martedì 25 gennaio 2011

Menzogne vegan

Parliamo delle menzogne propinate dai vegani di tutto il mondo.
Queste convinzioni sono assimilabili per fanatismo ad una vera e propria religione, con tanto di demoni, peccati ma sopratutto NEMICI mortali da osteggiare e combattere.
Vediamo un pò come distorcono la realtà allo scopo di farsi dare ragione.
E ragione vogliono averne a tutti i costi!
Se li contraddici partono gli insulti e le classiche minacce, ma io me ne sbatterò altamente le palle.

Una volta ho trovato sul tubo un ridicolo video vegan, dove si cercava di convincere la gente che mangiare carne fa male perché le emozioni dell'animale al mattatoio sono paura, terrore e sofferenza, e queste emozioni lasciavano nella carne "vibrazioni negative" che vanno a peggiorare la salute in generale dell'orrendo carnivoro che la butta giù. Ora si capisce realmente perché lo accosto al fanatismo religioso! E fra l'altro sta vaccata non merita neanche un commento...

Un altro di questi invasati (perché sono invasati, a differenza dei vegetariani che ragionano, molti dei vegan approdati su questo blog vaneggia) ha montato un abominio di video dove mostravano le fotografie di polli nei campi e maialini nani da compagnia, dicendo che il loro posto era in natura, "guarda come sono felici!", diceva, guarda quanto sei ipocrita, dicevo io.
Per quanto un animale sia in cattività, non puoi venirmi a raccontare che in natura il pollo vive "felice, spensierato e senza paura", ma senza paura cosa? Alla prima volpe che passa decine di polli vengono sterminati senza pietà, volpi o faine, cani randagi, gatti...
Questa è l'ipocrisia peggiore esistente al mondo, gente che vive nel cemento tutta la vita e che si convince che in natura non esistano carnivori, e che sopratutto in natura gli animali non soffrono.

Tanto per sottolineare la crudeltà della natura, e sopratutto quanto sono "poverini e teneri" i maiali, riporto una notizia data dal TGcom tempo fa:

Atroce fine per la moglie di un allevatore di maiali a Brasov, in
Romania. La donna, Irma Molnar, 56 anni è stata letteralmente divorata da
almeno quattro suini del marito. Non è chiara la dinamica dell'incidente, ma
pare che la vittima si fosse recata nel recinto per depositare del cibo.
Forse è scivolata in mezzo ai maiali che l'hanno ferocemente aggredita
riducendola in brandelli.
Davanti agli occhi dei soccorritori si è presentata una scena
raccapricciante. La donna, che non era ancora morta, presentava grosse
lacerazioni in tutto il corpo. Più di metà del viso non c'era più, divorato
dai maiali, così come altre parti anatomiche. In pochi minuti i maiali,
affamati hanno straziato la vittima.

A nulla è valso il trasporto d'urgenza in ospedale. La donna è morto

poco dopo il ricovero. Ora la polizia sta cercando di capire l'esatta
dinamica dell'orrendo incidente.



Quando gli vado a raccontare quello che mi riferiscono gli anziani, cioè le storie di maiali che prendevano i bambini e se li sbranavano, questi pazzi invasati vanno fuori di testa e iniziano ad insultare e minacciare nei modi più fantasiosi.
Non ci credono poverini, loro che sanno tutto su come funziona interamente il mondo e la natura non sanno che appena giri le spalle ad un maiale quello ti sbrana vivo senza tanti complimenti, a te e anche ai neonati, guarda che tenero il maialino!


Altra vaccata stratosferica è "l'uomo è erbivoro, non ha denti e apparato digerente per mangiare carne, la carne gli fa male!". E hanno ragione! Sono decine di migliaia di anni che l'uomo mangia la carne senza sapere che gli fa male! Fra l'altro non è vero che è onnivoro, il fatto che abbiamo la dentatura molto simile a quella del maiale (onnivoro) è una coincidenza, anche il fatto che si fanno trapianti d'organo di maiale sugli umani è pura coincidenza, perchè l'importante è dire cazzate, tanto negare la realtà è lecito e ci si fa bella figura.

Epico è stato uno di quegli invasati, che mi ha ricoperto di insulti su youtube perchè "Veronesi ha detto che l'abuso di carne fa male!!!" e io gli ho semplicemente risposto che avrei continuato a mangiare carne.
Deve essere che il denutrimento fa perdere la capacità di collegare le parole al loro significato, cioè collegare ABUSO al suo significato diviene un'impresa titanica. Voglio dire, cosa preso in quantità esagerate non fa male? L'acqua è vita: ma se ne bevo troppa mi si dilata la vescica o se tutta insieme mi scoppia lo stomaco, l'aria è vita: ma se ne respiro troppa vado in iperventilazione e mi viene un embolo, la carne è nutriente: ma se ne mangio troppa rischio che mi venga la gotta. Che cazzo ha detto di strano Veronesi?

Secondo loro questo basterebbe a giustificare il diventare vegan, quindi io che non ho dato peso a sta stronzata che sapevano tutti mi sono beccato una bella sfilza di insulti.

Ecclatante è stata una "professoressa" vegan in televisione, che ha detto la colossale stronzata del secolo, cioè "bere latte fa male"! Praticamente sostiene che invece di rafforzare le ossa le indebolisce. Io a forza di latte e quantità industriali di formaggio dovrei essere più fragile di un sottilissimo cristallo, peccato che ho le ossa dure e sono molto robusto. Ma a loro non importa della realtà, per loro è importante il loro mondo onirico dove i leoni mangiano l'insalatina e i maiali sono teneri batuffoli paccioccosi.

Se c'è una cosa che non sopporto è l'ipocrisia.
L'ipocrisia di dire che mangiare carne è contronatura, mentre è la cosa più normale al mondo.
L'ipocrisia di dire che l'animale allo stato brado vive meglio, mentre spesso soffre la fame e viene divorato vivo quando è cucciolo.
L'ipocrisia di dire che i vegetali non sono esseri viventi a cui terminano la vita.

A queste persone consiglio la visione dei documentari di Bear Grylls, cioè consiglio di rendersi conto di cosa mangia un umano quando non c'è il negozietto "biologico" vegetale, con metodi che rendono una pannocchia in otto ettari di terreno.

Eh si perché se tutti mangiassimo verdura, e naturalmente SOLO da coltivazioni naturali, bisognerebbe spianare tutte le montagne e distruggere tutte le foreste.
Questa gente si che sa come salvare la natura!

I vegetariani però sono diversi, per lo meno meritano rispetto perchè ragionano ed è difficile trovarne invasati, molti meno in percentuale rispetto alle file di vegani.
Loro non sopportano di mangiare animali, e basta.
Niente fanatismi semireligiosi, niente stronzate sui "teneri maialini", mangiano latte, formaggio e uova quindi sono nel pieno delle facoltà mentali, a differenza dei denutriti vegan che diventano pallidi, malaticci e deboli.

Io sono dell'idea che piuttosto che parare cazzate su latte, maiali e vibrazioni negative si debba educare la gente a non buttare cibo, non solo carne, e di comprare solo quello che si consuma.
Le batterie di allevamento lager inoltre non esistono da decenni (se sono mai esistiti), ma vallo a spiegare a chi non ha mai visto un allevamento in vita sua...

154 commenti:

  1. Ciao, scusami per la mezza critica. Non voglio sembrare petulante però tu a un certo punto parlando della natura e degli animali selvatici che vengono predati, riferendoti al vegano hai detto "quanto sei cieco e ipocrita"...
    Scusami. Io sono non vedente davvero, anzi, cieca per non usare il "politicamente corretto"; e mi sento offesa pesantemente dalla tua affermazione, fatta certamente in buona fede però mi dà molto fastidio che il termine "cieco" venga utilizzato in questo contesto in quanto cieco non vuol dire incapace di ragionare o di conoscere, ma significa persona che per qualsiasi motivo più o meno traumatico ha perso (o non ha mai avuto, come nel mio caso) l'uso degli occhi... ma non quello del cervello. Che poi ci siano anche ciechi senza cervello e ignoranti come le pigne, è un altro discorso ma c'entra fin là.
    Uno che gli occhi li ha e gli funzionano, non si deve assolutamente permettere di associare una condizione fisica che non c'entra nulla, a concetti come indifferenza e, come in questo caso, ignoranza. Per quanto molte delle percezioni di chi vede, siano basate prevalentemente sugli occhi posso capirlo ma non è che se uno non sa che in natura le oche o le galline hanno dei predatori che le azzannano al collo, sia cieco... "semplicemente" è ignorante, non ragiona, non c'arriva.
    Fossi in te sostituirei "cieco e ipocrita" con "ignorante e ipocrita"
    Per il resto sono al 100% d'accordo con quello che dici, sono cugina di una vegana, ho 2 colleghi vegani e mi tocca sorbirmeli tutti i giorni, la mia paura è che questa mia cugina vegana che ha 2 bimbi piccolissimi li possa far crescere allo stesso modo...(per fortuna suo marito non è così anzi è tutto l'opposto)
    Hanno proprio le caratteristiche che descrivi: appena li contraddici ti riempiono di insulti e, quel che è peggio, quando mangi ti iniziano a fare discorsi sulla barbarie dei macelli e degli allevamenti come se tu fossi l'unico fautore di uno scempio senza fine.
    Io sono fortunata, ho ancora in vita i nonni i quali continuano a raccontare che la morte dei maiali un tempo era molto peggiore rispetto a quella di adesso, una volta li sgozzavano proprio, adesso mi pare usino una pistola spara chiodi dritta nella crocera degli occhi... non lo so non mi ci sono mai informata al 100%. E soprattutto ho dei familiari che mi hanno sempre insegnato a non buttar via niente.
    Il vero animalista, non è il vegano. La gente se lo deve mettere in testa. Ma è la persona che conosce gli animali, conosce l'equilibrio della natura e accetta la selezione, la catena alimentare.
    Quante sono le zone in Italia e nel mondo in cui c'è sovrappopolamento di erbivori?
    ...oppure senza andare lontano, i colombi e le gazze?
    Se nelle città per quanto la LIPU e simili possano tentare di reintrodurre i falchi questi stentano ad ambientarsi (giustamente!), quali altre soluzioni si potrebbero adottare se non sopprimere i volatili in sovrappiù, o quantomeno provvedere a sterilizzarli tramite cibo appositamente confezionato?
    A questi vegan non gli viene minimamente dentro la testa che il troppo stroppia anche negli animali, e che se lasciati vivere in condizioni TROPPO favorevoli fanno più danni che bene?
    Ah, concludo ritornando all'esempio che facevi della gallina lasciata libera e delle volpi: non serve mica considerare una volpe o altro predatore selvatico per aver davanti al naso una mattanza. Prova a immaginarti un mondo vegan, in cui non si tengono i cani al guinzaglio perché poverini... le galline scorrazzano sui prati senza freno, ecc ecc...
    Io non ci vedo e siamo d'accordo però mi figuro una scena di animali incontrollati e inferociti che si fanno la guerra e si sbranano anche perché, senza selezione naturale scarseggia anche il cibo e si arriverebbero a mangiar tra di loro... meglio che non ci penso mi fa male solo l'idea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e come cazzo hai fatto a leggere se sei cieca? ops troll

      Elimina
    2. Non ho letto tutto il tuo commento, mi soffermo sulla discussione riguardo la parola "cieco", ovvero chi non vede. Si usa e strausa in senso figurato per indicare qualcuno che davanti all'evidenza continua a comportarsi come se nulla fosse, come un cieco per l'appunto. Non mi pare un insulto :|

      Elimina
    3. Non ho letto tutto il tuo commento, mi soffermo sulla discussione riguardo la parola "cieco", ovvero chi non vede. Si usa e strausa in senso figurato per indicare qualcuno che davanti all'evidenza continua a comportarsi come se nulla fosse, come un cieco per l'appunto. Non mi pare un insulto :|

      Elimina
    4. SCUSAMI TANTO MA NOI CON GLI OCCHI SIAMO FORTUNATI E USIAMO MODI DI DIRE NORMALISSIMI PER NOI,NON MI STANNO BENE I MODI POLITICAMENTE CORRETTI COME DIVERSAMENTE ABILI...SEMPRE CEREBROLESI SONO SE E' DI LORO CHE SI PARLA O TETRAPLEGICI SE SI PARLA DI LORO COME CIECHI SE NON VEDONO E NON "NON VEDENTI",SI CERTO CI SONO ANCHE I CECOSLOVACCHI MA DAL CONTESTO SI CAPISCE SE PARLIAMO DI VOI SFORTUNATI O DEGLI ABITANTI DELLA REPUBBLICA CECA..IO NON CAPISCO PERCHE' TI SENTI OFFESA PER MODI DI DIRE DELLA MAGGIOR PARTE DEGLI UOMINI DELLA TERRA,FORTUNATAMENTE LA GRAVE MANCANZA CHE HAI TU SONO MENO MOLTO MENO DI NOI CHE VEDONO,E RINGRAZIO L'UNIVERSO DI NON AVERMI DATO UNA MANCANZA ATROCE PER ME.NOI, ALMENO IO SONO FORTUNATA SOTTO TUTTI GLI ASPETTI E NON TROVO GIUSTO CHE CI SIANO PERSONE INVIDIOSE ,NON PARLO DI TE ASSOLUTAMENTE,MA LA NATURA E' STATA GENEROSA CON ME E ALLORA LA GELOSIA DI ALCUNI COSA PORTA LORO? LE MIE FORTUNE NON SONO UN MIO MERITO MA SE LA NATURA MI HA DATO BELLEZZA INTELLIGENZA E ALTRO PERCHE' NON DEVO ESSERE CONTENTA E STARE ATTENTA A PARLARE DI PERSONE NON FORTUNATE COME ME.IO NON PARLO DI SCIANCATI..ORRENDO MA DI PARA/TETRAPLEGICI,DI CIECHI E FAFCCIO LA BATTUTA SUI DIVERSAMENTE ABILI TANTO NON GLI CAMBIO LA DISGRAZIA CHE NATURA O TRAUMA GLI HA DATO,PER CUI LASCIACI PARLARE COME VIENE EDUCATAMENTE MA IL POLITICAMENTE CORRETTO LO TROVO RIDICOLO.UN CIECO O NON VEDENTE NON CI VEDE E BASTA.UN DIVERSAMENTE ABILE O DOWN SEMPRE DOWN RIMANE E ALLORA PERCHE' TANTE PAROLE INUTILI PER DIRE COSE IDENTICHE.NOI ABBIAMO TUTTO MA VOI NON SIETE UNA SETTA ,SIETE SEMPLICEMENTE TERRIBILMENTE SFORTUNATI ECCO TUTTO QUI,E LASCIAMO PERDERE IL POLITICAMENTE CORRETTO CHE FA PISCIARE LE GALLINE...PATRIZIA

      Elimina
    5. TI AMMIRO MOLTO PER LA TUA NORMALITA' NELLA CECITA' NON E' UNA CONQUISTA FACILE .CHAPEAU.PATRIZIA--PS:SE SEI COMPLETAMENTE CIECA,SPERO CHE QUALCUNO TI LEGGA QUELLO CHE PENSO ,NON CERTO PERCHE' SONO IMPORTANTE MA SONO UNA PERSONA PENSANTE DI 23 ANNI,SE CI VEDI ANNEBBIATO E SCUSA IL MIO MODO FORSE GROSSOLANO DI ESPRIMERE CERTI CONCETTI MA SE NON LI PROVI NON PUOI DESCRIVERLI..IO AVEVO E HO UN SOGNO MA NON POSSO ESSERE IO A METTERLO IN PRATICA..DESCRIVERE LE COSE A UN CIECO SUONANDO E SUONANDO UN COLORE DARE L'IDEA DEL COLORE ,COSA NON FACILE MA POSSIBILE A CHI HA LA FORTUNA DI AVERE LA SENSIBILITA' NELLE MANI E NELL'ANIMA,CAPISCI COSA VOGLIO DIRE?ECCO QUESTA SONO IO CON TANTI DIFETTI COME TUTTI MA ONNIVORA CON ATTENZIONE, VEDENTE E ATTENTA A CIO' CHE VEDO.IO NON GUARDO MA VEDO DUE COSE MOLTO DIVERSE.MI DISPIACE CHE TU NON POSSA VEDERE MA IL DESTINO A VOLTE FA CERTI GIOCHI CHE PENSO NON SIANO PER CASO MA PER FARCI SUPERARE DELLE PROVE VERAMENTE DIFFICILI.IO NON CREDO NELLE RELIGIONI ,SONO COSTRUZIONI DELL'UOMO,MA NELL'UNIVERSO CREDO,O CHIAMALO COME VUOI DIO ARMONIA DELL'UNIVERSO O PRIMA LEGGE FISICA..E CREDO CHE NON SIAMO IN QUESTO BELLISSIMO VIAGGIO PER CASO,(VEDI LA PAROLA CASO HA LE STESSE LETTERE DI CAOS) LO STATO DELL'UNIVERSO PRIMA DI OGNI BIG BANG....CI VORREBBERO ANNI PER PARLARE DI TUTTO E MI PIACEREBBE PARLARE CON UNA PERSONA NON VEDENTE/CIECA,PER CONFRONTARCI...PATRIZIA

      Elimina
  2. Anzi...
    che cosa dico "le galline scorrazzano sui prati"...
    i vegan che aprono tutti gli allevamenti e liberano tutti gli animali che se ne vanno in giro stralunati per le strade finendo inevitabilmente sotto le ruote delle auto. A me è rimasta una volta impressa una scena che hanno trasmesso in tv, c'erano questi invasati che hanno aperto le gabbie dei visoni da pelliccia e questi poveri bestia hanno iniziato a correre per le strade ne sono morti un sacco, tra quelli morti subito e quelli deceduti dopo perché ridotti a brandelli dalle auto ma morti dissanguati o rabbiosi dai dolori.
    Dico sempre che son fortunata ad aver assistito fin da piccola in tv a documentari costruttivi come quelli di Piero Angela e Giorgio Celli sugli animali, sul duro lavoro che i VERI ambientalisti fanno per reintrodurre nel proprio habitat animali cresciuti precedentemente in cattività.
    Questi vegani credono che la gabbia sia sempre e comunque una prigione...il problema è che se nasci in gabbia non conosci altro modo di vivere e libero non saresti neanche in grado di procurarti il cibo.
    Ma vaglielo a spiegare!

    RispondiElimina
  3. Specifico che non avevo e non ho nessuna intenzione di offendere i ciechi che fisicamente non vedono.
    Quella frase si riferiva al fatto che quelle persone non vedono la natura nella sua realtà, ma ne vedono una distorta e malata, quella che secondo loro va bene.
    Insomma la loro è una cecità interiore.

    Sono stati imbecilli quelli che hanno liberato i visoni per farli morire pure peggio di quello che li aspettava nella pellicceria, ma sono completamente idioti quelli che vanno a liberare cavie di laboratorio che sono infette di antrace, vaiolo, lebbra, peste bubbonica e altre simpatiche sorprese...

    RispondiElimina
  4. Fra l'altro professano sempre che chi consuma carne è aggressivo e violento, causa guerre e disastri, mentre appena li contraddici ti attaccano ferocemente con insulti e calunnie, come hai testimoniato anche tu.

    Non si rendono neanche conto di essere loro stessi i mostri che descrivono, e non realizzano che sono così perchè NON mangiano carne, a differenza di quanto raccontano in giro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti appoggio in pieno!! dicono che è la carne a rendere aggressivi?? e mi sa proprio il contrario visto come sono fuori quando dici solo un "ma io veramente.." e giu guerra

      Elimina
    2. Io non credo che il mangiare o meno la carne e gli altri rpodotti possa influire sul carattere di una persona, effettivamente però alcune persone che conoscevo bene dopo il cambiamento di alimentazione da onnivora a vegetariana e infine a vegana hanno cambiato radicalmente il modo di comportarsi con le altre persone, che dovevano a tutti i costi fare le loro stesse scelte. queste persone che conosco dopo essersi informate da alcuni video di medici e scienziati su youtube erano convinte di avere per forza ragione anche con le prove davanti di altri madici che dicevano cose completamente diverse. io credo che sia giustocercare di ridurre al minimo il proprio impatto sull'ambiente, ma a tutto c'è un limite! sono arrivati ad insultae persone solo perchè dicevano di non essere d'accordo con la litania "assassino , ignorante "ecc. e sono stufa. Non sono d'accordo sul fatto di generalizzare nè sul fatto che per mangiare la verdura la deforestazione sarebbe imminente, ma effettivamente penso che molti di quelli che hanno fatto la scelta di essere vegetariani o vegni debbano ancora imparare a rispettare gli altri esseri umani con idee diverse.

      Elimina
    3. E' proprio quello che mi fa più incazzare: insultano e minacciano chi non fa quello che vogliono loro.
      Alcuni sono arrivati ad esultare alla morte di bambini.
      Stiamo arrivando a livelli osceni di fanatismo in certi casi.

      Elimina
    4. È una religione, anche i cattolici mangiano la carne e guarda molti di loro come si comportano, i preti durante le funzioni quanto odio gridato e persino quelli che parlano scandendo le parole e mantenendo un tono basso e affabile quanta rabbia nei confronti altrui tirano fuori. Non è l'alimentazione che ti rende un mostro

      Elimina
    5. CERTO CHE INFLUENZA IL CARATTERE NON CERTO IL CIBO MA LA SCELTA FATTA COME I FONDAMENTALISTI ISLAMICI..ANZI E' UN CARATTERE ARROGANTE PUNTIGLIOSO CHE SCEGLIE IL NON -NORMALE PER ESSERE DIVERSO DAL BRANCO..PAROLE SUE..LE HO SENTITE DA UN VEGANO E MI SONO MOLTO ARRABBIATA FINO A MANDARLO AFF...E A MANGIARSI UN PO' DI SOJA PER DIMOSTRARMI CHE LA SOJA COME PROTEINA LO RENDE INTELLIGENTE DIVERSO NEL SENSO DI MIGLIORE DI ME MA ALLA FINE HO TRONCATO IL DISCORSO ALTRIMENTI LUI MI PICCHIAVA E FORSE HO FATTO MALE A LASCIARE PERDERE SE MI AVESSE PICCHIATO AVREI DIMOSTRATO TUTTA LA RABBIA CHE GLI HO RIMPROVERATO CHE I VEGANI HANNO IN CORPO..PER ME SONO PERSONE NEUROLABILI COME I DROGATI E ALTRI..

      Elimina
  5. Pensa che ci sono addirittura dei poveri mentecatti, che nutrono i gatti (che sono carnivori obbligati) con cibi vegan, e ci sono aziende che ci speculano sopra, tipo questa (
    http://www.amipetfood.com/index.php?option=com_content&view=article&id=50&Itemid=57 )

    Questi dicono di amare tanto gli animali, poi sono disposti a sottoporre a una vera e propria tortura alimentare i gatti e i cani, pur di costringerli a seguire la loro stupida ideologia!

    RispondiElimina
  6. Poveri gatti...
    Avevo gatti che andavano nel cestino dell'umido e si mangiavano zucchine e peperoni, ma quella non era mica tutta la loro dieta!
    La loro dieta è CARNE, i gatti sono carnivori.
    Che imbecilli...e io che pensavo che la macchietta di futurama dove c'erano hippies vegani con un leone mezzomorto che erano riusciti a addestrare a mangiare solo verdura fosse un'esagerazione...

    RispondiElimina
  7. Eheh no ci sono pure aziende che fanno cibi vegan per gatti e cani. Adesso non lo so, magari con le integrazioni di vitamine, aminoacidi e altre sostanze contenute solo nella carne, possano diciamo sopravvivere lo stesso, però credo che non è mai un'alimentazione ideale.
    I gatti comunque nell'apparato digerente sono molto simili alle tigri, e i loro cibi naturali rimangono sempre insetti, piccoli mammiferi(topi, ratti, ghiri) e piccoli uccelli...quindi anche gli scarti del macellaio, credo che siano sempre meglio dei cibi vegan!

    RispondiElimina
  8. Fortuna che i gatti sono liberi, e possono andarsene a cacciare uccelli e topi in santa pace.
    Però se il padrone pazzo li tiene chiusi in casa hanno poche possibilità.

    Saranno tipo quelli che danno il cioccolato al cane...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI I GATTI SONO IL SIMBOLO DELLA LIBERTA' IO NE HO UNO BELLISSIMO MA E' LIBERO E SPERO CHE LA SUA SCELTA DI ENTRARE E USCIRE DI CASA NON SIA UNA PUNIZIONE,PER IL BENE CHE GLI VOGLIO ...CHI TIENE I GATTI IN CASA SONO DEGLI EGOISTI CHE LI TENGONO MAGARI GRASSI PER IL LORO PIACERE..NON CERTO PER IL PIACERE DEL GATTO CHE POVERINO STA IN GALERA SENZA UN MOTIVO VALIDO..PATRIZIA G.

      Elimina
  9. Ciao, finalmente sono riuscita a entrare su blogger con account google ... sono elena brescacin
    a proposito di cose tecniche, ti segnalo che 'sta "verifica parole" mi sta dando problemi non si sente l'audio, per tua informazione credo che si possa anche disattivare adesso in quanto hanno attivato su google il filtro antispam lato server

    tornando al resto: cosa intendevi pallequadre quando dicevi "non realizzano che sono così perché non mangiano carne", in merito a aggressività e violenza?

    Sul discorso cavie, lascia stare... anni fa parlavo con un invasato vegan sieropositivo al quale facevo presente che se non ci fossero state le scimmie che son state sacrificate per la causa, col cavolo che sarebbero stati fatti gli antivirali e lui chissà se sarebbe ancora vivo.
    E allora lui ha girato il discorso sulla tossicità della carne grazie alla cadaverina...che poi la cadaverina basta guardare wikipedia per capire che è tossica solo se mangi carne marcia.
    Per la serie: sei tanto sicuro di te, insulti e manchi di rispetto chi per te ha torto, però se uno ti mette in discussione il tuo sedere ecco che glissi...cos'è, paura?
    Per il resto, la cioccolata dei cani ma davvero c'è chi gliela dà?
    Quella col cacao intendo, perché alla croce azzurra per un fracco di soldi ho visto quella senza cacao, roba che ti fai un mutuo solo per dare i capricci al cane.
    Per i gatti: ammazzare gli uccellini e portarli al padrone è il loro modo per dargli rispetto, se accetti di avere un gatto accetti anche questo.
    E se vuoi fargli fare il gatto e non vuoi veder gli uccelli morti per casa, gli permetti di andare in giro a cacciare per mangiare se no se uno gli dà il piatto caldo, loro cacceranno sempre ma non avendo fame uccidono e basta.

    RispondiElimina
  10. Praticamente io collego la loro aggresività alla denutrizione, il fatto che non mangiano carne o qualsiasi altra cosa animale chiaramente li lascia in uno stato di denutrizione che bene non fa.

    Ho eliminato la parola di verifica, se ci sono altre cose che danno fastidio avvertimi che le modifico

    Ci sono persone che danno cioccolatini ai cani, con cacao naturalmente, perchè non sanno che gli fa male. Quando poi muoiono restano stupefatti e imbambolati come coglioni.
    Io spero che la cioccolata senza cacao sia per persone allergiche, perchè quella roba per il cane è inutile come il viagra per un eunuco

    RispondiElimina
  11. Per persone allergiche? Nel negozio della croce azzurra dove vendono la roba per gli animali? :D
    Non importa, fatto sta che l'utilità di questi alimenti non è diversa da quella che abbiamo noi: non mi risulta che un pocket coffee o qualsiasi altro dolcino sia utile per la nostra nutrizione, è un piacere, un capriccio; l'equivoco sta nel fatto che queste aziende vendono questi alimenti per tutte le persone che credono che il cane abbia per i "capricci" lo stesso piacere nostro.
    Va be' i miei hanno lo stecchetto per pulirsi i denti, rigorosamente di pelle di bufalo! E guai se non glielo dai dopo mangiato! Ma anche là è un'abitudine che gli abbiamo dato noi non è colpa loro. I cani sono animali abitudinari e se ritardi o gli togli la loro routine vanno in agitazione.


    Cosa devo dirti, con questo post hai toccato un argomento che mi appassiona tantissimo: il rapporto uomo-animali con relativi errori.

    Rileggevo il tuo post, il fatto dei maiali: saranno "teneri" finché sono da latte e non hanno i dentini ma quando crescono c'hanno 2 fauci da far paura so che ne ho toccato uno di imbalsamato anzi era un cinghiale ma poco ci manca, mi ha impressionato...anche Mike Tyson da bambino sarà stato pacioccoso ma prova tu adesso a fargli uno sgarbo, e vedi!
    E per quanto riguarda i vegetali ci sono fior di esperimenti scientifici che dimostrano che anche la pianta "prova dolore" sono tutti esseri senzienti evidentemente ma cosa dobbiamo, vivere di aria per non fare del male a chi che sia? Mors tua vita mea è sempre esistito ...a proposito di modi di dire :)
    Btw, i vegan che conosco mi hanno parlato di cavarsela con l'aiuto di "integratori" oltre alle verdure non ho voluto approfondire ma se non è roba animale è roba chimica allora cos'è peggio?

    RispondiElimina
  12. Si se possono permetterselo vanno di integratori, se non possono permetterselo vanno di soia...
    Il danno è quando fanno andare i loro figli neonati a soia: latte di soia, gelato di soia, salsiccia di soia, pane di soia (come se il grano non fosse vegetale), una bella alimentazione!

    I maiali che mostrano sono quasi sempre cuccioli o maiali nani da compagnia (c'è chi li tiene in casa) ma non mostrano mai gli esemplari adulti da 200 chili, o quelli più comuni che pesano solo 110.

    Le persone hanno vizi perchè a differenza degli animali si annoiano o non sanno che scopo hanno, ma per un cane che senso ha mangiare cioccolato?

    RispondiElimina
  13. In natura non esiste la noia degli animali, ma in quelli domestici sì perché perdono completamente la loro gerarchia, il padrone + che da capobranco si comporta da proprietario di un peluche vivente per cui le uniche cose che gli fa piacere poveri bestia è avere il capriccetto.

    Un cane da lavoro, tipo quelli per disabili o della polizia, non ha mica bisogno dei vizi; ha bisogno del rinforzo positivo che è un'altra cosa...ti do una golosità in cambio della tua obbedienza e questo li rende felici, altro che "sfruttati" come dicono i vegan. Poi certo c'è istruttore e istruttore, quelli di vecchio stampo usano ancora le botte ma ultimamente stanno quasi tutti normalizzandosi o almeno spero

    PS grazie per aver levato il captcha, ti segnalo qui
    http://albertocane.blogspot.com/2011/01/rimettete-il-captcha-nella-cuccia-per.html

    RispondiElimina
  14. Io penso che il cane non abbia bisogno del cioccolato per essere felice.
    Quello degli addestratori è un discorso diverso: danno un premio per far capire al cane che se fa quello che vuole il padrone ci guadagna anche lui.

    Se poi stiamo parlando di quelle povere bestiole che vengono soffocate da padrone appiccicose, quelli appena possono scappano, altro che cioccolato

    RispondiElimina
  15. scusa se sarò sincera, e spero ke leggerai il mio commento fino in fondo come ho fatto io col tuo, ma a mio parere hai detto solo un mucchio di cavolate. ti posso subito cominciare col smentire del fatto ke le ragioni nell'essere vegani nn hanno ALCUNE fondamenta religiose, ed é così x me e x la MAGGIOR PARTE di vegani. Ke poi c sono alcuni vegani psicopatici e fuori di testa c posso credere, ma esattamente cm ce ne sn anke onnivori o vegetariani. certo, credo fermamente ke Dio ami gli animali esattamente cm ami noi e ke nn vorrebbe questo loro sterminio, ma nn é questa la ragione x la quale penso ke kinque dovrebbe intraprendere questa strada.
    Sempre al contrario d quello ke dici, la maggior parte d vegani sn persone molto comprensive ed intelliggenti, difficilmente irose, proprio xké comprendono meglio d ki é solito mangiar carne le sofferenze altrui, che queste siano di animali o d esseri umani; oltre al fatto ke ragionano perfettamente cn la propria testa, perché riescono a rendersi conto ke quello ke hanno sempre creduto normale e scontato e ke tutti quelli ke li circondano lo ritenessero tale, in realtà nn lo é affatto. Proprio x questo sn diventata vegana: ho sempre mangiato carne in abbondanza fin da piccola e ho sempre pensato fosse normale; nonostante ciò ho cominciato ad interrogarmi se fosse davvero giusto e se nn fosse solo un'abitudine dell'uomo insita da migliaia d anni...tutti questi miei ragionamenti hanno fatto sì ke m andassi a documentare a fondo e ke le mie idee trovarono così conferma.
    Sinceramente é la prima volta ke sento dire ke vegani affermino ke la carne fa male xké gli animali degli allevamenti provano paura al momento dell'uccisione, e ke questi sentimenti si riversino su di noi... Semmai, e nn si può assolutamente negare ke nn sia così, dicono ke gli animali degli allevamenti intensivi vengono imbottiti di farmaci per farli ingrassare all'inverosimile e velocemente (quelli destinati a diventare carne) o per fargli produrre latte e uova in continuazione (mucche e polli) e che vivano in condizioni così pietose col risultato ke mangiamo prodotti derivati da animali malati e sofferenti, e ke, proprio x questo, sn certamente dannosissimi alla nostra salute. Qualsiasi persona cn un briciolo d'intelligenza nn potrebbe smentire i vegani o vegetariani su questo. Puoi xciò al massimo aver letto questo DATO DI FATTO e, o hai capito male (nn ci vuole una scienza x capire questo ragionamento!) o rigiri apposta le cose.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmm io penso che se Dio ci abbia fatto onnivori, o abbia creat ogli animali che anche in natura, mangiano altri animali.. è problabile che lo volesse.. altrmenti non esisterebbe la catena alimentare..
      se la vostra è una scelta etica ben venga! ci mancherebbe giudicarla.. imporla però, è sbagliato..

      Elimina
    2. purtroppo invece si viene assaliti! è un dato di fatto! io non sono riuscito a fare un discorso costruttivo con nessun vegan o vegetariano non appena dici che non sei d'accordo con loro. alla fine tutto fa male: gli animali sono imbottiti di farmaci e la frutta e verdura annegati nei pesticidi. io non sono obbligato a seguire nessun tipo di alimentazione. effettivamente, queste persone che dicono di amare gli animali, quelli che hanno uno o piu animali in casa non si rendono conto dell'ipocrisia in cui cadono visto che sbandierano i diritti degli animali. invece li portano a spasso al guinzaglio e più di tutto...ma che gli danno da mangiare? cani, gatti ecc sono carnivori. da dove pensano che venga la carne che gli danno? e se non gliela danno non pensano che stanno andando contro natura?

      Elimina
    3. Ancora credete che dio ci abbia messo su questa terra?? e magari con le sembianze che abbiamo gia adesso... quindi buttiamo nel cesso l'evoluzione (provata) dell'uomo... bene, la società mondiale continua a fare enormi passi da gigante...
      L'uomo è onnivoro, i gatti, i cani, i felini e i canidi sono onnivori (in prevalenza carnivori), il fatto che se lo lasci morire di fame si mangi una zucchina non vuol dire che gli piaccia. Sono contrario agli allevamenti intensivi, all'uso di antibiotici e medicinali sugli animali da allevamento. sono contrario al circo e al maltrattamento. e sono contrario eallergico alle minchiate.
      Sarà che tutti i vegani che ho incontrato in vita mia sono ignoranti, ma di solito chiudono le loro frasi con "buon cancro" o cose del genere...
      e cosa piu importante qui nessuno ha detto che essere vegan è un accostamento alla religione, ma è come se fosse una religione (i testimoni di geova se dovessi paragonari ad una delle religioni del mondo, pochi, saccenti, una setta convinta che cio' che fanno è giusto e se li contraddici ti insultano).
      La cosa che piu mi infastidisce è il fatto che facciano sempre propaganda, postando robe in giro con l'intento di farti sentire in colpa o di farsi dare ragione.
      E non ammettono nemmeno che sia una moda new age che è uscita da pochi anni a questa parte.
      Poi ci sono quelli ancora piu esagerati, tipo i crudisti o i fruttariani.
      Mi soffermo su questi ultimi, iper convinti che la loro dieta sia la migliore, nel rispetto delle etiche universali... Steve Jobs è morto a causa del suo essere fruttariano, gravi deficit renali e pancreatici. stessi disturbi accusati dall'attore (ashton cutcher se non erro) che impersona steve jobs nel film sulla sua vita, che stava seguendo la dieta del guru dell'informatica per impersonarsi al meglio nella parte.
      Guardate cari vegani che non è che voi siete illuminati e tutti gli altri sono poveri idioti che vivono nelle grotte, magari quelli che si sbagliano siete voi, solo che siete cosi presi da questo voler apparire candidi ed impeccabili che non lo ammetterete mai.
      Ricordate, abusare di qualsiasi cosa fa male. Non solo carne.

      Elimina
    4. "È la prima volta che sento di vegani che dicono che la carne fa male"
      ?

      Io ho letto di vegani che sostengono che la carne sia cancerogena, altroché.

      Di vegani che sostengono che bere latte di mucca equivalga a lasciar morire di sete i vitelli poiché la mucca fa il latte solo per allattare.

      Di vegani (non tutti, questo è ovvio, ho avuto una discussione con una vegana e almeno su questo punto eravamo d'accordo) che credono che mangiare uova equivalga a uccidere un pulcino.

      Addirittura una vegana convinta che fosse normale che non le venissero le mestruazioni, poiché le mestruazioni sono un supplizio inutile riservato a chi mangia carne.

      D'altra parte, certe assurdità dai vegetariani non le ho mai sentite.

      Elimina
  16. X quanto riguarda la notizia dei maiali da te descritta, nn vedo cm tu possa avere il coraggio di affermare ke "appena giri le spalle ad un maiale quello ti mangia vivo senza tanti complimenti"...ma vivi davvero su questo pianeta??? Se ci vivi, dovresti sapere ke i maiali sono come tutti gli altri animali uguali a noi: cn dei sentimenti e un'intelligenza propria (i maiali sono persino + intelligenti dei cani...) e nn sn affatto dei mostri spietati alla ricerca di sangue. Semplicemente, come x tutte le persone, se messi in condizioni di disagio e di sofferenza possono manifestare reazioni anormali rispetto al loro modo d'essere. Guarda caso, l'articolo che tu stesso riporti, afferma ke i maiali erano affamati...forse x avere quella reazione erano stati tenuti denutriti dai proprietari e trattati malissimo??? Conosco in prima persona molti rumeni, e posso affermare cn certezza ke praticamente tutti nn hanno un minimo d rispetto x gli animali tanto da considerarli veri e propri oggetti, tanto che gli allevatori sono soliti pikkiare spesso i propri animali...vedi tu. Senza contare che parli sicuramente da perfetto ignorante, xké se avessi mai avuto un qualke rapporto con un maiale ke vive felice, sapresti ke capiscono tutto e ti sanno dare tantissimo affetto proprio cm un cane (della serie ke corrono quando li kiami, si sdraiano a terra a pancia in su x farsi massaggiare). Già, ma tu evidentemente questo nn lo sai, e la cosa peggiore é proprio ke PARLI SENZA SAPERE, sparando così cavolate...o ci si informa prima, o meglio nn parlare proprio. E ti ricordo ke anke la persona più buona e innocente in un una situazione di difficoltà e disperazione (come x salvarsi la vita) può diventare la più violenta...anzi, certe persone lo sono anke senza manifestare disagi particolari, ma guarda un po'...
    Per il fatto ke l'uomo assomigli al maiale: mah, io sapevo ke l'uomo assomigliava alla maggior parte di erbivori (come bufali)...nn x niente il nostro intestino é lungo 12 volte la lunghezza del nostro corpo come negli erbivori, mentre nei carnivori é lungo solo 3 volte la lunghezza del corpo, proprio per poter digerire la carne. Guarda caso noi la carne la riusciamo a digerire solo cucinandola, e nn m sembra ke abbiamo zanne e artigli sviluppati in modo tale da poterci procacciare cn le nostre forze il nostro pasto...abbiamo inventato NOI fucili e coltelli, mica la natura c'é li ha donati! x i nostri canini: ti ricordo ke noi siamo scimmie, e guarda caso le scimmie ce li hanno, e cosa mangiano? alimenti vegetali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..esiste il carpaccio.. che è carne cruda.. ed i maiali vengono usati dai mafiosi per fare sparire le persone scomode.. ed anche mamma, che viveva in campagna.. mi raccontava che i maiali proprio pucciosi non sono!

      Elimina
    2. Ma che cazzo stai dicendo. Ma hai mai studiato un minimo di biologia? I ruminanti hanno 3 prestomaci (il reticolo, il rumine e l'omaso) e rimasticano il cibo che viene rigurgitato prima di digerirlo. Ti risulta che noi abbiamo questi organi o abbiamo questo tipo di comportamento? Chissà che alito che hai.
      Vai a studiare dai.

      Elimina
    3. non per farmi i cavoli di nessuno, ma le scimmie non sono esattamente erbivore...sono onnivore... il simatico scimpanzè è fra gli animali piu bastardi (caratterialmente) che sistano. e mangiano vegetali, insetti e piccoli animali.
      Riguardo alla somiglianza fra gli apparati digerenti di mucche e uomini, Simone ha dimostrato che sapere è meglio di parlare per sentito dire, cari i miei vegani.
      Touchè

      Elimina
    4. L'evoluzione della civiltà ha fatto sì che l'uomo perdesse certi caratteri, ormai inutili visto che si può dire quel che si vuole dell'essere umano ma come questo crei e sviluppi sistemi sociali non ci riesce nessun altro animale. Il bisogno di affermazione e prevaricazione sull'altro sono suoi difetti, ma la sua socialità è certo un pregio.

      A parte questo: i maiali hanno dei sentimenti, ok.
      Ma hanno pur sempre istinti primari.
      Inoltre i sentimenti includono l'amore ma anche l'odio, la rabbia, la frustrazione.

      Elimina
  17. Inoltre ipocrita sarai tu, ke affermi ke allo stato naturale gli animali non vivono meglio. Ma ti rendi conto della ca***ta ke dici??? E' più felice la vita negli allevamenti intensivi??? Ma documentati come si deve! Guarda il documentario "Earthlings" che ti fa vedere, tramite telecamere nascoste, qual'é la prassi di quello ke succede negli allevamenti! E' l'inferno lì dentro! Se fossi informato seriamente, sapresti di certo ke noi, da migliaia di anni, stiamo facendo agli animali quello ke é stato fatto agli ebrei nei campi di concentramento, anzi, quello ke facciamo agli animali é molto peggio!!! Certo, gli animali in libertà non hanno certo una vita "rosa e fiori", ma almeno SAREBBE VITA: potrebbero almeno lottare x vivere, avere qualke scopo (crescere, cercarsi il cibo, riprodursi in modo naturale e soprattuto stringere legami tra i loro conspecifici), a differenza di quelli allevati ai quali ogni possibilità gli é reclusa e "vivono" (ma nemmeno questo fanno) in un mondo di sofferenza.
    Quando poi dici che se tutti mangiassero frutta e verdura bisognerebbe spianare tutte le foreste x far spazio alle coltivazioni, mi vien proprio da ridere. Ma lo sai ke l'allevamento é la prima causa della fame nel mondo, dell'inquinamento e della distruzione di foreste??? Certo, nn sai ke x sfamare un solo bovino destinato a diventar carne, lo imbottiscono in maniera sovrannaturale di una quantità di grano ke, la stessa quantità, potrebbe invece sfamare una popolazione intera del terzo mondo. E che ogni anno distruggono migliaia di ettari di foreste in tutto il mondo per far spazio ad allevamenti e coltivazioni ke andranno a sfamare gli animali degli allevamenti intensivi. E della quantità d'acqua utilizzata per la produzione di un solo kilo di carne??? Ma lasciamo perdere....mi sono stancata di dare spiegazioni inutilmente a gente ke parla a vanvera senza informarsi su niente. Io ti ho dato le prime dritte, se sei un minimo intelliggente t dovrebbero venire seri dubbi sulle tue informazioni e cercheresti di documentarti a dovere....
    Per finire, se "stimi" i vegetariani, dovresti stimare ancora di più i vegani, perché prima di essere vegani erano solitamente vegetariani (in pochi fanno il salto netto dall'essere onnivori all'essere vegani). Sai, nn penso ke il veganismo sia lo stadio psicopatico vegetariano anzi, i vegani, semmai, ragionano ancor di più dei vegetariani. Sai xké se si rifiuta la carne x un fatto etico é ovvio rifiutare anche tutti i derivati? Xké dietro ai derivati c'é la stessa distruzione e sofferenza degli animali utilizzati per la carne. Ti rimando sempre al documentario Earthlings x capire la situazione delle mucche da latte e delle galline ovaiole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento meriterebbe anche risposta non fosse che il blogger succitato si è espressamente detto contrario agli allevamenti intensivi.
      Il punto è che se tu mi dici che un lupo vivrebbe meglio in natura rispetto che in allevamento ti direi "hai ragione", perché? Perché il lupo è un animale selvatico, non ho notizie di allevamenti di lupi sinceramente e non so nemmeno se sia un animale veramente addestrabile (parlo di allevamenti in generale, non solo a scopo di macellazione). Ma le galline, questi ormai sono animali che se non li vedi in allevamento, li vedi in pollaio, in ogni caso sono animali che crescono in cattività da almeno 2000 anni, il mondo esterno è cambiato e loro hanno perso il loro posto. Per quanto sia brutto da dire, come vedresti delle galline scorrazzare per una collina a procacciarsi il cibo? Tempo 10 secondi vengono sbranate da qualsivoglia altro animale anche lontanamente onnivoro, persino gli scoiattoli (un esagerazione) potrebbero rappresentare un pericolo per un animale ormai totalmente alienato dallo stato di natura, quale è la gallina.

      Elimina
  18. A questo punto verrebbe da pensare: e se si comprano latte e uova in piccoli allevamenti privati dove questi animali vengono trattati decentamente, va bene? Niente di più sbagliato: anke se la mucca dalla quale prendi il latte é curata bene, te lo kiedi come fa a fare il latte??? Viene messa apposta incinta almeno una volta all'anno...e il suo vitellino? Strappato alla madre e diretto in un allevamento dove diventerà carne da macello dopo atroci sofferenze. In poche parole, x far si ke tu beva quel latte sacrifichi ogni volta un vitellino, gli rubi il latte destinato a lui e di lui te ne sbarazzi brutalmente. Senza contare ke, una volta ke quella mucca sarà vekkia x produrre altro latte, verrà portata al macello x diventare ank'essa carne. E le galline? X ognuna di quelle galline che, magari, sono tenute bene, al momento della loro nascita sono stati triturati vivi i loro fratellini nati "sfortunatamente" maschi. Eh si, i pulcini maschi nati negli allevamenti di galline ovaiole nn li ritengono adatti a diventare polli da macello, xké di diversa qualità, e allora li gettano direttamente nel tritacarne appena nati. Guarda in giro, ci sono molti video a riguardo.
    Insomma, é tutto un'unico giro: nn si può comprare e mangiare alcun tipo di derivati senza partecipare alla sofferenza e allo sterminio di animali.
    Per tutti questi motivi io nn mangio nè carne, nè pesce, nè molluschi, nè latte, nè uova, nè formaggi, ed é sorprendente quante altre cose scopri che puoi mangiare una volta eliminate queste. Cose sicuramente molto più sane e genuine che, anche se non eliminano completamente la possibilità di venire affetti da malattie quali cancro o diabete, la riducono certamente in modo notevole (dato di fatto).
    Certo, di psicopatici fanatici e maleducati ce ne sono di tutte le specie, ma come fai ad etichettare in questo modo i vegani? Xké sono più sensibili e intelligenti di te? Attento ke é la stessa cosa ke faceva Hitler: discriminava gli ebrei...nn é lo stesso ke fai tu con i vegani???
    Comunque...é chiaro ke tutte le cose di cui ti ho reso cosciente nn le sapevi....morale della favola? Ke le persone ipocrite e stupide sono quelle come te che giudicano qualcuno in base alle scelte ke fanno nella vita (scelte ke, a mio parere, testimoniano solo enorme sensibilità verso le sofferenze altrui e grande intelletto individuale, nn cm quello d ki mangia carne, ke solo xké l'uomo l'ha sempre fatto da milioni di anni e solo xké é nato e cresciuto cn questa mentalità, lo deve xforza trovare ovvio e scontato senza porsi davvero la questione se lo sia) e parlano senza sapere realmente niente di quello ke stanno dicendo.
    Spero che vedrai di informarti a dovere e ke c penserai su parecchie volte prima di sparare altre cavolate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quante palle mi tocca sentire... se la mucca vive in una fattoria, il vitello se lo tengono e lo fanno crescere, e li macellano secondo il bisogno.
      Ma perchè vi dovete sempre arrampicare negli specchi?...

      Elimina
    2. La mucca produce latte in abbondanza, in vera abbondanza, quando ha un vitellino da curare, se non mungi la mucca togliendole il latte in eccesso soffre terribilmente, altro che rubarlo al vitello

      Elimina
  19. Ebè, se uno parla è perchè è ignorante!
    E quando mai!
    Dei maiali che vanno a prendere i neonati nella culla per sbranarli guai a parlarne, e se ne parlo vengo insultato e minacciato di MORTE dai "dolci e sensibili vegani"...

    A me risulta che le foreste vengono spianate per far spazio alla soia...che guardacaso mangiano in quantità i vegani...

    Eh si, sono perfettamente ignorante!

    Come consigliato spesso, consiglio di vedere i documentari di Bear Grylls, alla faccia del "digeriamo la carne solo se cotta" si mangia serpenti crudi, insetti vivi, salmoni ancora vivi e tante altre cose...
    Inoltre, il SUSHI non suggerisce nulla? Non è carne cruda?

    Come dico sempre, io mi bevo il latte, lo rubo al vitello?
    In natura il vitello avrebbe tantissime possibilità di essere rincorso e sbranato vivo (vivo, se lo mangiano mentre respira, soffre e urla, alla faccia del "vive felice") quindi non vedo quale cosa fuorinatura sto facendo.

    Se dio non avesse voluto lo "sterminio" degli animali ci avrebbe creati SENZA la catena alimentare...invece la natura così: ci sono gli erbivori ed i carnivori, i carnivori tengono sotto controllo la popolazione degli erbivori, sennò diventerebbero troppi e consumerebbero tutte le risorse naturali.
    Insomma quello che volete fare voi è contro natura, non il mangiare carne...

    RispondiElimina
  20. A me sembra che quella che spara cazzate sia tu.

    I vegani sarebbero pallidi,malaticci e deboli?
    Ma che cazzo di gente frequenti?

    Tesoro,finiscila con la carne che mi sa che ti sta danneggiando gli ultimi neuroni rimasti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..proprio non riuscite a comunicare senza insultare?

      Elimina
    2. aaaaaaah tu si che sfati la teoria del vegano cazzaro buono solo ad insultare ... ehm...

      Elimina
  21. La carne mi ha danneggiato i neuroni?
    Peccato che quello che non ha capito che sono un uomo, nonostante il modo in cui scrivo e il nickname, sei tu

    RispondiElimina
  22. Pensi davvero ke i maiali sono esseri privi di sentimenti e assetati di sangue??? Affermando ciò farai davvero ridere un bel po' di gente...xké la maggior parte delle persone onnivore ha almeno l'intelligenza di non pensare questo! COME HO GIA' DETTO, tu sicuramente non hai mai avuto a ke fare seriamente con un maiale, si capisce chiaramente da quello ke dici...allora lo vedi che sei tu l'ignorante ke parla senza sapere??? QUESTO E' UN DATO DI FATTO (a differenza d quello ke dici tu... non riesci nemmeno a sostenemere in modo attendibile e ragionevole le tue tesi, ke dimostrano solo così di essere chiacchiere).

    La soia, assieme al mais, é al giorno d'oggi il primo elemento nutrizionale degli animali d'allevamento. Infatti li nutrono SOLO di cereali x tutta la loro breve vita x farli ingrassare in fretta, quando in realtà nn sono parte della loro alimentaazione naturale (in natura si ciberebbero soprattutto d'erba...). Insomma é come se una persona mangiasse tutta la vita patatine fritte, immagina quanto può essere sana questa persona e xciò quanto essere sana la carne ke noi mangiamo! E, COME TI HO GIA' DETTO, la quantità di cereali utilizzata x sfamare un animale da allevamento nella sua vita é nettamente superiore (dato ke mangiano SOLO quello tutta la vita) a quella utilizzata nella vita di una persona (la gente mangia anke tantissimi altri cereali, frutta e verdura...senza contare ke la quantità d qualsiasi alimento ke ha bisogno d ingurgitare un bovino al giorno é il doppio se nn di più di quello ke neccessita una persona...).

    Ke gli animali d'allevamento vengono alimentati solo cn quello, ke la quantità utilizzata x alimentare loro é moltissime volte superiore a quella utilizzata da una persona vegana, e ke ogni anno si distruggono sempre più foreste x far spazio alle coltivazioni dedicate quasi ESCLUSIVAMENTE agli animali d'allevamento, sono dati certi ke troveresti subito se ti mettesi a fare anche solo una piccola ricerca su google...ma certo, continui a parlare e mica lo fai! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in natura il cinghiale (sus scrofa, cioè la stessa specie del maiale di allevamento, infatti sono pienamente interfecondi) si ciba prevalentemente di radici, tuberi e ghiande, di tartufi se ne trova, bacche, uova, insetti, piccoli animali, cani che non corrono abbastanza alla svelta e fungaioli che finiscono troppo vicini ai piccoli.
      Vieni a fare un salto dalle mie parti e a fare le carezzine ai cinghiali che infestano il parco naturale. Vieni con le scarpe da ginnastica, perché da una di quelle bestie da 180 kg e con zanne affilate come coltelli io mi terrei alla larga.
      I maiali hanno sentimenti?
      Certo.E, credimi, se venissi accerchiata da una mezza dozzina di cinghiali adulti e incazzati, chiusa nella macchina, li vedresti bene solo in porchetta.
      PS: l'assenza di carne pare che causi anche gravi danni al centro cerebrale deputato alla grammatica e alla sintassi. Piantala di stuprare l'italiano, per favore.

      Elimina
  23. E piantala cn sto Bear Grylls! x tua informazione già mi guardo i suoi documentari da tantissimo tempo...e allora? Sinceramente x quanto nn m dispiaccia guardarlo, trovo Wild un programma un po' vuoto e infantile, spiega la natura in modo leggermente banale e superficiale. Inoltre nn sopporto proprio qnd sto benedetto Bear uccide degli animali solo PER FAR VEDERE alla gente a casa come si dovrebbe comportare in quella situazione...percarità, é interessante ke lo spieghi (se in situazioni di neccessità, posso benissimo capire ke s arrivi ad uccidere altri esseri viventi, ma questo é x sopravvivenza NON piacere personale come nella nostra vita felicemente a casa con supermercati e tutto), ma potrebbe PROPRIO EVITARE di farlo, dato ke é andato di proposito in quei posti sperduti per soldi o x notorietà ke sia. E se dici tanto d fare cm lui, allora vatti a mangiare insetti e rettili, ma no, quelli nn li mangi vero????? E' la stessa teoria x la quale k mangia qualsiasi tipo d carne nn dovrebbe mica skifare k mangia carne d cane o gatto: ke differenza c'é tra un cane e un maiale? Nessuna: sono entrambi intelliggenti, provano dolore e possono dare entrambi compagnia. Ma xké allora il maiale può soffrire x soddisfare i nostri piaceri e il cane no? E'solo l'uomo ke ha deciso ke questi animali hanno scopi differenti nella vita.

    Inoltre m irrita qnd fanno vedere le vittime di incidenti alla corrida o simili: ma lo sai xké i tori o i cavalli si imbizzarriscono così e cercano d attacare??? nn certo xké sono violenti e selvatici, ma xké gli organizzatori stringono apposta una corda attorno al loro addome x provocargli dolore in modo ke s agitino enormemente...guarda bene: la corda s vede sempre! E poi ci si dovrebbe dispiacere x quelli ke riskiano la loro vita? ma x favore: solo qualke persona vuota e inutuile in meno! loro lo fanno x divertimento e x loro scelta, ma quegli animali mica l'hanno scelto, loro vogliono solo essere lasciati in pace! ma a quelle persone stupide e vuote questo nn importa proprio, nn c pensano nemmeno!

    E cmq, dato ke continui a menarla cn sto Bear Grylls...tu ti sei visto Earthlings come ti ho suggerito??? Ma ovviamente no immagino! da quello ke vedo continui a parlare ma mai ke ti vai seriamente a documentare....

    RispondiElimina
  24. Se un vitello viene ucciso da qualke predatore: questo é il corso della natura. Non dico che muore senza soffrire, ma sicuramente MOLTO MENO d come li uccidiamo noi nei macelli, e soprattutto x soddisfare LA FAME d un'altro essere vivente. Già, xké leoni e animali carnivori DEVONO XFORZA mangiar carne, non sopravvivono con altro! Non m risulta ke noi siamo così....anzi siamo PIU' sani nel nn mangiar carne. Inoltre anke se morisse soffrendo x soddisfare la fame d un'altro animale, avrebbe passato la sua vita (anke se in certi casi breve) VIVENDO SENZA SOFFRIRE e IN LIBERTA'. Ma é possibile ke nn capisci queste differenze??? Ma pensi ke negli allevamenti li curino gli animali x solo alla fine farli fuori??? Se così, appunto, nn SAI PROPRIO NIENTE. Il documentario Earthlings t darebbe una bella delucidata su questo, ma figuriamoci se lo vai a vedere...

    Tu parli d catena alimentare: ma non hai proprio capito che NOI siamo tra gli animali erbivori???? Dammi una sola motivazione VALIDA ke DIMOSTRI il contrario.... Il compito di tenere sotto controllo la popolazione erbivora, spetta appunto ai carnivori (nn noi), xciò agli animali come leoni, tigri, lupi, ecc... Ops, guarda caso se gli capitiamo a tiro mangiano anke noi! e un leone nn mangia mica una iena (due animali carnivori)! :-D
    E infatti NOI umani siamo ormai troppi e stiamo consumando tutte le risorse naturali! NN lo sapevi? :-)
    Eh si, come hai detto pure tu, dovremmo appunto "farci tenere sotto controllo" dagli animali carnivori!

    ciao ciao! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi essere sgozzati da un animale carnivoro... fa meno male di un proietile captivo di 30 cm nella testa? ah bè... se lo dici tu

      Elimina
    2. oi siamo erbivori, difatti abbiamo la dentatura della pecora e 4 stomaci come una mucca.
      Abbiamo anche gli zoccoli e non le unghie. Prima di diventare Vegan per fare i fighi con la società ( e con risultati scadenti) andate a studiare.
      Volete un mondo vegano? perfetto, sapete che cio' implica disboscamento e desertificazione, poichè per soddisfare il fabbisogno di una intera popolazione mondiale vegana non basterebbero tutte le terre coltivabili al momento?? mi fate ridere, siete sempre con un'offesa pronta a partire contro chiunque vi metta di fronte ad un fatto concreto che annulli le vostre ca**ate.
      Enea.

      Elimina
  25. Si si, bla bla bla, al macello un colpo in testa e muoiono, in natura vengono sbranati vivi per mezz'ora pure, però in natura non soffrono...

    Che i maiali non hanno sentimenti lo stai dicendo tu, io ho detto che appena ti giri rischi che ti divorino. E dillo a chi si è visto bambini in fasce sbranati dai maiali.
    Ah, ma loro non sanno come funziona...lo sai tu che hai visto un paio di video su youtube!

    E che cazzo c'entra la corrida?
    Ma stai vaneggiando?

    Ah comunque in cina si mangiano i cani...
    E riguardo quello che mangiano i bovini di allevamento: se non mangiassimo carne noi ci mangeremmo quello che mangiano loro.
    Il disboscamento è un problema di sovrapopolazione, non di carne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dei grazia qualcuno ha finalmente detto che è una questione di numeri! tanto non la capiscono!!

      Elimina
  26. E continui a parlare continuando a dimostrare di nn sapere niente! Eì assurda la stupiditià di certa gente!!! :-D

    Negli allevamenti un colpo in testa e muoiono??? Continui appunto a dimostrare chiaramente ke nn sai minimamente quello ke accade nel mondo! Ma se patiscono sofferenze, x morire ke durano ore e ore, cn la gola gocciolante d sangue ancora vivi, mentre gli penzolano tutti gli organi! Menomale ke sei quello informato!!! Ma sto benedetto documentario Earthlings proprio nn te lo vuoi vedere??? Certo, meglio restare nell'ignoranza d nn saper la verità, almeno poi nn sei costretto ad ammettere ke hai enormemente torto su tutto! ;-)

    Bhé, se un maiale, come dici tu, é pronto a divorarti appena ti giri, vuol dire automaticamente ke nn ha dei sentimenti (lo dipingi tu come un mostro assetato di sangue!). Appunto lo affermi tu, mica io, nn rigirare le cose.....
    Come ti ho già spiegato (sembra di parlare con un bambino d 3 anni...ù.ù), gli animali, esattamente come le persone, possono trasformarsi e diventare estremamente aggressive in situazioni di pericolo per loro, frustrazione, sofferenza e disagi di vario tipo. SE GLI ANIMALI REAGISCONO IN MODI VIOLENTI E' X CONSEGUENZA A QUALCOSA KE LORO SUBISCONO. Solo le persone reagiscono in modi violenti spesso senza motivo... questo già li fa superiori a noi.

    Vaneggi tu ke insulti la gente a casaccio...e menomale ke critiki i vegani dikiarandoli maleducati! :-) Ok, ti spiegherò anke questo (quanta pazienza ke c vuole coi bambini!): ho parlato delle corride xké ero nel tema di Wild, dove appunto ne parlano spesso. Questo x dimostrare ancor di più ke come programma nn vale granké e nn insegna le VERE cose della vita, xké le fa vedere un po' distorte rispetto a come sono nella realtà.

    Si, in cina si mangiano i cani...appunto! Infatti ho detto che se affermi ke é giusto mangiar carne d bovini o suini o altro, dovresti trovaere nornmale mangiare anke cani o gatti! Ke differenza c'é tra questi animali? Appunto nessuna! Almeno ki mangia cani e gatti é più corente cn se stesso e cn gli altri d ki mangia solo certi animali e critica ki mangia anke quelli ke personalmente nn mangerebbe. Scusa, forse esprimo ragionamenti troppo complicati x il tuo intelletto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in india non mangianomucche , sono sacre. in cina cani e gatti si mangiano. dipende dalle culture. noi mangiamo le lumache (ahhh sapessi gli allevamenti di massa...) le zampe di rana (mai mangiate), le murene (mai mangiata) in asia mangiano grilli, ragni e insetti. Si chiamano differenze culturali.
      Se non accetti questo sei una persona ottusa.

      Elimina
  27. Ancora sbagli! Eppure t ho spiegato bene il xké un bovino nella sua vita mangia il quintuplo, se nn mooolto di più, dei cereali ke mangerebbe una persona in tutta la sua vita...
    1- Un bovino ha bisogno di mangiare almeno il doppio di quanto mangia una persona in una giornata
    2- i bovini d'allevamento mangiano SOLO cereali x tutta la vita, mentre una persona vegana li alterna mangiando tante altre cose (del tipo ke magari mangerebbe cereali solo x 5 o 6 pasti a settimana - un bovino dalla mattina alla sera di tutti gli anni della sua vita)

    Se prima potevi ancora fingere d nn capire bene il senso del mio discorso, ora, spiegato meglio di così nn si può... conosci almeno un po' la matematica???

    Proprio x questo, se fossi una persona intelligente e colta, sapresti perfettamente ke il disboscamento é realmente causato in primis dall'eccessiva produzione d carne (causata DI CONSEGUENZA dalla sovrappopolazione...nn é la sovrappopolazione ke causa DIRETTAMENTE la deforestazione, ma le abitudini e lo stile di vita immotivato di tutta la popolazione, tra cui, appunto il consumo immotivato d carne).

    Spero ke finalmente avrai capito...e, perfavore, nn prendere in continuazione scuse x tentare in tutti i modi d aver ragione, ok? ;-)
    Sbagliare é umano...l'unica cosa ke adesso puoi fare e vedere d n sbaglare più almeno in quest'argomento....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perché non ti prendi un bel libro di testo di zootecnia di un istituto agrario?
      Scopriresti così che la razione alimentare di una vacca da latte di alta qualità, che è quella che richiede più proteine e carboidrati, consiste in gran parte in trinciato di mais (una miscela di fusti, foglie e pannocchie di mais triturato), fieno di medica (molto gettonata perché arricchisce il terreno di azoto, quindi l'anno dopo il frumento cresce molto bene), e una quantità di cereali non superiore a un chilo, in genere di avena. Poco orzo perché, pur essendo molto proteico, può causare disturbi come un gonfiore eccessivo del rumine.
      Agli animali di allevamento vengono date parti della pianta non adatte alk consumo umano. Nel Veneto, dove ci sono ancora zuccherifici in funzione e la coltivazione della barbabietola da zucchero ancora tira, è molto gettonato il panellato di bietola (cioè le strisce essiccate di bietola dopo l'estrazione del succo zuccherino), proteico e appetitoso per l'animale perché dolciastro, oppure si usa "condire" il trinciato di mais (vedi sopra) col melasso (frazione di liquido ottenuto dalle bietole con zuccheri che non cristallizzano, inadatto al consumo umano per il sapore sgradevole all'uomo).
      Per l'allevamento dei maiali si usa molto il siero di latte, che contiene ancora una certa quantità di zuccheri e proteine non precipitate con la caseificazione e lòa produzione di ricotta.
      ...
      ma che ti spiego a fare le cose? Torna nel tuo mondo disney dove si vive felici mangiando insalata, vah. Solo, ti prego, fai uno sforzo, ripassa un pochettino l'ortografia e la sintassi, perchè senti quei tonfi periodici che si odono in tutta Italia? Sono Manzoni e Alighieri che si rivoltano nelle tombe, nel sentirti stuprare così la bella lingua italiana!

      Elimina
  28. Anche se non mangi cereali, quello che mangi ha sempre un impatto nell'ambiente, o si concretizza dalla vuota aria?
    Un bovino mangia cinque volte? Ci sono un miliardo di bovini, gli umani sono SETTE...
    Sta storia di "alternare" i cereali è veramente ridicola, senza offesa, semplicemente fai finta di nascondere parte del problema, che è il fatto che sette miliardi di persone mangiano.

    Inoltre a me di Wild me ne sbatte una benemerita sega.
    Io ho parlato di Bear Grylls, trasmesso su DISCOVERY CHANNEL. Se il tuo mondo è solo italia uno e wild allora hai molta ragione a darmi dell'ignorante e ad atteggiarti a donna dall'immensa saggezza.

    Se tagli la gola ad una persona questa muore nel giro di pochi secondi, se tagli la gola ad un bovino questo agonizza per ore.
    Scientifico!

    RispondiElimina
  29. Certo ke ogni cosa ke si mangia ha impatto sull'ambiente...ki ha mai detto il contrario??? Infatti mica dobbiamo morire di fame x nn creare alcun "fastidio" alla Terra! E' proprio questo il punto: abbiamo il diritto d vivere SOLO se ci preoccupiamo di creare la MINIMA sofferenza possibile a esseri viventi e la minima distruzione alla terra ke c ospita...altrimenti, a mio parere, nn ne siamo degni: sarebbe mettere i piedi in testa alla natura ke ci ha creato. Questo xciò include il nn consumo d carne (ke sicuramente, e nn lo puoi negare, ha un'impatto tantissime volte più alto sulla terra di quanto ne abbia la produzione di cereali) quando questa é x mero piacere personale e NON PER NOSTRA NECCESSITA' DI SOPRAVVIVENZA. Questo é un fatto certo e indiscutibile, ke solo le persone deboli ke nn VOGLIONO aprire gli occhi alla realtà, ancora nn accettano...evidentemente x queste persone é TROPPO accorgersi d vivere in modo sbagliato arrecando enorme sofferenza a degli esseri senzienti senza reale motivazione. xké diversamente s sentirebbero inevitabilmente delle MERDE...allora meglio far finta di niente, meglio nn VOLER sapere la verità, meglio continuare ad avere i paraocchi: si, così é tutto più facile.

    Poi mi cadono davvero le braccia quando leggo tue affermazioni del tipo: "se il tuo mondo é solo italia uno e wild"...questa é una pura congettura senza alcune fondamenta, evidentemente espressa col semplice scopo di fare critiche a casaccio xké nn riesci a contraddirmi con tesi valide e su cose sensate.
    Quello che fa Bear Grylls é sempre lo stesso, semplicemente trasmesso su due reti differenti e da due programmi diversi...nn accampare xciò scuse ridicole ke nn c'entrano niente. Adesso m vuoi discriminare xké nn ho MAI avuto i canali satellitari??? Discrimini i vegani x la scelta d quello ke mangiano, nn m stuperei xciò se discrimini anke le persone x quello ke hanno da guardare in tv....anzi, praticamente già l'hai fatto! :-D

    E l'ultima frase cosa vorrebbe significare???? Ke x questo motivo migliaia d animali ogni giorno possono venire tranquillamente sgozzatti e, ancora vivi a testa in giù, togliergli tutte le interiora, e tutto questo per PURO PIACERE PERSONALE DELL'UOMO e NON X NECCESSITA'???? Senza contare che questa é la MINIMA sofferenza ke provokiamo a quegli animali....

    A questo punto le ipotesi sono due:
    1- o hai il cervello di un'encefalogramma ke nn riescie proprio a constatare la validità di ciò ke dico io e anke milioni di altre persone (tra cui tantissimi scienziati, medici e ancitchi pensatori e geni di fama nazionale e mondiale) e ad avere un minimo d apertura mentale riusciendo a capire ke il proprio stile d vita é stato sempre basato su concezzioni totalmente sbagliate
    2- ti sei accorto di avere sempre sbagliato nel tuo modo di ragionare, di aver fatto un'articolo pieno d ca***te e discriminazione, e ora x orgoglio personale vuoi continuare a controbattere in modo stupido e insensato pur di nn ammettere d aver torto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Creare la minima sofferenza agli esseri viventi... mi piace questa frase... lo sai che le piante sono anch'esse esseri viventi? Il fatto che non si lamentino quando le estirpi ti fa stare apposto con te stessa, vero?? Ma hai per caso idea se una pianta soffre quando viene estirpata? Sapete che parlare alle piante le fa crescere piu rigogliose? (dato di fatto).
      seguendo questo tuo concetto, io mangio carne perchè non li ammazzo io gli animali, non li vedo ne sento soffrire quindi non è un problema mio.

      Elimina
  30. Naturale, io faccio critiche a casaccio, tu invece sei saggia oltre la comprensione umana...

    Adesso avrei discriminato chi non ha il satellite?
    Ho una notizia per te: non ho il satellite.
    Sempre a sparare cazzate, però tu sai tutto della natura e del mondo!

    Gli umani mangiano carne da centinaia di migliaia di anni, non basta un pazzo a dire che non possiamo farlo per cambiare la natura del nostro metabolismo.

    E' questo che odio dei vegan, siete estremisti.
    Un vegetariano può dire che non mangia carne perchè obiettore, voi invece andate a sparare tante di quelle cazzate antiscientifiche misurando i metri dell'intestino o altre cazzate, e nonostante non abbiate nessun riscontro con la realtà date dell'imbecille a chi non vi crede.
    Questo è estremismo, quando si cerca di avere ragione anche quando non la si ha (inventando storie sull'alimentazione) per convincere (costringere) gli altri a comportarsi come se stessi pena la discriminazione (ci chiamate "impuri").

    RispondiElimina
  31. Mi fanno troppo ridere le "argomentazioni" dei vegan che cercano di convincere anche i sassi...

    A me sta bene se uno decide di non mangiare alimenti derivati da animali (e quindi anche caramelle gommose, nutella e tante altre cose che contengono gelatina animale, zuppa inglese e m&m rosse che contengono un colorante derivato da cocciniglie, zucchero e fruttosio sbiancati con un processo che comprende cartilagini animali, ecc ecc -lo sapevi vero Elena?) ma non vedo perché qualcuno debba venire da me e cercare di convincermi a non mangiare questo e quello.

    Lo sfogo di pallequadre secondo me deriva da un qualche filosofeggiamento subito che ha fatto traboccare il vaso, tutto qua

    Ah, esistono anche vegetariani che fanno discorsi del genere, non solo vegani

    E che ridere quando ci chiamate carnivori, come se avessimo sempre un agnello o una trota in bocca xD

    RispondiElimina
  32. Più che filosofeggiamento è il cercare di piegare la scienza ai loro scopi che mi fa rabbia.
    Rispetto i vegetariani (almeno finchè anche loro non scadono nel fanatismo) perchè loro dicono "mi da fastidio, non lo mangio". Perfetto, è una loro opinione e scelta, ma quando un vegan inizia a dire cazzate per darsi ragione e cercare di convertire gli altri vado in bestia

    RispondiElimina
  33. scusa per il ritardo...cmq...

    ke tu hai il satellite o meno nn me ne può fregare di meno...io ho solo risposto ai tuoi insulti gratuiti riferiti su ciò ke guardo o non guardo in tv (ke oltretutto nn puoi nemmeno sapere)

    Io non so TUTTO sulla natura e sul mondo, xké nn sono certo una ricercatrice....ma so di sapere molto di più di tanta gente come te ke nn é minimamente informata e parla solo a favore di ciò ke gli é stato detto o ke ha visto da altri fin da bambino, senza interrogarsi se ci sono valide tesi a favore e senza documentarsi affondo.

    Visto? Lo stai ammenttendo da solo ke le tue idee sono basate unicamente sulle convinzioni della massa, altrimenti non affermeresti che "Gli umani mangiano carne da centinaia di migliaia di anni..."... E allora? Nn lo sai ke per centinaia di anni l'uomo era convinto che la Terra fosse piatta??? E che i primi che hanno sostenuto il contrario erano stati ritenuti pazzi per tantissimi anni??? Peccato che avevano ragione...

    A favore della mia tesi, ti posso invece dire che da centinaia di anni grandi personaggi della storia del mondo sostenevano il vegetarismo e il veganismo: Gandhi, Buddha, Einstein, Leonardo da Vinci, Pitagora, Darwin, Aristotele, Newton, ecc... e la lista é ancora chilometrica e sono tutte fonti attendibili. Ma certo, xciò ritieni questi geni, intellettuali, pacifisti e religiosi riconosciuti in tutto il mondo per i loro meriti, dei pazzi???? Eh si, é arrivato il genio del secolo, con l'intelletto superiore al loro, che scopre che tutti questi personaggi erano in realtà dei pazzi con gravi turbe mentali!!! Mi faresti un'autografo????

    Inoltre, ai giorni nostri, sono moltissimi i medici e gli scienziati che appoggiano la scelta vegana che, oltre che per un fatto di moralità, é la scelta migliore per la nostra salute. Lo sai chi é Margherita Hack??? E' la più grande scienziata italiana dei giorni nostri, é vegana fin da bambina e non ha mai mangiato carne in vita sua, ora ha 91 anni (se ricordo bene), sembra che ne abbia una settantina ed é in perfetta salute e non ha mai avuto malattie. Un caso? No! Sappi che l'alimentazione influisce per il 70% sulla nostra salute; il clima, le cure mediche e la casualità influiscono tutte per il 10% ciascuna.
    E questi sono reali riscontri scientifici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sorry ma sei ignorante.. margherita hack è VEGETARIANA, mangia uova ciccia.. e probabilimente latte.. e La Montalcini che ha 102 anni? ed è una ricercatrice del dna e del cervello? mai chiesti perchè non diventa vegan?

      Elimina
    2. Sicuramente sei una persona di grandissima cultura, lo si nota dai "xkè, nn, ke"...

      Elimina
  34. Inoltre, oltre che per il bene degli animali e la nostra salute, diventare vegani sarebbe un enorme bene e miglioramento per tutta l'umanità. Non ci sarà mai pace tra le persone, comprensione e altruismo, finché i bambini cresceranno trovando normale vedere passare un camion pieno di animali diretti al macello, é la stessa cosa di trovare normale e restare indifferenti ad un camion pieno di carcerati diretti alla loro sentenza di morte, con la differenza però ke gli animali non hanno colpe, non hanno ucciso o rubato e che gli viene inferta una morte lenta e tremenda, non una veloce e indolore.
    Migliorare la considerazione x le altre specie é il primo passo per migliorare la considerazione che ognuno di noi ha per quelli della propria specie. Perché tutto é iniziato così: l'uomo ha visto quanto era facile maltrattare e torturare esseri di diversa specie, é da lì ha pensato che fare la stessa cosa a quelli della propria specie non era tanto diverso o difficile.

    Oltretutto, la gente come voi nn si sofferma nemmeno a pensare che il commercio di carne e derivati é il più grande del mondo e che ne traggono ENORMI profitti miagliaia di persone. "FORSE" quelle persone hanno convinto da migliaia di anni la gente ignorante che é indispensabile nutrirci di carne é che fa soprattutto bene alla nostra salute???? E invece, chi sostiene fortemente che facciano male, ne trae qualche profitto nel dire ciò???? A me sembra proprio di no.

    Inoltre, tutti i governi del mondo, con i soldi che versano tutti i cittadini ogni anno, finanziano gli allevamenti 6 volte di più rispetto a quello che danno ai popoli del terzo mondo... li lasciano morire di fame pensando solo ai loro profitti e ai loro piaceri, e poi ci chiedono a noi i soldi per aiutare i paesi poveri!!! Mai hai idea in che mondo siamo??? Mi sa proprio di no...hai mai visto i film "V per Vendetta" o " The Island"? Anche se non a quei livelli e anche se nn di "fatto" viaviamo nello stesso mondo, con l'unica differenza che SOLO in apparenza siamo liberi e tanti pensano di esserlo davvero. In realtà le persone al potere di tutti gli stati "giocano" con noi: mentre noi c ammazziamo di fatica per vivere in una società che SEMBRA democratica, loro cazzeggiano e pensano solo ai loro interessi, rubandoci tutti i nostri soldi guadagnati cn fatica e utilizzandoli solo per loro e per i loro interessi invece ke x il bene collettivo e d ki ne ha bisogno, riempiendoci solo la testa di cazzatte e facendoci credere che fanno i nostri interessi, quando in realtà siamo i loro burattini e distruggono in tutti i modi il mondo in cui noi tutti vivamo fregandosene altamente.

    Poi..."cazzate antiscientifiche"???? Eh, si, ammetto la verità, mi sono aperta la pancia, tirato fuori l'intestino, preso il misurino e misurato! E lo stesso ho fatto anche con un animale erbivoro e uno carnivoro! :-D
    Sai, non sono i vegani o vegetariani a "misurare" la lunghezza dell'intestino!!! Questa, come tante altre, sono prove reali che hanno dichiarato i ricercatori e gli scienziati! Xciò, a dire così, ti contraddici e affermi tu stesso che le prove scientifiche non hanno alcun senso e ke xciò nn credi nella scienza! :-)

    Io mi inventerei storie sull'alimentazione?????
    Io almeno esprimo FATTI concreti, a differenza di quello che dici tu che esprimi solo tue idee senza fondamenta e senza esprimermi fatti che dimostrino la validità d ciò che dici.
    Dai a me (e ai vegetariani e vegani) della bugiarda, prepotente e maleducata... e poi sarei io quella estremista e discriminatrice, quando mi becco tutti questi insulti immotivati se parlo correttamente e obbiettivamente, espondendo i fatti che mi portano ad una scelta di vita alla cui base c'é il rispetto e la sensibilità per tutti gli esseri di questo mondo e x il bene del mondo in cui vivo e delle persone???? Alla faccia di ki discrimina!!!!!!!

    RispondiElimina
  35. Cmq m sono rotta di continuare una discussione insensata e senza alcuno scopo cn gente ke NON SA cm stanno le cose e NN VUOLE SAPERE.
    Facciamo una cosa....tu ti vedi Earthlings (TUTTO!!!) o i tanti video degli allevamenti intensivi su internet e poi, al massimo, ne riparliamo...altrimenti nn ha proprio senso.
    Ah, ma aspetta, qualcosa m dice ke nn lo vedrai, xké hai paura di avere così la prova d nn sapere tante cose....o forse xké semplicemente, sei una persona talmente vuota e disgustosa, e hai dei genitori che non ti hanno nemmeno insegnato cos'é l'affetto e il dolore per le sofferenze altrui, che anche vedendo A CHI dai i soldi cn i quali compri carne e derivati e a QUALE DOLORE contribuisci, nn te ne frega niente e ne rimani totalmente indifferente.

    RispondiElimina
  36. A favore della tua tesi c'è la teoria della terra piatta?
    Scusa ma ti si può ritorcere contro: voi vegan siete convinti che l'uomo non può mangiare carne, e attaccate e prendete per pazzi chi mangia carne
    e sta bene.

    Riterene i mali del mondo dovuti alla carne è da pazzi fanatici...

    No chi vende soia ogm non ha interesse nel dire che la carne fa male, assolutamente!

    Dire che gli umani non sono onnivori misurando l'intestino è una stronzata colossale.
    Lo sai che ho il dito medio più lungo e altri no? Cosa significa? Ma per favore

    Inutile che guardo documentari vegan che vanno a riprendere i peggiori allevamenti al mondo, quello che mangio io viene dalla Sardegna stessa, e cose del genere non esistono.

    Se vuoi insistere a ripetere le solite quattro cazzate che il lavaggio del cervello vegan ti ha ficcato in testa fallo da un'altra parte, mi sembra di aver risposto cento volte a quattro concetti del cazzo

    RispondiElimina
  37. Mi son letto più o meno tutto questo avanti e indietro di commenti, che a tratti mi fa anche sorridere.

    Senza entrare nel merito della questione, sono svizzero e abito in Svizzera, ho una sorella veterinaria che si sta specializzando in grandi animali (cavalli, mucche eccetera).

    Mi ha invitato e accompagnato a vedere fior di allevamenti anche industriali ma specialmente cinque o sei mattatoi.

    Riferendomi a questo passaggio:
    "Negli allevamenti un colpo in testa e muoiono??? Continui appunto a dimostrare chiaramente ke nn sai minimamente quello ke accade nel mondo! Ma se patiscono sofferenze, x morire ke durano ore e ore, cn la gola gocciolante d sangue ancora vivi, mentre gli penzolano tutti gli organi! Menomale ke sei quello informato!!!"

    Mi permetto l'insolenza di dire che sono tutte apocalittiche stronzate perché qua da noi è proprio così, un colpo in testa e muoiono. Qualsiasi altra cosa fa chiudere l'azienda e arrestare gente.
    Ho avuto la possibilità di seguire un certo numero di bovini dall'allevamento al mattatoio e a me tutte le stronzate sul trattamento disumano degli animali fanno solo un po' ridere.

    A me la carne piace, me la mangio con moderazione ed estremo piacere, compro quella col bollino GQ e IP-Suisse e continuo a dritenere i vegani un branco di scompensati.


    Un saluto
    Roberto

    RispondiElimina
  38. Grazie della testimonianza.
    Ma quella affermazione in particolare si smentiva da sola, visto che qualsiasi animale sgozzato muore in pochi istanti, e non ci mette ore ed ore...
    Infatti il terrore dei macellai, dei soldati e altri è quello di recidersi una arteria: un minuto o più e si muore dissanguati. Peggio la gola, ci vogliono proprio pochi secondi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io invece a te ti farei morire piano piano a fatti soffrire come soffre un agnello

      Elimina
    2. CHIARO AMORE VEGANO!!!! AHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAH A QUESTO PUNTO COMINCIO A PENSARE CHE ANCHE HITLER FOSSE VEGANO ... AHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHHAHA

      Elimina
  39. A favore della mia tesi nn c'é la teoria della terra piatta, ki l'ha mai detto, cs c'entrano le due cose??? Scusa, ma m sa ke sei davvero rinc*******to a dire ke ho detto ciò...anzi no, forse é il tuo tentativo mal riuscito di rigirarti le cose. La teoria della terra piatta é semplicemente in disaccordo con la TUA tesi seconsdo la quale l'uomo mangia da miglioni di anni la carne, xciò é giusto così. Ragionamento ke solo una persona enormemente stupida e cn un intelletto molto basso potrebbe pensare e ritenere sensata. L'uomo amazza altre persone da migliaia di anni, ma certo, allora é giusto cosi!!!!!! E a questo cosa m rispondi????

    Poi, ke l'uomo nn può mangiar carne, che i vegani o vegetariani attaccano o prendono x pazzi ki la mangia, lo stai solo dicendo tu!!! Dai, continua pure ad etikettare a tuo piaccimento le persone senza motivo...ki attacca le persone sei solo tu, o sn io ke ho scritto l'articolo "menzogne vegan" e criticato tutto il tempo quelli diversi da me???? Per tua informazione, ank'io mangiavo carne fino a poco fa e conosco tantissime persone che amo molto ke continuano a mangiarla...e caso strano nn le aggredisco o le tengo lontane da me. A differenza, tu skifi e parli tutto il tempo male di vegetariani o vegani ritraendoli come pazzi...e po dai la colpa agli altri di essere maledacuti e d attaccare la gente x via d questa differenza d vita. E' kiaro, kiunque legga queste conversazioni, ke il solo ke attacca e discrimina sei tu, xké io l'unica cs ke ho sempre fatto é attaccare la tua poca informazione e la tua poca voglia d informarsi (nn ti ho etikettato cm pazzo, ma sl come un ignorante ke parla...).
    Quindi, finiscila di rigarti le cose.

    Ke i mali del mondo non sono dovuti al solo consumo di carne, questo é sicuro; ma che i mali sono dovuti PIU' DI ALTRI MOTIVI e a CONSEGUENZE del mangiar carne, é sicuramente una cosa certa e riscontrata da fatti (cm ho gia detto sn la prima causa della fame nel mondo xké i politici pensano a finanziare gli allevamenti 6 volte di più di quanto danno alla gente dei paesi poveri e a dedicare i campi di grano invece ke x i poveri x sfamare gli animali da macello ke sicuramente nn verranno mangiati dai poveri, LASCIANDOLI VOLUTAMENTE morire d fame xké preferiscono la gioia ke la carne dà al loro palato...).

    AHAHAHAH!!! sai, ke parli sella soia OGM é proprio una minkiata...dal momento ke stiamo particolarmente attenti alla nostra alimentazione e alla nostra salute, nn andiamo certo a comprare o a sfamarci di soia o quant'altro ogm, é prorpio ridicolo anke solo pensarlo!!!!! Xciò togliendo i soldi agli allevatori nn li diamo mica ai produttori di ogm!!! :-D ke cs stupida...

    RispondiElimina
  40. Cmq m sa ke stai proprio cominciando a delirare pur di acaparrare scuse...cs c'entra la lunghezza del tuo dito medio??????? Sai, ti ho gia spiegato, ke la lunghezza dell'intestino varia per ogni specie in base a ciò ke deve ingerire, e si classifica in varie lunghezze e, queste lunghezze sn le stesse x le specie ke si nutrono della stessa cosa e differiscono x le specie ke si nutrono d alimenti diversi. E mi pare ke ti ho già detto ke i carnivori hanno un'intestino tantissime volte più corto x far si appunto di digerire in fretta la carne, alimento solo grasso e calorico...questo ormai tutti qualsiasi scienziato lo sa da moltissimo tempo, peccato che solo quelli ke vogliono accettare qualcosa fanno 2 + 2 e capiscono ke x questo e x tantissimi altri dati di fatto la carne non é proprio l'alimento adatto alla nutrizione dell'uomo.
    E dato ke vai tanto a sbandierare le gesta di Bear Grylls, ti posso dire ke, sl qualke settimana fa in una delle sue imprese ha affermato, riferito ad un pezzo di carne: "la potrei anke manigare cruda, MA E' POCO DIGEREIBILE, XCIO' E' MEGLIO SE LA CUOCIO"...a differenza di quanto tu hai affermato ke la carne la digeriamo perfettamente cruda e bisogna fare cm lui!!! :-D Se nn lo sai, tra "ingerire" e "digerire correttamente" c'é una bella differenza!!! Se x questo possiamo mangiare anke la cacca, sicuramente la riusciamo a ingerire, ma mica ci fa bene ed é adatta alla nostra alimentazioone!!!! Devo proprio fare i discorsi cm cn i bamibini piccoli! :-)

    "Pochi allevamenti del mondo"??? "quello che mangio io viene dalla Sardegna stessa, e cose del genere non esistono"??? AHAHAHAH!!! Lasciamo stare, sei proprio fuori dal mondo, m fai davvero ridere! Io penso sempre ke ciò ke noi facciamo agli altri c ritorni indietro cn la medesima forza...dato ke NN VUOI CAPIRE ne farai i conti a tue spese, magari anke tra tantissimi anni, o in punto di morte, ma alla fine ti accorgerai dei tuoi errori e soprattutto della tua mente bigotta. Perché l'uomo da migliaia di anni sta distruggendo tutto ciò ke VALE DAVVERO in questo mondo, le cs ke sn davvero importanti, facendo del male anche e soprattutto a se stesso. Prima o poi, spero solamente ke sempre più gente capisca, xké il mondo sta davvero andando sempre di più a rotoli sotto i punti di vista, soprattutto gli ideali di vita, forse i più importanti, stanno sempre di più sparendo dalla mente d tutti. Ed é davvero DEFICENTE ki nn s accorge d ciò, d quanto ormai il mondo, x colpa dell'uomo, faccia skifo e si sta completamente rovinando.

    RispondiElimina
  41. Dopo questa mia riflessione e sfogo di sopra, torno col dirti ke, scusa (io nn sono una persona ke solitamente insulta o offende qualcuno), ma dimostri di essere davvero stupido nel dire che NON VUOI vedere qualcosa. A maggior ragione se attesta il contrario di ciò ke io sn convinta, io lo vedrei assolutamente, altrimenti le mie convinzioni nn avrebbero più alcun significato se nn sono disposta a ricredermi guardando fatti ke potrebbero dimostrare il contrario. Non voglio vedere? Allora ME NE STO ZITTA e nn parlo per ore facendo discussioni e affermendo ke ciò ke penso io é la sola cosa sensata. Mi faccio i cazzi miei, rimanendo nella mia ignoranza, in cui voglio a tutti i costi restare. Vedi? Lo hai ammesso tu stesso ke sei ignorante e lo vuoi rimanere, non volendo conoscere tutti i fatti ke potresti anallizzare x aver magari prova ke ciò ke dici é reale.
    Il bello é ke, volendo restare nella tua ignoranza, e nn volendo in alcun modo vedere possibili fatti ke dimostrinmo il contrario delle tue condvinzioni, redici anke articoli cn cui screditi persone e cerchi di dimostrare l'assoluta validità del tuo modo di pensare, senza vedere nemmeno i fatti a favore della parte opposta. Ke skifosa presunzione, ipocrisia e prepotenza. Dato ke siamo arrivati a sto punto, parliamo chiaro: MA FATTI ALMENO I CAZZI TUOI se nn vuoi parlare e vedere i fatti obbiettivamente.

    Lo conosci il detto: "vivi e lascia vivere"??? in questo discorso direi che ha pure molteplici significati....

    RispondiElimina
  42. X Anonimo: un'altro ke parla da perfetto ignorante... :-)

    LA MAGGIOR PARTE degli allevamenti sono un'inferno...ma la gente cm te nn pensa proprio ke I POCHI allvemanti ke hanno contatti cn televisioni o persone sn quelli a norma???? Nella mnaggior parte di allevamenti e mattatoi nn v può entare NESSUNO ke nn vi lavori.

    Certamente quelli nn a norma li farebbero anke kiudere...se solo FACESSERO CONTROLLI. Ma, tutti lo sanno, in questo campo nn si prodiga NESSUNO a fare controlli.

    Poi altra ignoranza!!! Hai mai visto un maiale sgozzate morire in pochissimi secondi????
    Io ho un sacco di conoscenti (la famiglia del mio ragazzo) ke hanno fattoria cn animali...m é stato più volte detto da loro ke ogni volta ke hanno sgozzato un maiale questo gi ha almeno messo una decina o ventina di minuti, prima di morire completamente!!! E loro si limitano solo a questo...ma negli allevamenti questo é il minimo, xké spesso gli tagliano la gola SOLO alla fine di tante altre sofferenze. E queste nn sono "leggende urbane" o simili cm solo persone idiote potrebbero pensare, sono fatti concreti testimoniati da moltissimi anni cn filmati fatti da telecamere nascoste ke HO VISTO...e bisogna essere davvero malati (x ki VEDE QUESTI FILMATI...ovviamente voi no: PARLATE MA RIMANETE NELL'IGNORANZA!) x poter pensare ke sono solo finzioni e nn cs reali.

    Informattevi cm s deve e nn pensando d sapere tutto vedendo le "poche aree felici" ke sn preparate appunto cm testimonianza della "bella vita" ke gli animali fanno li, ingannando i poveri scemi ke sn convinti ke dappertutto sia così.

    RispondiElimina
  43. Mi dai dell'imbecille, mi accusi di essere completamente ignorante, credi di essere l'unica al mondo con la verità in tasca, e ti credi superiore a me...
    Poi mi accusi di andare contro i vegan.
    Comlimenti per la coerenza!

    Ogni volta scrivi un romanzo di commenti dicendo sempre le solite quattro cazzate, ti rendi conto?
    Altro alla tua teoria non sai portare?
    Sai solo negare che possiamo mangiare carne quando è centinaia di migliaia di anni che lo facciamo, e insisiti a negare la realtà dei fatti.
    O sei completamente plagiata dal lavaggio del cervello di qualche vegan, o sei in malafede.
    Non mi importa nulla se abbiamo l'intestino corto o lungo, io mangio carne, la assimilo a dovere e contiene nutrienti importanti per la dieta. BASTA.

    Che cosa mi dici delle persone che hanno problemi intestinali e sono costretti a seguire una dieta quasi esclusivamente composta da carne arrosto?
    E non dirmi "sono cazzate" come altri pazzi invasati vegan hanno affermato, davanti ai fatti sapete solo dire "sono cazzate", l'unica verità è la vostra.

    Per favore, smettila di spammare le solite quattro cazzate da propaganda vegan, usa il cervello se vuoi dire qualcosa, o ti riesce difficile?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PalleQuadre.. un consiglio da socio.. lasa sta.. è come parlare coi sassi.. almeno le piante crescono meglio.. loro manco questo

      Elimina
  44. Salve,ho letto tutti i vostri commenti e vorrei dire qualcosa riguardo il vegetarianismo e non.
    tanto per cominciare,a mio modesto parere non bisognerebbe MAI fare di tutta l'erba un fascio.inoltre sono convinta che ci sono molti vegani che non rispettano le scelte di vita di altre persone,come vegetariani e non.perchè dare importanza a queste persone?diamo piuttosto importanza a quelle che si limitano,senza offende o alzare la voce,a spiegare il perchè della loro scelta.è sicuramente meglio di "attaccare" una persona con l'intento di metterlo con le spalle al muro provocando solamente odio non vi pare?non mi riferisco solo ai vegani ma a tutti.sono vegano,lo dico liberamente,non ho mai detto a una persona "stronzo ignorante imbecille testa di cazzo"perchè mangiava carne".Sono stato insultato in vari modi,mai ho risposto insultando,questo non perchè sono un pacifista ma perchè ritengo che dire stronzo a qualcuno che senza motivo insulta un altra persona,dire stronzo a qualcuno che non sa nemmeno cosa vuol dire "sensibilita" o "rispetto" è semplicemente una perdita di tempo.piuttosto spiegare serenamente la propria scelta guardando in faccia quella persona che forse non sa molto sull'argomento,credo sia piu giusto(ma ripeto,non è una verita assoluta cazzo,questo è semplicemente un mio pensiero,liberi di pensarla diversamente,come dire il mondo è bello perchè verio XD)Credo che insultando chi segue una dieta diversa dalla nostra e quindi,mancare di rispetto verso il prossimo,sia profondamente ingiusto.io penso che come per le istituzioni scolastiche,dove un ragazzo è costretto a studiare di tutto e di piu(quando a mio,sempre modesto,parere lo studio dovrebbe essere un piacere,la cultura in generale dovrebbe partire dall'alunno non dal professore che ti dice"domani studiate questo e quello e poi interriogazione")anche la scelta di diventare vegetariani debba essere spontanea.ho conosciuto persone che semplicemente a un punto della loro vita si sono chieste se mangiare carne sia giusto o meno(anche bambini).credo inoltre che non si debba mai giudicare una persona in base alla sua dieta.Se ho offeso la sensibilità di qualcuno chiedo sinceramente Scusa.
    Joe

    RispondiElimina
  45. Il fatto è proprio quello: imporre un punto di vista.
    Se uno è vegano lo è perchè vuole esserlo, e non deve dare spiegazioni a nessuno, ma se questo inizia a dire che le guerre e la fame del mondo sono causate dalla carne, e altre falsità per convincere il resto del mondo che si ha ragione, sicuramente la sfera del privato non ha più senso...

    Io non scrivo i miei post per convincere i vegan a mangiare carne, scrivo i post per sottolineare che molte cose che dicono sono falsità.

    Comunque la tua è una bella testimonianza, almeno so che fra gli estremisti c'è gente che ragiona

    RispondiElimina
  46. Ti ringrazio per la "bella testimonianza" e il resto.Grazie a te per lo splendido blog.
    vorrei chiudere dicendo che sono una ragazza(è irrilevante lo so ma lo dico perchè ieri nel commento ho fatto un po di confusione XD volevo fingere di essere un ragazzo(non per qualcosa.. XD lo faccio spesso quando lascio commenti) ma hahaha si è capito che non lo sono da parecchi errori XD devo imparare a rileggere quello che scrivo --')Saluti

    RispondiElimina
  47. Non capisco il senso di fingersi di un sesso piuttosto che un altro...ma vabbè

    RispondiElimina
  48. ook vediamo mettila cosi,è una specie di protezione cioè ho notato che se fingo di essere un ragazzo su internet prendo meno insulti e via dicendo,specialmente dalle ragazze che vanno matte per queste cose,ho sbagliato a farlo qui probabilmente,non ce n'era bisogno.Scusa se ti ho infastidito con questi commenti idioti^^'questo era l'ultimo,la smetto promesso ;)

    RispondiElimina
  49. Chiunque può commentare liberamente finchè non rompe le palle con intenzione di screditare il sito

    RispondiElimina
  50. Quanti anni hai? Un insieme di fesserie tali tutte assieme è dura vederlo.
    - Il pollo in natura non gira nel bosco, è un animale creato dall'uomo con vari incroci.
    - I maiali sbranano gli uomini perchè tenuti imprigionati e maltrattati. Gli stessi polli di batteria, anche se allevati a terra, sviluppano patologie psichiatriche, la più diffusa e dannosa per l'economia dell'allevatore è il cannibalismo. Tale patologie cresce al decrescere del loro spazio vitale.
    Molti rifugi per animali hanno dei maiali, sono affettuosi, fedeli al padrone e puliti (non vivono in mezzo agli escrementi)
    - Mangiare carne fa male non vuol dire morire all'istante dopo aver mangiaro carne, vuol dire che l'uomo fa fatica a digerirla e che con gli anni è più facile contrarre malattie quali cancro, diabete, malattie cardo-circolatorie, arteriosclerosi.
    - L'uomo non ha le caratteristiche anatomiche ne del carnivoro ne dell'onnivoro, ha dei canini piccolissimi, è lento, ha uno stomaco poco acido e un intestino lungo. Non è in grado ne di strappare, ne di masticare ne di digerire carne cruda.
    - Il latte come in tutti i mammiferi è il nutrimento dei piccoli dopodichè l'individuo perde la capacità di digerirlo, l'uomo solo da poco ha sviluppato la capacità di digerirlo anche da grande, tant'è che metà della popolazione mondiale ancora non è in grado di farlo (mai sentito dell'allergia al lattosio?)
    - Il consumo di carne è molto più dannoso all'ambiente e alla vegetazione rispetto a un consumo di soli vegetali, perchè forse ti sfugge che gli animali di allevamento mangiano e bruciano calorie. Cosa mangiano? vegetali ovviamente, e per 1 caloria di carne che ti danno una volta cucinati, ne hanno consumate 10 di vegetali (specialmente soia e cereali). Quelle 9 calorie perse si traducono in deforestazione, desertificazione e fame nel mondo. La foresta amazzonica viene disboscata principalmente per far spazio alla coltivazione della soia per il manzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eccheppalle con sta roba dell'intestino, dei denti, della lentezza... ma acvolo un po' di storia antropologica non ve l'ha insegnata nessuno?
      l'uomo è lento perchè è bipede ed usa le armi da migliaia di anni per questo siamo più pigri e con sensi atrofizzati a 360 gradi... l'uomo ha il metabolismo diverso da altri onnivori perchè la carne e tutti i cibi li cuoce da migliaia di anni!
      ma come si fa a non considerare MAI la cottura dei cibi quando si parla di metabolismo umano? siamo stati cacciatori per migliaia di anni come allo stesso tempo siamo stati raccoglitori, poi siamo divenuti allevatori e coltivatori, ci sono in mezzo migliaia di anni in questo processo ma la cottura della carne e il minor tempo impiegato nell'alimentazione a rispetto degli altri animali è stato uno dei primi fattori per lo sviluppo della società umana, l'uomo rispetto ad altri ha più tempo per cazzeggiare ma vorrei vedere un lupo online che difende i diritti degli agnelli mentre il branco è in caccia e non mangiano da una settimana... questa è la natura!

      "Il pollo in natura non gira nel bosco, è un animale creato dall'uomo con vari incroci" l'eugenetica risale al secolo scorso, il pollo molto probabilmente era un animale come il dodo con scarsa capacità nel volo che è venuto comodo da allevare, come gli struzzi, i tacchini i grossi volatili inabili al volo... anche gli struzzi sono mutazioni create dall'uomo per poterli usare come cavalcature e fare delle enormi frittate?
      e comuqnue anche fosse il frutto di incroci non toglie che A) un pollo in natura sarebbe comunque soggetto a pericolo e predatori B) anche gli antenati del pollo prima dell'allevamento lo erano più di ora dato che L'UOMO HA ELIMINATO LA CONCORRENZA DEGLI ALTRI GRANDI PREDATORI MA LE PREDE SCHIATTAVANO LO STESSO!
      in natura un animale, specialmente gli erbivori, è altissimamente improbabile che muoia di vecchiaia, è un fatto estremamente raro, è una peculiarità che si riscontra su larga scala solo nell'uomo e negli animali in cattività quindi sottoposti a trattamenti dall'uomo
      sono contrario alla detenzione animale per il solo scopo di usarli come sopprammobili da guardare ma questo è un altro discorso, qua parlavamo di predatori e cause di morte

      per il resto che la carne fa male il latte non è digeribile, mangiare carne è dannoso per l'ambiente più dell'alimentazione vegetariana sono solo cazzate colossali...
      siamo 7 miliardi e in qualche modo ci si deve sfamare se ci fossero 7 miliardi di vegani dovremmo centuplicare la produzione agricola, dovremmo spianare completamente il pianeta e coltivare solamente soia, a livello ambientale l'alimentazione onnivora è quella più "ecologica" in quanto non butta via nulla ed è quella che ha decretato il successo di molte specie a discapito di altre, la deforestazione, l'allevamento intensivo ok sono danni provocati dall'uomo ma sono legati alla sovrappopolazione...

      Elimina
  51. Ma che bello, periodicamente arriva un decerebrato che spara le solite quattro cazzate e si convince di avere ragione.
    Non ce lo avete un cervello? Tutti le stesse cose dite, siete dei poveri deboli plagiati, punto e basta.
    Qualsiasi cosa vi si possa dire non la ascoltereste, perchè la propaganda estremista vi ha convinto di essere gli unici possessori di verità.

    Poi, che cazzo c'entra il fatto che un maiale può essere affettuoso? Mai sentito la storia del leone Christian? Non per quello adesso vado a buttarmi fra un branco di leoni nella savana.

    SVEGLIA e pensa con la tua testa, invece di ripetere a pappagallo le solite quattro cazzate, che fra l'altro ne ho i coglioni pieni di leggere sta roba

    RispondiElimina
  52. sei un coglione.....di un maiale .....:-)

    RispondiElimina
  53. Del maiale non si butta via mai niente fra l'altro, quindi si mangiano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sai i che butterei via la tua mamma che ti a messo al mondo

      Elimina
    2. ecco confermato che i vegani insultano pesantemente e minacciano....questa qui sopra è una risposta di cattivo gusto! vergognati!!!

      Elimina
  54. Ancora con sta storia che per alimentari i bovini ci vogliono millemila ettolitri d'acqua e tonnellate di cereali, ma se il mondo dovesse (per disgrazia) diventare vegan sti poveri bovini cosa facciamo, li facciamo estinguere? no, dovremmo lo stesso continuare a nutrirli e consumerebbero lo stesso millemila ettolitri d'acqua e tonnellate di cereali. certamente non si possono liberare in natura altrimenti farebbero danni a gogo e chi si assumerebbe la responsabilità di farlo? chi alleverebbe vacche, maiali e polli senza ricevere un compenso? E ai milioni di lavoratori che lavorano nella catena della carne, dall'allevamento, alla produzione di mangimi, alla macellazione, alla ditribuzione non ci si pensa, vero? no tanto sono dei mostri senza cuore ed è meglio che muoiano! altra cosa per la quale odio gli estremisti (e sottolineo estremisti) veg è che a far da contraltare alla loro empatia per gli animali c'è un odio profondo verso la razza umana.
    Forse non a caso Hitler era vegetariano, così come Pol Pot o Charles Manson, ho letto una teoria interessante su un sito (è una teoria, non la prendo come una verità) dove si spiegava che quando al nostro organismo mancano determinati alimenti il nostro cervello reagisce di conseguenza ed ecco spiegato perchè chi non mangia carne è così aggressivo, è l'istinto primordiale di uccidere per procacciarsi il cibo: non mangi carne? il tuo organismo si ribella e diventi aggressivo, c'è questo impulso primitivo che, per quanto civilizzati, ci ricorda che siamo pur sempre animali. onnivori, per giunta.
    p.s. il nostro apparato digerente è totalmente diverso da quello degli erbivori, abbiamo un ceco quasi inesistente e non digeriamo la cellulosa, senza contare altre cose che differenziano dagli erbivori come i canini e gli occhi frontali. non abbiamo zanne o artigli ma abbiamo inventato arco e freccia e coltello e forchetta, non siamo resistenti alle temperature estreme ma abbiamo imparato a vestirci ed abbiamo colonizzato tutto il pianeta, non corriamo forte ma abbiamo inventato l'automobile, non siappiamo volare ma abbiamo inventato l'areoplano, ecc...

    RispondiElimina
  55. Che molti siano estremisti non c'è dubbio.
    Figurati, non è raro sentire o leggere questi pazzi invasati dire candidamente che torturerebbero fino alla morte chi mangia carne o chi va a caccia...

    RispondiElimina
  56. Allora, ho letto con interesse ogni singolo commento in questa discussione, e sono contento di aver trovato un posto libero dove si parla liberamente di idee personali...solo una premessa: sono a favore dell'utilizzo e della salvaguardia del grafema "ch" (good writing is sexy) e, in quanto molto affezionato alla mia lingua, spero che Elena prenda la saggia decisione di chiudere il suo allevamento intensivo di "k". Detto questo, alcune considerazioni, che cercherò di argomentare quanto meglio posso: sono un onnivoro, come tanti della mia specie, e ho visto earthlings (in lingua originale senza sottotitoli) ed è interessante l'argomento scomodo che tratta, puntando la luce sulle condizioni di alcuni allevamenti intensivi. Alcuni sono così, non tutti. Qui viene il problema: l'argomento trattato è meritevole di attenzioni, il modus con cui è stato girato assolutamente no. Andare a toccare le corde dei sentimenti tramite tecniche di comunicazione che fanno avere una catarsi allo spettatore sono comuni all'ordine del giorno, tanto utilizzate nelle pubblicità quando più in generale nella comunicazione tra mass media e audience. Io sono cresciuto in Sardegna, in un paese della provincia rurale italiana, dove il contatto con gli animali è quotidiano. Nessuno ha un maiale nano qui, perchè non serve. Come tutti gli animali, anche l'uomo dalle mie parti ha imparato a vivere utilizzando le risorse di cui bisogna, e il maiale nano non era una necessità, per l'evidente differenza di produzione alimentare rispetto al suo parente cresciuto. Il maiale nano è carino ma non serve. Il maiale adulto è invece solitamente un animale inoffensivo, che può essere allevato in apposite strutture. Non in casa però, perchè il maiale è dotato di grande voracità, cosa che lo spinge a essere onnivoro; pur non essendo un predatore dell'uomo un semplice incidente in un ambiente solitamente sicuro come il giardino di una casa (ad esempio una caduta in seguito alla quale si rimanga in stato di incoscienza nel prato) potrebbe portare a nefaste conseguenze, perchè se il maiale assaggia il sapore del sangue umano diventa molto pericoloso. Io in casa ho 14 galline, 6 cani, qualche tartaruga a cui piace girare per il giardino e un laghetto per i pesciolini. Mio padre era un allevatore, ho avuto una vita abbastanza a contatto con la natura, e solo grazie a questo tipo di vita credo di avere maturato quella coscienza che dovrebbe avere chiunque nell'utilizzare e non sfruttare le risorse che abbiamo.

    RispondiElimina
  57. Se mia madre vuole cucinare una gallina, allora sarà arrivato il suo momento, per lei e solo per lei. Perchè sarà sufficiente a sfamarci. Non due o quante galline morte: solo una. Ciò che ci è necessario, e non credo di poter individuare un elemento spregevole in questo. Elena, tu dirai: l'uomo non è fatto per mangiare carne, ha l'intestino non adatto alla digestione di carne cruda e la dentatura idem non è adatta a strappare lembi di carne. Ora, non voglio fare la scoperta dell'acqua calda, ma c'è una cosa che si chiama evoluzione: i primi ominidi avranno certamente mangiato carne cruda per molto tempo (se osservi la struttura cranica di un austrolopiteco ti renderai conto che essa è molto più "performante" sotto questo punto di vista), ma la scoperta del fuoco e la tendenza tipica umana a ottimizzare le risorse a disposizione tramite l'osservazione empirica, ci ha spinto a cuocere la carne per evitare la contrazione di particolari patologie che attraverso il consumo di carne cruda invece avevano facilità di diffusione. Col tempo, il nostro organismo ha quasi del tutto perso la capacità di digerire carne cruda in quanto da migliaia e migliaia di anni ormai è dominante il consumo di carne cotta. Idem per la dentatura, e in più ti voglio portare un caso simile che ti potrebbe servire a chiarire le idee: io, come molti miei conterranei, sono fabico e portatore sano di anemia: questo difetto genetico si è sviluppato in gran parte delle persone che vivono dalle mie parti come efficace strumento immunizzante la malaria, che qui era particolarmente diffusa fino alla prima metà del secolo scorso. Spero di essere stato costruttivo per questa discussione.

    CLAUDIO

    RispondiElimina
  58. Claudio, quella della pericolosità dei maiali è la prima cosa che i vegan negano, neanche credono alle innumerevoli storie di bimbi in fasce sbranati, di cui conosco diversi testimoni oculari.

    Su una cosa devo corregerti però: la carne cruda la possiamo mangiare eccome. Ad alcuni può essere un pò indigesta (non essendo abituati ci si impiega di più a digerirla) ma fisicamente non c'è problema.
    Bear Grylls si mangia tanta di quella carne cruda da non lasciare dubbi, e comunque ci sono i vari piatti tradizionali come il sushi o il vitello crudo (di cui non ricordo il nome)

    RispondiElimina
  59. chiaro certo che la carne cruda si può mangiare! io mangio certe fiorentine da una girata e via..comunque il fatto è che col tempo il nostro organismo ha perso molte delle sue capacità originarie relative all'assimilazione e digestione della carne cruda, in ragione del fatto che la grande maggioranza della carne oggi è consumata è cotta..solo questo!

    RispondiElimina
  60. L'organismo umano è incredibile. Quelle cose che sembrano ormai perse si possono riprendere con un poco di pratica e allenamento.

    Ti potrà stupire, ma le persone con un pò di allenamento possono andare nel buio come i pipistrelli: emettono suoni e individuano gli oggetti in base a come le onde sonore rimbalzano, se non tornano indietro non c'è nulla, se tornano indietro c'è un oggetto.
    Un pò di pratica a occhi bendati e si acquisisce questa abilità

    RispondiElimina
  61. quello che hai scritto è interessante, come contro-controcultura, ma anche se sono onnivoro, non capisco certe posizioni e certi toni esasperati sui vegan. è vero che spesso sonp persone fortemente idologizzate, ma demonizzarli "in toto" mi sembra logicamente assurdo. ho amici vegan con cui si discute tranquillamente: la prima cosa che noto, è che in effetti tutti sono molto lontani dai fenomeni naturali di cui tanto si gaudiano di parlare, vivono in città, non hanno mai visto una pecora o un maiale e comprano nei negozietti le verdurine belle e tranquillizzanti che placano la loro coscienza. ok. apprezzo il fatto che hai criticato gli allevamenti intensivi, che francamente sono delle bestialità (umane) che rovinano sia l'animale (antibiotici, cibo dato al loro orribilmente mischiato a spazzatura, ormoni, specie modificate ad hoc per avere la massima effecenza commerciale) che l'uomo, ma non perchè si trasmetta "una specie di energia negativa tra l'animale e chi lo mangia", come dicevi all'inizio criticando i vegan, ma proprio perchè effettivamente aniomali tumorati o malati trasmettono malattie (vedere le varie epidemie anche solo degli anni da poco trascorsi). sinceramente non ho capito il passaggio in cui si bollavano le liberazioni di visoni o animali da cavie (ammettendo che siano sani) come inutili perchè spesso si da una morte peggiore che in pellicceria o la frase "L'ipocrisia di dire che l'animale allo stato brado vive meglio, mentre spesso soffre la fame e viene divorato vivo quando è cucciolo". credo che qui semplicemente si voglia affermare che la vita "naturale" sia sempre preferibile a quella "in cattività", che si finisca divorati o meno. sarò sempre favorevole alla liberazione dei visoni (per riprendere l'esempio), anche se accidentalmente dovessero morire 5 minuti dopo, sarà stata una morte "secondo natura". per finire credo non sia stato toccato un punto fondamentale da te: i vegani non criticano gli onnivori SOLO per i motivi da te citati, ma anche perchè gli allevamenti intensivi (che anche te criticavi) riguardano anche le uova e produzione di latte(mungendo la mucca in maniera super forzata). se vuoi essere obiettivo, dovresti affrontare questo punto, che non è poco. io l'ho superato cercando di mangiare quanto più possibile come si suol dire mangiando "a kilometro 0", comprando in piccole fattorie (vivo in campagna) dove posso fidarmi di certe cose che non mi starebbero bene altrimenti. e per fare ciò non c'è bisogno di essere ricchi, cosa che non sono affatto, ma di decidere di spendere in maniera giusta, per una buona causa diciamo, magari rinunciando ad altro.

    RispondiElimina
  62. Aspetta di incontrare qualche fanatico, e ce ne sono parecchi, e vedrai perchè toni esasperati...
    Ne ho scritto a proposito nell'articolo "vegan setta da evitare".
    Certo non tutti i gruppi saranno sette, ma è meglio fare attenzione.

    Liberare degli animali vissuti sempre in cattività è una tortura pari a quella delle piccole gabbie: gli animali non sanno come procurarsi cibo, dove procurarselo, dove trovare acqua o un rifugio... spesso muoiono di fame o di sete (e non è una bella morte). Per non parlare di animali da laboratorio infetti da pericolosi virus, liberarli è l'apoteosi dell'idiozia.

    Le vacche comunque vengono munte finchè ne hanno, non vengono spremute o cosa... conosco un pò di gente che ha delle fattorie

    RispondiElimina
  63. ok sugli animali, ma allora il tuo discorso equivale a NON-combattere effetti di cause però sbagliate. cioè prima cerchiamo di far abolire le inutili pellicce, le sperimentazioni inutili (il famoso "dermatologicamente testato" di saponi e shampi e bagnoschiuma), visto che si può evitare, invece di dire che inutile è liberare animali vissuti in cattività che come dici giustamente non vivrebbero fuori. ma il problema è sulle cause secondo me.
    poi sulle mucche/uova intendevo ovviamente riferirmi alle industrie intensive, non alle fattorielle nelle quali anche io compro. e li il discorso è molto più ampio, perchè entra in gioco il discorso dello sfruttamento per fini commerciali, e si sà che la logica capitalistica è: massimizzazione del profitto, che equivale a minimizzazione degli sprechi. che riportato al nostro discorso seguendo la logica equivale a dire spremere una mucca VERAMENTE fino allo strenuo delle sue forze, e non solo semplicemente "finchè ne hanno".. non sò se riesco a spiegarmi, ma c'è una bella differenza se si pensa all'applicazione dei principi di economia industriale riguardo la produzione standardizzata di qualsiasi cosa, compresi esseri coscienti.

    RispondiElimina
  64. Ciao PalleQuadre capisco benissimo cosa vuoi dire e se hai un account facebook ti invito a leggere le vege-scempiaggini raccolte e catalogate in questo gruppo

    http://www.facebook.com/LeCazzateDeiVegetariani

    vegan, ehretisti, fruttariani, crudisti, brethariani ce ne sono di ogni tipo

    RispondiElimina
  65. Il problema dei vegan Andrea è che loro non si limitano a denunciare gli abusi, ma estremizzano sparando cazzate antiscientifiche ed odiando chi semplicemente consuma carne e latticini.

    E con odio intendo volontà di ammazzare e torturare

    RispondiElimina
  66. Già fatto A F, già fatto...

    RispondiElimina
  67. Ahahah! Se ti basi su idiozie simili ci credo che i vegan ti sembrino dei dementi...
    Ma chi ha mai detto che gli animali sono super-buoni e non possono essere "crudeli" (questo è ciò che appare ai nostri occhi,per loro è normale uccidere per mangiare)???
    Hai riportato casi di maiali che hanno mangiato persone: ciò dimostra che anche l'uomo, in natura, è una preda e anche facile, e non che ha il dominio sugli altri animali. Poi voi che mangiate carne siete soliti dire, quando vi si chiede perchè lo fate, che "è il ciclo della vita": anche che delle persone vengano divorate da altri animali fa parte di questo ciclo, e lo si deve accettare.
    Pericolosità dei maiali? E chi la nega? Dopotutto sono animali simili ai cani (dicono che siano anche più intelligenti dei cani), e così come possono essere mansueti possono essere pericolosi. Sai che argomentazione!
    Quanto al latte: è vero che non fa bene e soprattutto che non serve per le ossa, anzi, dato che crea acidosi organica costringe l'organismo a tamponare tale acidità col calcio, togliendolo anche da ossa e denti.
    Vedo che insisti con la panzana degli integratori e della soia: quali integratori, di grazia, e per quali carenze? Voglio sentire cosa mi inventi (se non ciò che troverai su internet).
    Sul mangiare carne: la solita motivazione trita e ritrita del "sono migliaia di anni che lo facciamo". Sì, peccato che nonostante tutto questo tempo gli alimenti ideali per l'uomo rimangano frutta e verdura e quelli nocivi quelli animali. Che strano, i veri animali onnivori non si ammalano per la loro alimentazione, solo l'uomo (mangiando onnivoro) si ammala. Cosa potrà mai significare? Mah...
    Ma tu col tuo sito non dovresti essere una sorta di anti-bufala? Invece a me pare che le bufale le diffondi tu scrivendo certi luoghi comuni, peraltro facilmente smentibili.
    Pubblicherai questo mio commento? E gli altri che non hai pubblicato?

    RispondiElimina
  68. A voi vegan manca proprio la capacità di sintesi: ogni volta un romanzo, pieno di cazzate fra l'altro...

    Il latte fa male... peccato che lo abbia bevuto per almeno vent'anni e sono sano come un pesce, peccato eh, perchè mi piace dare retta a quattro cazzate come il fatto che toglie calcio dalle ossa.

    Neghi pure che esistono gli integratori per vegetariani, a sto punto è chiaro che sei completamente alienato dalla realtà...

    E visto che hai ammesso che i maiali si mangiano persone vive (altri vegan hanno negato) guardati la loro dentatura, forse ti ricorderà qualcosina

    RispondiElimina
  69. Elena,
    Sono vegano tendenzialmente cruduista. Ho letto il botta e risposta su "fanatismo " no, fanatismo si; violenza si, violenza no tra le tue posizioni e quelle dei simpatici consumatori di sangue e sostenitori delle lobby dei macelli e i caseifici mondiali. Elena, non sprecherei tutto sto tempo a sostenere (anche se con dovizia di particolari) la tue scelte etiche,estetiche, spirituali con interlocutori che senza ricercare la verità emettono giudizi.
    Te lo dico per esperienza diretta( facevo come te)Oggi, verso chi non è vegano ( beninteso non pregiudizialmente colpevole di nulla), se dopo 2 o 3 spiegazioni, si gira in tondo...meglio piantarla li...un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sa che infatti hai ragione,non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.la maggior parte della gente è talmente condizionata che anche davanti all'evidenza non è capace di aprire gli occhi.perdere tempo solo con gente che sa ascoltare e aprire la mente.......veramente poca si incontra ma con quella vale la pena parlare...parlare non necessariamente convincere.parlare e informare.questo manca.(voglio bene alle persone,vegetariane vegane carnivore onnivare cazzi e mazzi,non è questione di razza,ma di umanità verso qualsiasi essere vivente.ciao ragazzi

      Elimina
  70. Consumatori di sangue e sostenitori delle lobby.
    E questo non è fanatismo.
    Grazie per la semplice dimostrazione, il mondo intero capirà solamnete leggendo.

    RispondiElimina
  71. Innanzi tutto è giusto chiarire che la cosa fondamentale è una nutrizione sana.
    I vegani sostengono che non sia necessario nutrirsi di carne e pesce,per esperienza personale non posso essere d'accordo,perchè che il corpo ne risenta è innegabile(una dieta vegetariana è fattibile...un po proibitiva ma accettabile),però poi ti dicono che devi togliere anche latte e uova....e qui non mi va più bene!
    I nutrienti ci sono anche solo in pasta,frutta e verdura,però è una follia privarsi di tutto ciò che è animale,poichè la carne contiene comunque delle sostanze necessarie(se un bambino lo tiri su a broccoletti e verdurine,fisicamente quello non cresce proprio)...gli omogenizzati di carne non li fanno solo per questioni di lobby,c'è gente che ci studia per davvero,ed a meno che non siano tutti bugiardi e carogne,direi che il regime vegano non è semplicemente applicabile al principio di una vita umana...con che pretesa cambiare da onnivoro ad erbivoro solo in seguito alla crescita!?
    E poi...le alimentazioni sono:
    Erbivora,carinivora e onnivora...vegana è una favola e basta.
    I vegetariani,mangiano anche latte e uova,quindi mantengono una dieta onnivora(latte e uova non sono vegetali)...i vegani si arrangiano con i surrogati composti chimicamente,tipo la panna con acido tartarico O.O...che panna è???Non è panna XD!Le bistecche di soia..peccato che la soia accumulandosi può creare degli accumuli dannosi(vedi i milanesi che mangiavano in ristoranti cinesi abitualmente e si sono ritrovati all'ospedale...geneticamente i cinesi possono,noi occidentali,alla soia dobbiamo starci attenti.

    La verità è che a tutti farebbe piacere mangiare carne senza uccidere degli animali,ma purtroppo il mondo non gira cosi.
    La natura ci ha messi qui,ci ha resi in grado di colmare il divario che ci rende meno poderosi dei predatori(la mente),quindi credo che la natura abbia già deciso di metterci in condizione di vantaggio,il che comprende nutrirsi di carne...in natura il più forte mangia il più debole,e noi abbiamo un'arma in più,che è la facoltà di ragionare.
    Mi spiace per loro,bellissimi ideali,purtroppo non armonici con quella che è la realtà.

    RispondiElimina
  72. Per colmare il divario fra i loro ideali e la realtà sputano tante di quelle menzogne da far venire la nausea: il latte perfora lo stomaco (!!!), la carne rende violenti, gli animali inquinano e devastano l'ambiente (e qui non sanno rispondere se vogliono salvarli o sterminarli).

    E' questo che non sopporto, cercare di piegare la realtà a loro uso e consumo.
    Se tutti pensassero "mangio quel che mi pare e fanculo al resto" sarebbe molto meglio

    RispondiElimina
  73. Salve.
    Premetto che non sono vegano, tuttavia capisco bene ciò che dicono. Il trovarsi d'accordo o meno su alcuni punti, come in ogni discussione/confronto con l'altro non dovrebbe generare posizioni di rivalità, quando invece mi pare che queste posizioni si stiano fossilizzando. Il problema di questa pagina è che è colma di pregiudizi che fomentano tale fossilizzazione. Ho conosciuto vegani in vita mia e credo che i casi da voi riportati non possano essere generalizzati: è verissimo che ci sono persone che ne parlano come fosse idolatria, ma non possiamo far di tutta l'erba un fascio. Come in ogni cosa bisogna avere giudizio: prima informarsi, poi distinguere tra caso e caso e relativizzare. A quel punto potremo senza dubbio avere un criterio di giudizio migliore. Questo commento quindi è dedicato a tutti,vegetariani,onnivori,vegani,carnivori,etc.etc. e non necessita di una risposta. Basta ragionare per luoghi comuni o per sentito dire.Che ognuno si tolga dalla mente quegli infantili Assoluti e incominci ad interculturalizzare, altrimenti, più che ad interessarsi della nostra alimentazione saremmo costretti a ricercare una via di fuga dalla lobotomia....

    RispondiElimina
  74. Io credo che se si vuole fare una scelta la si fa, ma indurre qualcuno a fare la stessa scelta con terrorismo psicologico (e ne fanno parecchio) e con menzogne assolute sulla salute, allora si sta sbagliando e di grosso anche.

    Per il resto il post è molto vecchio, scritto in un periodo dove non facevo troppa attenzione a non sottolineare che non generalizzavo.
    Comunque sia di vegan che raccontano balle stratosferiche e che sono veri e propri invasati ce ne sono parecchi, e questo è un dato di fatto, non una fossilizzazione

    RispondiElimina
  75. Salve sono vegetariano, ma non mangio uova ne latte, ne i cornetti che mi piacevano tanto, perche' contengono lo strutto.Sono vegetariano da circa 7 mesi, il cambio che ho sentito e esattamente il contrario di quello che viene descritto sopra, una gran serenita', secondo me ci mettono delle strane sostanze nella carne, oppure anche se non dimostrato, lo stress da morte lo mandi giu' nello stomaco tramite la bistecca.Credo che se ogni carnivoro, si limiterebbe a mangiare carne e derivati solo 1 volta ogni 15 giorni, ci sarebbe un miglioramento ambientale generale.Approposito il Mais e' posibile crescerlo in mariera verticale, come le insalate, tramite tecniche.Per finire con una battuta simpatica "da quando sono vegetariano mi piace di piu' la PATATA", e me ne faccio tre al giorno...... di patate. Ed infine parlavo con un medico con Libanese, che da alcuni studi,la somministrazione di antidepressiva e quasi sempre data ai carnivori, pochissimi i rari di vegetariani o vegani. Fate Vobis......

    RispondiElimina
  76. Io mangio carne e di antidepressivi non ne ho mai preso, stessa cosa per la maggior parte della gente che conosco.
    Questi "studi" sono stronzate colossali, perchè non tengono conto di una cosa molto semplice: i vegetariani ed i vegani non sono numerosi quanto gli altri.

    Molto semplice? A quanto pare no...
    Se poi sei convinto che nella carne ci sia "stress da morte" sei tu che sei convinto che non mangiarla ti renda più sereno.

    RispondiElimina
  77. all'autore dell'articolo: se ci fosse il commento sonoro ti farei un applauso!!!! ma non c'è quindi mi limito a dirti quanto sono d'accordo con te in tutto e per tutto!

    RispondiElimina
  78. Per me non si tratta di rivalità ma nemmeno di una scelta in cui non cercare di coinvolgere anche altri. Non nutrirsi di carne, per me è stata una scelta legata soprattutto a motivi etici più che nutrizionali. Sì può vivere anche senza mangiare carne, e aldilà di studi e ricerche, persone che hanno vissuto senza cibarsi di carne e che sono ancora viventi ne sono una dimostrazione. Il fatto è che personalmente non posso limitarmi a dire tu fa ciò che vuoi, piuttosto, "ti informo da dove viene la carne che ti ritrovi nel piatto,,poi fai la tua scelta." In un certo senso è estremistica come posizione la mia, ma non mi sento di lasciare una scelta quando si parla di stare dalla parte della vita. Penso alla relatività e alla sua applicazione anche alle scelte e alla vita. La relatività è reale, ma non credo la si possa applicare a tutto. Mi rifiuto di permettere una scelta sulla vita/morte di qualcuno (umano o non), almeno che sia per difendermi.
    Per quanto riguarda il dolore degli animali e i loro lamenti nei macelli, bè non so se esista uno strasico nelle carni dell'animale, certo è che in un macello sicuramente non trovi "energia positiva", qualsiasi cosa si voglia intendere con questa approssimativa definizione (clima, energia in senso immateriale, umore....). Il dolore e la sofferenza non richiamano certo gioia e serenità in chi ne è circondato. Inoltre, pur nella mia ignoranza, posso supporre che lo stress, il dolore, il terrore portino alla poduzione di determinate sostanze all'interno di un organismo e dunque possano anche influire sulla "qualità della carne".
    buone riflessioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero che un animale spaventato prende un brutto sapore, per questo si evita di spaventarlo e di non farlo soffrire, sennò sarebbe da buttare.
      E questo la dice lunga sulle "torture" dei mattatoi...

      Inoltre, se mangio carne so cosa sto mangiando e soprattutto che un tempo era viva. Sottolineare questo è inutile e fastidioso

      Elimina
    2. quindi spero che ti rimanga di traverso e che tu moia non meriti di vivere sei il marcio di questo pianeta

      Elimina
  79. Ragazzi, siete fantastici! Non ci credevo, se dovessi stampare questo carteggio non mi basterebbe la foresta amazzonica! Comunque il dibattito e' interessante, non lo nego, e ci sono punti non banali da tutte le parti. Insomma, una risposta io non ce l'ho, ma come diceva quello...fate un po' come cazzo vi pare! Solo evitate il cannibalismo.

    RispondiElimina
  80. per contibuire all'ipocrisia vegana, ecco qua un'affermazione sconcertante della loro dottoressa Baroni.
    http://www.youtube.com/watch?v=vnFdGYe7Ms0

    da notere che dice in pratica che se ami le piante, vuoi che non soffrano e stiano bene, allora la strada giusta è quella vegan che se le mangiano.. or dunque, non può essere girata anche per gli onnivori questa affermazione? se ami gli animali, vuoi che stiano bene.. bè è giusto che te ne nutra come madre natura ha deciso che sia..

    RispondiElimina
  81. Quelle vegan saranno menzone ma il modo superficiale e inappropriato con il quale affronti l'argomento dimostrano innanzi tutto la tua ignoranza e in secondo luogo la tua pochezza intellettiva. Forse abbassando i toni e alzando il livello puoi arrivare a qualche conclusione degna di ascolto e rispetto. Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato che un mio amico vegan ha la stessa pochezza intellettuale e la pensa come me.
      Pensa un po' quanto sono ignorante...

      I toni comunque sono allo stesso livello di quello delle decine di vegan che sono arrivati a insultare (solo cinque o sei hanno voluto parlare normalmente, e di certo non li ho insultati), senza ovviamente gli auguri di cancro e morti violente varie...
      Perchè io sotto sotto sono un signore

      Elimina
  82. Bellissimo articolo, mi ritrovo perfettamente con quello che dici. Mi sono stufato di questa gente: non del loro stile di vita (ognuno può fare e dedicarsi a quello che vuole) ma per la loro arroganza nel difendere il loro principio attaccando gli "infedeli"!
    Non capisco perchè mi devono insultare se non faccio parte del loro club quando io non mi sono mai permesso (prima d'ora) di criticare.
    Nel mondo, ma soprattutto in italia c'è la sindrome del tifoso (l'ho coniata io tempo fa) e cioè: avere un ideale (che sia una squadra di calcio, un partito politico, uno stile di vita, una tipo di dieta, ecc.) che ti porta a: difenderlo a spada tratta qualcunque cosa la gente mi dica; inventarsi scuse assurde per avere ragione; accusa gli altri quando subiscono qualche critica; vedere gli errori degli altri più grossi dei loro anche quando palesemente non è vero; denigrare "l'avversario" ed elogiare loro stessi; e via discorrendo.... Ottimo articolo comunque!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sindrome del tifoso calza proprio a pennello!
      E' gente rompipalle, e lo ha affermato un mio amico che è vegan. Il che è tutto dire.

      Non ho capito perchè la gente pretenda di sentirsi così importante: vogliono salvare il mondo, vogliono salvare la natura, vogliono salvare tutto e cambiare la storia.
      Un po' di calma e accontentarsi del proprio piccolo non rientra nei loro pensieri...

      Elimina
  83. AHAHAHAHAHAH non ho mai sentito tante fesserie in vita mia!!! ma smettila! il colesterolo ti ha otturato le arterie del cervello e nn sai nemmeno quello che dici! Poche idee raffazzonate e confuse! Poveracci non avete argomenti a cui aggrapparvi e rosicate come i pazzi!!! HAHAHAHAAHHA che ridere! Ricordate l'ignoranza ed il rifiuto della verità uccide più degli incidenti di automobili! E le tradizioni sono più dure a moririe di qualsiasi cosa! Voi continuate a mangiare animali e derivati ed ignorate il più grande studio di tutti i tempi "the china study" (basta googlare) me che pena che fate! Almeno studiate prima di parlare! "Ecclatante è stata una "professoressa" vegan in televisione" AHAHAHAHAHAHAHAHAH

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti rendi conto che sei il millionesimo anonimo che ha sentito il bisogno irrefrenabile di lasciare un commento stupido?
      Pensi davvero che scrivere "ahahaha" renda ridicolo il mio blog?

      Qua ad essere ridicolo sei tu bello mio.
      Hai presente Oetzi, la mummia del Similaun? Aveva problemi cardiovascolari...
      E sto parlando di migliaia di anni fa.
      E' colpa di McDonalds? E' colpa della carne (che mangiavano in quantità veramente minori)?
      Perchè qualcuno dei tuoi guru non guarda queste cose invece di continuare a vomitare cazzate su libercoli autoprodotti?

      Elimina
    2. cretino e stupido sei propio un mongoloide sparati

      Elimina
  84. Ciao noi siamo due poveri stupidi invasati religiosi ecc. Vegani.... se è possibile ci dai il tuo indirizzo ? Sarebbe bello discuterne insieme....magari incontrarti e spappolarti quella faccia di merda che immagino tu abbia... normalmente odiamo la violenza, ma essendo fanatici e un pò pazzoidi sarebbe divertente sbucciarti come fai tu con gli agnelli e arrostirti lentamente caro brutto pezzo di merda infame. io spero solo che ti torni indietro tutto quello che fai, e ancor più spero che quell'ultima cellula di merda che ancora sopravvive nel tuo lurido cervello possa finalmente perire affinchè tu la smetta di parlare,di muoverti di esistere. Amen !

    RispondiElimina
  85. Concordo con tutto, volevo solo dire che un abuso di latte, data la sua acidità, può provocare osteoporosi. Si parla di litri su litri, ovviamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'abuso di qualsiasi cosa fa malissimo alla salute, anche di aria e acqua.
      Sull'abuso di latte non so nulla, ma il troppo stroppia sempre.

      Elimina
    2. Esatto, come dice il proverbio "Il troppo è come il mancante".

      Elimina
  86. Non cè niente di più vero, lo dice il termine stesso, abuso. Era solo una precisazione sul tuo post quella sul latte.

    RispondiElimina
  87. Santo Dio ragazzi, siete di un triste infinito, non sò neanche come sono capitato qua e di sicuro non ci tornerò. Sta di fatto che nonostante io creda che il veganesimo(si dice così?) sia totalmente errato e che la carne vada mangiata, ma in un rapporto del 10% del totale, non oltre e possibilmente derivante da allevamenti biologici etc.. e conscio che questo accadeva 80 anni fa e tornerà solo in un ipotetico mondo delle favole da teletubbies, credo che il gestore di questo forum sia la persona meno adatta a difendere le tesi di chi accetta il consumo di carne. tra l'altro sei attaccato da un paio di vegani piuttosto a corto di nozioni e di proprietà dialettica (nel senso kantiano del termine, non letterale).
    Addirittura uno ti ha minacciato di morte, vegan peace&love fratello!
    Ho letto coglioneria assurde, gente che è diventata vegana sostenendo una tesi di questo tipo: l'intestino dell'uomo è lungo 12 volte la sua altezza, a differenza di quello dei carnivori che lo è solo 3 volte.
    Prendiamo per esempio un ghepardo di 70kg ed un uomo di pari peso.
    L'intestino del ghepardo non supera i 4,5 metri, cioè circa 2,5 volte la sua lunghezza, e va bene.
    quello dell'uomo è lungo 7 metri, con picchi di 9 metri,cioè 4,3 volte la sua altezza, con picchi di 5,2. siamo ben lontani dalle 12 volte dichiarate da una certa elena tempo addietro, evidente prova credo del nostro essere onnivori.
    La nostra dentatura è non specializzata, abbiamo i canini, non abbiamo certo 4 stomaci, senza considerare che semplicemente discendiamo dalle scimmie, anzi, siamo primati noi stessi, e cito wikipedia:
    Tutti i primati, dall'uistitì pigmeo al gorilla, hanno in comune le seguenti caratteristiche: dentatura non specializzata, vale a dire una dieta onnivora.
    Io non voglio atteggiarmi da guru(non più di quanto non abbia già fatto ;)) ma credo che come in tutte le cose la chiave sia il "buon senso" l'"armonia" e l'armonia con la natura è anche la gallina nel prato che ogni tanto mi fa l'ovetto...
    Pace (ma quella vera) fratelli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dire il vero gli allevamenti in Sardegna non sono proprio malati, e se vai negli agriturismi trovi proprio allevamenti "come si facevano una volta" e a prezzi ragionevoli.

      Potrei essere la persona meno adatta a fare molte cose, ma questo non toglie che possa dire la mia, così come tu hai detto la tua e ho lasciato anche ai vegani dire la loro (molti dei quali hanno abusato di questa libertà).

      Elimina
  88. ......minchia ma sono tutti rinchiusi in 'sto post gli squilibrati...ah sono Vegan e il 99% ( per non dire 100%..) delle cose che avete scritto sono fuorvianti...una per tutte.. le crocchette dell'azienda Ami'...

    Vi manca un pochino di informazione specifica (" io penso che la carne vada mangiata al 10%...)"......

    Suvvia un po' autocritica....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non ricordo male (ho scritto molto tempo fa) parlavo di crocchette per gatti. A differenza nostra i gatti sono carnivori al 100%, per cui se mi spieghi a cosa ti riferivi con quel 10% magari capisco meglio.

      Elimina
  89. Se gli allevamenti avessero le mura di vetro saremmo tutti vegani (cit.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che citazione del cazzo... chiunque l'abbia detta.
      Sono stato negli allevamenti, e non sono vegano.

      Elimina
  90. Io non mangio carne solo perché non penso che la mia vita valga quella di migliaia di altri esseri viventi. Si può vivere lo stesso, rinuncio solo a qualche minuto di piccoli piaceri di palato (o almeno lo erano quando ho deciso di cambiare alimentazione, adesso non lo sarebbero più).
    Non vado sui blog ad insultare nessuno però devo dire che il tenore dell'articolo qui sopra avrebbe anche potuto far irritare chi la pensa diversamente. Tutto qui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con la carne che mangio avrò ammazzato di e no 5 vitelli e 20 maiali in tutta la vita...
      Se non muoio domani messo sotto da un tram credo che in tutta la vita avrò mangiato si e no 100 maiali e 30 vitelli (interi, inteso come chili di carne consumata).
      Non mi pare siano tutte ste migliaia (e sono comunque andato bello largo con il conteggio).

      Comunque sia dietro a questo tenore c'è una lunga storia fatta di ingiurie, minacce e insulti vari, per cui non è venuto fuori come pregiudizio

      Elimina
    2. Scusami ma non mi pare che il ragionamento sia corretto. Non è che viene ammazzato un maiale e viene tenuto da parte per te per mesi o anni. Ogni singola salsiccia che compri costringe il supermercato o la macelleria ad ordinarne un'altra e quindi il macello ad uccidere un animale.
      Quindi non mangi per anni diversi pezzi dello stesso animale ma, piuttosto, ogni volta richiedi un pezzo di un nuovo animale.

      Io il tenore del tuo articolo lo capisco (potrà anche essere giustificato dal tuo punto di vista) ma non capisco le successive lamentele circa il tenore delle risposte (che non possono che mettersi sullo stesso piano).

      Elimina
    3. C'è un'altra cosa che non capisco proprio in merito al cibo per animali (gatti, cani). Io in natura non credo che possa esistere un gatto o un cane che attacca un manzo o un maiale per mangiarselo. Non capisco proprio perché dobbiamo servire ai nostri animali domestici il sacrificio di animali ben più grossi che loro stessi non riuscirebbero mai a catturare e a mangiare. Non lo dico a sostegno della tesi che il gatto possa diventare vegano (non entro in questo argomento di cui francamente so poco) ma credo che i gusti del cibo per cani e gatti siano stati scelti esclusivamente in base a ragioni di marketing (per colpire l'acquirente più che il consumatore) .

      Elimina
  91. Non capisco tutto questo accanimento verso chi ha uno stile di vita diverso. Cerco davvero di mettermi nei panni di chi si diverte ad insultare, svergognare e umiliare, ma niente.
    Ci sono vegani che attaccano, che fanno cosiddetto "proselitismo", che appena sanno che sei onnivoro ti guardano schifato o ti fanno sentire un essere inferiore, ma non siamo tutti così. Alcuni lo fanno perché hanno subito tante di quelle vessazioni che si schermano dietro questa violenza verbale per difendersi da ulteriori attacchi, altri penso per sfogare frustrazioni personali, non lo so. Purtroppo c'è chi è proprio convinto di essere superiore, ahimè.

    Ma facciamo un confronto: su 100 vegani e 100 onnivori, 10 dei primi ti attaccheranno, cercheranno di farti sentire in colpa, metti altri 40 che ti ignoreranno bellamente, gli altri 50 convivranno pacificamente con la tua scelta e bon.
    Su 100 onnivori, almeno 50 appena sapranno che sei vegano, inizieranno con una filippica degna di Cicerone, eh ma le proteine, eh ma il ferro, eh ma poi diventano troppi, eh ma tanto muoiono lo stesso... Degli altri 50, una decina di loro o non faranno commenti, o ti chiederanno informazioni, la restante parte ti INSULTERA' solo per il fatto di essere "diverso". Ma diverso da cosa?
    Se non ti ho detto niente, non ti chiamo mangiacadaveri, non ti scoccio, perché devo sentirmi insultata, o presa per minorata mentale? Addirittura sentirmi dire che attento alla vita delle altre persone che diventano veg*, sentirmi dire che meriterei di vedermi portare via i miei figli, che sono stupida, disinformata, ignorante.

    Come se gli scienziati, studiosi, amorevoli genitori fossero solo quelli che mangiano derivati animali.

    Prova a metterti un secondo, solo un secondo nei nostri panni, attaccati ventiquattrore su ventiquattro per una diversa scelta alimentare e di vita, per un diverso modo di pensare e di intendere la vita e la natura.
    Alla lunga è sfiancante e umiliante, e si inizia a rispondere male a chiunque ti faccia qualche domanda, anche in buona fede, a chiunque ti chieda "ma perché sei vegan?"

    Altri tuoi articoli mi piacciono, i complottari mi fanno ridere, le scie chimiche son quelle che lascia chi mangia troppi fagioli, però davvero, davvero non riesco a comprendere questi attacchi gratuiti a TUTTA la popolazione vegetariana/vegana, non solo da parte tua, ma da parte di tutti quei gruppi e pagine pseudosatiriche e pseudoscientifiche che nascono come funghi.

    Saluti, aspetto una tua risposta.
    S.

    RispondiElimina
  92. La cultura e la necessità di vivere nelle diverse epoche passate, caratterizzate da diversi modi di alimentarsi e di sostenere il proprio fisico, ha indotto un certo tipo di alimentazione e di comportamento piuttosto che un'altro.
    Certo, siamo nati fruggivori e mangiabacche per diventare saprofiti nei momenti di bisogno... ma quanti anni fa? e quanti eravamo al tempo? e quale stile di vita conducevano? e che struttura fisica avevamo?
    In mia opinione quindi non è giusto dire sei quello che mangi ... ma SEI QUELLO CHE I TUOI AVI MANGIAVANO, ovvero la nostra struttura fisica nonchè metabolica si è modificata nel tempo (notare lunghezza intestinale piuttosto che sistema di acidi per la digestione) per sopportare vari alimenti anche diversi dalla sola verdura e questo sia per cultura che per necessità che solo per gusto.
    Mai visto un vegano o un vegetariano, piuttosto che un crudista o un breathista (vivere di sola aria)o ancora un onnivoro vivere 1000 anni rispetto ad un'altro e questo mi porta a riflettere.
    Ai tempi nostri la necessità di mangiare per sopravvivere si è trasformata nella cultura del mangiare per vivere , ma la cultura non è una cosa naturale, è indotta, creata e manipolata,in continua mutazione, affinchè possa permettere di far vivere tutte le 7,5 miliardi di persone e più sotto lo stesso cielo.
    Allevamenti intensivi e direi coltivazioni intensive sì....a costo di sembrare cattivo direi che allora potremmo uccidere tutti gli esseri umani di troppo sul pianeta dato che in natura molti parti non andrebbero a buon fine senza epidurali o assistenza ospedaliera e non avremmo più bisogno di coltivazioni o allevamenti intensivi...campi sterminati coltivati per anni con un solo tipo di pianta o di animale non è natura ma cultura e necessità o poitica...un pò come dire "Ti piace la natura , vai a fare un safari in africa ma senza autovettura e senza fucile, vediamo il leone quanto è naturale".
    Che poi la parola NATURALE E BIOLOGICO sono parole sia sopravvalutate che esasperate...Pensateci, solo per il fatto che state inquinando con la produzione di corrente elettrica necessaria il vostro pc per leggere queste righe non usate la natura ma la cultura come del resto per il fatto che vi curate il mal di testa con la novalgina ecc. ecc. piuttosto che essere allo scuro che negli anni hanno eliminato dal commercio sostanze dannose completamente di origine vegetale usate come conservanti o antiparassitari per cibi denunciati come biologici (ed in effetti biologici erano).
    Il non abuso o l'equilibrio nella dieta sono la chiave ... e ricordando che ogniuno di noi è diverso e che ha un fisico che tollera più o meno certe sostanze RICORDO A TUTTI VOI UNA REALTà INDISSOLUBILE:

    "LA VERITà ASSOLUTA NON ESISTE, NON ESISTE IL "COMPLETAMENTE GIUSTO" O IL "COMPLETAMENTE SBAGLIATO" per arrivare alla verità di cosa è giusto o sbagliato in assoluto si dovrebbero tirare in mezzo al discorso migliaia e migliaia di motivazioni che potrebbero , anche nonostante la loro discordanza essere adeguate o meno al momento storico che stiamo costruendo.

    Saluti a tutti




    RispondiElimina
  93. Premesso che ognuno è libero dif ar ciò che vuole, finché questo non disturba la liberta del prossimo, è inutile stare a discutere su certe cose... ognuno difende ciò che lo fa star bene ed innalza tale realtà ad una ed indiscutibile perché è troppo complicato imparare a rispettare il libero arbitrio. Inoltre tanto per certi fanatismi, ogni cosa brutta è sempre colpa dell'uomo, in un modo o nell'altro... anche i comportamenti animali, saranno indotti dal modo in cui l'essere umano li tratta... sarà che l'odio verso il genere Umano in genere è solo una riflessione dell'odio per sè stessi ? Quindi tipo io sono una merda, tutti sono merda ? Mumble mumble...

    RispondiElimina
  94. Le sette non piacciono a nessuno, a me nemmeno i dogmi, ma dei problemi di salute mi hanno avvicinato alla dieta vegana. Sono migliorata molto in fretta e questo è una dato di fatto. Ma non facciamo di tutta l'erba un fascio. Rispetto gli animali e ogni forma di vita umana, ma sono d'accordo che allevamenti "giusti" possano e debbano continuare ad esistere. La realtà è che, nella totale incasapevolezza, le proteine animali ormai sono infilate ovunque, in ogni prodotto confezionato e venduto al supermercato. Bisognerebbe solo stare più all'occhio sia se si vuole vivere a lungo sia se si vuole che il pianeta sopravviva a lungo. Non è una diceria da setta. E' la realtà dei fatti. E appoggiare le lobby che si arricchiscono su tesi contrarie... bè... è un po' da stolti.

    RispondiElimina
  95. Vivo a Nord di Roma, qui ci sono fantastici allevamenti di Bovini al pascolo, a cui non vengono dati farmaci ne mangimi.. Carne Fantastica naturalmente... quando obietto questo al solito vegano che mi parla ( solo ) di allevamenti lager intensivi ( certo che esistono anche quelli ma un consumatore informato può scegliere ), mi guarda con odio, alla fine senza argomenti mi da del bugiardo... Certo non possono esistere allevamenti seri...

    RispondiElimina
  96. Sai, noi vegani semplicemente siamo contro la cultura dello sfruttamento di chicchessia. I "bovini al pascolo" che menzioni, probabilmente sono al pascolo per qualche mese all'anno, e poi dentro in gabbia (stalla) per il resto dell'anno. A nessuno piace avere una corda al collo con un padrone che ti dice cosa mangiare, dove dormire, quando morire e quando partorire. Noi umani, che piaccia o non piaccia, lo facciamo. Gran parte dei vegani lo sono per motivi etici, non "salutistici". Essere vegano etico significa avere rispetto per le altre forme di vita senzienti. I vegani a mio parere sono da rispettare per le loro scelte, non da condannare. Non è una scelta semplice. "Cambiare" drasticamente è sempre difficile. Loro lo fanno per un credo (eticamente parlando) indiscutibile.

    RispondiElimina