lunedì 16 settembre 2013

L'inganno animalista - Opinioni esterne



Dalla pubblicazione del libro ad oggi l'opera ha già ricevuto alcuni commenti e opinioni da parte dei primi lettori. Si tratta del miglior metodo esistente per rendersi conto se un lavoro è fatto bene o meno, quindi ho deciso di riportarle a chi legge il blog per rendere un'immagine quanto più veritiera possibile sul libro:

Quello che mi ha fatto più piacere, lo ammetto, è stato l'apoggio al mio libro da parte di FederFauna riportando l'anteprima del libro sul sito ufficiale (Link).

Da li è stato poi riportato su un forum di appassionati di caccia (Link) dove fino ad ora tutti i commenti sono stati più che positivi.
Ovviamente questo non può farmi che piacere, visto che si tratta di persone che sicuramente conoscono bene gli animali e conoscono benissimo una buona parte degli argomenti di cui ho parlato nel libro.

Ci sono anche le opinioni dirette, come quella di Massimo:
"Il libro tratta in modo coerente il tema dell'animalismo fanatico. Il testo è di facile lettura, scorrevole, ben diviso nei suoi argomenti, il che rende, non solo, la lettura gradevole, ma anche il tema di facile comprensione. Tocca alcuni argomenti complessi in modo molto semplice da comprendere. Inoltre si coglie una lieve vena di ironia, per nulla fuori luogo, che è nota ai lettori del blog dell'autore. Consigliato vivamente. "

E quella di Valentino, anche se non ha ancora terminato la lettura:
"Ciao ho cominciato a leggere il libro. Sono già a un quarto, lo sto divorando. A parte qualche piccolo errore di ortografia, il libro è molto scorrevole e gli argomenti ben illustrati. Ho trovato molto completa e ben dettagliata la parte in cui spieghi l'alimentazione degli animali negli allevamenti intensivi. C'erano parti di cui anche io non ero a conoscenza (la farina del mais da cui è stato già estratto l'olio per esempio).
Ho molto apprezzato anche la parte in cui parli dell'estrazione del metano dal letame, una pratica che da noi viene stupidamente ignorata con una perdita di soldi veramente ingiustificabile.
"

Piccola nota: era la farina di soia, deve aver scritto una cosa pensandone un'altra.


Al momento attendiamo le impressioni di chi ancora non ha avuto il tempo di leggere il libro.

Ricordo a tutti che una buona parte delle informazioni contenute nel libro sono inedite nel blog o comunque più approfondite e dettagliate.

Il libro è reperibile sulla piattaforma Lulu, a questo link: L'inganno animalista di Fabrizio Leone

Reperibile anche su Amazon: L'inganno animalista versione Kindle

5 commenti:

  1. Ciao Fabrizio
    complimenti per il libro e per le incoraggianti recensioni. A questo punto credo che il tuo prossimo e-book dovra' essere "gonzi e complottisti : uno scontro fra titani"
    una domanda, come mai non la versione cartacea ? costosa? noie con la distribuzione? come funzia con la carta?
    ehm non proprio 'una' domanda :) ...
    Tra l'altro ho appena scaricato Adobe Digital che permette di leggere i titoli e-book e funziona alla grande. Cerco di comprare il tuo al piu' presto, mi interessa e poi, finalmente, uno dei pochi testi 'anticomplottisi' attualmente in giro [ parlo almeno per la 'scena' debunker del web ] ; quindi, non avresti potuto fare di meglio.
    La butto li' : ti venisse mai in mente di fare un qualcosa sul complottismo, fai un fischio, ho molta molta documentazione relativa all'evoluzione-entrismo-infiltrazione del movimento neonazi-neofascista all'interno del movimento cospirazionista [ anzi, direi che E' la destra che ha 'inventato' il complottismo ].
    Non ho letto il libro per ora, hai toccato questo argomento ? Tra i gruppi animalisti infatti c'e' stata una forte infiltrazione di soggetti e gruppi di stampo reazionario, come nel caso di 100% Animalisti, riconducibile in parte a Forza Nuova, dagli inizi del 2000..
    comunque, bravo, buon lavoro
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, attualmente non ho inserito dati sulle infiltrazioni fasciste e naziste negli animalisti, ma so che la cosa esiste (principalmente i 100% animalisti).

      Comunque la versione cartacea verrebbe a costare uno sproposito: 4 euro la stampa, 6 se fatto in italia, 4 euro di spedizione, qualcosa per me quindi dire 1,5 in più (me ne darebbero 1) e poi iva. Si sono lamentati per i 3,60 di questo, figurati per il prezzo del cartaceo. Inoltre mi è stato sconsigliato da persone che hanno avuto a che fare con l'editoria.

      Comunque se i risultati sono buoni ne scriverò altri, e il complottismo in genere è qualcosa che secondo me è da fermare o per lo meno arginare.

      Ti ringrazio per la disponibilità di fornirmi il materiale

      Elimina
  2. Ok cpaisco il fatto della carta si/no, mi aspettavo qualcosa di simile, comunque sia il web e' un ottimo veicolo, puoi raggingere molte piu' persone che se lo avessi, per dire, da Assoolibro o robe cosi'. Figurati, ci mancherebbe per il materiale e' che io il blog ormai lo sto lasciando marcire, sono troppo discontinuo e infatti e' fermo dal 2011. Il materiale rimane comunque, quello si in forma cartacea; ecco, c'e' da dire che alcune robe le trovi solo di carta.
    E appoggio nella maniera piu' assoluta il concetto per cui il complottismo vada se non altro arginato, non possiamo ragionevolmente cancellar loro tutti i blog ecc per cui e' piu' che meritorio di supporto quello che stai facendo; che non e' iniziato con il libro, vorrei sottolineare, anzi
    A presto

    RispondiElimina
  3. Ciao, vorrei fare solo un appunto, mentre negli articoli la presa per il culo ci sta ed è divertente ti consiglierei di non sfociare nelle mere offese quando si tratta di rispondere a un tizio che ti accusa/offende. Perché poi va a finire che l'intero pezzo sfocia in un'occasione per offendersi, alla fine se fai un pezzo dici lì quali sono i tuoi pensieri, non c'è bisogno di abbandonarsi alle offese, sarebbe meglio non rispondere.
    Saluti, continua così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si tratta di una personcina molto cara che critica il lavoro degli altri senza neanche conoscerlo, con il solo intento di screditarlo. Se perdo la pazienza è più che normale

      Elimina