo alla questione "disincentivazione degli agricoltori per kolpa della karn€": è tutto da dimostrare! Affermazioni fatte a cazzo di cane non modificano la realtà.
Vediamo cosa scrive la FAO a proposito (ente veganimalardo ambientalardo che è arrivato a mentire spudoratamente per far propendere al vegardismo, specifico):
"Il rapporto fa notare che in molti paesi a basso e medio reddito i contadini sono spesso disincentivati a investire.  Sono molti infatti i fattori che riducono drasticamente gli incentivi a farlo: cattiva amministrazione governativa, assenza di regole giuridiche, alti livelli di corruzione, diritti fondiari incerti, pratiche commerciali arbitrarie, tassazione agricola alta rispetto ad altri settori, qualità e livelli inadeguati di infrastrutture e servizi pubblici.

I piccoli contadini devono poi fare i conti con altre e gravi difficoltà, tra cui situazioni di povertà estrema, diritti fondiari deboli e scarso accesso ai mercati e ai servizi finanziari."
DOVE CAZZO SI LEGGE CHE E' PER COLPA DEGLI ALLEVAMENTI EUROPEI!?
Come dite voi grillini: SVEGLIAAAAAAAAA!

"Avete mai pensato che molte guerre vengono combattute per il rifornimento idrico fondamentale per l'industria della carne?"
Fantastico, dopo il progetto di alimentare gli africani con paglia e fieno nasce il progetto "agli africani l'acqua non serve, la bevono solo gli animali". Come era quel detto, l'acqua alle rose?


31 commenti:

  1. Vabbè... stiamo parlando di un Grullino, c'è anche bisogno di specificare che, non può che dire stronzate intergalattiche?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pretendere che un grullino capisca qualcosa è come pretendere che una che fa la puttana da 50 anni sia illibata, solo i grillini (che hanno TUTTI un Q.I. < 10)ci possono credere

      Elimina
  2. è insopportabile, non fa più ridere, davvero, ha superato da tempo il limite.
    Irritantissimo, da un parlamentare poi cazzo, un parlamentare.
    Passeranno alla storia come coloro che hanno risollevato l' immagine pubblica di lega nord e forza italia.

    RispondiElimina
  3. non dimenticarti di questo.

    http://www.tempi.it/da-completare-lesperimento-del-menu-vegano-nelle-scuole-milanesi-e-stato-un-flop-tonnellate-di-tofu-finite-nella-spazzatura#.U67ikPl_tqV

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono incazzato parecchio per quel episodio: odio che si butti via il cibo, è un crimine

      Elimina
    2. Il tofu non è cibo, dai! ;)

      Elimina
    3. Si Fabrizio, qui hai detto tu una stronzata galattica: buttare via il cibo è cattiveria, ma chiamare cibo il tofu è masochismo.

      Elimina
  4. Si è vero che molti dei vegetali che si danno agli animali l'uomo non potrebbe nutrirsene. Ma è anche vero che l'allevamento intensivo, soprattutto in certe regioni d'europa come il nord italia, non può sostenersi con le sole produzioni agricole aziendali e deve ricorrere all'acquisto di foraggi esteri, anche perché l'animale necessita di fieni ed insilati diversificati, miscelati nell'unifeed per ottenere le massime prestazioni di produzione che la genetica dell'animale consente.
    Inoltre alcuni insilati, come il mais e la soia, non sono adatti all'uomo solo perché vengono raccolti in una fase prima della maturazione completa della granella, ovviamente non so quanto sia il risparmio in termini di fertilizzanti col raccogliere prima le piante ma non credo che compensi. Inoltre certe colture potrebbero essere sostituite con colture per l'alimentazione umana e progettare gli allevamenti in modo che il numero di animali sia compatibile con la superficie di campi aziendale. Basta guardare i dati sull'eccesso di azoto in lombardia per rendersi conto che la situazione non è così rosea.
    Comunque le puttanate sull'inquinamento sono veramente puttanate, anche perché una macchina che emette gas serra non produce nulla, con una vacca ci fai il latte o la carne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'insilato di mais però è composto da TUTTA la pianta.
      Non solo è raccolto prima della maturazione, ma comprende tutta la pianta. Per cui dire "danno 7 kg di mais alle vacche invece di darlo ai pampini africani" è falso, perché di quei 7kg forse, forse, ne sarebbero stati commestibili 400 grammi (forse eh, ci sono anche i chicchi che si rovinano con le intemperie, insetti e quelli che sono "brutti").

      Elimina
    2. L'espressione "eccesso di azoto" è del tutto priva di significato, perché non si capisce che forma di azoto intenda: nitrato? Nitrito? Azoto biatomico atmoferico? Ammoniaca?
      Te lo dico io: il problema è l'inquinamento delle falde provocato dall'uso massiccio di fertilizzanti di origine animale per l'agricoltura, che porta molti nitrati nelle falde. Il problema non è l'allevamento, ma sono gli agricoltori che non sono capaci a dosare i concimi.
      Secondo, agli animali si dà TUTTA la pianta oppure scarti della produzione di cereali (la paglia), oppure l'erba medica usata per far riarricchire i terreni di composti dell'azoto.

      Consiglio di smettere di leggere le boiate dei vegani.

      Elimina
    3. Non leggo le boiate dei vegani, anzi le aborro. Mi sembra di aver specificato bene che le piante date agli animali vengono raccolte a diverso stadio di maturazione e parlando di insilati credevo fosse scontato che sapessi che si usasse tutta la pianta. Comunque l'eccesso di azoto non è dovuto solo all'incompetenza degli agricoltori. La produzione zootecnica in lombardia è troppo elevata, la produzione di reflui zootecnici è troppo alta rispetto alla superficie destinata a coltivazione, infatti l'italia aveva messo un tetto massimo di animali allevabili sul territorio nazionale, vietando gli allevamenti privi di terreno (cioè quelli che compravano tutti i foraggi senza avere una propria produzione che prevede l'avere dei campi); purtroppo però ormai la produzione zootecnica si è spostata quasi interamente in lombardia dove non fare allevamento intensivo sarebbe un crimine visto che è l'unico posto in italia dove è possibile farlo. Ma comunque non si può negare che c'è un problema di eccesso di reflui zootecnici rispetto alle necessità, e quei reflui non possono essere trasportati altrove visto che costerebbe troppo. Comunque prima dell'avvento dell'allevamento intensivo, la presenza di animali era proporzionata a ciò che il territorio poteva offrire in termini di risorse, perché credo che lo sappiate che non si può fare agricoltura senza allevamento e allevamento senza agricoltura...

      Elimina
    4. ah quindi sono gli agricoltori che sono dei coglioni
      a saperlo prima

      Elimina
    5. Oltretutto c'è la direttiva nitrati che vi dovrebbe accendere una lucina nel cervello e farvi capire che non è colpa degli agricoltori ma proprio dell'eccesso di carico zootecnico sul territorio lombardo.

      Elimina
  5. La mole di luoghi comuni, ignoranza e fantismo di questo tizio è a dir poco impressionante, dovrebbe stare al manicomio e non in Parlamento pagato da tutti noi.

    Comunque, secondo me sta fancendo una cosa ancora più subdola e non gli interessa veramente la causa vegana: di battista è uno dei volti più noti del M5S ed è caratterizzato da un ego a dir poco colossale, spropositato. Dato che ultimamente di maio lo sta oscurdando in visibilità, questa follia potrebbe essere un modo per di battista di tornare a far parlare di sé e soddisfare l'ego.
    Un fallito letteralmente miracolato dal web farebbe qualuque cosa per non tornare a essere la nullità che era prima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E aggiungo che i residui colturali da un eventuale coltivazione di mais a granella verrebbero lasciati in campo e questo permetterebbe una minor fertilizzazione l'anno precedente. Perché è vero che della pianta di mais alla vacca si da intera, ma si raccoglie a maturazione cerosa della granella, non a maturazione completa (come quella destinata per la produzione di farine di mais concentrate, che per la cronaca si usa anche quella in allevamento) perché la pianta sarebbe eccessivamente lignificata e quindi la cellulosa non sarebbe digeribile dall'animale che quindi produrebbe di meno con anche problemi di acidità del rumine a causa di un eccesso di amidi. So di cosa parlo, ovviamente non c'è una soluzione magica al problema ma ridistribuire le aziende zootecniche sul territorio nazionale dovrebbe essere uno degli obbiettivi della politica agraria italiana.

      Elimina
    2. anche scrivere che GLI agricoltori non sanno faree il proprio lavoro e' un luogo comune

      mio cugino una volta e' anche morto pensa te

      Elimina
  6. A parte che a quanto vedo io valori del 14% dell' emissione di gas serra non riguardano l' "agricoltura" ma proprio la filiera zootecnica (fao 2013) ed è comunque una ( se non La) stima più ottimistica dato che arrivano anche al 50% per altri (World Watch Institute). Gestire le cifre che più ci fanno comodo e tralasciare con cosa bilanciamo tale inquinamento, quantunque esso sia, ovvero con un'alimentazione sbilanciata e nociva. Insomma 2 volte coglioni. Tra l'altro non si tiene in considerazione la grossa proporzione di metano emesso, gas estremamente più nocivo della CO2 , dell'inquinamento e dispendio idrico e della maggior deforestazione etc. Ammesso e non concesso che non mangino cibi commestibili ( fonte?) potresti spiegare a quel punto in che modo essi non siano coltivati AL POSTO di cibi edibili per gli umani? Non avrebbe senso altrimenti l'obiezione. Spero di aver frainteso questo "gli animali consumano molto meno terreno se allevati intensivamente che pascolati". Certo l'italiano della frase non aiuta, ma sarebbe difficile fare i fighi nel promuovere una maggior intensificazione degli allevamenti. Dice cazzate Di Battista? Alcune. In questa pagina non solo se ne leggono altrettante,ma considerando il fatto che il messaggio di fondo " mangiamo troppa carne" è piuttosto difficile da smentire e ed solo il risentimento contro quest'accusa che muove tutte le argomentazioni, possiamo dire che è tutto animato da una coscienza sporca e offesa volta a riaffermare la liceità di uno stile di vita malato. Lo sai quante proteine assimiliamo in un pasto e quanto è lo spreco? Pur di peggiorare il nostro stato di salute (e non mi riferisco ai deliri sui tumori eh ma a cose terra terra come sovrappeso e colesterolo ad esempio) e buttare miliardi pubblici in sanità portiamo avanti un modello che tutte le ricerche dimostrano non sostenibile, specialmente se esteso a tutta la popolazione umana. Mangio carne, anche tanta, non ne faccio nessuna questione morale, semplicemente non mi rode il culo se qualcuno mi ricorda i problemi legati a quest'alimentazione. Tra le altre cose il paragone con l'auto è stupido sia perchè le cifre sono sparate a caso solo per farlo funzionare ( è una ferrari la macchina?) sia perchè c la macchina ci è indispensabile, mangiare troppa carne..ehm...devo spiegarlo?.... no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cazzo?
      In Italia prima di tutto non c'è troppo consumo di carne, come potrebbe avvenire in altri paesi, per cui se anche fosse una realtà in altre zone non vedo perché NOI dovremmo fare qualcosa.

      Quindi gli allevamenti inquinano per il 50% del totale delle immissioni?
      Seriamente, vai in un allevamento e dopo vai in una acciaieria o qualche industria, e dimmi dove c'è più inquinamento.
      Sarà che vicino all'ilva di Taranto muoiono tutti di cancro mentre vicino agli allevamenti se sentono odore di letame è il massimo del fastidio?

      Poi riguardo al cibo, ed è la milionesima volta che lo ripeto, di un campo coltivato tu mangi solo il frutto, prendi d'esempio il mais: della pianta è commestibile solo il chicco, che rappresenta si e no il 10-15% dell'intera pianta, il resto è cellulosa e non te lo puoi mangiare.
      All'animale viene data TUTTA la pianta, per cui ha una resta molto maggiore rispetto all'eventuale cibo commestibile alle persone. Solo che non è sprecato, perché ci ottieni la carne, il cuoio e tutta una serie di prodotti utili che sono decine e decine.

      L'esempio con la macchina è un modo di far comprendere meglio la cosa, se non lo capisci sei stupido all'ennesima potenza.

      Elimina
    2. " coltivati AL POSTO di cibi edibili per gli umani?" allora non hai letto le risposte che ti sono state date. Facciamola semplice: TU mangi le granaglie, che sono le cariossidi (frutti) di alcune piante. Rimosse le cariossidi che te ne fai con le piante? Le dai agli animali che le mangiano e le trasformano in latte e carne, quindi trasformi rifiuti in cibo. Le coltivazioni apposite di materiale per l'allevamento sono una frazione scarsa del totale, consiglio di andare a far visita alle campagne per scoprire come si lavora invece di stare in città a leggere idiozie su un monitor.

      Elimina
  7. Io non capisco. Ma siceramente, se sono così tanto pro-ambiente sti cazzo di vegani/vegetariani, invece di perdere tempo a rompere il cazzo e basta (dando la colpa a cose che non centrano niente) perché non fanno qualcosa di utile per tutelarlo sul serio? Già secondo me meritano un sacco di schiaffi solo perché credono di salvare il mondo semplicemente mangiando esclusivamente verdurine, ma dato che cercano di boicottare anche il lavoro onesto e la dieta altrui, direi che meritano anche un sacco di calci nel culo.
    Davvero! Tremila discorsi dove criticano allevatori, agricolotori e ricercatori dipingendoli come bastardi/assassini contro madre natura, e non uno che magari parli (ad esempio) di come la mafia interri schifezze velenose da anni che, guarda un pò, quello sì che distrugge l'ambiente! Ma a quanto pare no, dopotutto è molto più facile assaltare centri di ricerca piene zeppe di persone perbene o le piccole imprese, piuttosto che andare a rompere il cazzo a chi ti fa fare una brutta fine per davvero!
    Bah! La verità è che questi vegazzi e animalardi sono tutti dei vigliacchi che hanno bisogno di sentirsi eroi. Anche se fanno più danni che risolverli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro credono di fare bene all'ambiente mangiando vegano e biologico. Non sanno che in realtà così fanno addirittura peggio.

      Elimina
  8. """"" disastro ambientale (nonostante la FAO abbia mentito e AMMESSO di averlo fatto)""""""

    Hai un link nel quale spiega questa vicenda?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è un link che ho inserito anche nel mio libro:
      http://washingtonexaminer.com/dont-blame-climate-change-on-the-cows/article/5444
      Ha confessato, ma questo non è bastato e quella menzogna passa ancora per vera.

      Elimina
  9. mi pare fabrizio che questa notizia non e' sia una bufala tout-court, avrebbe dovuto spiegarsi meglio il dibba nazionale, tutto qui
    se poi e' per rimarcare quanto mentecatti sono questi qui, grillini et co, allora va bene :)

    max cady

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il dibba è un grullino di merda, cosa si può pretendere da un decerebrato idiota come lui? SOLO CAZZATE. ED INFATTI SPARA SOLO cazzate A RAFFICA

      Elimina
  10. E' una bufala de "il giornale", e non so se sia peggio credere alle sciechimiche o a il giornale... verificare prima le fonti no, eh?

    RispondiElimina
  11. Non so se sia più squallido questo articolo o voi che commentate e insultate senza informarvi, ma lo fate per il gusto di insultare un grillino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qualsiasi insulto ad un grillino è SEMPRE inferiore alle CAZZATE che il grullino dica.
      Credo che i grullini sian LA PEGGIOR MERDA della rete e la dimostrazione che il voto dato agli IGNORANTI e agli incompetenti (forsa ma SOLO FORSE onesti) è MOLTO pericoloso

      Elimina
    2. complimenti per l educazione, coglione

      Elimina
  12. Palle quadre,chiedo venia che quello che sto per chiederti non c'entri nulla con questo articolo,ma ti supplico di dedicare quattro parole circa le altre nuove stronzate dette da Di Battista :http://www.beppegrillo.it/2014/08/isis_che_fare.html
    Un concentrato di balle pseudo-intellettuali e perbeniste di sto'cazzo dove si raggiunge la sublimazione quando afferma che "dovremmo smetterla di considerare il terrorista un soggetto disumano con il quale nemmeno intavolare una discussione",riferendosi con "terrorista" a i membri dell'ISIS(Con qui Al-Queda stessa ha smesso d'avere rapporti perché troppo violenta per Al-Queda stessa!!!),i quali hanno già apertamente affermato il loro obiettivo:uccidere chiunque non sia musulmano sunnita.
    Stanco ed incazzato che simili coglioni si trovino al governo e facciano tanto i radicali,tanto radicali da dire di intavolare discussioni con chi sgozza e stupra senza ragioni,io accoratamente spero che tu scriva quattro parole(incazzatissime) su questo tuo spazio virtuale di media rivelanza pubblica.
    Ah,comunque,sono convinti che tutto ciò sia un complotto degli USA per invadere l'iraq e nei commenti sotto l'articolo merda le due italiane rapite vengono considerate deficienti.
    Sono molto incazzato anch'io...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "i coglioni che si trovano al governo" sono PD+NCD.

      Elimina